Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Categorie


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 26 ottobre 15, 19:08   #11 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 11-08-2005
Residenza: Padova
Messaggi: 60
Citazione:
Originalmente inviato da Pojana Visualizza messaggio
Ma avete guardato le classifiche della L dell'ultimo anno ?
Non mi pare proprio.
Lucio
per semplificare la cosa vi aggiungo il link:
AUTONOMY F5J
Pojana non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 26 ottobre 15, 19:42   #12 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Pampa
 
Data registr.: 28-04-2008
Residenza: Santa Maria degli Angeli (PG)
Messaggi: 2.012
Immagini: 8
Citazione:
Originalmente inviato da TaxiDriver Visualizza messaggio
Più facili da dirsi che a farsi.
Ci vuole tempo, attrezzatura e precisione.
Ma non è che a fare un'ala in stampo si fatichi di meno o l'investimento sia minore.
Se vuoi lavorare con un pantografo CNC tra tempo, risorse mentali, tentativi, programmi, computer, macchinario, materiale per gli stampi ed ammennicoli vari ne vanno via di soldi...
E se canni progetto?
__________________
Francesco P. A.K.A. Pampa
"Anyone who's not interested in model airplanes must have a screw loose somewhere" (Paul MacCready)
Pampa non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 26 ottobre 15, 20:45   #13 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di frank
 
Data registr.: 29-11-2002
Residenza: Mountain View, CA
Messaggi: 4.389
Citazione:
Originalmente inviato da Pampa Visualizza messaggio
La limitazione di carburante non c'è se si permette di cambiare la batteria.
Il concetto pregnante dell'Autonomy era quello di massimizzare i voli con un una quantità di energia data. In altre parole l'obiettivo era l'efficienza massima dell'insieme modello-batteria-motore-elica.
Se l'altimetro somma l'altezza guadagnata sotto motore, e blocca il funzionamento del motore una volta raggiunta, questo è comunque equivalente a limitare l'energia. Certo, limitare l'energia stessa misurando la corrente sarebbe stato meglio perché significa fine dele pippe su zoom etc. che hanno portato a limitazioni accessorie come quella del rateo di salita. Ma è comunque un'ottima iniziativa.
Piuttosto mi chiedo come si possa cambiare batteria mantenendo la memoria del limitatore, e come evitare "accidentali" reset del limitatore durante la gara, ma a questo avranno sicuramente pensato i pf.
__________________
The number you dialed is imaginary. Please rotate your phone 90 degrees and redial.

Ultima modifica di frank : 26 ottobre 15 alle ore 20:50
frank non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 26 ottobre 15, 20:49   #14 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di TermicOne
 
Data registr.: 02-01-2004
Residenza: Vicino a Saronno
Messaggi: 6.953
Citazione:
Originalmente inviato da Scirocco1 Visualizza messaggio
Ho partecipato a poche gare di Autonomy all'inizio della formula, ho smesso perchè la preparazione richiesta e le capacità necessarie per non arrivare sempre ultimo erano al di fuori della mia portata. Ho continuato a segure le gare, affascinato dai risultati che i Padri Fondatori e tutti gli altri sono riusciti ad ottenere , sinceramente ammirato dalla capacità tecnico scientifica sviluppata in questi anni. Fuori dalla mia portata , poco tempo per prepararmi, desiderio di volare con qualcosa di autocostruito, pollice scarsissimo , fuori dalla mia portata.
Sono stato attratto dalla lettura della prima formula proposta da Paolo, mi è apparsa semplice , "per tutti" ,per quelli che volevano provare l'emeozione della gara capendo nel contempo che avrebbe scontentato tutti quelli che hanno profuso energie (e denaro) per raggiungere i livelli di cui sopra. Le gare , per definizione , sono un test di eccelenza e cosi vanno prese. Ma la prima formula di Paolo aveva il fascino della semplicità , di mettere tutti in condizione di fare tutti i lanci , anche quelli un pò (molto) brocchi come il sottoscritto o tutti quelli che non si possono permettere tanto tempo per prove ed allenamenti ;si , certo , si può sempre stare a casa (io lo ho fatto) ma con un pò di dispiacere. Si perchè è piacevole stare insieme , fare una gara , anche avendo la certezza di non fare un gran risultato ma avendo il piacere di stare assieme ad altri , di partire ad armi pari anche se si riveleranno impari subito ,al primo lancio. La nuova formula , corretta, mi sembra un pò una forzatura di compromesso , probabilmente non accontenta quelli che speravano in una evoluzione più scientifica (come la misura dell'energia) e certamente è piu complessa della prima originale proposta , veramente semplice ed attrattiva , quasi come le gare che facevo da ragazzo , veleggiatori sport , mai arrivato sotto il 14 posto e di solito eravamo in 20. Un cordiale saluto a tutti
Non posso che condividere. Non avevo mai partecipato alle gare esattamente per la medesima preoccupazione espressa da Scirocco1 nelle prime righe del suo post che descrive molto bene anche la mia posizione.

