Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Discussioni generali > Modellismo società e istituzioni


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 02 agosto 21, 12:20   #51 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di imbamar
 
Data registr.: 27-03-2012
Residenza: roma
Messaggi: 944
Citazione:
Originalmente inviato da LV-GDG Visualizza messaggio
Quale sarebbe la sostanziale differenza nel distinguere AEROMODELLI da DRONI?

Non certamente sarebbe LIBERI TUTTI vs TUTTE LE LIMITAZIONI!
Ciao Guillermo, ma più che distinguere gli aeromodelli dai droni distinguerei gli aeromodellisti dai dronisti. Non è una distinzione valida in ogni caso, ne appartenere ad una delle due categorie si è connotati da correttezza o meno.
La mia sensazione è che gli aeromodellisti molto spesso costruiscono i propri mezzi da zero di frequente sono persone che hanno iniziato da giovani e tra successi ed insuccessi hanno accumulato esperienza magari in molti anni e, pur ammettendo frequenti eccezioni, hanno un maggior rispetto delle regole che negli anni si sono affacciate a regolamentare questo hobby.
Nell'altro caso, come è stato detto più volte, si va in un negozio o peggio in qualche centro commerciale e si trovano mezzi già pronti al volo. E guarda caso sono pubblicizzati mediante foto o filmati fatti dall'alto. Quindi anche chi non sa cosa è un modello è in grado in pochi minuti di far volare un drone e tentare di fare filmati magari disinteressandosi di regole e pericoli.
Anche qui chi costruisce droni in proprio deve avere conoscenze e in queste forse anche le regole. In tutti e due i casi acquisire costruzioni di tecnica, di aerodinamica, di manutenzione ed altro porta a riflettere, ragionare, progettare, realizzare e in tutto questo forse anche una attenzione alle principali norme di minima sicurezza.
L'altra categoria è quella di chi acquista e vola senza passare per nessuna altra fase.
Appartenere a qualche social completa il quadro. Stupire ed interessare sperando in qualche like del prossimo è diventato un primario interesse mondiale.
E quindi sui social si vede di tutto e spesso pericolosissimo. Ci sono filmati di persone che in moto viaggiano a 300 all'ora in autostrada tra il traffico. Insomma l'esibizione è sicuramente uno sport nazionale. Tra le esibizioni purtroppo ci sono anche i filmati di chi riprende da vicino un Jet di linea che atterra. Quindi tra i dronisti ci sono sicuramente persone serissime, prudenti e capaci ma ci sono un gran numero di esibizionisti incompetenti e pericolosi. E sono questi ultimi che fanno paura e provocano i casini di cui si parla ormai da mesi.
imbamar non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 agosto 21, 12:22   #52 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Archi
 
Data registr.: 16-12-2004
Residenza: Genova
Messaggi: 2.076
Vorrei farvi notare che in queste ultime pagine, vista la difficoltà di distinguere tra droni ed aeromodelli, state cercando una distinzione ancora più difficile tra aeromodellisti e dronisti facendo finta che i primi siano tutti buoni e gli altri tutti cattivi.


Potrei farvi notare che queste sono le basi da cui parte qualunque forma di razzismo.




Ciao.
Archi non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 agosto 21, 12:26   #53 (permalink)  Top
Sospeso
 
Data registr.: 19-07-2008
Residenza: SCHIO (VI)
Messaggi: 1.835
Citazione:
Originalmente inviato da imbamar Visualizza messaggio
Ciao Guillermo, ma più che distinguere gli aeromodelli dai droni distinguerei gli aeromodellisti dai dronisti. Non è una distinzione valida in ogni caso, ne appartenere ad una delle due categorie si è connotati da correttezza o meno.
La mia sensazione è che gli aeromodellisti molto spesso costruiscono i propri mezzi da zero di frequente sono persone che hanno iniziato da giovani e tra successi ed insuccessi hanno accumulato esperienza magari in molti anni e, pur ammettendo frequenti eccezioni, hanno un maggior rispetto delle regole che negli anni si sono affacciate a regolamentare questo hobby.
Nell'altro caso, come è stato detto più volte, si va in un negozio o peggio in qualche centro commerciale e si trovano mezzi già pronti al volo. E guarda caso sono pubblicizzati mediante foto o filmati fatti dall'alto. Quindi anche chi non sa cosa è un modello è in grado in pochi minuti di far volare un drone e tentare di fare filmati magari disinteressandosi di regole e pericoli.
Anche qui chi costruisce droni in proprio deve avere conoscenze e in queste forse anche le regole. In tutti e due i casi acquisire costruzioni di tecnica, di aerodinamica, di manutenzione ed altro porta a riflettere, ragionare, progettare, realizzare e in tutto questo forse anche una attenzione alle principali norme di minima sicurezza.
L'altra categoria è quella di chi acquista e vola senza passare per nessuna altra fase.
Appartenere a qualche social completa il quadro. Stupire ed interessare sperando in qualche like del prossimo è diventato un primario interesse mondiale.
E quindi sui social si vede di tutto e spesso pericolosissimo. Ci sono filmati di persone che in moto viaggiano a 300 all'ora in autostrada tra il traffico. Insomma l'esibizione è sicuramente uno sport nazionale. Tra le esibizioni purtroppo ci sono anche i filmati di chi riprende da vicino un Jet di linea che atterra. Quindi tra i dronisti ci sono sicuramente persone serissime e prudenti e capaci ma ci sono un gran numero di esibizionisti incompetenti e pericolosi.
Condivido ogni riga, peró ai fini della Regolamentazione, che tanti considerano penalizzante per gli aeromodellisti causa la "comunione" con i droni... Cosa cambiarebbe una netta distinzione tra gli uni e gli altri??

