Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Volo a Scoppio


Discussione chiusa
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 11 aprile 10, 12:04   #21 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di milan
 
Data registr.: 11-01-2009
Residenza: bologna
Messaggi: 6.170
[QUOTE=max_c26acro;2015066][QUOTE=milan;2013729]

...Forse mi sono spiegato male...
La mia affermazione è stata fatta col modello in volo col motore che gira al massimo: se i 20300 giri calcolati a 185 km/h sono i massimi continuativi stabiliti per quel motore tutto va bene, ma se i giri massimi continuativi fossero 18.000 allora il motore sta girando fuorigiri e quindi fuori delle caratteristiche proggettuali.
Proprio ieri al campetto di volo, con un caro amico (che scrive su questo forum) si parlava di un suo motore montato su un modello molto veloce che al massimo della velocità urlava come un dannato: dopo un pò ha subito una piantata immediata e dopo l'atterraggio con l'elica "in croce" si è accorto che la biella "faceva capoccella" dal carter.

Tu che dici, da cosa potrebbe essere dipeso?

Quindi intendevi il valore da non superare per motivi meccanici, ok. (in aeronautica "giri massimi" ?)
La biella "esposta" forse dipende da un carter troppo debole ?:icon_rof l
Anche le moto inglesi avevano i carter deboli

Ricambio i saluti Umberto
milan non è collegato  
Vecchio 11 aprile 10, 12:10   #22 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 15-11-2009
Messaggi: 938
Grazie mille a Pellikano, max_C26acro e spitfire40 per le preziose spiegazioni.

Tra l'altro si capisce come modello-elica-motore sia un sistema che debba rispettare una logica progettuale. Immagino quindi che si debba evitare di montare un Rossi60 con risonanza ed elica 10X8 su un grosso Cessna ad ala alta, come anche montare un vecchio e pesante 4T con elica di grande diametro e poco passo su un modello da pylon...tanto per estremizzare!

Capisco di aver scoperto l'acqua calda ma, al di la di questi estremi, è possibile affermare in generale che lì dove ho bisogno di più trazione (modelli lenti e pesanti) mi devo avvalere di motori più "tranquilli" con grande coppia a regimi modesti che mi permettano di montare eliche di grande diametro e passo contenuto o anche tripala? Come a dire che la potenza massima in più di un motore spinto non riuscirei comunque ad utilizzarla decentemente su quel modello. Sono affermazioni corrette?

Grazie in anticipo.

P.S. quasi OT - @ max_c26acro: in quelli "veri" il passo variabile dell'elica è un comando separato o è miscelato con il gas? Saluti, grazie!
Ing.GRIPPAUDO non è collegato  
Vecchio 11 aprile 10, 13:14   #23 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di spitfire40
 
