Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria altre specialità modellistiche. > Mezzi Terrestri


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 23 febbraio 12, 20:10   #1 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-02-2012
Residenza: napoli
Messaggi: 41
super CAT- D 345d....( escavatore )

ciao a tutti!!!
mi chiamo Raffaele alias WEDICO73!!
sono nuovo del forum, appena iscritto, anche io come voi pratico modellismo dinamico da anni, ma di un genere che e da poco in ITALIA ma e in continuo crescendo, .....vale a dire il fantastico mondo delle MMT RC !!
Con questo breve presentazione volevo solo farmi conoscere e conoscere un po di gente nuova, e condividere magari le proprie esperineze!!
ora scappo, ma da domani inizio una recenzione sul mio modello ( caterpillar CAT 345D)
che ha avuto nel tempo tanta migliorie cosi da farlo diventare forse....il mezzo scala 1/14.5 piu forte fra i suoi simili.....
a presto con tante novita!
wedico73 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 23 febbraio 12, 20:31   #2 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-02-2012
Residenza: napoli
Messaggi: 41


wedico73 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 23 febbraio 12, 22:27   #3 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di nunzio-80
 
Data registr.: 21-08-2011
Residenza: Cassano ionio CS
Messaggi: 94
Citazione:
Originalmente inviato da wedico73 Visualizza messaggio


Questa mi piace
nunzio-80 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 24 febbraio 12, 20:44   #4 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-02-2012
Residenza: napoli
Messaggi: 41


questo il mio modello "spogliato"...... gia cosi ,( per chi lo conosce il 345) ci si rende conto di quanta tecnologia in piu c'e nel mezzo, che in origine e quasi vuoto!!
ma una cosa per volta, partiamo dal principio!!
wedico73 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 24 febbraio 12, 20:54   #5 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-02-2012
Residenza: napoli
Messaggi: 41
..dal mezzo nuovo in scatola subito fatte "alcune modifiche",
in realta in mezzo e stato per ben 4 volte modificato aggiungendo di volta in volta
interessanti novita, che vedrete presto """

REALIZZATA TRASMISIONE A CATENA, CON CATENA IN ACCIAIO DA 1500 Ncm
2. Montato tutto mezzo da scatola di montaggio ed apportato innumerevoli correzioni.
3. Sostituito motore Johnson con motore brushless a cassa rotante high torque medium RPM.
4. Montato regolatore 40 Ampre programmabile con safe termico, safe fail signal, auto cut-off, low voltage 4 Volt, quindi configurato tipo celle, cut-off, freno off, verso left, hely normal, numero poli, apertura 30 gradi, risposta normal, escursione lineare, fondo corsa automatica, controller type maggiore uguale 40 A, timing 20-30 gradi , frequency 8 Khz, number of cells 12, initial point automatic, timing monitor on.
5. Sostituito tutti tubi originali con pari misura 30 bar.
6. Utilizzato raccordi maggiorati per le diramazioni.
7. Utilizzato linee differenziate per mandata, recupero e sensori.
8. Realizzato e montato piccolo radiatore olio.
9. Configurato impianto per migliorare rendimento.
10. Realizzato comandi cingoli indipendenti da comandi idraulici e azionabili tramite slitte da radiocomando.
11. Sostituito olio.
12. Realizzato rifornimento olio dall’esterno, con tappino.
13. Realizzato sistema che minimizza il rigetto olio e consente il riempimento totale del serbatoio con disponibilità flusso olio anche nelle pendenze più estreme.
14. Realizzato spurgo olio verso l’esterno.
15. Montato servi Full Metal Gear.
16. Montato acceleratore su radio.
17. Realizzato ed installato IVY-3 V2.
18. Fatto accurata messa a punto di tutto il mezzo.
19. Rinforzato benna ed attacchi benna.
20. Annullato regolatore integrato.
21. Montato regolatore integrato, installato regolatore indipendente da 50 bar.
22. Portato pressione a 21 bar.
23. Montato manometro con smorzatore.
24. Realizzato pacco batterie 5000 mAh.
25. Realizzato tutta elettronica nuova.
26. Realizzato supporto anti vibrazioni del motore.
27. Realizzato e montato micro filtro aria.
28. Realizzato e montato filtro ventola.
29. Sostituito ventola originale con ventola più potente e con pale a scimitarra.
30. Reso carrozzeria fissabile con viti e cofano apribile.
31. Messo estintore.
32. Montato micro controllo livello olio con spia in cabina.
33. Realizzato sistema che attutisce vibrazioni carrozzeria.
34. Montato supporti anti vibrazione su altoparlanti e ventola.
35. Corretto fessura chiusura carrozzeria.
36. Inserito boccola su perno benna per riduzione gioco.
37. Ottimizzato tolleranze elementi di scorrimento cingoli.
38. Inserito barra di rinforzo all’interno del carro.
39. Realizzato ed istallato avviso acustico di movimento su cingoli.
40. Fatto primo tagliando con controllo minuzioso di tutta la bulloneria, dei trimmaggi, puliza, etc
wedico73 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 24 febbraio 12, 21:05   #6 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-02-2012
Residenza: napoli
Messaggi: 41
per molti di questi interventi ci son foto e filamti ..... ma...... che io riassumero nei prossimi giorni, e siccome c'e tanto da scrivere inizio subito!!



