Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Elettronica > Batterie e Caricabatterie


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 19 marzo 09, 19:55   #1 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Creative
 
Data registr.: 18-12-2005
Messaggi: 3.010
Batteria al piombo

Salve ragazzi, ho rimediato una batteria il piombo di tipo automobilistico. E' una di quelle senza manutenzione con le sequenti carattersitiche:

- Varta
- 12V
- 44Ah
- 360A (se ben ricordo)

La batteria è usata, ma sembra in buono stato. Vorrei utilizzarla nel baule dell'auto per alimentare il caricabatterie al campo, anzichè usare quella dell'auto con relativi rischi.
Ora, non mi sono mai documentato su questo tipo di batterie e vorrei sapere alcune cosette.

1) Fino a che tensione posso utilizzare la batteria prima di considerarla scarica? Da qualche parte ho letto 10.5V, sono troppo pochi?
2) Dicono di non sottrarre più dell'80% della capacità della batteria altrimenti si danneggia, è vero?
3) Con che corrente massima la posso ricaricare?
4) Quando la carico, non devo aprire i tappi, giusto? (anche perché è del tipo sigillata, ma volendo i tappi si potrebbero aprire...).
5) Sebbene sia una batteria senza manutenzione, non c'è proprio necessità di controllare il liquido di tanto in tanto?

Ciao.
Creative non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 20 marzo 09, 13:20   #2 (permalink)  Top
ftato
Guest
 
Messaggi: n/a
Citazione:
Originalmente inviato da Creative Visualizza messaggio
Salve ragazzi, ho rimediato una batteria il piombo di tipo automobilistico. E' una di quelle senza manutenzione con le sequenti carattersitiche:

- Varta
- 12V
- 44Ah
- 360A (se ben ricordo)

La batteria è usata, ma sembra in buono stato. Vorrei utilizzarla nel baule dell'auto per alimentare il caricabatterie al campo, anzichè usare quella dell'auto con relativi rischi.
Ora, non mi sono mai documentato su questo tipo di batterie e vorrei sapere alcune cosette.

1) Fino a che tensione posso utilizzare la batteria prima di considerarla scarica? Da qualche parte ho letto 10.5V, sono troppo pochi?
2) Dicono di non sottrarre più dell'80% della capacità della batteria altrimenti si danneggia, è vero?
3) Con che corrente massima la posso ricaricare?
4) Quando la carico, non devo aprire i tappi, giusto? (anche perché è del tipo sigillata, ma volendo i tappi si potrebbero aprire...).
5) Sebbene sia una batteria senza manutenzione, non c'è proprio necessità di controllare il liquido di tanto in tanto?

Ciao.
1) Fino a che tensione posso utilizzare la batteria prima di considerarla scarica? Da qualche parte ho letto 10.5V, sono troppo pochi?

Questo non lo sò, pero potrebbe essere veritiero

2) Dicono di non sottrarre più dell'80% della capacità della batteria altrimenti si danneggia, è vero?

Non capisco cosa intendi. Durante l'uso devi tenere controllata la tensione che non deve scendere sotto al vaolre precende

3) Con che corrente massima la posso ricaricare?

Per non creare problemi sarebbe meglio 1/6 della nominale e quindi 7.3A se la richarichi con una corrente troppo alta rischi che il gas generato all'interno della batteria la faccia....gonfiare

4) Quando la carico, non devo aprire i tappi, giusto? (anche perché è del tipo sigillata, ma volendo i tappi si potrebbero aprire...).

Non serve. L'importante è che sarebbe meglio ricaricarla in un luogo ventilato e con carica lenta altrimenti........vedi sopra

5) Sebbene sia una batteria senza manutenzione, non c'è proprio necessità di controllare il liquido di tanto in tanto?

Se l'involucro è trasparente vedi se il livello cala, altrimenti nessuno te lo vieta....

Pronto a essere smentito su tutto.......

Fausto

EDIT:

- Varta = marca della batteria
- 12V = tensione nominale della batteria
- 44Ah = intensità di corrente che la batteria è in grado di erogare per un'ora e poi si scarica
- 360A (se ben ricordo) = corrente massima erogabile per un breve periodo senza che si danneggi

Ripronto a essere smentito su tutto.......