Ho provato nella garetta di prova di domenica la nuova formula semplificata ed effettivamente devo dire che è stata chiarissima e semplice da applicare (e provare preventivamente a casa), la giornata è stata divertente e dedicata allo stare insieme e confrontare mezzi e pollici ...senza stress particolare da parte di nessuno.

La formula rivista e descritta nel primo post, discussa in trattoria dopo la gara, è ben vero un poco più complessa di quella provata domenica ma penso valga la pena di provare a seguire questa strada anche se ci complica un pochino la vita. La gestione del motore, e non semplicemente l'utilizzo del motore come alternativa al verricello per portare il modello ad una quota stabilita uguale per tutti, è stimolante ed introduce aspetti e tattiche non presenti in altre categorie e che, se ben utilizzate, possono effettivamente fare la differenza ...ma la formula rimane applicabile senza particolari difficoltà anche per coloro che si stanno avvicinando a questa categoria che, senza la necessità di avere mezzi (modelli e motori) troppo sofisticati, dovranno gradualmente imparare, oltre che a cercare le termiche, anche a gestire opportunamente le risorse a disposizione (i 600 secondi di motore e i 1200 metri di quota).

Luciano
TermicOne non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 26 ottobre 15, 21:09   #15 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di danielep
 
Data registr.: 09-12-2004
Residenza: Castelfranco Vto.
Messaggi: 2.533
Citazione:
Originalmente inviato da Pojana Visualizza messaggio
Ma avete guardato le classifiche della L dell'ultimo anno ?
Non mi pare proprio.
Lucio
Ci sono gare da 5 ma gare anche da 9
non c'è la classifica finale con i partecipanti 2015
2014 nella classifica finale sono presenti 15L e 20S

Vi auguro che gli L passino alla nuova formula
non credo tutti
__________________
Daniele Polo
il mio sito http://danielepolo.jimdo.com e dove volo www.rossanomodel.com
danielep non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27 ottobre 15, 10:07   #16 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di pikemax
 
Data registr.: 31-08-2004
Residenza: In termica....coi baffi.
Messaggi: 5.480
Citazione:
Originalmente inviato da TermicOne Visualizza messaggio
Non posso che condividere. Non avevo mai partecipato alle gare esattamente per la medesima preoccupazione espressa da Scirocco1 nelle prime righe del suo post che descrive molto bene anche la mia posizione.

Ho provato nella garetta di prova di domenica la nuova formula semplificata ed effettivamente devo dire che è stata chiarissima e semplice da applicare (e provare preventivamente a casa), la giornata è stata divertente e dedicata allo stare insieme e confrontare mezzi e pollici ...senza stress particolare da parte di nessuno.

