Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Principianti


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 28 agosto 21, 16:18   #1 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Black Horse
 
Data registr.: 29-11-2013
Messaggi: 111
Istruzioni per riparare aerei rivestiti con termoretraibili

Come ho scritto in un altro post ho ereditato da poco una gran quantità di modelli nuovi e usati, alcuni in lavorazione o da riparare.
Una cosa che mi sta aiutando a superare il lutto è proprio l'idea di continuare una delle tante passioni di mio papà che ho preso da lui, riorganizzare gli spazi adesso congesti, dare via molti modelli che aveva preso in eccesso e riparare quelli sui quali stava lavorando... e occuparmi del mio. Personalmente ho ancora in ballo la costruzione di un Mark di Bettini. Lui ormai usava spesso dei modelli più recenti, degli ARF rivestiti di termoretraibili.

Mi ritrovo con alcuni modelli che stava riparando e che devono essere nuovamente rivestiti - riallego un paio di foto in merito -.

Fermo restando che ovviamente posso cercare da solo dei video su come si rivestono gli aerei in termoretraibili, c'è qualche consiglio in particolare che potete darmi su come preparare la base in legno sottostante? mio papà vedo che aveva dato dello stucco credo .

Inoltre: che cosa si fa quando la livrea originale deve essere tolta? esistono i rivestimenti originali di ricambio?
se rivesto con un termoretraibile monocolore posso verniciare sopra delle strisce per renderlo più visibile? come si fa insomma quando si fanno riparazioni di questo tipo per non avere un aereo senza disegni che aiutano anche a vederlo in cielo oltre a migliorarne l'estetica?

Grazie e scusate la banalità delle domande ma sono rimasto ai rivestimenti di una volta in carta o seta che poi si vernciava.

PS

esiste la capotina trasparente di ricambio per questo Sportster 40 o me la devo ricavare io da una bottiglia? che colla mi conviene usare per incollarla?
Icone allegate
Istruzioni per riparare aerei rivestiti con termoretraibili-20210827_220031.jpg   Istruzioni per riparare aerei rivestiti con termoretraibili-20210827_220045.jpg  

Ultima modifica di Black Horse : 28 agosto 21 alle ore 16:21
Black Horse non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 28 agosto 21, 21:59   #2 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Clabe
 
Data registr.: 16-08-2007
Residenza: Perugia
Messaggi: 2.883
Citazione:
Originalmente inviato da Black Horse Visualizza messaggio
Come ho scritto in un altro post ho ereditato da poco una gran quantità di modelli nuovi e usati, alcuni in lavorazione o da riparare.
Una cosa che mi sta aiutando a superare il lutto è proprio l'idea di continuare una delle tante passioni di mio papà che ho preso da lui, riorganizzare gli spazi adesso congesti, dare via molti modelli che aveva preso in eccesso e riparare quelli sui quali stava lavorando... e occuparmi del mio. Personalmente ho ancora in ballo la costruzione di un Mark di Bettini. Lui ormai usava spesso dei modelli più recenti, degli ARF rivestiti di termoretraibili.

Mi ritrovo con alcuni modelli che stava riparando e che devono essere nuovamente rivestiti - riallego un paio di foto in merito -.

Fermo restando che ovviamente posso cercare da solo dei video su come si rivestono gli aerei in termoretraibili, c'è qualche consiglio in particolare che potete darmi su come preparare la base in legno sottostante? mio papà vedo che aveva dato dello stucco credo .

Inoltre: che cosa si fa quando la livrea originale deve essere tolta? esistono i rivestimenti originali di ricambio? Esistono rivestimenti monocolore da applicarci
se rivesto con un termoretraibile monocolore posso verniciare sopra delle strisce per renderlo più visibile? Si, ma puoi anche tagliare strisce di termoretribile di diverso colore per rimetterle sopra, oppure usare degli adesivi come quelli fatti dalla Bottega Creativa Bottega Creativa - Studio Grafico come si fa insomma quando si fanno riparazioni di questo tipo per non avere un aereo senza disegni che aiutano anche a vederlo in cielo oltre a migliorarne l'estetica?

