Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria altre specialità modellistiche. > Mezzi Terrestri


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 25 febbraio 12, 20:44   #1 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-02-2012
Residenza: napoli
Messaggi: 41
liebheer 764litronic.....questo sconoscuto!

questo vuole essere il mio ultimo ....INGRIPPO.....
sotto la foto del mezzo reale, che sara ripodotto in scala 1/14,5...



wedico73 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 25 febbraio 12, 20:58   #2 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-02-2012
Residenza: napoli
Messaggi: 41
eccomi qua........
volevo solo dire al forum tutto che......confermo.... questo nuovo ed entusiasmante progetto che non ha precedenti per me , lo sto sviluppando isieme a Sinon,
l'idea di questo dozer "mostruoso" che nella realta corrisponde ad uno dei massimi livelli in fatto di DOZER e parliamo appunto del LIEBHEER pr 764 LITRONIC. che si posiziona benissimo nell'olimpo dei piu performanti escavatori reali....
come dicevo l'idea e nata in seguito alle modifiche del 345, che vista la sua mole di potenza , ma che non tuttavia puo rispecchiarsi in un escavatore ho deciso di passare ad un mezzo che mi manca ...un dozer!!
ma c'e anche un secondo e non meno interessante scopo...e cioe che questo dozer sara uno studio per il futuro , infatti sto decidendo di non comperare piu mezzi gia fatti, ma bensi di costruirmeli su misura per le mie necessita!! se il rpogetto che attualemte sta avendo un profondo studio, si materializzera come sta succedendo, allora si passera a macchine poi di diverso tipo, e anche previsto un escavatore una roba che non c'e ne in giro, sarabbe unico come del resto lo sara anche questo 764......speriamo bene!!
e per ora mi fermo qua , anche se il progetto e gia in avanzato studio tutto sembrerebbe gia cosi semplice sulla carta.....
per le info tecniche di tutti i generi, ci si aggiorna , a suo tempo ,
Volevo solo dare la notizia al forum, per correttezza!!!!
a presto con delle nuove



Al momento stiamo molto lavorando sui cingoli. Per via delle difficoltà e dei costi di realizzazione inoltre le esigenze operative della macchina finita, corrispondenti a specifiche già orientativamente concordate, implicano la ricerca di soluzioni talvolta un pò particolari. Fra queste la realizzazione di una nervatura singola con profilo pronunciato (> mm. 5,80, come valore corrispondente in scala 1:14,5) trapezoidale (isoscele) con angoli congruenti molto ampi alla base maggiore e molto ridotti alla base minore. Dovranno inoltre mantenere quello che viene definito geometricamente un elevato rapporto di finezza. Questo per una efficace penetrazione anche nei terreni meno soffici con una pressione calcolata di circa 62,5 g/cm2 (>800<1250 nella macchina reale a seconda delle configurazioni). Rimane al contempo la contraddizione per cui un esagerato rapporto di finezza entra in conflitto con le esigenze strutturali,s empre da tenere in considerazione in una macchina che dovrà spigere con effficacia. Il problema principale è anche dato dal fatto che sceglierò una larghezza del pattino, si in scala, ma corrispondente alla misura massima che la macchina reale monta in configurazione opzionale (cm 760) o alla medio-massima (cm 710) ma non alla standard (cm 610). Questo è voluto, ed implica una maggiore superficie frontale della nervatura, cosa utile nel grip sviluppato in avanzamento, ma al contempo implica che a parità di peso la pressione al suolo diminuisce, di conseguenza diminuisce anche l'affondamento con relativa perdita di presa utile del pattino. La filosofia che seguirò è insubbiamente quella di un rapporto ottimale fra forma e superficie del pattino e peso della macchina, in una configurazione al contempo "ibrida" fra quelle estreme, in quanto la macchina dovrà lavorare bene su ogni fondo, sia su sabbia che su terra battuta, senza ovviamente sostituire i pattini, come talvolta accade nelle macchine reali. Il grande peso del modello garantirà che sagoma e superficie delle nervature penetreranno in modo proporzionale il suolo, senza tuttavia oltrepassare la soglia limite di affondamento utile (oltre la quale si eprde rpesa e si comincia ad innescare il problema di ingestione con relativo deterioramento della coppia utile per l'avanzamento). Ovviamente per trasformare peso e grip in spinta utile servirà una ragguardevole coppia motrice all'origine, sempre nel pieno rispetto del mantenimento di una velocità massima in scala in unico rapporto di riduzione (13,80 m'), ma questo è certamente il problema minore. Si configura poi non da meno il problema della resistenza strutturale del pattino, sia alle sollecitazioni immediate, che all'usura. Entrambe problemi non indifferenti per un modello pesante e potente, per lo meno in rapporto alla scala, e duenqe rispetto al relativo dimensionamento delle parti interessate. La ricerca della giusta lega, in un connubio fra realizzabilità e resistenza, è al momento uno dei punti che sto studiando.......
E siamo ancora solo ai cingoli.