Ultima modifica di ftato : 20 marzo 09 alle ore 13:29
  Rispondi citando
Vecchio 20 marzo 09, 14:13   #3 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 27-09-2008
Residenza: vittorio veneto
Messaggi: 140
SE la batteria è sigillata non dovresti fargli niente....e se ha i tappi na controllata ogni tanto la puoi anche dare...
Per quanto riguarda la carica io ho 2 batterie al piombo..una è ermetica (credo al gel) e quando la carico non ci faccio niente di particolare e carico a 1/10 di C...
L'altra batteria è della macchina col liquido dentro...la carico col suo caricabetterie apposito...la decide il caricabatteria la corrente di carica io posso solo selezioniore carica lenta o veloce..."consigliato la lenta perchè si carica meglio..." e quando carico apro tutti i tappini anche se ha il suo sfiato... "non si sa mai"...!
Per quanto riguarda la tensione minima dovrebbe proprio essere 10.5Volt o 10.8volt, comunque se per qualche volta scendi sotto a questo valore non è la fine del mondo basta che non la scarichi fino a 0 Volt ogni volta che la usi...
comunque se hai un carichino serio, con tensione inferiore ai 11 o 10 Volt "dipende dalla marca"dovrebbe segnarti tensione troppo bassa e di conseguenza non carica più...!!!
bea vita non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 20 marzo 09, 18:54   #4 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Creative
 
Data registr.: 18-12-2005
Messaggi: 3.010
Citazione:
Originalmente inviato da ftato Visualizza messaggio

2) Dicono di non sottrarre più dell'80% della capacità della batteria altrimenti si danneggia, è vero?

Non capisco cosa intendi. Durante l'uso devi tenere controllata la tensione che non deve scendere sotto al vaolre precende

3) Con che corrente massima la posso ricaricare?

Per non creare problemi sarebbe meglio 1/6 della nominale e quindi 7.3A se la richarichi con una corrente troppo alta rischi che il gas generato all'interno della batteria la faccia....gonfiare


Ripronto a essere smentito su tutto.......
Forse ho generato un po di confusione. In effetti la mia prima domanda era strettamente collegata alla seconda. In pratica ho letto non so dove che le batterie d'auto al piombo soffrono per scariche prolungate nel tempo (sebbene entro i limiti di utilizzo). Sempre in quelle pagine ho letto di non prelevare più dell'80% della capacità della batterie per non correre il rischio di danneggiarla.

Riguardo alla tua seconda risposta, "gonfiare" è in senso ironico?
Creative non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 20 marzo 09, 19:41   #5 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di massimob
 
Data registr.: 03-09-2008
Residenza: Jesolo - VE
Messaggi: 10.530
Citazione:
Originalmente inviato da Creative Visualizza messaggio
Salve ragazzi, ho rimediato una batteria il piombo di tipo automobilistico. E' una di quelle senza manutenzione con le sequenti carattersitiche:

- Varta
- 12V
- 44Ah
- 360A (se ben ricordo)

La batteria è usata, ma sembra in buono stato. Vorrei utilizzarla nel baule dell'auto per alimentare il caricabatterie al campo, anzichè usare quella dell'auto con relativi rischi.
Ora, non mi sono mai documentato su questo tipo di batterie e vorrei sapere alcune cosette.

1) Fino a che tensione posso utilizzare la batteria prima di considerarla scarica? Da qualche parte ho letto 10.5V, sono troppo pochi?
2) Dicono di non sottrarre più dell'80% della capacità della batteria altrimenti si danneggia, è vero?
3) Con che corrente massima la posso ricaricare?
4) Quando la carico, non devo aprire i tappi, giusto? (anche perché è del tipo sigillata, ma volendo i tappi si potrebbero aprire...).
5) Sebbene sia una batteria senza manutenzione, non c'è proprio necessità di controllare il liquido di tanto in tanto?

Ciao.
il carica batterie da campo ti avverte lui quando la batteria che lo alimenta è scarica, alcuni più evoluti (schulze, per esempio) si bloccano in tempo prima di arrivare alla tensione troppo bassa e suonano un allarme, questo serve ad evitare che uno possa scaricare la batteria dell'auto lasciandoti a piedi.
comunque anche se tu dovessi scaricarla a zero riesci sempre a recuperarla, basta che la ricarichi quanto prima e non dopo mesi, in questo caso la perdi.

se è senza manutenzione non toccare i tappi, quando le batterie senza manutenzione sono secche vuol dire che sono da buttare, punto.

le batterie normalmente vanno caricate con correnti pari a 1/10 della capacità, se hai fretta puoi aumentare ma è meglio di no.
360A è la corrente di spunto che la batteria riesce a dare al max. ma per il tuo uso è un dato inutile
__________________
Massimo Bison
https://imgur.com/a/rZMlsqz
El sapiente sa poco, l'ignorante el sa massa, ma el mona sa tuto
massimob non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 20 marzo 09, 21:08   #6 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 27-09-2008
Residenza: vittorio veneto
Messaggi: 140
Quello che hai letto è giusto, non sarebbero fatte per essere caricate e scaricate in continuo, difatti nell'auto la batteria viene usata poco (per l'accensione), e poi tenuta sempre in carica,praticamente è sempre carica....
col tempo è logico che si deteriora...
Per quel che riguarda il gonfiarsi meglio se stai attento non è uno scherzo...a me non è mai successo ma dicono che fanno un bel botto...!!!
bea vita non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 20 marzo 09, 21:12   #7 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Creative
 