Grazie e scusate la banalità delle domande ma sono rimasto ai rivestimenti di una volta in carta o seta che poi si vernciava.

PS

esiste la capotina trasparente di ricambio per questo Sportster 40 o me la devo ricavare io da una bottiglia? Probabilmente si ma non credo che sia facilmente reperibile. Ci sono molti modelli che usano cappottine simili prova a cercare in rete. Anche se non sono originali potrebbero comunque starci beneche colla mi conviene usare per incollarla?Pattex Ripara Extrem
Claudio
__________________
"Il tempo non conta... conta quello che fai,
se lo fai bene!"
Clabe non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 28 agosto 21, 23:50   #3 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Black Horse
 
Data registr.: 29-11-2013
Messaggi: 111
Citazione:
Originalmente inviato da Clabe Visualizza messaggio
Claudio


grazie mille! gentilissimo e preciso
Black Horse non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29 agosto 21, 11:42   #4 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Oldone
 
Data registr.: 09-03-2009
Residenza: ROMA
Messaggi: 1.249
Smile altre utili avvertenze

Ciao
Quando devi ricoprire di nuovo un modello usato, devi assicurarti che la struttura sotto sia pulita, io che sono un abituale "riparatore" , uso pulirla con uno straccio e acetone (in ambiente areato).
Inoltre nelle zone in cui mantengo parte della precedente ricopertura spennello sulle zone di sovrapposizione con il nuovo termoretraibile un velo di balsa lock o prodotto equivalente.
Le zone intorno al motore che di solito hanno infiltrazioni di miscela, sono più ostiche da pulire, ma se non lo fai il termoretraibile aggrappa male.
Quindi dacci dentro con straccio e acetone; nei casi gravi puoi usare prima uno smacchiatore spray (tipo il "via va" di buona memoria) che "estrae" buona parte dell'olio dalle fibre. Occhio a non esagerare che poi devi toglierlo.
Poi, lo Sportster non è un modello troppo vecchio e la cappottina pilota dovresti trovarla in rete come ricambio.
Al limite semplificati la vita montandoci un semplice parabrezza, aggiungendo qualche rifinitura all'abitacolo.
Buon lavoro
Oldone non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 31 agosto 21, 01:11   #5 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Black Horse
 
Data registr.: 29-11-2013
Messaggi: 111
Citazione:
Originalmente inviato da Oldone Visualizza messaggio
Ciao
Quando devi ricoprire di nuovo un modello usato, devi assicurarti che la struttura sotto sia pulita, io che sono un abituale "riparatore" , uso pulirla con uno straccio e acetone (in ambiente areato).
Inoltre nelle zone in cui mantengo parte della precedente ricopertura spennello sulle zone di sovrapposizione con il nuovo termoretraibile un velo di balsa lock o prodotto equivalente.
Le zone intorno al motore che di solito hanno infiltrazioni di miscela, sono più ostiche da pulire, ma se non lo fai il termoretraibile aggrappa male.
Quindi dacci dentro con straccio e acetone; nei casi gravi puoi usare prima uno smacchiatore spray (tipo il "via va" di buona memoria) che "estrae" buona parte dell'olio dalle fibre. Occhio a non esagerare che poi devi toglierlo.
Poi, lo Sportster non è un modello troppo vecchio e la cappottina pilota dovresti trovarla in rete come ricambio.
Al limite semplificati la vita montandoci un semplice parabrezza, aggiungendo qualche rifinitura all'abitacolo.
Buon lavoro
grazie mille. solo un'ultima cosa: non so se si vede dalle foto ma il muso della fusoliera del mio sportster ha come una certa opalescenza. ora so che mio papà aveva tolto il termoretraibile, stuccato - si vede - e doveva grattare via lo stucco per livellarlo. vedo però che in certe zone è come semitrasparente. non capisco se è futto della levigatura o se ha usato un materiale di rinforzo - spesso usava come riempitivo i microballoons ma non so come li mescolasse -
ho trovato vicino all'aereo un barattolo di microfibra di silice - https://www.hinelson.com/it/185-vene...0aApd8EALw_wcB - non capisco se sono questi i cosiddetti microballoons o se è un'altro tipo di prodotto.
In ogni caso: se quella opalescenza è data da uno strato di qualche composto di questo tipo - microballoons o resina con microsilice... il termoretraibile aderisce?
non so se posso passargli sopra l'acetone senza rinvenirlo, nel caso.
Black Horse non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 31 agosto 21, 01:31   #6 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Black Horse
 
