Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Discussioni generali > Modellismo


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 19 settembre 08, 20:08   #1 (permalink)  Top
Franco vola più in alto di tutti noi
 
L'avatar di francolvr
 
Data registr.: 15-05-2003
Residenza: Roma
Messaggi: 3.437
Una considerazione sul 2.4GhZ

Possibile che questa cosa e' saltata agli occhi solo a me?
Mi riferisco ai recenti europei di F3A e alla prova di CI F6A di Roma.
In queste due manifestazioni sportive UFFICIALI se non vado errato la maggior parte dei piloti o comunque una quota rilevantissima di essi usava radio che lavorano in questa frequenza che se non erro non e' legale o legalizzata in Italia.
Ora dopo decine di discussioni accese tra' fautori dell'uso qui da noi di questa tecnologia e chi invece sposa la teoria del bisogna aspettare che sia legalizzata, di problemi veri o presunti circa possibili ripercussioni legali in caso d'incidente, chi dice che le assicurazioni coprono tutto chi invece dice che non e' vero, insomma almeno per me il casino piu' totale, tanto che ancora non sono passato a questa frequenza pur volendolo fare.
E' grottesco come invece in due manifestazioni, ripeto UFFICILI, dove la legalita' dovrebbe regnare sovrana, nessuno abbia storto nemmeno un baffetto rispetto al fatto che si volava tranquillamente in modo illecito o Illeggittimo o illegale, il termine sceglietelo voi, in presenza anche di pubblico.
Insomma e' come se un poliziotto durante il servizio va in giro armato di pistola senza avere il porto d'armi.
Ora d'accordo che siamo in Italia ma sta' cosa a me fa' riflettere e mi preoccupa un pochetto.
Insomma vorrei capire che cavolo succede, se si fosse verificato un incidente, che per caso il responsabile Fiam Fai o chiunque altro, avrebbe fatto cambiare modulo al possessore della radio incriminata? o invece tutte le seghe mentali che ci facciamo aspettando che arrivi sta' benedetta normativa legalizzante, sono inutili?
Se come privato volatore della domenica, tanto per usare un termine divenuto di moda in questi giorni, decido di usare il 2.4, resto nella sfera delle decisioni autonome e mi assumo eventualmente i rischi del caso, ma dove sta' la spiegazione VERA in una manifestazione ufficiale, dove c'e' stata una sorta di implicita autorizzazione dell'organo ufficiale dell'aeromodellismo italiano?
Se riuscissi a capire una volta per tutte come ci si deve comportare ne' sarei felice.

Un saluto
francolvr non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19 settembre 08, 20:20   #2 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di ranox
 
Data registr.: 07-05-2004
Residenza: Roma
Messaggi: 12.642
Immagini: 4
Ciao Franco

la FIAM, L' AECI e la FAI non sono l' ESCOPOST.
Non hanno potere di dire quale radio usare e su quale range di frequenze. Tantomeno di ritirare o proibire l'uso di radio fuori regola.
L'unica cosa che interessa chi organizza la gara e/o un campionato è che i concorrenti siano assicurati per sollevare da responsabilità gli enti che organizzano la gara stessa.
Per certo chi è assicurato con la polizza FIAM è coperto anche qualora utilizzasse radio non omologate o fuori dalle frequenze autorizzate.
Per le altre polizze (AECI o Private) non lo sò e non mi pronuncio.
Di fatto un danno verrebbe comunque risarcito dall'assicurazione al danneggiato in funzione della polizza di Responsabilità Civile stipulata con la FIAM.
Eventuali conseguenze penali sono e restano a carico del Concorrente in virtù di precise leggi dello Stato e di piano ministeriale di Concessione di utilizzo delle frequenze, e non certo per regolamenti sportivi o di gara.

Credo non ci sia altro da aggiungere.

Robbè
__________________
WWW.AAVIP.IT
ranox non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19 settembre 08, 20:24   #3 (permalink)  Top
Franco vola più in alto di tutti noi
 
L'avatar di francolvr
 
Data registr.: 15-05-2003
Residenza: Roma
Messaggi: 3.437
Ti ringrazio della risposta e prendo atto.
Anche se qualche pensiero curioso mi viene.
Ad esempio se un concorrente che usa un sistema legalizzato o legale, arriva secondo e primo si piazza uno che invece usa un sistema NON legale, potrebbe opporsi alla classifica adducendo il fatto che il sistema non legale ha dato dei vantaggi non giusti in quanto illegale come sistema, in termine di interferenze strane o qualsiasi altra scusa?
E' chiaro che la mia e' una semi-battuta, pero' mi resta una sorta di strana sensazione sentendo che l'organo ufficiale non ha potere di impedire l'uso di attrzzature non legali, secondo me e' come dire che la federcalcio non puo' impedire ad un giocatore di indossare scarpini cion chiodatura fuori legge.
Con tutto il rispetto mi sembra tirata troppo.
Pero' sbaglio di sicuro.