La formula rivista e descritta nel primo post, discussa in trattoria dopo la gara, è ben vero un poco più complessa di quella provata domenica ma penso valga la pena di provare a seguire questa strada anche se ci complica un pochino la vita. La gestione del motore, e non semplicemente l'utilizzo del motore come alternativa al verricello per portare il modello ad una quota stabilita uguale per tutti, è stimolante ed introduce aspetti e tattiche non presenti in altre categorie e che, se ben utilizzate, possono effettivamente fare la differenza ...ma la formula rimane applicabile senza particolari difficoltà anche per coloro che si stanno avvicinando a questa categoria che, senza la necessità di avere mezzi (modelli e motori) troppo sofisticati, dovranno gradualmente imparare, oltre che a cercare le termiche, anche a gestire opportunamente le risorse a disposizione (i 600 secondi di motore e i 1200 metri di quota).

Luciano
La nuova formula è un massacro per i neofiti, sta a voi dire la vostra, pensateci benino prima.

Con la limitazione relativa alla quota (1200) al tempo (600) ed al rateo (5 m/sec) manca una variabile, la velocità orizzontale.....infatti posso salire verticalmente entro i limiti oppure sempre entro i limiti andare a 20m/sec con una pendenza minima.
Do per scontato che si applichi alla misurazione il concetto f5j (la quota rilevata ai fini della classifica è quella maggiore raggiunta tra il momento della accensione e quella raggiunta entro 10 secondi dallo spegnimento) per evitare zoom e furbate.
Ma resta il fatto che essendo una gara di termica più terreno esploro e meglio è.
Dico terreno perchè si vola da bassi e dire aria è eccessivo, concedetemelo.

Se si dispone di molta potenza la si potrà utilizzare per tornare da sottovento con un colpetto da 3 secondi.......se non ce l'hai devi allontanarti meno oppure penare per rientrare....

SE ne hai di potenza tanta aspetti di vedere una termica e ci vai in fretta senza salire, è vero spendi tempo ma dieci minuti con 1500W sono meglio che con 200W.
Basta salire poco come angolo..
Per limitare la corsa agli armamenti si potrebbero limitare o le batterie impedendone la ricarica o sostituzione (oops, siamo tornati all'origine.....) in modo da far si che chi consuma molta energia debba pagarla almeno come peso a bordo...oppure non saprei.

Purtroppo con un altimetro non si misura l'energia.

Secondo me il gap tra chi ha qualche idea e chi viene per giocare diventerà in poco tempo scoraggiante e fi troppo evidente.

Per introdurre nuovi concorrenti la formula "Dapporto" era a mio parere molto più adatta ed in giornate buone avreste avuto una classifica serrata con molti spareggi e avrebbe incentivato di più i neofiti.

In ogni caso il concetto di esclusione di chi è più capace o delle macchine più performanti mi sembra assurdo e controcorrente.

Speriamo che in Art Hobby non mettano le ali nella pressa per chiuderle e che non la chiamino "mold"..

IN ogni caso mi piace un sacco la nuova formula che limita ........la chiamerei

LIMITY
pikemax non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27 ottobre 15, 12:14   #17 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di milan
 
Data registr.: 11-01-2009
Residenza: bologna
Messaggi: 5.812
Citazione:
Originalmente inviato da pikemax Visualizza messaggio
La nuova formula è un massacro per i neofiti, sta a voi dire la vostra, pensateci benino prima.

Con la limitazione relativa alla quota (1200) al tempo (600) ed al rateo (5 m/sec) manca una variabile, la velocità orizzontale.....infatti posso salire verticalmente entro i limiti oppure sempre entro i limiti andare a 20m/sec con una pendenza minima.
Do per scontato che si applichi alla misurazione il concetto f5j (la quota rilevata ai fini della classifica è quella maggiore raggiunta tra il momento della accensione e quella raggiunta entro 10 secondi dallo spegnimento) per evitare zoom e furbate.
Ma resta il fatto che essendo una gara di termica più terreno esploro e meglio è.
Dico terreno perchè si vola da bassi e dire aria è eccessivo, concedetemelo.

Se si dispone di molta potenza la si potrà utilizzare per tornare da sottovento con un colpetto da 3 secondi.......se non ce l'hai devi allontanarti meno oppure penare per rientrare....

