Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Navimodellismo > Modelli naviganti per usi vari, pesca, altro ecc.


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 07 agosto 21, 11:59   #1 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 28-07-2021
Residenza: Saronno
Messaggi: 4
Autopilota in mare - Normative

Ciao a tutti,

la mia domanda è: posso mollare in mare un modello e farlo andare completamente in autonomia? Sarebbe possibile farlo in Italia?

Ho fatto qualche ricerca nel forum in merito all'argomento 'Autopilota'. Il più dei topic e delle domande sono incentrate su cose tipo carpfishing.

Qui sul barone qualcuno ha postato un link su questo progetto fantastico SEACHARGER - SeaCharger Oceangoing Autonomous Boat - Home

Mi piacerebbe realizzare una cosa analoga, per pura curiosità, portando la barca ad esempio a Genova e poi andarla a prendere ad esempio a Venezia. Il progetto è ancora in fase di concepimento, se non è fattibile per cause legali probabilmente non ne farò nulla.

Ringrazio tutti per la disponibilità e la cortesia
Luca
GuitarBoy non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 08 agosto 21, 11:01   #2 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di enrico58
 
Data registr.: 29-06-2006
Residenza: G.A.B. Ghisalba
Messaggi: 1.385
.. Non ho idea di cosa dicano le normative ma ti domando come lo tieni sotto controllo a distanza?
In mezzo al mare non c'è la rete cellulare. Pensi di usare un satellitare?
Perché immagino che non ci sarà nessuno a seguirlo.
Come pensi di rilevare eventuali ostacoli, naturali o no, che potresti incrociare, anomalie, guasti che potrebbero accadere?

E soprattutto di che stazza e motorizzazione stiamo parlando?

Enrico
__________________
“Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti.”
Luigi Pirandello: Uno, nessuno e centomila....
enrico58 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 08 agosto 21, 20:18   #3 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 27-10-2014
Messaggi: 165
Si era già parlato tempo fa di un argomento simile, credo per questoa specie di regata:

https://www.microtransat.org/index.php
Elmas non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 08 agosto 21, 22:29   #4 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 28-07-2021
Residenza: Saronno
Messaggi: 4
@enrico58:

-pensavo di tenerlo relativamente vicino la costa, cosi che possa inviare aggiornamenti e ricevere comandi ad intervalli temporali regolari tramite rete 2g/3g/4g, LoRa, o qualche tecnologia analoga.

-gli ostacoli naturali suppongo siano evitabili tramite una pianificazione accorta, mentre quelli artificiali ancora non me ne sono fatto un'idea. Non so quanto sia sensato dotarla di sensoristica e relativa gestione oppure affidarmi al caso. Invece per i guasti pensavo di valutare spannometricamente le probabilità di fallimento dei sottosistemi e valutare caso per caso se utilizzare un sistema ridondante o, anche qui, affidarmi al caso.

-per quel che riguarda tutto l'aspetto pratico non ho davvero idea. Non avendo conoscenze modellistiche studierò da zero se la legislatura sarà dalla mia parte.

@Elmas

grazie mille per il link, ad una prima lettura sembra davvero interessante. Non perderò occasione di studiarlo approfonditamente.

L'idea di fondo è che non voglio violare la legge, ma cosa ancora più importante per me, non voglio causare alcun rischio a nessuno.

Ringrazio tutti per la disponibilità e la cortesia
Luca
GuitarBoy non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 agosto 21, 19:09   #5 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di nicolap
 
Data registr.: 02-10-2019
Residenza: Orvieto
Messaggi: 210
Io non conosco le regole per la navigazione in mare ma dubito che si possa far navigare un' imbarcazione priva di equipaggio (per quanto piccola sia) senza avere un permesso o autorizzazione. Per un percorso così lungo è pressoché impossibile calcolare una rotta che sia libera da ostacoli perché vicino alla costa ci sono molte piccole imbarcazioni che non hanno un percorso prestabilito mentre più in mare aperto trovi traghetti e navi più grandi che, pur avendo una rotta da seguire, non sempre transitano in orario. Per il progetto in questione, che ritengo comunque interessante, vedrei meglio un obbiettivo meno ambizioso come ad esempio la traversata di un lago...