news....


Il 764 è attualmente la macchina su cui ci stiamo maggiormente concentrando.
Lo sviluppo sarà lento, non privo di difficoltà, ma procederà.

La macchina sarà interamente realizzata in Inox, con spessori variabili, a seconda delle parti, da mm. 1 a mm. 3.

La scelta definitiva per il taglio oscilla fra Laser e Waterjet 4000, puro o Garnet.
Sto valutando prerogative e limiti di entrambe le soluzioni, ma probabilmente mi orienterò sul Waterjet, in quanto è privo di deformazione termica, privo di punti di fusione e con sbavature molto ridotte.

Oggi effettuate le prime prove su lamiera Inox da mm. 1,5.
In foto una prova di griglia motore (solo alcuni segmenti).

Dal basso verso l'alto la separazione fra i vuoti è decrescnte di 3/10 per volta.
In questo modo ho provato varie spaziature, giusto per curiosità, ma la definitiva sarà ovviamente quella fedele al disegno della griglia della macchina originale.

a presto.....

wedico73 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 26 febbraio 12, 15:03   #3 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di nunzio-80
 
Data registr.: 21-08-2011
Residenza: Cassano ionio CS
Messaggi: 94
Citazione:
Originalmente inviato da wedico73 Visualizza messaggio
eccomi qua........
volevo solo dire al forum tutto che......confermo.... questo nuovo ed entusiasmante progetto che non ha precedenti per me , lo sto sviluppando isieme a Sinon,
l'idea di questo dozer "mostruoso" che nella realta corrisponde ad uno dei massimi livelli in fatto di DOZER e parliamo appunto del LIEBHEER pr 764 LITRONIC. che si posiziona benissimo nell'olimpo dei piu performanti escavatori reali....
come dicevo l'idea e nata in seguito alle modifiche del 345, che vista la sua mole di potenza , ma che non tuttavia puo rispecchiarsi in un escavatore ho deciso di passare ad un mezzo che mi manca ...un dozer!!
ma c'e anche un secondo e non meno interessante scopo...e cioe che questo dozer sara uno studio per il futuro , infatti sto decidendo di non comperare piu mezzi gia fatti, ma bensi di costruirmeli su misura per le mie necessita!! se il rpogetto che attualemte sta avendo un profondo studio, si materializzera come sta succedendo, allora si passera a macchine poi di diverso tipo, e anche previsto un escavatore una roba che non c'e ne in giro, sarabbe unico come del resto lo sara anche questo 764......speriamo bene!!
e per ora mi fermo qua , anche se il progetto e gia in avanzato studio tutto sembrerebbe gia cosi semplice sulla carta.....
per le info tecniche di tutti i generi, ci si aggiorna , a suo tempo ,
Volevo solo dare la notizia al forum, per correttezza!!!!
a presto con delle nuove