SE ne hai di potenza tanta aspetti di vedere una termica e ci vai in fretta senza salire, è vero spendi tempo ma dieci minuti con 1500W sono meglio che con 200W.
Basta salire poco come angolo..
Per limitare la corsa agli armamenti si potrebbero limitare o le batterie impedendone la ricarica o sostituzione (oops, siamo tornati all'origine.....) in modo da far si che chi consuma molta energia debba pagarla almeno come peso a bordo...oppure non saprei.

Purtroppo con un altimetro non si misura l'energia.

Secondo me il gap tra chi ha qualche idea e chi viene per giocare diventerà in poco tempo scoraggiante e fi troppo evidente.

Per introdurre nuovi concorrenti la formula "Dapporto" era a mio parere molto più adatta ed in giornate buone avreste avuto una classifica serrata con molti spareggi e avrebbe incentivato di più i neofiti.

In ogni caso il concetto di esclusione di chi è più capace o delle macchine più performanti mi sembra assurdo e controcorrente.

Speriamo che in Art Hobby non mettano le ali nella pressa per chiuderle e che non la chiamino "mold"..

IN ogni caso mi piace un sacco la nuova formula che limita ........la chiamerei

LIMITY

E' esattamente quello che anticipavo qua :
http://www.baronerosso.it/forum/aero...ml#post4758601
e potrebbe essere uno dei motivi per provare qualcosa di nuovo con un modello da mettere a punto per quel tipo di volo, gli RCV mi sono sempre piaciuti poco !!!


Umberto
__________________
SONO DEI POLLI !
----------------
milan non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27 ottobre 15, 12:32   #18 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di bruno
 
Data registr.: 17-10-2003
Residenza: Padova
Messaggi: 1.684
Citazione:
Originalmente inviato da pikemax Visualizza messaggio

Speriamo che in Art Hobby non mettano le ali nella pressa per chiuderle e che non la chiamino "mold"..
Lo dichiarono invece, dal loro sito:
The black poplar veneer is bonded to the foam with aircraft industry grade epoxy in high pressure mold for perfect airfoil fidelity and warp-free wing.
bruno non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27 ottobre 15, 12:46   #19 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di pikemax
 
Data registr.: 31-08-2004
Residenza: In termica....coi baffi.
Messaggi: 5.480
Citazione:
Originalmente inviato da bruno Visualizza messaggio
Lo dichiarono invece, dal loro sito:
The black poplar veneer is bonded to the foam with aircraft industry grade epoxy in high pressure mold for perfect airfoil fidelity and warp-free wing.
Eh, allora come si fa?

Non si possono usare, non cambia se nello stampo ci metto una cosa o l'altra...

Peccato.
pikemax non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27 ottobre 15, 12:57   #20 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Pampa
 
Data registr.: 28-04-2008
Residenza: Santa Maria degli Angeli (PG)
Messaggi: 2.012
Immagini: 8
Citazione:
Originalmente inviato da pikemax Visualizza messaggio
Eh, allora come si fa?
Non si possono usare, non cambia se nello stampo ci metto una cosa o l'altra...
Peccato.
Allora centine e longheroni o polistirolo e fibra...
Mi viene un dubbio: il mio Radian è fatto in stampo.
Per cui è fuori???
__________________
Francesco P. A.K.A. Pampa
"Anyone who's not interested in model airplanes must have a screw loose somewhere" (Paul MacCready)
Pampa non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Nuovo Regolamento Autonomy 2016 Incontro a Cremona per una garetta di prova Indoor Aeromodellismo Categorie 109 27 ottobre 15 11:30
Una nuova categoria dopo Autonomy, F5J, FXJ, F5J con altimetro, 2M Electro J!!! Pampa Aeromodellismo Categorie 29 11 gennaio 14 15:36
Goblin 700 Hps + Gaui X7 Formula + Gaui X2 Formula Giulio88 Merc. Elimodellismo 0 07 ottobre 13 19:06
AUTONOMY F5J per il 2008 e AUTONOMY by E-MAIL (postale) claudio v Aeromodellismo Categorie 17 17 dicembre 07 09:00



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 07:49.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002