Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Categorie


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 02 novembre 15, 19:44   #81 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di pikemax
 
Data registr.: 31-08-2004
Residenza: In termica....coi baffi.
Messaggi: 5.506
Citazione:
Originalmente inviato da milan Visualizza messaggio
30" sono troppi, se sei all'inizio di un riattacco maldestro, potresti trovarti in terra senza poter riaccendere e il modello potrebbe essere fuori campo o di là dal fiume
Raggiunto lo scopo di bloccare lo zoom potrebbe riabilitare il motore.


Umberto
20?

Se non nin ha senso.
pikemax non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 novembre 15, 19:56   #82 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di milan
 
Data registr.: 11-01-2009
Residenza: bologna
Messaggi: 5.827
Citazione:
Originalmente inviato da pikemax Visualizza messaggio
20?

Se non nin ha senso.
Perchè che senso deve avere, piu' che impedire lo zoom cosa deve fare ? Far perdere il modello ? Poi a me tutti sti limiti tolgono il pepe di gareggiare, non mi manca una RCV moderna .


Umberto
__________________
SONO DEI POLLI !
----------------
milan non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 novembre 15, 21:46   #83 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di pikemax
 
Data registr.: 31-08-2004
Residenza: In termica....coi baffi.
Messaggi: 5.506
Citazione:
Originalmente inviato da milan Visualizza messaggio
Perchè che senso deve avere, piu' che impedire lo zoom cosa deve fare ? Far perdere il modello ? Poi a me tutti sti limiti tolgono il pepe di gareggiare, non mi manca una RCV moderna .


Umberto

Per gestire lo zoom ci sono altri metodi, l'acqua calda e' gia' stata inventata, basta aprire il rubinetto ed informarsi.
Il limite dei 5 m non capisco che senso abbia, per limitare ed annullare lo zoom ci sono metodi ormai collaudati e verificati.
Se ha l'unico scopo di evitare lo zoom e' anacronistico, inutile e superato.
Se serve ad evitare corse agli armamenti pure.
Credo che chi scrive il fw sappia bene bene come fare per annullare gli effetti dello zoom.
pikemax non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 novembre 15, 09:29   #84 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 19-04-2008
Residenza: Bologna
Messaggi: 23
Leggendo queste dotte e giustissime considerazioni sulle strategie di gara e pensando alle discussioni che si potrebbero verificare nel corso della stessa mi sento in dovere di segnalare che con la prima stesura della formula le cose sembrano essere , almeno ad un primo esame , molto piu' semplici ed allettanti.

Una limitazione sulla apertura alare, 120mt ed un tempo uguali per tutti sono comunque una buona base di partenza per scatenare la fantasia e la tecnologia , per chi ne e capace, per inventarsi qualche cosa di nuovo per poter emergere.

Solo per saperne qualche cosa di piu' , come vengono gestiti i costi dell'aggiornamento del nuovo firmware? Non credo siano grandi cifre ma quale e' la differenziazione fra chi ha gia' un logger e chi lo deve acquistare nuovo?

Chi valida il software? Cioe' chi definisce che va bene? Anche se sono tecnologie acquisite e senza dubitare delle capacita' di chi lo implementa , ci sara' una fase di prova e di debug , chi decide che va bene cosi e che non ci sono buchi?

Per curiosita' mi piacerebbe saperne un po' di piu'.

Un cordiale saluto a tutti

Andrea Cinotti
Scirocco1 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 novembre 15, 12:17   #85 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di Indoor
 
Data registr.: 02-03-2007
Residenza: Molinella (bologna)
Messaggi: 2.981
Gli Autonomisti di vecchio stampo intervengano a dire il loro parere sulla nuova form

Una pre considerazione: l'attuale discussione vede due o tre protagonisti che si parlano fra di loro e vede assenti tutti coloro che erano presenti all'incontro di Cremona. La mia considerazione è che quello che si è deciso a loro vada bene e non abbiano dei dubbi. tutto OK dunque, la formula piace.

La discussione fra i due o tre attualmente attivi si sta dirottando sullo zoom che è un elemento poco influente ed ormai acquisito come firmware (preso dalla F5J dalla Rc Electronics che farà il firmware) e si dimentica forse il motivo della introduzione della regola dei 5 mt/sec.

Questo è il dato che è stato deciso di adottare per un semplice motivo: permettere a tutti coloro che hanno un motoveleggiatore di entrare in gara senza essere penalizzatii se altri si presentano con macchine che salgono 15/20 mt/sec.