Al momento stiamo molto lavorando sui cingoli. Per via delle difficoltà e dei costi di realizzazione inoltre le esigenze operative della macchina finita, corrispondenti a specifiche già orientativamente concordate, implicano la ricerca di soluzioni talvolta un pò particolari. Fra queste la realizzazione di una nervatura singola con profilo pronunciato (> mm. 5,80, come valore corrispondente in scala 1:14,5) trapezoidale (isoscele) con angoli congruenti molto ampi alla base maggiore e molto ridotti alla base minore. Dovranno inoltre mantenere quello che viene definito geometricamente un elevato rapporto di finezza. Questo per una efficace penetrazione anche nei terreni meno soffici con una pressione calcolata di circa 62,5 g/cm2 (>800<1250 nella macchina reale a seconda delle configurazioni). Rimane al contempo la contraddizione per cui un esagerato rapporto di finezza entra in conflitto con le esigenze strutturali,s empre da tenere in considerazione in una macchina che dovrà spigere con effficacia. Il problema principale è anche dato dal fatto che sceglierò una larghezza del pattino, si in scala, ma corrispondente alla misura massima che la macchina reale monta in configurazione opzionale (cm 760) o alla medio-massima (cm 710) ma non alla standard (cm 610). Questo è voluto, ed implica una maggiore superficie frontale della nervatura, cosa utile nel grip sviluppato in avanzamento, ma al contempo implica che a parità di peso la pressione al suolo diminuisce, di conseguenza diminuisce anche l'affondamento con relativa perdita di presa utile del pattino. La filosofia che seguirò è insubbiamente quella di un rapporto ottimale fra forma e superficie del pattino e peso della macchina, in una configurazione al contempo "ibrida" fra quelle estreme, in quanto la macchina dovrà lavorare bene su ogni fondo, sia su sabbia che su terra battuta, senza ovviamente sostituire i pattini, come talvolta accade nelle macchine reali. Il grande peso del modello garantirà che sagoma e superficie delle nervature penetreranno in modo proporzionale il suolo, senza tuttavia oltrepassare la soglia limite di affondamento utile (oltre la quale si eprde rpesa e si comincia ad innescare il problema di ingestione con relativo deterioramento della coppia utile per l'avanzamento). Ovviamente per trasformare peso e grip in spinta utile servirà una ragguardevole coppia motrice all'origine, sempre nel pieno rispetto del mantenimento di una velocità massima in scala in unico rapporto di riduzione (13,80 m'), ma questo è certamente il problema minore. Si configura poi non da meno il problema della resistenza strutturale del pattino, sia alle sollecitazioni immediate, che all'usura. Entrambe problemi non indifferenti per un modello pesante e potente, per lo meno in rapporto alla scala, e duenqe rispetto al relativo dimensionamento delle parti interessate. La ricerca della giusta lega, in un connubio fra realizzabilità e resistenza, è al momento uno dei punti che sto studiando.......
E siamo ancora solo ai cingoli.


news....


Il 764 è attualmente la macchina su cui ci stiamo maggiormente concentrando.
Lo sviluppo sarà lento, non privo di difficoltà, ma procederà.

La macchina sarà interamente realizzata in Inox, con spessori variabili, a seconda delle parti, da mm. 1 a mm. 3.

La scelta definitiva per il taglio oscilla fra Laser e Waterjet 4000, puro o Garnet.
Sto valutando prerogative e limiti di entrambe le soluzioni, ma probabilmente mi orienterò sul Waterjet, in quanto è privo di deformazione termica, privo di punti di fusione e con sbavature molto ridotte.

Oggi effettuate le prime prove su lamiera Inox da mm. 1,5.
In foto una prova di griglia motore (solo alcuni segmenti).

Dal basso verso l'alto la separazione fra i vuoti è decrescnte di 3/10 per volta.
In questo modo ho provato varie spaziature, giusto per curiosità, ma la definitiva sarà ovviamente quella fedele al disegno della griglia della macchina originale.

a presto.....











Vai Raffaele che mi piace stò progettino
nunzio-80 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 26 febbraio 12, 19:03   #4 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-02-2012
Residenza: napoli
Messaggi: 41
grazie Nunzio, e siamo solo all'inizio.........
wedico73 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29 febbraio 12, 22:07   #5 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di nunzio-80
 
Data registr.: 21-08-2011
Residenza: Cassano ionio CS
Messaggi: 94
Ma altre foto??

Dai Wedico aspetto aggiornamenti sul mezzo
nunzio-80 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04 marzo 12, 17:14   #6 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-02-2012
Residenza: napoli
Messaggi: 41
Citazione:
Originalmente inviato da nunzio-80 Visualizza messaggio
Ma altre foto??

