Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Elettronica > Batterie e Caricabatterie


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 28 agosto 10, 13:49   #11 (permalink)  Top
Sospeso
 
Data registr.: 19-08-2010
Residenza: potenza
Messaggi: 26
Citazione:
Originalmente inviato da Naraj Visualizza messaggio
Informazioni utili per chi inizia con il modellismo elettrico.

Conoscere:
Volt – Ampere – Watt – Ohm


Qualsiasi batteria si distingue per:
Tensione, corrente massima erogabile, capacità e resistenza interna.


La tensione si misura in Volt (V) e lo strumento per misurarla è il voltmetro. La misura la si può fare anche con un tester, impostando la portata voltometrica.

La scelta della tensione di una batteria, deve essere fatta tenendo conto del carico (motore, servi, RX ecc.). Qualora si dovesse impiegare potenze molto elevate, è meglio avere la tensione della batteria la più alta possibile. Infatti, a parità di potenza impiegata, più alta è la tensione, minore sarà la corrente richiesta.
La corrente più bassa in un qualsiasi circuito elettrico, introduce una minore perdita di tensione tra batteria e carico.


La corrente si misura in Ampere (A) e lo strumento per misurarla è l'amperometro.
Se la corrente è bassa, la si può misurare con un tester. Per le misure superiori ai 10 A, si usa la pinza amperometrica. Quest'ultima deve essere adatta a misurare corrente continua (DC) e non corrente alternata (AC).

La corrente, per arrivare al carico (es. motore), attraversa la resistenza interna della batteria, la resistenza dei conduttori e dei connettori. Le resistenze incontrate dalla corrente lungo il suo percorso producono un abbassamento della tensione ai morsetti del carico. In certi casi, questo abbassamento, può essere anche di qualche Volt.
E' da ricordare che una diminuzione di tensione al motore produce una sua minore potenza.


La capacità è data dai mAh (C = capacità) ed è la caratteristica che indica l'autonomia che può avere la batteria con un determinato carico. A parità di carico, maggiore è il valore di capacità, maggiore sarà l'autonomia di funzionamento.

La capacità di una batteria non si misura in modo diretto, ma si può calcolare durante la sua scarica con 2 strumenti, l'amperometro e il cronometro. Alcuni carica batterie possono svolgere questa funzione.
Il valore di capacità si calcola moltiplicando la corrente erogata in Ampere per le ore impiegate nella scarica ( C = A*h ).
Il “C” di scarica di una batteria indica la massima corrente erogabile durante il suo utilizzo, senza che la stessa venga danneggiata.

Esempio: Batteria da 2200 mAh 20C (20C = 20 volte il valore della sua capacità).

Questa batteria può erogare una corrente massima di :
2200 mA per 20C , cioè 2200*20 = 44000 mA che corrisponde a 44 A.

Durante la scarica di una batteria, per non danneggiarla, è meglio non richiedere una corrente che si avvicini troppo al suo valore massimo erogabile.

La capacità residua di una batteria (capacità che è ancora disponibile dopo il suo uso), non si può misurare direttamente con nessun strumento.
Il metodo usato per conoscere la carica residua è quello di scaricare la batteria con una corrente conosciuta e misurare il tempo fino alla tensione minima consentita dalla batteria stessa. Alcuni caricabatteria possono svolgere questa funzione.


La potenza si misura in Watt (W). Lo strumento che misura questa grandezza è il Wattmetro.
I Watt si ottengono moltiplicando la tensione di alimentazione per la corrente assorbita dal carico e questa è la sua formula:
W = V*I. (con I, si indica la corrente in Ampere).

La misura della potenza, la si può ottenere con l'uso contemporaneo di un voltmetro e di un amperometro. Dalla misura di questi due strumenti si ottiene la potenza istantanea erogata dalla batteria (o dal motore).