Ciao Robertino.

Ultima modifica di francolvr : 19 settembre 08 alle ore 20:29
francolvr non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19 settembre 08, 20:26   #4 (permalink)  Top
Cesare de Robertis
Guest
 
Messaggi: n/a
Citazione:
Originalmente inviato da francolvr Visualizza messaggio
Possibile che questa cosa e' saltata agli occhi solo a me?
Mi riferisco ai recenti europei di F3A e alla prova di CI F6A di Roma.
In queste due manifestazioni sportive UFFICIALI se non vado errato la maggior parte dei piloti o comunque una quota rilevantissima di essi usava radio che lavorano in questa frequenza che se non erro non e' legale o legalizzata in Italia.
Ora dopo decine di discussioni accese tra' fautori dell'uso qui da noi di questa tecnologia e chi invece sposa la teoria del bisogna aspettare che sia legalizzata, di problemi veri o presunti circa possibili ripercussioni legali in caso d'incidente, chi dice che le assicurazioni coprono tutto chi invece dice che non e' vero, insomma almeno per me il casino piu' totale, tanto che ancora non sono passato a questa frequenza pur volendolo fare.
E' grottesco come invece in due manifestazioni, ripeto UFFICILI, dove la legalita' dovrebbe regnare sovrana, nessuno abbia storto nemmeno un baffetto rispetto al fatto che si volava tranquillamente in modo illecito o Illeggittimo o illegale, il termine sceglietelo voi, in presenza anche di pubblico.
Insomma e' come se un poliziotto durante il servizio va in giro armato di pistola senza avere il porto d'armi.
Ora d'accordo che siamo in Italia ma sta' cosa a me fa' riflettere e mi preoccupa un pochetto.
Insomma vorrei capire che cavolo succede, se si fosse verificato un incidente, che per caso il responsabile Fiam Fai o chiunque altro, avrebbe fatto cambiare modulo al possessore della radio incriminata? o invece tutte le seghe mentali che ci facciamo aspettando che arrivi sta' benedetta normativa legalizzante, sono inutili?
Se come privato volatore della domenica, tanto per usare un termine divenuto di moda in questi giorni, decido di usare il 2.4, resto nella sfera delle decisioni autonome e mi assumo eventualmente i rischi del caso, ma dove sta' la spiegazione VERA in una manifestazione ufficiale, dove c'e' stata una sorta di implicita autorizzazione dell'organo ufficiale dell'aeromodellismo italiano?
Se riuscissi a capire una volta per tutte come ci si deve comportare ne' sarei felice.

Un saluto
Per gli Europei di F3A c'è stata una concessione in deroga, per il resto - come potrai leggere anche sul sito Fiam - l'organizzatore non è responsabile. Basta che il concorrente firmi un foglio nel quale si dice consapevole che l'utilizzo di quella banda non è ancora ammesso e che è lui il solo responsabile e poi si va!

Dato che vivi da sempre in Italia, Franco, dovresti sapere che questo è il paese del "tutto è vietato, ma sepoffà". Per parte mia ho smesso da tempo di prendere sul serio i miei concittadini e quando sento qualche autorità fare ragionamenti "seri", attendo con pazienza che abbia finito e poi vado giù di pernacchio. "Di petto" o "di testa", a seconda dei casi.

Ultima modifica di Cesare de Robertis : 19 settembre 08 alle ore 20:31
  Rispondi citando
Vecchio 19 settembre 08, 20:30   #5 (permalink)  Top
Cesare de Robertis
Guest
 
Messaggi: n/a
Ecco, appunto... Roberto lo ha spiegato in "legalese", io invece in "pochicazzese", ma la sostanza del discorso è la stessa e quindi, in conclusione: PROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOTTTTT!
  Rispondi citando
Vecchio 19 settembre 08, 20:33   #6 (permalink)  Top
Franco vola più in alto di tutti noi
 
L'avatar di francolvr
 
Data registr.: 15-05-2003
Residenza: Roma
Messaggi: 3.437
Citazione:
Originalmente inviato da Cesare de Robertis Visualizza messaggio
Per gli Europei dei F3A c'è stata una concessione in deroga, per il resto - come potrai leggere anche sul sito Fiam - l'organizzatore non è responsabile. Basta che il concorrente firmi un foglio nel quale si dice consapevole che l'utilizzo di quella banda non è ancora ammesso e che è lui il solo responsabile e poi si va!