Questo vuol dire che se si organizzano gare in campi diversi (come ci si augura) i piloti locali che hanno un motoveleggiatore possono partecipare ad armi pari con coloro che sono degli affezionati all'Autonomy e questo è basilare per l'ampliamento del numero dei partecipanti. Con la vecchia Autonomy questo non accadeva. troppo complessa.

Se lasciamo libera la velocità di salita avremo che i 10 minuti saranno anche troppi: con una attenta e difficile gestione credo che 5 minuti sarebbero più che sufficienti.

Sparo il modello a 50 metri in 3 secondi e spengo. Oppure lo proietto a 120 all'ora da una zona all'altra del campo senza consumare quota…..tutto super interessante senza dubbio, ma che sminuisce la categoria come voglia di partecipare da parte dei neofiti: torniamo alla vecchia Autonomy che vedeve la maggioranza dei potenziali interessati non partecipare perché troppo complessa la messa a punto del motore elica ed inoltre la gestione della batteria richiedeva lunghe prove con vari pacchi….tutto complicato.
Oggi abbiamo la semplicità massima, veramente fantastico!!

Ora tutto è superato e ( se il firmware funziona come promesso) abbiamo una bella formula, veramente aperta a tutti per la sua estrema semplicità, ma ugualmente interessante per chi si vuole mettere in gioco con la sua abilità nel mettere a punto il modello come termicatore, adattandolo alle sua caratteristiche di pilotaggio.

La velocità di salita è un dato che l'attuale firmware controlla già: se andiamo infatti a vedere un loggerata di un qualsiasi volo si vede che in basso a sinistra, in una casellina con fondo azzurro, è riportato il valore della salita in mt/sec. Il controllo è possibile con una semplicità disarmante.

Altra cosa. non si sa la quota fatta……ma si vuole veramente i dati del volo serviti su un vassoio'?

Basta che ognuno, come già ripetutamente scritto, si attivi prima della gara con una serie di voli di verifica (esempio salita ripetutamente a 100 metri rilevando il tempo di salita) e tutto sarà abbastanza prevedibile.

Dopo tutto stiamo facendo una gara e un po di preparazione la dobbiamo pur fare.
Sarà l'abilità di ognuno nel valutare quando stiamo salendo o quando ci stiamo spostando in orizzontale senza consumale quota, ma solo tempo. E' una gara, che vinca anche chi è più abile nel fare le sue valutazioni.

Chi vince, oltre ad avere un modello bene a punto che pilota bene, dovrà essere abile
nell'arrestare il motore con modello in assetto orizzontale e sfruttare il poco di velocità (credo che la salita media sarà attorno ai 3,5 mt/sec) per continuare il volo e portarsi nell'area dove si desidera senza fare quota. Se si sbaglia e si fa quota (entro i 10 sec che rileva lo zoom) abbiamo sbagliato ed è giusto che si paghi.
Se vediamo un modello in termica messo meglio di noi e alla stessa nostra quota, dando motore e mantenendo la stessa quota abbiamo una possibilità in più di trovare una bella termica senza consumare quota ma solo tempo motore.

Su questi fattori ci giocheremo la gara e questo credo sia super interessante.

I PF, cioè Eugenio in primis e poi Claudio, credo che abbiano pensata una bellissima formula, ugualmente tecnica e senza dubbio innovativa come lo era l'Autonomy.

Lo hanno fatto perché sono degli appassionati come noi e che hanno forse una marcia in più e che hanno a cuore l'aeromodellismo . Ci stanno mettendo anche delle risorse personali, anticipando di tasca loro i costi per la realizzazione del firmware.
Dirgli grazie è il minimo.

Aspettiamo il mesetto che si sono presi i tecnici della RC Electronics e poi ci scateneremo nelle pre prove, sperando di non individuare dei Bug, che eventualmente saranno poi corretti.

Come solito a metà marzo inizierà il campionato , sempre su 6 prove.
Mi è stato anticipato che forse a fine febbraio ci sarà una garetta di prova per la verifica della nuova formula.

Preparate i modelli…ci divertiremo.