Data registr.: 09-10-2006
Residenza: venezia citta'
Messaggi: 1.286
Immagini: 8
Invia un messaggio via Yahoo a spitfire40
si,si, correttissime. comunque si puo' sopperire alle caratteristiche del motore lavorando sul diametro/passo dell'elica.: ad es. su un 2t ad alto numero di giri possiamo "tamponare"la bassa coppia montando eliche a diametro maggiore, e poco passo, mentre su un 4t a basso numero di giri potremo montare, per renderlo piu' "sportivo" unj'elica a diametro minore ma con passo accentuato. resta comunque il fatto che se ad un motore ad alto numero di giri e bassa coppia noi potessimo applicare un riduttore (sui veri si fa!!) di giri, aumenteremmo la coppia torcente, e potremmom montare eliche a piu diametro/passo, mentre non sarebbe assolutamente conveniente mettere un moltiplicatore di giri ad un motore lento, anche per via dei diversi attriti.
dico bene ing. grippaudo??
spitfire40 non è collegato  
Vecchio 11 aprile 10, 15:34   #24 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 15-11-2009
Messaggi: 938
Citazione:
Originalmente inviato da spitfire40 Visualizza messaggio
si,si, correttissime. comunque si puo' sopperire alle caratteristiche del motore lavorando sul diametro/passo dell'elica.: ad es. su un 2t ad alto numero di giri possiamo "tamponare"la bassa coppia montando eliche a diametro maggiore, e poco passo, mentre su un 4t a basso numero di giri potremo montare, per renderlo piu' "sportivo" unj'elica a diametro minore ma con passo accentuato. resta comunque il fatto che se ad un motore ad alto numero di giri e bassa coppia noi potessimo applicare un riduttore (sui veri si fa!!) di giri, aumenteremmo la coppia torcente, e potremmom montare eliche a piu diametro/passo, mentre non sarebbe assolutamente conveniente mettere un moltiplicatore di giri ad un motore lento, anche per via dei diversi attriti.
dico bene ing. grippaudo??
Heh-heh.....infatti...
Icone allegate
ELICHE: Tutto quello che c'è da sapere.-lo_dsco5041mod.jpg   ELICHE: Tutto quello che c'è da sapere.-osm-1982-max-61vr-abc-gs-r1.jpg  
Ing.GRIPPAUDO non è collegato  
Vecchio 11 aprile 10, 15:36   #25 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 13-01-2010
Residenza: ------
Messaggi: 2.380
Citazione:
Originalmente inviato da Ing.GRIPPAUDO Visualizza messaggio
Capisco di aver scoperto l'acqua calda ma, al di la di questi estremi, è possibile affermare in generale che lì dove ho bisogno di più trazione (modelli lenti e pesanti) mi devo avvalere di motori più "tranquilli" con grande coppia a regimi modesti che mi permettano di montare eliche di grande diametro e passo contenuto o anche tripala? Come a dire che la potenza massima in più di un motore spinto non riuscirei comunque ad utilizzarla decentemente su quel modello. Sono affermazioni corrette?
Imho non è tanto la potenza massima, ma come il motore esprime la sua potenza massima; mi spiego: in aviazione si dice che un'elica a passo fisso è ben accoppiata al motore quando riesce a dare il massimo rendimento effettivo al regime di coppia massima del motore stesso.
Questo, è vero anche per i motori modellistici e facendo un esempio con due motori che ho avuto e di cui posso parlare, il rossi R60 "testanera" (10x7) e il super tigre S61k (12x6): il primo gira di piu, molto più potente ma con un regime di coppia massima molto in alto, il secondo gira meno, meno potente e col regime di coppia massima piu in basso; posso affermare che per far rendere al meglio il rossi mi toccava montare eliche di due pollici piu piccole di quelle che montavo sull's61k per non fargli superare il muro del suono e con un passo piu grande di almeno un pollice, per assorbire la potenza elevata fornita agli alti regimi di rotazione.
Il rossi quindi (imho) è molto piu adatto alla velocità o all'acrobazia veloce tipica degli f3a di un tempo (con la pipa metteva paura), mentre l's61k è molto adatto per l'acrobazia lenta e plastica.

Citazione:
Originalmente inviato da Ing.GRIPPAUDO Visualizza messaggio
P.S. quasi OT - @ max_c26acro: in quelli "veri" il passo variabile dell'elica è un comando separato o è miscelato con il gas? Saluti, grazie!
ot=on
le eliche a passo variabile sono di tre tipi: elettriche, idrauliche e elettro-idrauliche e sono comandate dal pilota attraverso la manetta del passo.
Il pilota aggiusta i giri dell'elica a seconda della potenza fornita dal motore e regolata dalla manetta del gas.
Le moderne eliche hanno un dispositivo in piu che permette di mantenere i "giri costanti": il pilota regola passo e potenza e il governor dell'elica mantiene automaticamente i giri impostati (con qualsiasi manovra il pilota stia facendo), attraverso l'aumento progressivo del passo quando il velivolo accellera e la diminuizione del passo quando decelera.
In questo modo l'elica fornisce la migliore trazione per ogni velocità del velivolo.
ot=off

Saluti
__________________
Max


http://www.gaapallini.it/
max_c26acro non è collegato  
Vecchio 11 aprile 10, 16:02   #26 (permalink)  Top
User super Plus
 
L'avatar di fai4602
 
Data registr.: 22-07-2003
Residenza: La Piccola Patria del Friuli
Messaggi: 20.726
Anche perché il Rossi è un motore "quadro" mentre il Supertigre, se non ricordo male, è a corsa lunga.
__________________
Mi son responsabile de quel che scrivo no de quel che ti te lesi.

L'aeromodellismo insegna la pazienza perché nell' aeromodellismo la fretta è portatrice di guai.

Al'è inutil insegnà al mus.....si piard timp e in plui si infastidis la bestie !

fai4602 non è collegato  
Vecchio 11 aprile 10, 16:13   #27 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 15-11-2009
Messaggi: 938
Citazione:
Originalmente inviato da max_c26acro Visualizza messaggio
Imho non è tanto la potenza massima, ma come il motore esprime la sua potenza massima; mi spiego: in aviazione si dice che un'elica a passo fisso è ben accoppiata al motore quando riesce a dare il massimo rendimento effettivo al regime di coppia massima del motore stesso. (...)
Si, perfetto, ci siamo! Approfitto della tua grande esperienza e disponibilità per sottoporti questo ragionamento:

Abbiamo visto che dato un certo motore, con una certa curva della coppia, il range delle eliche utilizzabili efficacemente su di esso non è infinito ma, al contrario abbastanza circoscritto. Ora, dovendo comperare o soprattutto realizzare un nuovo modello, più che chiederci subito quale motore possa andare bene, forse dovremmo chiederci prima che tipo di elica sarebbe più indicata a produrre la giusta trazione per quel modello e successivamente quale sarà quel motore che si accoppierà meglio a quell'elica.