Dato che vivi da sempre in Italia, Franco, dovresti sapere che questo è il paese del "tutto è vietato, ma sepoffà". Per parte mia ho smesso da tempo di prendere sul serio i miei concittadini e quando sento qualche autorità fare ragionamenti "seri", attendo con pazienza che abbia finito e poi vado giù di pernacchio. "Di petto" o "di testa", a seconda dei casi.
Anche firmando tutti i fogli di questo mondo, la figura resta meschina.
Almeno questo lo potevano fare, ogni tanto mostrare le palle non farebbe male, e' una gara ufficiale in Italia e qui ora non si usa questa frequenza, punto.
Pero' mi rendo conto che...

Non voglio scatenare nulla sia chiaro, era solo un post per capire sta' cosa, visto che non ero a conoscenza dei fogli firmati.
Ciao Cesarino.
francolvr non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19 settembre 08, 20:34   #7 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Gene57
 
Data registr.: 18-08-2006
Residenza: Cremona
Messaggi: 1.949
Citazione:
Originalmente inviato da francolvr Visualizza messaggio
In queste due manifestazioni sportive UFFICIALI se non vado errato la maggior parte dei piloti o comunque una quota rilevantissima di essi usava radio che lavorano in questa frequenza che se non erro non e' legale o legalizzata in Italia.
nei mesi scorsi la Fiam, in quanto federazione delegata alla gestione della attività sportiva, ha specificato ai responsabili di categoria che era possibile
richiedere alla Delegazione Provinciale delle poste e telecomunicazioni la deroga temporanea per l'uso di tali frequenze (cosi' come lo si puo' fare per utilizzo di altre bande/frequenze non legali in italia)
non ho dubbi sul fatto che per il campionato europeo F3A questa richiesta sia stata fatta
questo il testo riportato sul "bollettino" del CdE
=============
A special authorization was granted by the Italian Government for using the 2.4 GHz frequency during the 14th F3A European Championships.
=================
per le altre gare non so
nelle gare F3J, di cui mi occupo, sono ancora pochissimi ad utilizzare questa tecnologia
alla gara internazionale che abbiamo organizzato ad aprile su oltre 90 concorrenti avevo avuto una sola richiesta di utilizzo di questa frequenza da parte di un pilota svizzero

saluti
g.generali

Ultima modifica di Gene57 : 19 settembre 08 alle ore 20:37
Gene57 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19 settembre 08, 20:39   #8 (permalink)  Top
Cesare de Robertis
Guest
 
Messaggi: n/a
Citazione:
Originalmente inviato da francolvr Visualizza messaggio
Anche firmando tutti i fogli di questo mondo, la figura resta meschina.
Almeno questo lo potevano fare, ogni tanto mostrare le palle non farebbe male.............


-------------------------
  Rispondi citando
Vecchio 19 settembre 08, 20:55   #9 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 20-03-2006
Messaggi: 6.006
Come al solito in Italia dall'alto si fa finta di non vedere, poi come ha scritto qualcuno prima, un giorno uno si sveglia e vede che tanti modellisti sono fuorilegge e stanga di brutto. (raramente quando si sveglia mette a posto le cose e regolarizza il sommerso invece di stangare)

A volte succede quando ci scappa il morto o comunque qualcosa di grave.
Speriamo che non si debba arrivare a tanto per regolarizzare la faccenda.
Mach .99 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19 settembre 08, 21:01   #10 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Gene57
 
Data registr.: 18-08-2006
Residenza: Cremona
Messaggi: 1.949
Citazione:
Originalmente inviato da Mach .99 Visualizza messaggio
Speriamo che non si debba arrivare a tanto per regolarizzare la faccenda.
purtroppo il "problema 2,4" non e' legato ad una pratica prettamente modellistica
rientra in un pacchetto di revisione del "piano frequenze nazionale" dunque dipende dal governo, al quale interessa poco la 2,4 Ghz, ...forse gli interessa di piu' non mandare Rete 4 sul satellite

saluti
g.generali
Gene57 non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Considerazione Walkera 36 AlexxZeta Elimodellismo Motore Elettrico 53 24 giugno 10 18:25
una domanda sul sistema 2,4ghz felix578 Radiocomandi 5 09 luglio 08 00:11
Mi permetto una piccola considerazione. fai4602 Modellismo 30 03 novembre 07 18:45
Jupiter, una domanda sul peso! bribs Aeromodellismo 4 18 settembre 04 07:07



Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 19:25.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002