Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Navimodellismo > Navimodellismo a Vela


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 22 dicembre 10, 10:27   #11 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Mascalzone Volante
 
Data registr.: 03-05-2007
Residenza: Rome - Italy
Messaggi: 3.034
Immagini: 5
Citazione:
Originalmente inviato da squikki59 Visualizza messaggio
Attenzione al bulbo, solo due modelli rientrano nelle specifiche di stazza, il modello 2114.4 ed il 2014.4, modifiche non sono consentine, e sinceramente le vedo anche inutili.
L'unica cosa che consiglierei è quella di non ricoprire il piombo con la plastica in dotazione, ed utilizzando un martello per appuntire lo stesso piombo sagomando a dovere lo scarto che c'è in punta.
(ari) ciao Squikki,
approfitto della tua esperienza sulle MM.
Fermo restando l'uso di materiali originali, qual'è la combinazione o combinazioni (se dipendono dalle condizioni meteo) di deriva, bulbo e timone tra MM e MMr?
Ciao e grazie
Ale
__________________
Mihi libertas necessest
FAI 15559
Mascalzone Volante non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 23 dicembre 10, 02:46   #12 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di tozzifan
 
Data registr.: 14-11-2007
Residenza: Roma
Messaggi: 741
Citazione:
Originalmente inviato da squikki59 Visualizza messaggio
Attenzione al bulbo, solo due modelli rientrano nelle specifiche di stazza, il modello 2114.4 ed il 2014.4, modifiche non sono consentine, e sinceramente le vedo anche inutili.
L'unica cosa che consiglierei è quella di non ricoprire il piombo con la plastica in dotazione, ed utilizzando un martello per appuntire lo stesso piombo sagomando a dovere lo scarto che c'è in punta.
Quoto tutto

e andiamo a divertirci...
Fabio
__________________
TOZZIFAN
Ali sul Tevere - Fiano Romano - RM
tozzifan non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 23 dicembre 10, 18:09   #13 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di squikki59
 
Data registr.: 07-11-2009
Residenza: Trieste
Messaggi: 75
Il peso delle due derive, bulbo, distanziali MMR, dado e rondella è esattamente lo stesso.
Differenza sosatnziale è nella forma, il bulbo 2014.4 è più tozzo e la deriva 2114.4 è leggermente più corta. La verione MMR ha il bulbo più affusolato e la deriva leggermente più lunga.
Morale della favola, con poco vento vanno uguali, con vento più intenso và meglio la MMR, con vento forte la migliore è la Carbon.
La vera differenza la fà il manico e l'esperienza come in tutte le cose.
Max "Cattivik" ha una MM vecchio tipo ed è fortissimo.

PS. Forse l'unica cosa ancora da perfezionare sulle MM è il segna vento in testa d'albero. Quelli delle altre classi sono troppo grandi, io sto sperimentando questo importantissimo particolare visto che da quando ho cambiato radio non ho più il segna vento in cima all' antenna, ma mi era capitato che il vento all' antenna non fosse lo stesso che aveva la barca.
squikki59 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 23 dicembre 10, 19:06   #14 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Mascalzone Volante
 
Data registr.: 03-05-2007
Residenza: Rome - Italy
Messaggi: 3.034
Immagini: 5
Citazione:
Originalmente inviato da squikki59 Visualizza messaggio
Il peso delle due derive, bulbo, distanziali MMR, dado e rondella è esattamente lo stesso.
Differenza sosatnziale è nella forma, il bulbo 2014.4 è più tozzo e la deriva 2114.4 è leggermente più corta. La verione MMR ha il bulbo più affusolato e la deriva leggermente più lunga.
Morale della favola, con poco vento vanno uguali, con vento più intenso và meglio la MMR, con vento forte la migliore è la Carbon.
La vera differenza la fà il manico e l'esperienza come in tutte le cose.
Max "Cattivik" ha una MM vecchio tipo ed è fortissimo.

PS. Forse l'unica cosa ancora da perfezionare sulle MM è il segna vento in testa d'albero. Quelli delle altre classi sono troppo grandi, io sto sperimentando questo importantissimo particolare visto che da quando ho cambiato radio non ho più il segna vento in cima all' antenna, ma mi era capitato che il vento all' antenna non fosse lo stesso che aveva la barca.
Ciao Roberto,
grazie delle info sulle derive. ne ho prese un paio diverse giusto per il piacere di sperimentare combinazioni varie.

Sul vento. Siamo quasi tutti aliantisti prestati alle MM e una cosa che ci ha subito stupiti è stata la differenza di aria che c'è in pochissimi metri, anche tra 3-4 metri.
Siamo abituati a sentire l'aria addosso per saggiare le termiche. Qui invece, è impossibile. Solo l'acqua segnala qualcosa, poi è divertente vedere come uno parte, aiutato al vento e un'altro, a 3 metri di distanza, si ferma... o viceversa.
Nei forum ho trovato molti progetti su segnalatori di vento per MM, ma uno come te sono sicuro già li conosca.
Mi chiedo però. perchè sono così importanti se segnalano solo il vento apparente e non quello reale?
Un abbraccio
ale
__________________
Mihi libertas necessest
FAI 15559
Mascalzone Volante non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 23 dicembre 10, 19:35   #15 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di squikki59
 
Data registr.: 07-11-2009
Residenza: Trieste
Messaggi: 75
Segna vento

Certo, il segna vento, segna il vento apparente, ma è così anche sulle barche vere. Inoltre noi abbiamo una difficoltà in più che è data dalla distanza dalla barca, quindi è importante che sia ben visibile e che funzioni bene.
Sulle 4 barche del circolo ho montato 4 segna vento diversi e li stò testando.
Uno pare essere molto valido e ben visibile, appena ne sarò certo ve lo illustrerò.
squikki59 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 24 dicembre 10, 11:00   #16 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 12-02-2007
Residenza: Piacenza
Messaggi: 202
I segnavento sono importanti perchè ti dicono direzione e forza del vento sulla barca e non quelli che senti tu a terra a decine di metri di distanza.

ed è il vento che realmente soffia sulle vele e da forza propulsiva alla barca.

Nella vela per apparente si intende il vento che si sente in barca e che è sommatoria di due venti: quello reale e quello relativo.

Quello reale è il vento reale che soffia, quello relativo è quello generato dall'avanzamento della barca.
Per intenderci ti faccio un esempio: in una giornata assolutamente senza vento se prendi la bicicletta e pedali velocemente senti l'aria in faccia. Quello è un vento relativo, non creato dall'aria che si muove, ma da te che vai incontro all'aria.

Ma su una vela, anche questo vento relativo ha effetto, si somma al vento reale e viene di prua.
Per questo il vento apparente che agisce sulle vele è di regola un pò più forte e più "stretto" del vento reale.

La cosa è molto più evidente sui multiscafi e sulle barche ultraleggere perchè la loro velocità è maggiore e pertanto è più forte il vento relativo.

Daniele
daniele190360 non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Graupner Micro Magic Racing Mascalzone Volante Navimodellismo a Vela 160 09 luglio 16 13:53
Micro Magic: prima regata a Roma OttObismark Navimodellismo a Vela 89 12 novembre 10 13:06
Servocomandi per Micro Magic Racing Mascalzone Volante Navimodellismo a Vela 13 07 giugno 10 23:04
micro magic a roma dove? zimboart Navimodellismo a Vela 1 14 settembre 08 23:35



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 23:45.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2023, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002