in questa foto si notano fra gli altri i vari dispositivi aggiunti al modello,
al centro e chiaramente visibile il gioiello di inteligenza all'impianto idraulico.... vale a dire il sistema IVY, ormai arrivato al 4 stadio, qui e presente l'ultimo aggiornamento allora disponibile....
la versione 3....
piu sotto invece direttamente attaccato ad IVY, abbiamo il lettore del riscaladamento olio, che ha varie funzioni,
1)m lettura della gradazione olio idraulico, costante..
2) preriscaldamento, se l'olio non arriva ad un certo riscaldamento, la pompa non va oltre i 5 bar, tutto naturalmete per salvaguardare il mezzo da improvvisi sbalzi di pressione a ...freddo!! temperatura impostabile ......
3) resocondo del maggior e minore punto di riscaldamento dell'olio,
se il sistema nota un riscaldamento eccessivo e prolungato dell'olio , arresta la pompa.....come dire........
tu giochi, ivy lavora ..tu giochi, ivy..pensa.....per te....!!




in questa foto si intravede a sinistra in basso un tubicino azzurro, quel tubicino altro non e che lo spurgo dell'olio, che in origine, in una pendenza l'olio che fuoriusciva dal serbatoio, si riversava tutto sugli apparati elettrici, ora questo difetto e stato corretto, l'ilio fuoriesce all'esterno del mezzo, la foto sotto rende meglio l'idea!!




manometro professionale, esue componenti epr il montaggio....




questo sotto invece e il filtro dell'olio, una chicca!!
ogni 12-15 ore lavorative, lo smonto e lo ripulisco ed esdce sempre marrone dentro, .....fa il suo lavoro egregiamente....




qui di seguito alcune delle componenti sul mio cat, dove spicca fra l'altro il motore bruschelles....



sotto un video d'epoca (ricorda 2 anni fa ) ai primi rodaggi!! ah come era spartana allora la macchina!!

wedico73 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 26 febbraio 12, 19:15   #7 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-02-2012
Residenza: napoli
Messaggi: 41
ritornando alla lista delle modifiche, avrete sicuramente letto del rabbocco rapido dell'olio,
il video sotto e chiramente una dimostrazione di cio'!
solo che in questo caso piu che rabbocco ho fatto un vero e proprio rifornimento, il tutto senza sporcare o smontare niente a differenza dei suoi simili....il led in cabina che ne illumina il perfetto rifornimento ne e un a prova, ( naturalmente quando incomincia a lampeggiare si deve fare il rabbocco, quando il segnale e fisso e OBBIGATORIO fare il rabbocco!!





sotto una piccola lista di video divertenti realizzati cosi.......per testare il mezzo, fra cui spiccano anche alune demolizioni, che non mancano mai nella mia spericolata gestione del mezzo!! un divertimento per me......







qui si incomincia a notare le mia.....chiamata dagli amici megalomania da stress....
(me la prendo con un cane).....



qui la 2° parte del video....

wedico73 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 28 febbraio 12, 19:56   #8 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-02-2012
Residenza: napoli
Messaggi: 41
--------------------------------------------------------------------------------

Eccomi...vi presento un piccolo promemoria dei lavori in fase di ultimazioni per quel che riguarda il carro.......che vanno dal .........:rialzo dello stesso, fino all'alimentazione separata, passando per potenze assurde, fino a d arrivare per la prima volta ( almeno per me!!) ad un carro elettrico che cammina anche nell'acqua e nella melma senza problemi, da che e stato totalmente reso anfibio, dalla decennennale esperianze del mio official partenr.......