La resistenza interna di una batteria si misura in mOhm (millesimi di Ohm) e solitamente non è dichiarata nelle caratteristiche dell'accumulatore. Questo valore si può misurare con strumenti e metodi particolari. Alcuni caricabatterie possono svolgere questa funzione.

Tra due batterie, la migliore, è quella con la resistenza interna più bassa.
Quando una batteria alimenta un motore, la corrente che attraversa la resistenza interna della batteria provoca un abbassamento di tensione ai morsetti dello stesso motore. Il motore alimentato con minor tensione, sviluppa meno potenza.

Esempio di calcolo delle perdite di tensione e di potenza dovute alla resistenza interna di una batteria:

Tensione batteria 12 Volt.
Corrente assorbita dal motore 35 A
Resistenza interna della batteria 25 mOhm (0.025 Ohm)

Calcolo della caduta di tensione ai morsetti del motore (trascurando i conduttori di collegamento):

V= R*I V= 0,025*35 V= 0,875 Volt. Al motore arriva 12-0,875 = 11,12 Volt.

Questo calo di tensione al motore è causa di una perdita di potenza di:

P=V*I P=0,875*35 P=30,62 Watt.

Da questo esempio, risulta che la sola resistenza interna della batteria produce una perdita di potenza al motore di 30,62 Watt.


Naraj.
grande, sei veramente grande!!!Io faccio solo modellismo elettrico e mi sto impratichendo, ci vorrebbero piu' persone come te a darci una mano!
DESERTEAGLE non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 28 agosto 10, 16:37   #12 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Naraj
 
Data registr.: 25-07-2004
Residenza: Trieste
Messaggi: 5.530
Citazione:
Originalmente inviato da DESERTEAGLE Visualizza messaggio
grande, sei veramente grande!!!Io faccio solo modellismo elettrico e mi sto impratichendo, ci vorrebbero piu' persone come te a darci una mano!
E' stata mia figlia a pagarti per inserire questo messaggio ?
Comunque sia, grazie.

Naraj.
Naraj non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 08 febbraio 11, 17:01   #13 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di fotografo
 
Data registr.: 16-11-2006
Messaggi: 326
Grazie Naraj per le tue preziose informazioni.
fotografo non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 08 febbraio 11, 18:26   #14 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Naraj
 
Data registr.: 25-07-2004
Residenza: Trieste
Messaggi: 5.530
Citazione:
Originalmente inviato da fotografo Visualizza messaggio
Grazie Naraj per le tue preziose informazioni.
Grazie a te.
La mia soddisfazione è divulgare quello che conosco abbastanza bene.

Naraj.
Naraj non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 11 febbraio 11, 15:09   #15 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di fotografo
 
Data registr.: 16-11-2006
Messaggi: 326
Scusami ancora Naraj, ma scaricare le lipo quando non si utilizzano per lungo periodo è necessario o no?
Grazie.
fotografo non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 11 febbraio 11, 18:06   #16 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Naraj
 
Data registr.: 25-07-2004
Residenza: Trieste
Messaggi: 5.530
Citazione:
Originalmente inviato da fotografo Visualizza messaggio
Scusami ancora Naraj, ma scaricare le lipo quando non si utilizzano per lungo periodo è necessario o no?
Grazie.
Per lungo periodo si intende diverse settimane o mesi.
Le case costruttrici consigliano di portare la tensione della batteria a 3,7-3,8 Volt/cella.

Naraj.
Naraj non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 11 febbraio 11, 18:12   #17 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di vs0587
 
Data registr.: 08-12-2009
Residenza: Saronno
Messaggi: 4.487
Citazione:
Originalmente inviato da Naraj Visualizza messaggio
Per lungo periodo si intende diverse settimane o mesi.
Le case costruttrici consigliano di portare la tensione della batteria a 3,7-3,8 Volt/cella.

Naraj.
Leggevo anche su vari forum stranieri più voci concordanti che le celle vanno benissimo in store si dai 3,7V ma anche fino a 4V..