Paolo Dapporto
Indoor non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 novembre 15, 12:33   #86 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di Indoor
 
Data registr.: 02-03-2007
Residenza: Molinella (bologna)
Messaggi: 2.981
Citazione:
Originalmente inviato da Indoor Visualizza messaggio

La velocità di salita è un dato che l'attuale firmware controlla già: se andiamo infatti a vedere un loggerata di un qualsiasi volo si vede che in basso a sinistra, in una casellina con fondo azzurro, è riportato il valore della salita in mt/sec. Il controllo è possibile con una semplicità disarmante.
in basso a sinistra ecco come di controlla la velocità di salita
Nell'esempio di legge mt 6,35 mt/sec

Ultima modifica di Indoor : 22 maggio 17 alle ore 21:32
Indoor non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 novembre 15, 13:51   #87 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di pikemax
 
Data registr.: 31-08-2004
Residenza: In termica....coi baffi.
Messaggi: 5.506
Citazione:
Originalmente inviato da Indoor Visualizza messaggio
in basso a sinistra ecco come di controlla la velocità di salita
Nell'esempio di legge mt 6,35 mt/sec
Paolo, quella è una elaborazione successiva che fa il pc utilizzando i dati rilevati momento x momento dall'altimetro, non sono certo che venga fatta anche dall'altimetro di per se.
pikemax non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 novembre 15, 13:54   #88 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di danielep
 
Data registr.: 09-12-2004
Residenza: Castelfranco Vto.
Messaggi: 2.533
Citazione:
Originalmente inviato da Indoor Visualizza messaggio
in basso a sinistra ecco come di controlla la velocità di salita
Nell'esempio di legge mt 6,35 mt/sec
Andrei molto cauto ad utilizzare quel valore
prova a guardare un pò di loggerate della vecchia Autonomy e vedrai che i 5 mt/sec
in quel valore vengono superati molte volte
un esempio salita di 41,3 mt in 23 secondi salita media 1,79 mt/sec
quel valore che indichi tu da 7,61 mt/sec
__________________
Daniele Polo
il mio sito http://danielepolo.jimdo.com e dove volo www.rossanomodel.com
danielep non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 novembre 15, 14:45   #89 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di TermicOne
 
Data registr.: 02-01-2004
Residenza: Vicino a Saronno
Messaggi: 6.954
In questi giorni, pur senza il nuovo firmware, sto proseguendo nelle prove del nuovo regolamento con il piccolo modello utilizzato a Persichello nella garetta di prova.

Il modello è stato ora messo a punto per un rateo di salita di circa 2,5 - 3,0 m/s e con questa motorizzazione e batteria, senza termiche, in aria più o meno calma, ha un rateo di discesa di circa 0,6 m/s, ben lontano dagli 0,35 m/s citati da qualcuno ma, guardando i log delle gare, non lontani dal rateo* di altri modelli sui 2-3 m

Dopo le prime prove ora mi sto abituando a questa nuova modalità di volo e ho provato a registrare le stime effettuate durante le sessioni di lanci in simulazione di gara paragonando le stime delle quote raggiunte e a disposizione con i dati reali rilevati a fine sessione dal logger. Proseguendo nelle prove con un po' di attenzione (e una tabellina excel su smartphone per evitare di fare i conti) ho rilevato che la stima della quota è diventata sempre più vicina alla realtà...e con un po' di allenamento penso possa migliorare ancora.

Nelle prime prove ero completamente perso mentre ora ho uno scarto del 10% tra la stima della quota in base al tempo motore durante i lanci e quanto scaricato a posteriori dal logger.

I risultati sono ancora scarsi perché non riesco a fare più di 8-9 voli. Finisco sempre prima i 1200 m di quota a disposizione mentre mi rimane sempre del tempo motore dei 600 secondi da spendere....altro che "minimo sindacale" :p

Dopo la prima prova riportata qualche pagina fa devo dire che ora mi sto appassionando a questa nuova formula ...che peraltro ho dovuto spiegare nel dettaglio agli amici sul campo che mi vedevano trafficare durante i voli con carta, penna, e smartphone.

Anche se inizialmente ero un po' disorientato ora, dopo tre o quattro prove, devo dire che questa formula mi sta appassionando e mi sembra* sicuramente più divertente e sfidante della prova semplificata di Persichello....e non tornerei indietro.

Non vedo l'ora di provare con il logger e il nuovo firmware. Se serve sono disponibile a fare da beta tester

Luciano
TermicOne non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 novembre 15, 15:01   #90 (permalink)  Top
Moderatore
 
L'avatar di claudio v
 
Data registr.: 18-05-2006
Residenza: Torino
Messaggi: 4.318
Citazione:
Originalmente inviato da Indoor Visualizza messaggio
Una pre considerazione: l'attuale discussione vede due o tre protagonisti che si parlano fra di loro e vede assenti tutti coloro che erano presenti all'incontro di Cremona. La mia considerazione è che quello che si è deciso a loro vada bene e non abbiano dei dubbi. tutto OK dunque, la formula piace.