Motoriduttori miniaturizzati low profile da 320 Ncm. 85 RPM no load.
Motori micro coreless high power, 6 – 12,0 volt, 10S, ad altissime prestazioni, silenziati, a bassissima emissione di interferenze, a cassa sigillata, resistenti alla polvere ed impermeabili, dotati di dissipatori alettati in alluminio. Primo ingranaggio cilindrico a denti dritti in ottone, secondo ingranaggio cilindrico a denti dritti in ottone ed in carbonio, successivi in titanio ad elevato profilo. Albero su doppio cuscinetto a sfere per un elevato carico radiale a bassissimo attrito. Sistema Watherproof, con viti in acciaio inox e guarnizioni su tutte le chiusure. Due OR di tenuta sul secondo cuscinetto, uno interno e l’altro esterno. Cablaggio con cavetti al silicone attraverso guarnizione di tenuta sigillata. Connessioni interamente saldate ed inguainate.
Possibilità di lavorare a contatto diretto con polveri e liquidi.

Sistema di ancoraggio attraverso piastre in Avional da mm. 1,6 con bulloneria in acciaio inox.
Profilo guida supporto a L in alluminio anodizzato con bulloneria zincata.

Sistema di trasmissione a catena europea a rulli DIN 8187, libera da tenditore, passo metrico 4, da 1800 N, pignoni in acciaio Inox 303, ad alto carico, spessore corona mm. 4, modulo primitivo ad elevato rapporto, montati su supporti ellissoidali centrati in Ergal con boccola guida in alluminio anodizzato ed ancoraggi tramite perni in acciaio brunito 12/10.
Rapporti intercambiabili fra 8 e 20 denti, con catena riducibile.

Albero motoriduttore ortogonale al piano di lavoro della catena, come da configurazione originale (motoriduttori Buhler), in presa diretta sul pignone, senza organi di trasmissione intermedi, con relativo abbattimento dei limiti di coppia, delle resistenze passive ed aumento della efficienza del sistema.

I motoriduttori hanno dimensioni tali (sezione mm. 20) da poter essere montati dentro i gruppi cingoli, ma, grazie agli ingombri limitati anche il lunghezza (52 millimetri), è stato possibile posizionarli altrove, in modo da evitare eventuali interferenze con i detriti normalmente trascinati verso l’alto dalla rotazione dei rulli di scorrimento.
Inoltre si è scelto un posizionamento elevato, in modo da aumentarne ulteriormente la resistenza al contatto prolungato con la sporcizia e con l’acqua. La combinazione Watherproof - posizionamento elevato offre la possibilità di lavorare in ogni condizione di sporcizia e presenza di acqua.
Si può lavorare in modo permanente in guadi sino a mm. 45 di profondità ed attraversare guadi sino a mm. 100 di profondità. Praticamente ben oltre la mediana della motrice nel primo caso e con tutto il carro immerso in fase di attraversamento nel secondo caso.
I motoriduttori e la ralla durante gli attraversamenti di eventuali guadi possono tranquillamente immergersi e riuscire dall’acqua, non vi sono limiti. Unico limite oltre i 100 millimetri è il fondo della carrozzeria del mezzo, che comincia a venire a contatto con il livello dell’acqua.
Ogni tipo di polvere, particolato, grassi, oli e quanto altro, lasciano indifferenti motoriduttori e ralla e non vi possono penetrare.