Inviato dal mio SM-A202F utilizzando Tapatalk

Ultima modifica di nicolap : 09 agosto 21 alle ore 19:18
nicolap non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 agosto 21, 20:03   #6 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di enrico58
 
Data registr.: 29-06-2006
Residenza: G.A.B. Ghisalba
Messaggi: 1.385
Citazione:
Originalmente inviato da GuitarBoy Visualizza messaggio
@enrico58:

-pensavo di tenerlo relativamente vicino la costa, cosi che possa inviare aggiornamenti e ricevere comandi ad intervalli temporali regolari tramite rete 2g/3g/4g, LoRa, o qualche tecnologia analoga.

-gli ostacoli naturali suppongo siano evitabili tramite una pianificazione accorta, mentre quelli artificiali ancora non me ne sono fatto un'idea. Non so quanto sia sensato dotarla di sensoristica e relativa gestione oppure affidarmi al caso. Invece per i guasti pensavo di valutare spannometricamente le probabilità di fallimento dei sottosistemi e valutare caso per caso se utilizzare un sistema ridondante o, anche qui, affidarmi al caso.

-per quel che riguarda tutto l'aspetto pratico non ho davvero idea. Non avendo conoscenze modellistiche studierò da zero se la legislatura sarà dalla mia parte.

@Elmas

grazie mille per il link, ad una prima lettura sembra davvero interessante. Non perderò occasione di studiarlo approfonditamente.

L'idea di fondo è che non voglio violare la legge, ma cosa ancora più importante per me, non voglio causare alcun rischio a nessuno.

Ringrazio tutti per la disponibilità e la cortesia
Luca
Solo per curiosità, di che stazza stiamo parlando?

Perché vorrei capire come pensi di gestire le onde e il vento (forza e direzione) che possono impedire la navigazione di modelli anche di stazza importante a soli pochi metri dalla riva.
Una raffica al traverso fa capovolgere senza difficoltà anche una vera imbarcazione..
Penso che prima delle normative dovrai immaginarti come risolvere ben altri problemi..

Enrico
__________________
“Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti.”
Luigi Pirandello: Uno, nessuno e centomila....
enrico58 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 agosto 21, 21:20   #7 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 28-07-2021
Residenza: Saronno
Messaggi: 4
Ciao!

@nicolap

-Io credo che per le navi grandi siano un problema minimo perché immagino non se ne accorgano neanche. Credo sia lo stesso per quelle più piccole.

-quello del lago è uno dei punti che ho pianificato. Sono di Saronno, qui vicino di laghi ce ne sono un infinità, ma per arrivare a quel punto ci sono davvero moltissimi passi da fare prima. Il primo in assoluto dal mio punto di vista è capire se si può fare. Se e solo se si può fare allora inizierò a pensare al come fare. Per me questo delle normative è un aut aut.

@enrico58

-Io non ho mai parlato di stazza
Non so secondo i canoni modellistici quanto è "micro", quanto è "piccolo", "da principiante" e via dicendo. Non lo so neanche in canoni di naviganti reali.

Mi permetto di contraddirti solo perché si tratta di filosofia e non di tecnica: risolvere i problemi è la parte bella del progetto, perché implica studiare, fare, sbagliare e ripartire. Però come dicevo sopra, si tratta di un aut aut, se non è fattibile per un discorso normativo allora non se ne farà nulla e non ha senso che mi metta a fare calcoli.



Se in mare non si può fare, allora il target sarà fare Como-Lecco o qualcosa del genere, se legalmente è possibile.
Nel frattempo ho scritto alla guardia costiera, se mi daranno informazioni le condividerò qui con voi.

Vi ringrazio per la disponibilità e la cortesia,
Luca
GuitarBoy non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 agosto 21, 22:03   #8 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di enrico58
 
Data registr.: 29-06-2006
Residenza: G.A.B. Ghisalba
Messaggi: 1.385
Vedi, puoi chiamarla filosofia, mantra, spirito santo, ma sono le conoscenze tecniche che servono alla fine credimi...
Certo quello che chiami filosofia serve per avere un obiettivo e superare le difficoltà che troverai sulla strada.