....

Preparate i modelli…ci divertiremo.

Paolo Dapporto
Ciao a tutti, mi ricollego al discorso di Paolo dopo aver anche letto un certo numero di commenti alle evoluzioni della Autonomy-F5J.
Quindi mi sembra il caso di scrivere qualche nota per fugare alcuni dubbi.

La specifica per il software “Autonomy” la stiamo facendo in collaborazione con RC electronics, il costo lo paghiamo noi e quanti si sono dimostrati interessati a condividere la spesa.
Una volta sviluppato, il FW sara` pubblico e di libero download dal sito di RC electronics.
Se poi si recuperera` qualcosa della "spesa", lo si fara` prendendo una parte delle iscrizioni alle gare: se le gare le faremo solo tra noi, avremo investito tempo e denaro per sviluppare il nostro gioco a fondo perduto… come tutti i soldi spesi per fare i modelli.

Le prove che faremo congiuntamente tra noi e RC electronics decreteranno se il FW va bene per l’uso e suppongo che il “test completo” lo faremo sul campo nel corso della prima stagione di utilizzo.

La filosofia della gara e il principio ispiratore
Prima di tutto è bene chiarire che l’Autonomy è una categoria per appassionati mirata a un piccolo numero di modellisti amanti del volare elettrico con tutte le sue prerogative, degli alianti, del volare in termica e magari anche del mettere le mani nel loro modello. Pertanto non vuole e non vorrà mai diventare una categoria di massa o avere riconoscimenti FAI.
Incominciamo a chiarire quanto è scritto nel regolamento:

E’ una gara per motoveleggiatori elettrici con apertura alare inferiore a 3 metri.
Scopo della competizione è compiere il maggior numero di voli da 6 minuti nell’arco di 3,5 ore, avendo a disposizione una quota totale ed un tempo totale sotto motore uguale per tutti: 1200 metri e 10 minuti. Il limite è dato dalla somma complessiva di tutte le riaccensioni del motore, che sono libere.


Perché 3 metri e niente ali in composito/sandwich da stampo?
Sono vari i motivi
Perché l’Autonomy era nata come categoria per poter gareggiare con modelli semplicie/o auto costruiti
Perché alla votazione di tutti i presenti e interessati a continuare la categoria (c’erano anche degli L) la maggioranza ha approvato di fare il 2016 con questa restrizione.
Perché alcuni della L, i più assidui, si sono dichiarati interessati a farsi un S per il prossimo anno.
Perché nella media dei partecipanti chi è stato più assiduo (più di 3 gare) sono stati gli S (soprattutto se contiamo che ho gareggiato tutto l’anno in L con un S)
Perche` si e` ritenuto, in base alla votazione fatta a Cremona, che far gareggiare ance gli L con “coefficienti correttivi” sarebbe stato piu` un problema che un vantaggio… la maggioranza ha scelto per il NO.

Veniamo al cambiamento tra “serbatoio unificato” e quota totale unificata, cioe` i motivi di dell’uso del logger come “limiter” al posto della energia uguale per tutti in funzione del peso della formula usata fino al 2015.

Incominciamo dai dubbi. Pare che ci sia chi si “spaventa” di non sapere quanta quota si consuma del totale: questo mi pare un “non-problema”. Se ci si allena un minimo (e non si gioca troppo a cambiare batterie per un vantaggio che credo sia quasi irrisorio dato che il peso si riduce ben poco con batterie piccole), bastera` esaminare un po’ di prove fatte con un pacco solo e tenere conto del tempo motore per avere una idea abbastanza precisa della quota di consumata: 1200 metri e 10 minuti fanno 2m/s medi, cioe` circa i valori attuali di velocita` di salita e con il timer della radio sul tempo motore si dovrebbe poter gestire bene il tutto a seconda delle scelte tecniche nella motorizzazione.
Sempre una vera F5J rimane e quindi la gestione della motorizzazione ha la sua importanza.
In ogni caso, nella stessa F5J FAI nessuno sa esattamente a che quota spegne il moto, ma non pare essere un problema.