Dai Wedico aspetto aggiornamenti sul mezzo
al momento lo si sta studiano in cad, fra qualche settimana dovrebbe iniziare il taglio !!!
wedico73 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04 marzo 12, 21:16   #7 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Sir Percy
 
Data registr.: 07-06-2007
Residenza: Milano
Messaggi: 807
Sono molto interessato a seguire lo sviluppo del progetto.

E' il primo che realizzi ex-novo?
__________________
"Non mi limiterò a partecipare, vincerò!" Therry-Thomas - Quei Temerari Sulle Macchine Volanti (1965)

Ultima modifica di Sir Percy : 04 marzo 12 alle ore 21:23
Sir Percy non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 06 marzo 12, 01:17   #8 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-02-2012
Residenza: napoli
Messaggi: 41
ebbene si mister SIR,
il primo di una lunga serie di mezzi "introvabili".....
ma il progetto come vedi e lunghetto,....ci si lavora!!
in piu persone!
wedico73 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 10 marzo 12, 00:08   #9 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-02-2012
Residenza: napoli
Messaggi: 41
Anche se condivisi fra tanti progetti, il alvoro sul poderoso dozer della Liebherr continua, con la passione e la dedizione di sempre.
La ricerca, come di consueto, è quella di un mezzo molto robusto, efficiente ed affidabile, con una meccanica ed una idraulica che siano all'altezza del "movimento terra".
Al momnento si sta procedendo nella progettazione della struttura, che per la scelta dei materiali, del dimensuionamento delle parti e delle stategie di assemblaggio, dovrà essere all'altezza dei pesi e delle potenze. E' un percorso al solito complesso, laborioso ed anche un pò dispendioso. Ma inutile ovviamente andar di fretta o peggio scioccamente concentrasi unicamente sul risparmiare qualche banconota in progetti così importanti. Preferiamo perdere un pò di tempo in più e fare qualche sacrificio che verrà ripagato dai risultati, che rimangono nel tempo, e danno soddisfazioni. Il tempo la fatica ed i costi li affronti una sola volta, le soddisfazioni le godi ogni volta. Ed in fondo un modellista vive di soddisfazioni, quando ha il suo modello accanto.

Come in passato già anticipato, per ns, natura ci stiamo concentrando molto di più sulla funzionalità che sulla estetica.
La ricerca dei materiali per la struttura, strategie per la meccanica, della completezza della elettronica, di una idraulica potente e ben dimensionata sono un pò la ns ossessione.
Ma ovviamente anche l'estetica avrà una sua cura, brutto non dovrà essere.

La progettazione include strategie un pò "rompicapo", in particolare la scelta dei materiali e delle sagome migliori impone un bivio al quale siamo fermo da 2 settimane, con calcoli alla mano, che rielaboro pazeintemente. Ma ne vale la pena, il bello è anche questo.

Nelle imamgini sottostanti parte dello scarificatore, che dovrà essere robusto, potente e dovrà muoversi bene, con le giuste angolazioni.
Gli elementi cinematici verranno aggiunti in seguito, in un ulteriore rifacimento dei disegni, e dopo aver completato i calcoli delle resistenze passive e dei momenti delle forze.





wedico73 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 13 aprile 12, 23:52   #10 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-02-2012
Residenza: napoli
Messaggi: 41
Nel frattempo il bimbo cresce, bene ed in salute.
Con la sua immagine crescono anche tutti i calcoli relativi alla elettronica, alla meccanica ed alla idraulica. Non è semplice, anche perchè la ricerca è quella di prestazioni di un certo tipo, e questo complica di non poco le cose.
Ma mai scoraggiarsi, serve solo tanta passione, poi si va avanti, sempre.



qui il poderoso cingolo....



appena ho tempo altri aggoirnamenti aspettano!!
wedico73 non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Meglio questo??? o questo??? andore Aeromodellismo Micro Modelli 7 04 giugno 09 18:05
questo... Dento Automodellismo Mot. Scoppio On-Road 25 29 dicembre 08 20:28
questo aereo con questo motore? myzyo Aeromodellismo Principianti 7 22 settembre 08 15:00
Tra questo e questo..cosa devo preferire? sozi Elimodellismo in Generale 2 12 febbraio 06 18:38
mi dite se questo regolatore va bene per questo? mastermix1 Elimodellismo Motore Elettrico 4 13 novembre 05 19:31



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 20:51.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2023, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002