E' chiaro che alla fine poi, dovendo comprare un trainer qualunque, uno mette su un .40/.45 con una 10X6 o 10X7 senza pensarci più che tanto e soprattutto appoggiandosi all'esperienza condivisa, ma già nel caso di modelli un po' particolari forse il ragionamento cui di sopra non è del tutto da scartare...o mi sbaglio?

Grazie per le ottime spiegazioni!

Saluti!
Ing.GRIPPAUDO non è collegato  
Vecchio 11 aprile 10, 16:48   #28 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 13-01-2010
Residenza: ------
Messaggi: 2.380
Citazione:
Originalmente inviato da fai4602 Visualizza messaggio
Anche perché il Rossi è un motore "quadro" mentre il Supertigre, se non ricordo male, è a corsa lunga.
...questo non lo ricordo più, sono passati tanti anni ma è perfettamente plausibile che fosse così, dato che un motore quadro o addirittura superquadro gira di più di un motore lungo e soprattutto presenta un regime di coppia massima più elevato, quindi credo che tu abbia pienamente ragione.
__________________
Max


http://www.gaapallini.it/
max_c26acro non è collegato  
Vecchio 11 aprile 10, 16:58   #29 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 13-01-2010
Residenza: ------
Messaggi: 2.380
Citazione:
Originalmente inviato da Ing.GRIPPAUDO Visualizza messaggio

Abbiamo visto che dato un certo motore, con una certa curva della coppia, il range delle eliche utilizzabili efficacemente su di esso non è infinito ma, al contrario abbastanza circoscritto. Ora, dovendo comperare o soprattutto realizzare un nuovo modello, più che chiederci subito quale motore possa andare bene, forse dovremmo chiederci prima che tipo di elica sarebbe più indicata a produrre la giusta trazione per quel modello e successivamente quale sarà quel motore che si accoppierà meglio a quell'elica.

E' chiaro che alla fine poi, dovendo comprare un trainer qualunque, uno mette su un .40/.45 con una 10X6 o 10X7 senza pensarci più che tanto e soprattutto appoggiandosi all'esperienza condivisa, ma già nel caso di modelli un po' particolari forse il ragionamento cui di sopra non è del tutto da scartare...o mi sbaglio?


Saluti!
Infatti non sbagli e (imho) è proprio così, bisognerebbe conoscere quali prestazioni il modello deve avere, calcolare l'elica adatta e acquistare il motore che accoppiato ci faccia avere quello che ci aspettiamo.

é chiaro poi che l'esperienza conta tantissimo, con la sola teoria (come diceva un mio professore) non si mangia!
E quindi ben vengano le esperienze di chi ha già provato, un buon consiglio deve essere sempre ben accetto perché può rivelarsi un'ottimo punto di partenza.
__________________
Max


http://www.gaapallini.it/
max_c26acro non è collegato  
Vecchio 11 aprile 10, 17:40   #30 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 15-11-2009
Messaggi: 938
Perchè si attribuisce una maggior silenziosità all'elica tripala? Non dovrebbe essere il contrario visto che a fendere l'aria c'è una pala in più, anche se è (di solito) di diametro inferiore alla bipala?

A parte la tripala Cox nera dello .049 () ne ho avute diverse della Graupner ma non ho notato una minore rumorosità al banco, anzi...suonavano di più!.

E' forse da mettere in relazione al fatto che le estremità della bipala in volo (RPM + velocità di avanzamento) possono raggiungere valori transonici mentre la tripala di diametro minore resterebbe ben al di sotto di questi valori? Questo spiegherebbe perchè al banco non ho notato la differenza, in volo poi...sono troppo impegnato a tenere il prato lontano dal modello per accorgermi!

Saluti!
Ing.GRIPPAUDO non è collegato  
Discussione chiusa

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Hyper 9e tutto quello che c'è da sapere!! PISTORIUS Automodellismo Mot. Elettrico Off-Road 846 27 luglio 11 16:22
Tutto quello che c'è da sapere sul Walkera 5#10 FIATDUNA Elimodellismo Principianti 7 07 settembre 08 22:44
tutto quello che c'è da sapere su i micromotori il__fantasma Automodellismo Mot. Scoppio On-Road 4 10 ottobre 05 10:10
tutto quello che c'è da sapere su i micromotori il__fantasma Automodellismo Mot. Scoppio Off-Road 4 10 ottobre 05 10:10
Tutto quello che volevate sapere not103 Elimodellismo Principianti 9 08 marzo 05 16:36



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 02:36.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002