Data registr.: 18-12-2005
Messaggi: 3.010
Citazione:
Originalmente inviato da massimob Visualizza messaggio
il carica batterie da campo ti avverte lui quando la batteria che lo alimenta è scarica, alcuni più evoluti (schulze, per esempio) si bloccano in tempo prima di arrivare alla tensione troppo bassa e suonano un allarme, questo serve ad evitare che uno possa scaricare la batteria dell'auto lasciandoti a piedi.
comunque anche se tu dovessi scaricarla a zero riesci sempre a recuperarla, basta che la ricarichi quanto prima e non dopo mesi, in questo caso la perdi.

se è senza manutenzione non toccare i tappi, quando le batterie senza manutenzione sono secche vuol dire che sono da buttare, punto.

le batterie normalmente vanno caricate con correnti pari a 1/10 della capacità, se hai fretta puoi aumentare ma è meglio di no.
360A è la corrente di spunto che la batteria riesce a dare al max. ma per il tuo uso è un dato inutile

Ok, hai chiarito quasi tutti i miei dubbi, tranne uno. Quando (inteso come valore di tensione) una batteria al piombo è da ritenersi scarica (ma che si possa tranquillamente ricaricare)?
Creative non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 20 marzo 09, 21:28   #8 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 27-09-2008
Residenza: vittorio veneto
Messaggi: 140
10.5 Volt dovrebbe andar bene...il fatto è che puoi anche scendere sotto a quel valore ma non ad ogni utilizzo...
bea vita non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 20 marzo 09, 21:33   #9 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di massimob
 
Data registr.: 03-09-2008
Residenza: Jesolo - VE
Messaggi: 10.530
Citazione:
Originalmente inviato da Creative Visualizza messaggio
Ok, hai chiarito quasi tutti i miei dubbi, tranne uno. Quando (inteso come valore di tensione) una batteria al piombo è da ritenersi scarica (ma che si possa tranquillamente ricaricare)?
a 10,5v la batteria è totalmente scarica
normalmente si riesce ad utilizzare la batteria fino a circa 11,5v dopodichè bisogna ricaricare, quindi prendi questo valore come limite per la ricarica
__________________
Massimo Bison
https://imgur.com/a/rZMlsqz
El sapiente sa poco, l'ignorante el sa massa, ma el mona sa tuto
massimob non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 20 marzo 09, 21:39   #10 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di massimob
 
Data registr.: 03-09-2008
Residenza: Jesolo - VE
Messaggi: 10.530
Citazione:
Originalmente inviato da bea vita Visualizza messaggio
Quello che hai letto è giusto, non sarebbero fatte per essere caricate e scaricate in continuo, difatti nell'auto la batteria viene usata poco (per l'accensione), e poi tenuta sempre in carica,praticamente è sempre carica....
col tempo è logico che si deteriora...
Per quel che riguarda il gonfiarsi meglio se stai attento non è uno scherzo...a me non è mai successo ma dicono che fanno un bel botto...!!!
bisogna vedere perchè è gonfia, può essere che col tempo le piastre interne si siano sfaldate e deformate, in questo caso la batteria è deteriorata ma non pericolosa.
se è molto calda, gonfia e sibila, allora sono ca++i e bisogna stare attenti a non causare scintille, la batteria può esplodere (a me sono scoppiate 2 batterie da 200ah in faccia e non è uno scherzo)
la batteria al piombo più la usi (cicli) e più dura e dà il meglio di se, lasciandola sempre ferma può calcificare e perdere di efficenza
__________________
Massimo Bison
https://imgur.com/a/rZMlsqz
El sapiente sa poco, l'ignorante el sa massa, ma el mona sa tuto
massimob non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
batteria al piombo marioincarnia Batterie e Caricabatterie 14 02 febbraio 09 16:25
Batteria Piombo fishwolf Batterie e Caricabatterie 2 19 aprile 08 21:21
batteria piombo nitrous79 Elimodellismo in Generale 4 19 novembre 07 22:45
batteria al piombo bienne Aeromodellismo Principianti 2 13 marzo 07 09:22
Help batteria al piombo saeli Batterie e Caricabatterie 7 23 dicembre 05 07:33



Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 10:33.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002