Perche` una quota unificata per tutti?
Nel corso di questi anni abbiamo visto che il potenziale di salita totale della formula non è variato: i migliori modelli, con una scarica di batterie, totalizzano circa da 1600 a 1800 metri. Pertanto abbiamo visto che, a meno di ricercare eliche molto speciali e motorizzazioni super ottimizzate, la prestazione media è quella: quindi tanto vale assegnare una quota totale uguale a tutti e provare a vedere se qualcuno in più ha piacere ad avvicinarsi alla formula senza aver “paura” di dover lavorare troppo sulla motorizzazione.

Inoltre, limitare la quota a 1200 metri significa anche limitare un po' il numero di voli fattibili con l'attuale formula e, di conseguenza, ridurre l'affaticamento da lancio "compulsivo" che porta a volare per quasi tutto il tempo operativo con pochissime pause.

In secondo motivo che ci ha spinto all’uso del “logger-limiter” era quello di ridurre la necessità di controlli su peso e batterie anche perché, nel corso degli anni, NESSUN CONTROLLO HA MAI ALTERATO LA CLASSIFICA FINALE se non la verifica dei voli sui logger che in alcuni casi ha dato punti in più e in altri punti in meno ai concorrenti (rispetto al puro conteggio dei cartellini).
Da notare che in tutto questo tempo non abbiamo mai trovato nessuno che palesemente si avvantaggiava.

Nonostante questo, alcuni incominciavano “sussurrare” dubbi riguardo sistemi elettronici che permettessero di “aumentare” l’energia disponibile per il motore con ordigni di vario genere, sistemi di carica particolari etc.
Francamente… A me certe affermazioni fanno un po’ sorridere: facendo i conti di quanto si può “prelevare” con survoltori od altro dalla batteria della RX… se si vuole barare è molto più semplice mettere una seconda batteria in parallelo nascosta nel modello… o cambiarla a metà gara senza farsi notare.
Pero`, cose del genere, si dovrebbero vedere alla fine del conteggio delle loggerate facendo la somma delle quote sotto motore e trovandole piu` elevate della media dei miglior voli da noi registrati e… invece non e` mai stato rilevata una sommatorie di quote anomala.

Francamente… noi ci sentiamo molto tranquilli a riguardo e, avendo esaminato le loggerate di tutti i primi classificati, possiamo affermare che, anche qui, nessuno ha mai raggiunto quote tali da avvantaggiarsi sugli altri in maniera perlomeno apprezzabile: infatti le migliori loggerate in scarica come quota max del mio modello L del 2009-2010 erano 1800 metri circa… le migliori loggerate dei modelli L di oggi… sono uguali: quindi non capisco proprio come qualcuno possa avere avuto un palese vantaggio “nel motore” con strani metodi.

Le loggerate sono da sempre disponibili per tutti. Chi ha dubbi e voglia di guardarsele… e, dubbi a parte, e` molto istruttivo per capire come volano i migliori: basta chiederle all’indirizzo di posta del sito AUTONOMY F5J

In ogni caso, con il logger che limita e determina la quota totale fattibile sotto motore uguale per tutti, questo problema di “dubbi” dovrebbe in qualche modo ridursi e sparire.
Al momento stiamo lavorando alla specifica del software che farà quanto possibile compatibilmente con il logger già in uso per essere il più affidabile possibile e per “scoraggiare” ogni tentativo di zoomata sotto motore: l’anti zoom come nella F5J c’e` gia` nel l’attuale firmware di partenza del Multi 2 in modalita` FXJ ed e` chiaro che lo terremo.

Quanto scritto sul regolamento, cioè la velocità max di salita possibile a 5m/s + ;'antizoom come nella F5J, dovrebbe servire come dissuasore per sconsigliare ogni idea riguardo alle supermotorizzazioni.

Non e` intenzione di nessuno andare a verificare che in alcuni istanti nel corso della salita (i picchi del vario del logger che si trovano nella salita non sono rappresentativi di niente) ci possano essere piccoli sforamenti del limite, ma semplicemente evitare la ricerca di zoom orizzontali o verticali per un uso della motorizzazione diverso da quanto lo spirito della formula preveda.

Credo che le superpotenze possano portare pochi vantaggi (oltre al supermotore ci vuole anche un modello adatto per sfruttarlo) e mi auguro che a nessuno verrà in mente di farlo, perche` vorrei ricordare CHE LO SPIRITO DEL REGOLAMENTO E DELLA NOSTRA “AUTONOMY” È QUELLO DI “UNA GARA DI ALIANTI” PER “GENTLEMEN” e non di fiondate per “truffare” la lettura del logger o incamerare energia da usare in planata.
Essendo il nostro un regolamento sperimentale e soprattutto per APPASSIONATI E GENTLEMEN e non una categoria FAI da coltello tra i denti… dovrebbe essere sufficiente DIRE DI NON FARLO.