Avevano fatto una statistica in base al consiglio dei produttori di lipo..
__________________
Stefano Spektrum DX9
XP450dfc + Protos Mini + Protos Carbon
Sbach 342 35cc + Funjet Ultra + DogFighter + Sukhoi SU-26m + Slick 480 3D + Electrolyte
vs0587 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27 febbraio 11, 11:12   #18 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Naraj
 
Data registr.: 25-07-2004
Residenza: Trieste
Messaggi: 5.530
Citazione:
Originalmente inviato da vs0587 Visualizza messaggio
Leggevo anche su vari forum stranieri più voci concordanti che le celle vanno benissimo in store si dai 3,7V ma anche fino a 4V..

Avevano fatto una statistica in base al consiglio dei produttori di lipo..
E' sempre meglio seguire le indicazioni delle case costruttrici delle LiPo.

Personalmente mi è capitato, diverse volte, di lasciare le LiPo caricate al loro massimo per più di un mese. Non ho mai avuto nessuna conseguenza. Questa però, non deve essere una regola da seguire.

Condivido l'idea che i 3,7 Volt di stoccaggio, è un valore di referimento e non è strettamente vincolante.

Naraj.
Naraj non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 31 marzo 11, 11:20   #19 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di flyfabio62
 
Data registr.: 15-11-2007
Residenza: Palermo
Messaggi: 69
Buongiorno.
Ho letto con interesse tutte le nozioni elettriche riportate e poichè sono entrato nel campo aeromodellistico elettrico già da qualche anno ma per la F3A solo da poco volevo anche un vostro consiglio esperto.
Carico in campo due pacchi batterie Lipo da 4500 mAh da 5 celle alla volta con una batteria da auto da 62A. Poichè ogni carica prelevo circa 8A (mediamente visto che non le porto mai a zero) non capisco perchè non riesco ad arrivare a tre cariche e la batteria da auto scende ad una tensione tale che i caricabatterie si fermano.
Visto che è da 62A dovrei almeno fare 7 cariche?
La batteria da 12V (di marca) è nuova ed il negoziante sostiene che dovrebbe servire solo all'avviamento dei motori. E' vero o devo insistere sulla sostituzione o magari prenderla con un amperaggio maggiore?
Grazie anticipatamente
Fabio
flyfabio62 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 31 marzo 11, 12:12   #20 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Naraj
 
Data registr.: 25-07-2004
Residenza: Trieste
Messaggi: 5.530
Teoricamente dovresti fare più cariche di quelle descritte.
Prima di esprimere pareri, sarebbe utile avere qualche dato in più.

Metti un amperometro tra batteria e caricabatterie e misura la corrente che eroga la batteria nel caricare le tue LiPo. In questo caso si misura anche la corrente che assorbe il circuito del CB.
Metti un voltmetro ai capi della batteria che alimente il CB e osserva il suo calo di tensione durante la carica (inizio e fine).

Al di là di tutto, immagino che la batteria da 62 Ah (la capacità si esprime Ah) sia stata ben caricata con un CB affidabile.
Facci sapere le misure trovate.

Naraj.
Naraj non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
alimentatori per Caricabatterie da 24 volt e 40 Ampere.... minimo naftausa Batterie e Caricabatterie 14 09 aprile 15 13:16
quanti ohm è una lampada 12 v 100 watt? checamo Circuiti Elettronici 16 02 febbraio 10 08:39
Cerco schema raddrizzativo corrente alternata per alimentatore 12 volt 20 ampere! azzurrino_76 Circuiti Elettronici 16 07 luglio 09 15:45
Motore elettrico e misure Volt e Ampere Vituperio Aeromodellismo Principianti 6 27 agosto 08 15:07
Lipo Ampere e Volt umbpan Batterie e Caricabatterie 6 08 febbraio 08 06:57



Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 21:50.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002