Personalmente, leggendo le norme in vigore, e non dimenticando l'obbiettivo ultimo di rendere lo spazio aereo (e terreno) piu sicuro per tutti non credo che ci sia nessun vantaggio!

Tu hai un opinione diversa?
LV-GDG non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 agosto 21, 13:00   #54 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di MAXZANI
 
Data registr.: 18-12-2009
Residenza: biella
Messaggi: 5.794
Citazione:
Originalmente inviato da LV-GDG Visualizza messaggio
Quale sarebbe la sostanziale differenza nel distinguere AEROMODELLI da DRONI?

Non certamente sarebbe LIBERI TUTTI vs TUTTE LE LIMITAZIONI!
La differenza sarebbe una cosa che si chiama "Cultura Aeronautica" presente nella maggior parte degli aeromodellisti e in particolare in chi coltiva la sua passione da tanto tempo e che nei campi di volo è trasmessa alle nuove leve......
Al contrario di molti, ma non tutti, dronisti che seguendo una moda e un loro bisogno di esibizionismo sono portati a un uso sconsiderato di quello che per loro è solo un giocattolo....
A riguardo del regolamento vorrei ricordare che quello che era in vigore era perfettamente adeguato e regolamentava una specifica categoria non come l'attuale che buttando tutti nello stesso calderone non accontenta nessuno.....
__________________
Non e' mai troppo tardi per avere un'infanzia felice

www.aeroclubbiella.com
MAXZANI non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 agosto 21, 13:30   #55 (permalink)  Top
Sospeso
 
Data registr.: 19-07-2008
Residenza: SCHIO (VI)
Messaggi: 1.835
Citazione:
Originalmente inviato da MAXZANI Visualizza messaggio
La differenza sarebbe una cosa che si chiama "Cultura Aeronautica" presente nella maggior parte degli aeromodellisti e in particolare in chi coltiva la sua passione da tanto tempo e che nei campi di volo è trasmessa alle nuove leve......
Al contrario di molti, ma non tutti, dronisti che seguendo una moda e un loro bisogno di esibizionismo sono portati a un uso sconsiderato di quello che per loro è solo un giocattolo....
A riguardo del regolamento vorrei ricordare che quello che era in vigore era perfettamente adeguato e regolamentava una specifica categoria non come l'attuale che buttando tutti nello stesso calderone non accontenta nessuno.....

Perfettamente adeguato?!!!

Senza "abilitazione al pilotaggio" 70m di altezza dal terreno e 200m di raggio
Con "abilitazione al pilotaggio" 150m di altrzza dal terreno e 300m di raggio

sempre lontano 5km dagli aeroporti e fuori delle ATZ

Nelle aree "regolamentate o segregate" altezza conforme all'autorizzazione pero sempre 70m in asenza di "abilitazione al pilotaggio"

limitazioni valide anche per il volo in pendio! (70m / 150m AGL!!)

"Obbigandote" a essere iscritto ad un'Aeroclub, distante magare a centiania di km della tua abitazione per "avere" l'abilitazione al pilotaggio.

Ne anche l'assicurazione era obbligatoria! (a tutela di tutti noi!)