La stazza è fondamentale se vuoi andare in acque mosse, e non per forza parlo di mare, il lago di Garda o il lago di Iseo sono famosi per le burrasche che mettono in difficoltà natanti di 10 mt..!
Certo I laghi tra Como e Lecco sono più gestibili e possono essere un'ottima palestra e ti permetterebbe di usare modelli piccoli e dai costi accettabili.. Una volta fatta la prima traversata anche di pochi km potrai pensare di andare oltre..

Enrico
__________________
“Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti.”
Luigi Pirandello: Uno, nessuno e centomila....
enrico58 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 10 agosto 21, 08:24   #9 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di nicolap
 
Data registr.: 02-10-2019
Residenza: Orvieto
Messaggi: 210
Citazione:
Originalmente inviato da GuitarBoy Visualizza messaggio
Ciao!



@nicolap



-Io credo che per le navi grandi siano un problema minimo perché immagino non se ne accorgano neanche. Credo sia lo stesso per quelle più piccole.



-quello del lago è uno dei punti che ho pianificato. Sono di Saronno, qui vicino di laghi ce ne sono un infinità, ma per arrivare a quel punto ci sono davvero moltissimi passi da fare prima. Il primo in assoluto dal mio punto di vista è capire se si può fare. Se e solo se si può fare allora inizierò a pensare al come fare. Per me questo delle normative è un aut aut.

Il fatto che le navi più grandi possano non accorgersi della presenza di un modello non significa che non sia un problema...anche solo entrare nella scia dei propulsori potrebbe essere un problema per la tua barca. Ho letto da qualche parte che vista e udito rivestono un ruolo importante nella navigazione soprattutto per le piccole imbarcazioni e di fatto tu metteresti in acqua una barca cieca e sorda. In qualsiasi caso ritengo giusto il tuo intento di verificare la fattibilità legale prima di iniziare il progetto. L'argomento è sicuramente di mio interesse quindi seguirò volentieri le evoluzioni

Inviato dal mio SM-A202F utilizzando Tapatalk
nicolap non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 12 settembre 21, 11:17   #10 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 28-07-2021
Residenza: Saronno
Messaggi: 4
Buongiorno a tutti!

rientrato dalle ferie, ricominciamo con la routine

questa la risposta della guardia costiera

si informa che l’articolo 3, comma 1, del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171 (cd. Codice della nautica da diporto) definisce le unità destinate alla navigazione da diporto, fra le quali, alla lettera h-bis), l’unità da diporto “a controllo remoto” quale “...unità da diporto a comando remoto priva a bordo di personale adibito al comando”.
Al riguardo, non si ha evidenza di una specifica disciplina che regolamenti tale tipologia di unità, significando che, per eventuali approfondimenti, la S.V. potrà rivolgersi alla Direzione generale per la vigilanza sulle Autorità portuali, le infrastrutture portuali ed il trasporto marittimo e per vie d’acqua interne


quindi ora contatterò questa direzione generale.

@ enrico58
Assolutamente vero. Una volta appurata la fattibilità della cosa penserò ad i vari passi per cercare di testare per intero il sistema.

@ nicolap
Queste sono davvero informazioni preziose. Si potrebbe dotare il sistema di un qualche tipo di sensore di superficie. Qui dovrei sperimentare un po, perché non so i vari tipi di sensori come si comportano con l acqua.

in ogni caso inizio a sperare per qualcosa di positivo
nel frattempo vi ringrazio per la collaborazione e la disponibilità.

Grazie,
Luca
GuitarBoy non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
barca da pesca mare per portare grosse esche a largo pesca surfcasting a mare medio schiummy Modelli naviganti per usi vari, pesca, altro ecc. 2 11 febbraio 13 20:05
Normative ispanico Elimodellismo Principianti 2 17 dicembre 08 23:05



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 17:17.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002