Enorme forza di trazione, con 500 Ncm disponibili sulla ruota motrice, ridimensionati nell’uso normale a 450.
Per i cingoli sono disponibili due modalità d’uso, selezionabili tramite uno switch su radiocomando: normale e power.
La prima, con erogazione di circa 400 Ncm sulla ruota motrice, è adatta a tutte le condizioni di lavoro normali, ed offre assorbimenti più contenuti e maggiore relax per motori e trasmissione, la seconda, indicata per i terreni più difficili o per uscire da situazioni limite, implica consumi maggiori ma offre coppia motrice di 450 Ncm. La diversificazione dei programmi d’uso sulla trazione rispecchia fra l’altro una filosofia realmente presente su alcune macchine.
Come detto, nella seconda modalità la coppia è notevole, giusto per offrire una idea pratica della coppia sviluppata, si consideri che trattenere un cingolo con una mano è praticamente impossibile.
Con la trasmissione e con la motorizzazione originale bastavano due dita.
Con trasmissione modificata e motorizzazione originale le cose cambiavano radicalmente, si concedeva finalmente ai Buler di poter esprimere in modo integrale la coppia sviluppata, ma ci si attestava comunque intorno agli 85 Ncm sull’albero con nessun guadagno in riduzione in quanto si lavorava 1:1 e qualche perdita in trasmissione sulla ruota motrice. Dichiarati da Buhler come 60 continui ed 80 in stallo, ma più che dignitosamente abbondanti sulle specifiche, sfiorando a 13,8 volt i 120 Ncm, senza problemi. Coppia motrice più che sufficiente per aggredire qualunque pendenza sia su fondo regolare che su fondo irregolare, ma ancora insufficienti per contrastare la presenza di detriti negli organi di scorrimento.
Adesso la differenza fra 120 e 450 si percepisce.
La grande disponibilità di forza, sia nella prima che nella seconda modalità, non serve infatti al superamento di pendenze, per le quali era già sufficiente la forza raggiunta con i precedenti miglioramenti della trasmissione che vedevano la semplice adozione della catena rispetto alla cinghia, ma serve per il superamento del limite più severo che ci sia per un cingolo: l’ingestione di detriti. Dover superare le resistenze dovute alla continua presenza di detriti negli organi di scorrimento dei cingoli è infatti il principale limite della trazione dei modellini. Per far fronte al problema, oltre che alle dovute strategie e ad un dovuto dimensionamento degli organi di scorrimento, è necessario un grande esubero di coppia motrice.
Per soddisfare la grande richiesta di corrente in caso di situazioni difficili i due motori coreless si avvalgono di una alimentazione aggiuntiva, costituita da celle LiPo, con possibilità di scelta fra 2600 e 3500 mAh, 35C. In questo modo la capacità complessiva delle batterie del modello raggiunge gli 8500 mAh, garantendo grande autonomia. Inoltre gli assorbimenti relativi alla trazione smetteranno di gravare negativamente sulla efficienza della pompa o viceversa. L’efficienza e la tutela delle LiPo è garantita da sistema di monitoraggio elettronico con visualizzazione numerica costante della tensione complessiva e del delta di bilanciamento per ogni singola cella.

Sensibile modifica del profilo della ruota motrice, atta ad aumentare la presa con le maglie del cingolo ed a migliorare l’espulsione di detriti.

Irrobustimento della meccanica della ruota motrice.

Modifiche ai rulli per migliorarne la rotazione.

Modifiche ai tendi cingoli.

Migliorata rotazione ruota fole..

Interventi mirati a ridurre il rischio di fuoriuscita accidentale dei cingoli, fenomeno ancora più incisivo con l’aumento della potenza.

Collettore rotante impermeabile, idoneo a lavorare in ogni condizione..

Dimensionamento dei rapporti in modo da ottenere una velocità di traslazione in scala con quella del mezzo reale. Grazie alla caratteristica dei motoriduttori di avere velocità angolare elevata nonostante la grande coppia erogata, non è necessario rinunciare alla giusta velocità ricorrendo ad incisivi rapporti di riduzione, ed è possibile mantenere una velocità di traslazione del tutto fedele alla scala del modello, 540,22 cm/minuto, mantenendo comunque l’elevatissima coppia di 450 Ncm sulla ruota motrice.

Regolatori watherproff, assolutamente impermeabili ed in grado lavorare in presenza di polvere ed olio.
Realizzati con tecnologia “Quad core bridge switching” offrono il controllo completo del motore ad ogni regime di rotazione.
Sistema reverse no limit.
Particolarmente indicati per il massimo e graduale controllo dei motori ai bassi regimi con erogazione di elevata coppia.
Complessivamente dotati di alimentazione BEC da 5 volt 10 ampere, possono servire ogni tipo di ricevente ed utenze supplementari.
Programmabili, possono essere configurati per l’uso con batterie Pb, celle NiCd, NiMh, LiPo e LiFe..