Il Regolamento Esec 2019/947 lascia un'enorme liberta' di gestione, quota, attestati, ecc

Condivido con te, che ENAC formalmente ad oggi NULLA HA FATTO per quanto riguada l'individuzioni delle zone designate ai fini aeromodellistici (art. 15 comma 2) e la Autorizzazione delle Ass./club di aeromodellsimo di cui art. 16 (confondendo la terminologia tra autorizzato / riconosciuto), ma questa mancanza procedurale non e' imputabile alla regolamentazione!

Se leggi con attenzione, cosa dice il Regolamento, vedrai che E' MOLTO MIGLIORE a quello che una volta era in vigore!

La differenza sostanziale e' che PRIMA nessuno si preocupava del regolamento, OGGI qualcuno legge e si fa delle domande!!

Ultima modifica di LV-GDG : 02 agosto 21 alle ore 13:37
LV-GDG non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 agosto 21, 14:38   #56 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di MAXZANI
 
Data registr.: 18-12-2009
Residenza: biella
Messaggi: 5.794
Citazione:
Originalmente inviato da LV-GDG Visualizza messaggio
Perfettamente adeguato?!!!

Senza "abilitazione al pilotaggio" 70m di altezza dal terreno e 200m di raggio
Con "abilitazione al pilotaggio" 150m di altrzza dal terreno e 300m di raggio

sempre lontano 5km dagli aeroporti e fuori delle ATZ

Nelle aree "regolamentate o segregate" altezza conforme all'autorizzazione pero sempre 70m in asenza di "abilitazione al pilotaggio"

limitazioni valide anche per il volo in pendio! (70m / 150m AGL!!)

"Obbigandote" a essere iscritto ad un'Aeroclub, distante magare a centiania di km della tua abitazione per "avere" l'abilitazione al pilotaggio.

Ne anche l'assicurazione era obbligatoria! (a tutela di tutti noi!)

Il Regolamento Esec 2019/947 lascia un'enorme liberta' di gestione, quota, attestati, ecc

Condivido con te, che ENAC formalmente ad oggi NULLA HA FATTO per quanto riguada l'individuzioni delle zone designate ai fini aeromodellistici (art. 15 comma 2) e la Autorizzazione delle Ass./club di aeromodellsimo di cui art. 16 (confondendo la terminologia tra autorizzato / riconosciuto), ma questa mancanza procedurale non e' imputabile alla regolamentazione!

Se leggi con attenzione, cosa dice il Regolamento, vedrai che E' MOLTO MIGLIORE a quello che una volta era in vigore!

La differenza sostanziale e' che PRIMA nessuno si preocupava del regolamento, OGGI qualcuno legge e si fa delle domande!!

Sulla prima parte neanche rispondi, evidentemente ti sta scomodo....
Rendere obbligatoria l'assicurazione.....che in tutti i gruppi era già obbligatoria, non sarebbe stato una tragedia......
Per le necessità di quote e spazi esistevano già NOTAM e ATM03..........
Gli attestati erano e sono rilasciati a persone che hanno dimostrato di conoscere le regole e saper pilotare.......
Neanche confrontabile alla regolamentazione odierna dove non sai neanche se l'attestato è stato regolarmente conseguito o comprato e non è richiesto saper pilotare....
MA PEGGIO DI TUTTO....
SIAMO IN BALIA DI UNA REGOLA CHE A BREVE POTREBBE IMPORCI TRASPONDER, TERMINATORE E PIANO DI VOLO......
__________________
Non e' mai troppo tardi per avere un'infanzia felice

www.aeroclubbiella.com
MAXZANI non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 agosto 21, 14:56   #57 (permalink)  Top
Sospeso
 
Data registr.: 19-07-2008
Residenza: SCHIO (VI)
Messaggi: 1.835
Citazione:
Originalmente inviato da MAXZANI Visualizza messaggio
Sulla prima parte neanche rispondi, evidentemente ti sta scomodo....
Rendere obbligatoria l'assicurazione.....che in tutti i gruppi era già obbligatoria, non sarebbe stato una tragedia......
Per le necessità di quote e spazi esistevano già NOTAM e ATM03..........
Gli attestati erano e sono rilasciati a persone che hanno dimostrato di conoscere le regole e saper pilotare.......
Neanche confrontabile alla regolamentazione odierna dove non sai neanche se l'attestato è stato regolarmente conseguito o comprato e non è richiesto saper pilotare....
MA PEGGIO DI TUTTO....
SIAMO IN BALIA DI UNA REGOLA CHE A BREVE POTREBBE IMPORCI TRASPONDER, TERMINATORE E PIANO DI VOLO......
Noi dobbiamo fare riferimento a quanto OGGI dicono le norme, e non a quanto si crede che un domani potranno dire!