Data registr.: 29-11-2013
Messaggi: 111
ok ho capito che i microballoons sono una cosa - alumilite in sfere - mentre quest'altro materiale, la microsilice, è un 'altra e non è ha la funzione di riempitivo ma di rinforzante della struttura.
Black Horse non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 settembre 21, 17:18   #7 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 31-10-2002
Residenza: Rimini (Pugliese di nascita)
Messaggi: 2.258
Il link che hai postato tu parla di microfibra, probabilmente è uno stucco poliestere arricchito di fibre di vetro usato spesso in nautica per riparazioni strutturali, le microfibre impediscono che forti spessori di stucco possano creparsi.
È normalmente carteggiabile ma è abbastanza duro
fabiovitti non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 07 settembre 21, 00:58   #8 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Black Horse
 
Data registr.: 29-11-2013
Messaggi: 111
Citazione:
Originalmente inviato da fabiovitti Visualizza messaggio
Il link che hai postato tu parla di microfibra, probabilmente è uno stucco poliestere arricchito di fibre di vetro usato spesso in nautica per riparazioni strutturali, le microfibre impediscono che forti spessori di stucco possano creparsi.
È normalmente carteggiabile ma è abbastanza duro
si vedo che lo usava per irrobustire il legno non tanto per riempire.
Black Horse non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 08 settembre 21, 16:25   #9 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 31-10-2002
Residenza: Rimini (Pugliese di nascita)
Messaggi: 2.258
Per irrobustire il legno sarebbe meglio fibrarlo con della fibra di vetro a bassa grammatura, dai 20 ai 50 gr/mq
fabiovitti non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 30 settembre 21, 18:30   #10 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Black Horse
 
Data registr.: 29-11-2013
Messaggi: 111
Citazione:
Originalmente inviato da fabiovitti Visualizza messaggio
Per irrobustire il legno sarebbe meglio fibrarlo con della fibra di vetro a bassa grammatura, dai 20 ai 50 gr/mq
si si lo so grazie, quello è il metodo tradizionale ma aumenta il peso di più.


due domande stupide:

1. il termoretraibile resiste ai fumi degli scarichi del motore (miscela) ?

2 questa è ancora più stupida: vedo che sulla parte interna delle alette di legno intorno al portamotore di alcune fusoliere che non hanno una vera e propria naca, e anche sulla zona del parafiamma, c'è una superficie di rivestimento nera porosa, come fosse un legno affumicato. E' solo una banale vernice nera o è un particolare rivestimento?

Ultima modifica di Black Horse : 30 settembre 21 alle ore 18:40
Black Horse non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
ferro per coperture termoretraibili ddtvela Compro 1 23 ottobre 12 21:54
Collante per termoretraibili tipo Koverall unodinoi Aeromodellismo Progettazione e Costruzione 1 05 dicembre 11 20:14
stiratura tessuti termoretraibili verniciati dpl L'uovo di Colombo 0 18 maggio 11 09:05
Rinvii in termoretraibili ginopilotino Aeromodellismo Volo Elettrico 11 17 novembre 05 23:18



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 14:52.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002