I regolatori, appositamente progettati per mezzi lenti e destinati a terreni difficili, dispongono di 2 programmi diversi, richiamabili tramite un pulsantino.

1) Programma normale.
Questo programma consente di gestire la trazione in modo normale, ed è adatto alle comuni manovre.

2) Programma inclinazioni difficili.
Questo programma consente di affrontare meglio il superamento di pendenze estreme ed il lavoro su terreni irregolari. Una erogazione della curva di potenza specifica al caso consente di aggredire gli ostacoli in un certo modo e la presenza di un potente “freno a mano” sulla trazione consente di bloccare il modello sulle pendenze più ripide, senza alcun rischio che i cingoli si azionino al contrario e senza necessariamente dover intervenire sugli slider per compensare, avviene tutto automaticamente. Lo stesso freno può essere attivato in caso di scavo duro frontale, mantenendo in modo più stabile la posizione.

Queste due opzioni non sono da confondere con quelle precedentemente esposte, si tratta di opzioni distinte ed indipendenti.

Il regolatore dispone di 3 LED indicatori programmazione e funzionamento.
Il sistema è dotato di failsafe, LiPo safe, protezione da cortocircuiti, protezione da sovraccarichi del motore, protezione termica.
Dissipatore termico alettato ed impermeabile.
Il range di alimentazione è molto ampio e va dai 4,8 ai 12,0 volt, per ogni tipo di batterie.
Le dimensioni sono così miniaturizzate da poter ospitare i due regolatori dietro il fanalino destro. I cingoli verranno azionati in modo indipendente da ogni utenza idraulica, tramite sliders centrali, come da modifica già effettuata tempo fa.

Aumento della luce libera da terra, con sollevamento del fondo del carro. L’altezza è mantenuta costante sul lato anteriore e più che raddoppiata su quello posteriore, dove in versione originale è sottodimensionata. Nel complesso il guadagno in altezza non è estremo ma si è comunque raggiunto un distacco medio vicino a quello in scala con il modello, mm. 48,5.

Inserimento zavorra in laminato di piombo sagomato nel carro, con aumento della capacità di penetrazione nello scavo.

I lavori sono quasi tutti eseguiti manualmente, questo consente un certo risparmio in relazione agli obiettivi raggiunti nonchè una certa cura di alcuni dettagli, ma richiede tanta pazienza ed un po’ di mal di schiena la sera.
wedico73 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04 marzo 12, 21:14   #9 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Sir Percy
 
Data registr.: 07-06-2007
Residenza: Milano
Messaggi: 807
Ciao Raffaele, splendidi modelli non c'è che dire e dal costo non indifferente.
Sono già iscritto su altri forum (truckmodel, forum-macchine...) e seguo da tempo le riproduzioni idrauliche funzionanti. Ho elaborato alcuni bruder (elettrici). Ho visto dal vivo molti modelli idraulici all'Hobby Model Expo Spring Edition e sono ancora più spettacolari che in foto.

Il kit di base quanto costava? Suppongo sui 3-4000 euro minimo.
Più ovviamente tutto il lavoro extra e le modifiche.
__________________
"Non mi limiterò a partecipare, vincerò!" Therry-Thomas - Quei Temerari Sulle Macchine Volanti (1965)

Ultima modifica di Sir Percy : 04 marzo 12 alle ore 21:21
Sir Percy non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 06 marzo 12, 01:19   #10 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-02-2012
Residenza: napoli
Messaggi: 41
il kit base costa ora sui 5,200 euro da montare,
il mio...beh....cosa posso dirti, forse avrei comprato un altro cat!!
wedico73 non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Escavatore rc pacino Modellismo 17 20 luglio 21 00:47
Prove escavatore rc nunzio-80 Mezzi Terrestri 0 04 settembre 11 01:45
Bobcat / Jet Cat / E-Cat 70mm qualche progetto? not103 Aeromodellismo Ventole Intubate 3 24 novembre 10 19:43
DS Cat ovvero PSS Cat ovvero Pushy Cat Ehstìkatzi Aeromodellismo Alianti 22 01 luglio 08 13:49



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 01:32.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2023, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002