Per quanto riguarda l’abilità al pilotaggio (nel rispetto della categoria OPEN) e' del tutto innecessario la verifica!

La sostituzione di persone nell'ottenimento di un attestato e' sempre un reato

Per quanto riguarda la "cultura" aeromodellistica dovrebbe essere un patrimonio dei Gruppi e non un'obbligo di legge

Per l'assicurazione o e' obbligatoria o non e' obbligatoria! (perche non tutti gli aeromodellsiti sono Soci di gruppi di aeromodellismo!)

Se si lasciano da parte i preconcetti/pregiudizi e si legge, si comprende e si analizza con la dovuta attenzione il R. E. 2019/947 troverai molti elementi che lo rendono molto adeguato alla nostra attività!!

Ovviamente, non conoscerlo spaventa e fa ripetere frasi fatte!
LV-GDG non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 agosto 21, 14:58   #58 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di imbamar
 
Data registr.: 27-03-2012
Residenza: roma
Messaggi: 944
Citazione:
Originalmente inviato da Archi Visualizza messaggio
Vorrei farvi notare che in queste ultime pagine, vista la difficoltà di distinguere tra droni ed aeromodelli, state cercando una distinzione ancora più difficile tra aeromodellisti e dronisti facendo finta che i primi siano tutti buoni e gli altri tutti cattivi.


Potrei farvi notare che queste sono le basi da cui parte qualunque forma di razzismo.




Ciao.
Attenzione! Ho ben specificato che non si fa distinzione tra droni e aeromodelli. Ma la distinzione è nel comportamento dei due tipi di utilizzatori. Ho anche specificato che ci sono sia modellisti che dronisti consapevoli e rispettosi delle regole. Se si può obiettare qualche cosa è solo per quelle persone che comprano il drone e lo considerano un giocattolo senza conoscere le regole da poco emanate e ogni tipo di buonsenso nell'utilizzare questi oggetti. Ma ci sono anche modellisti dello stesso genere. Non capisco la citazione di razzismo.
Attenzione ancora! Sarei grato a tutti se questa discussione non finisse nelle solite polemiche sterili frequentissime sui social tipo Facebook. Me ne sono sempre tenuto distante, molto distante. Sto scrivendo considerazioni che mi vengono in mente. Ma lo stesso tipo di considerazioni le potrei fare per altre cose. Quelli che si comprano un monopattino lo modificano e ci vanno sulle strade provinciali. I ciclisti che la domenica camminano in gruppi occupando tutta la carreggiata e costringendoti a fare rischiosi sorpassi se non vuoi procedere a 30 all'ora. I motociclisti che ti sorpassano quando già te sei in sorpasso. Gli scooteristi che a Roma camminano contromano per non fare file.
Ci potrebbero essere milioni di esempi analoghi che riguardano tutti i campi. Se si è consapevoli prudenti e rispettosi non si generano pericoli inutili. Tutto questo che ho scritto riguarda i comportamenti che prescindono dalla razza.
imbamar non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 agosto 21, 15:04   #59 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di giocavik
 
Data registr.: 14-02-2006
Residenza: provincia VT
Messaggi: 3.672
Citazione:
Originalmente inviato da LV-GDG Visualizza messaggio
Perfettamente adeguato?!!!

Senza "abilitazione al pilotaggio" 70m di altezza dal terreno e 200m di raggio
Con "abilitazione al pilotaggio" 150m di altrzza dal terreno e 300m di raggio

sempre lontano 5km dagli aeroporti e fuori delle ATZ

Nelle aree "regolamentate o segregate" altezza conforme all'autorizzazione pero sempre 70m in asenza di "abilitazione al pilotaggio"

limitazioni valide anche per il volo in pendio! (70m / 150m AGL!!)

"Obbigandote" a essere iscritto ad un'Aeroclub, distante magare a centiania di km della tua abitazione per "avere" l'abilitazione al pilotaggio.

Ne anche l'assicurazione era obbligatoria! (a tutela di tutti noi!)

Il Regolamento Esec 2019/947 lascia un'enorme liberta' di gestione, quota, attestati, ecc

Condivido con te, che ENAC formalmente ad oggi NULLA HA FATTO per quanto riguada l'individuzioni delle zone designate ai fini aeromodellistici (art. 15 comma 2) e la Autorizzazione delle Ass./club di aeromodellsimo di cui art. 16 (confondendo la terminologia tra autorizzato / riconosciuto), ma questa mancanza procedurale non e' imputabile alla regolamentazione!