Se poi capitasse ugualmente, essendo la nostra una categoria non FAI ma gestita tra pochi e utilizzata tra persone che prima di tutto si suppone siano “amici”… abbiamo anche un’altra prerogativa: se non basta il dato numerico del logger e del software che metteremo a punto e vedremo qualcuno che si avvantaggia con zoom in orizzontale e in verticale trasformando il suo aliante in un missilino… che potremmo fare?

La soluzione è semplicissima. Dato che ci sono competizioni modellistiche universalmente riconosciute anche a livello FAI che presuppongono il giudizio umano… applicheremo nel nostro piccolo la semplice regola del buon senso: prima gli chiederemo di smetterla gentilmente…. Se lo vedremo farlo in un volo ... il pieno sara`annullato e poi, se dimostrerà non essere un gentlemen reiterando… potrà zoom-mare finchè ne avrà voglia… fuori classifica.

Il nostro piccolo regolamento, come ogni cosa, sara` sicuramente perfettibile e, come accaduto anche in passato, ricevera` piccoli ritocchi ed adattamenti per adeguarlo alle necessita` che nel corso dello sviluppo potranno presentarsi.

Leggo, tra le altre cose, discorsi cavillosi o la ricerca strenua di bug nel regolamento da parte di persone che non partecipano, o non hanno mai partecipato, e non capisco tutto questo sforzo che pare piu` distruttivo che costruttivo e mirato, come gia` tristemente avvenuto in passato, a screditare la categoria…

Sembra quasi essere un interesse non tanto “modellistico” quanto legato a deformazioni professionali da “convincitori di masse” annoiati… bho…

Che dire?
Qualcuno, amante della pubblicita` scriveva frasi tipo: “che ne parlino o ne sparlino… non importa, purche` ne parlino…”

in effetti e` vero... ci siamo messi d'accordo per fare un po' di battage sul forum

Far contenti tutti credo sia impossibile, cosi` come fare leggi perfette e, per quel che ci riguarda, noi porteremo avanti “il giochino” come prevalentemente piace a “noi” con delle logiche il piu` possibile condivise finche` ci sara` un interesse e fara` piacere a qualcuno giocarci, e tanto ci basta.

Come ho detto all’inizio…
l’Autonomy è una categoria per appassionati mirata a un piccolo numero di modellisti amanti del volare elettrico con tutte le sue prerogative, degli alianti, della termica e magari anche del mettere le mani nel loro modello. Pertanto non vuole e non vorrà mai diventare una categoria di massa o avere riconoscimenti FAI.
E, come scrive anche Luciano

Citazione:
Originalmente inviato da TermicOne Visualizza messaggio
In questi giorni, pur senza il nuovo firmware, sto proseguendo nelle prove del nuovo regolamento con il piccolo modello utilizzato a Persichello nella garetta di prova.
........
Anche se inizialmente ero un po' disorientato ora, dopo tre o quattro prove, devo dire che questa formula mi sta appassionando e mi sembra* sicuramente più divertente e sfidante della prova semplificata di Persichello....e non tornerei indietro.

Non vedo l'ora di provare con il logger e il nuovo firmware. Se serve sono disponibile a fare da beta tester

Luciano
Direi che l'obbiettivo e` solo quello di continuare a divertirci un po’ con un gioco interessante che a molti e` piaciuto come e` stato fino ad oggi, il resto e` vana gloria alias... fuffa

Ciao ciao e a presto per altre news.

Ultima modifica di claudio v : 03 novembre 15 alle ore 15:05
claudio v non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Nuovo Regolamento Autonomy 2016 Incontro a Cremona per una garetta di prova Indoor Aeromodellismo Categorie 109 27 ottobre 15 11:30
Una nuova categoria dopo Autonomy, F5J, FXJ, F5J con altimetro, 2M Electro J!!! Pampa Aeromodellismo Categorie 29 11 gennaio 14 15:36
Goblin 700 Hps + Gaui X7 Formula + Gaui X2 Formula Giulio88 Merc. Elimodellismo 0 07 ottobre 13 19:06
AUTONOMY F5J per il 2008 e AUTONOMY by E-MAIL (postale) claudio v Aeromodellismo Categorie 17 17 dicembre 07 09:00



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 01:24.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002