Se leggi con attenzione, cosa dice il Regolamento, vedrai che E' MOLTO MIGLIORE a quello che una volta era in vigore!

La differenza sostanziale e' che PRIMA nessuno si preocupava del regolamento, OGGI qualcuno legge e si fa delle domande!!

Le 'nuove' regole sono solo per far vedere che qcuno 'lavora'... ma di fatto non fa e non fara' nulla di realmente lavorativo...perlomeno per l'ambito aeromodellistico...
Lo storico di problemi, incidenti, rogne in aeromodellismo, costituiscono una botte di ferro e dimostra che e' l'attivita' aeronautica (..se proprio la vogliamo chiamare cosi'..) piu' sicura e affidabile al mondo, fino ad oggi.
La questione droni/quadricotteri e' una questione meramente commerciale, in cui nessuna delle autorita' neo preposte/inventate vuole veramente darsi da fare, ovvero regolamentare COMMERCIALMENTE i droni e i quadricotteri...imponendo fin dalla fabbricazione le sicurezze e i limiti che gli si dovrebbero porre.
Facendo il minestrone, vuol dire attribuire (..probabilmente in modo furbesco..) ad uno i problemi e i guai causati dall'altro...
L'aeromodellismo e' attivita' autonoma indipendente e sicura e il voler appioppare regole senza senso, vuol dire solo aggrapparvisi per spremere fuori qcosa che fa comodo a tutti tranne che all'aeromodellismo e agli aeromodellisti...
Se fin'ora vi erano regole che si ritengono oggigiorno scarse e' perche' evidentemente non necessitavano dato che tutto filava ed e' filato regolarmente senza disturbare e infastidire nessuno per gli ultimi cinquant'anni...
Ovviamente ci e' stato qche incidente, o guaio, ma non esiste umana attivita' che non ne abbia.
Gi affogati in spiaggia probabilmente sono da due a dieci volte di piu' delle vittime dell'attivita' aeromodellistica...non per questo si recintano tutte le coste o si chiede l'assicurazione obbligatoria o il patentino di nuoto e di sana e robusta costituzione per accedere al mare, e tantomento vi multano se lo fate senza...
Gia' questa e' la prima sostanziale differenza tra l'aeromodellismo e tutte le attivita' aeronautiche che si accodano per sicurezza ed incidenti...e gia' sarebbe drasticamente sufficiente per operare i dovuti distinguo...
giocavik non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 agosto 21, 15:07   #60 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di imbamar
 
Data registr.: 27-03-2012
Residenza: roma
Messaggi: 944
Citazione:
Originalmente inviato da LV-GDG Visualizza messaggio
Condivido ogni riga, peró ai fini della Regolamentazione, che tanti considerano penalizzante per gli aeromodellisti causa la "comunione" con i droni... Cosa cambiarebbe una netta distinzione tra gli uni e gli altri??

Personalmente, leggendo le norme in vigore, e non dimenticando l'obbiettivo ultimo di rendere lo spazio aereo (e terreno) piu sicuro per tutti non credo che ci sia nessun vantaggio!

Tu hai un opinione diversa?
Sono perfettamente d'accordo sulle regole. Anzi ben vengano. Anni fa, nel vedere i primi modelli a turbina mi chiedevo se non era il caso di regolamentare questi modelli che vedevo volare a più di 200 Km/ora tra gli altri modellisti. Quindi sono perfettamente d'accordo con le regole. Sono altrettanto convinto che forse potevano essere fatte meglio e l'unica cosa che mi dispiace è la limitazione alla quota di 120 metri. Faccio alianti da pendio e da traino e forse una manciata di metri in più non mi sarebbe dispiaciuta. Ma tanto è.
Ecco poi leggendo gli articoli che ho postato probabilmente mi viene da chiedermi se la limitazione in altezza non dipenda da questi fenomeni che comprano il drone al supermercato e lo usano vicino agli aeroporti.
Ho fatto e superato l'esame sul sito ENAC e tutto sommato non mi è dispiaciuto e qualche nozione nuova la ho appresa.
imbamar non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Ci risiamo......... imperatore82. Aeromodellismo Volo a Scoppio 15 06 febbraio 11 09:04
e no è ! ci risiamo!! nebix93ge - matteo Ferromodellismo 5 17 giugno 09 11:10
Ci risiamo usbanomanias Radiocomandi 33 11 maggio 07 01:34
Ci risiamo!!! Ktema Elimodellismo Motore Elettrico 0 21 maggio 06 21:17



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 06:06.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002