Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria altre specialità modellistiche. > Ferromodellismo


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 04 giugno 11, 15:20   #1 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di scalatt
 
Data registr.: 15-04-2009
Residenza: segrate
Messaggi: 2.135
EUGENDORF plastico in scala N

Con un amico abbiamo deciso di smantellare un vecchio plastico e di realizzarne uno nuovo.
E' in scala N e le misure sono obbligate ovvero 185x140.
Armamento Fleischmann PROFI con massicciata.

bottega dei plastici_plastico Eugenio Fleischmann N - 140x185

Questo è il progetto:
lunghezza complessiva binari 27,62 metri
linea 1 = verde linea 2 = azzurra linea 3 = gialla sezionamenti = rosso



Concezione analogica con la possibilità di invertire il senso di marcia dei treni.

Abbiamo finito le due rampe di salita e "chiuso" anche la linea 2 (quella azzurra nel disegno)

__________________
Andrea – una passione per i treni – www.scalatt.it
“i fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”
scalatt non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04 giugno 11, 15:40   #2 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-03-2010
Residenza: prov. (TV)
Messaggi: 183
Bellino, ha una vaga somiglianza con il mio plastico in scala N, arrivato alla seconda versione che sto tuttora portando a termine. Più tardi vi metto una foto così potete vederne le differenze e magari apro un post con la sua descrizione.
djflix non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04 giugno 11, 18:23   #3 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di scalatt
 
Data registr.: 15-04-2009
Residenza: segrate
Messaggi: 2.135
Molto bene... aspettiamo una foto del tuo plastico in N.
A presto!
__________________
Andrea – una passione per i treni – www.scalatt.it
“i fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”
scalatt non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04 giugno 11, 18:28   #4 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-03-2010
Residenza: prov. (TV)
Messaggi: 183
Ecco:


Icone allegate
EUGENDORF plastico in scala N-foto1.jpg   EUGENDORF plastico in scala N-foto2.jpg   EUGENDORF plastico in scala N-foto3.jpg  
djflix non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04 giugno 11, 19:34   #5 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di scalatt
 
Data registr.: 15-04-2009
Residenza: segrate
Messaggi: 2.135
Tracciato molto bello e vario.
Complimenti!
Che armamento hai utilizzato?
__________________
Andrea – una passione per i treni – www.scalatt.it
“i fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”
scalatt non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04 giugno 11, 23:10   #6 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-03-2010
Residenza: prov. (TV)
Messaggi: 183
Citazione:
Originalmente inviato da scalatt Visualizza messaggio
Tracciato molto bello e vario.
Grazie, rendere il tracciato vario era tra gli obiettivi difatti.
Citazione:
Originalmente inviato da scalatt Visualizza messaggio
Che armamento hai utilizzato?
Tutto materiale Roco, fatta eccezione per il Regional Express:
_ 2 start-set uguali (219€ cad. circa), uguali perchè era l' unico in scala N che distribuiva la Roco e mi serviva un altro dei multimouse (per 2 player) in dotazione che non conveniva acquistare separatamente (anche trasformatore, centralina DCC e due scambi predisposti per l' elettrico sono compresi nel set);
_ 1 start-set Regional Express Fleishmann (sui 150€ circa) predisposto per il DCC al quale ho aggiunto un economico (14€) decoder basato su Pic di Microchip
_ 2 decoder (40€ cad.) ognuno con 8 uscite (sempre controllati dal multimouse) per scambi elettrici e sgancia vagoni;
_ scambi elettrici dx/sx, rotabili vari dritti e curvi, piattina e connettori a 3 poli, riallineatori per ruote anti-deragliamento (il mio tracciato funziona comunque benissimo anche senza) che ho usato come PL (passaggi a livello), chiodini.

In programma c'è l' acquisto di 1 treno passeggeri Ice bianco (purtroppo la Roco li ha dismessi e la Fleishmann ha in catalogo solo il super start-set da 600 e rotti Euro mentre a me ne basta uno sui 300€ max), alcuni vagoni merci e per il trasporto di mezzi militari, da attaccare ad uno dei due locomotori Roco.

Il tracciato è configurato a 2 vie pluri-intercomunicanti, una per senso di marcia, ad anello chiuso (senza interruzioni elettriche) e l' alimentazione è rindondante (applicata su più punti del tracciato) stagnando direttamente i fili elettrici, che attraversano un foro passante posto al di sotto di essi, ai binari.

Tutto il materiale di supporto è stato acquistato in un centro commerciale e i 4 cavalletti all' LIDL. Il tavolo è formato da pannelli, <mettere misure>, in abete pre-tagliati che ho assemblato attraverso due grossi listelli e altri listelli più fini mi sono serviti per i ponti. Avrete certamente immaginato che non sono un falegname vista la realizzazione molto approssimativa.

Del resto il mio plastico è stato concepito senza diorami (solo la colorazione del fondo e la realizzazione delle strade e strisce di mezzeria) e totalmente orientato all' elettronica per mezzo di una centralina a microcontrollore autocostruita; nella prima versione invece avevo usato uno smart-LCD della 4D-System programmato in 4DGL (un linguaggio simile al "C" fortemente orientato alle funzioni grafiche nelle applicazioni con le GUI, interfaccia grafica per l' interazione con l' utente) e interfacciato con degli I/O expander via I2C hardware e SPI software.

I PL, azionati da micro-servocomandi, verranno gestiti in automatico da photoswitch (ir modulati) posti prima e dopo i riallineatori (non userò un semplice magnete da posizionare sotto ad ogni locomotiva per l' attivazione dei contatti reed o sensori ad effetto Hall in quanto il flow-chart che ho preparato tiene conto dell' intera lunghezza del treno) mentre tutti i semafori stradali (rosso + giallo + verde) e ferroviari monteranno dei led e lavoreranno in sincronismo con l' attività dei treni. Anche l' illuminazione di strade e ponti userà led bianchi high-bright, come pure i lampeggianti posti nelle sommità (tipo torre di controllo dell' aeroporto), e non mancheranno i led blu ed RGB per gli effetti speciali come discoteca, la torre rgb, barre di segnalazione scorrevoli, tracciamento piste aeroporto, display a led per pubblicità ecc ..
djflix non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 05 giugno 11, 09:50   #7 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di marshall61
 
Data registr.: 07-09-2009
Residenza: LIVORNO
Messaggi: 2.752
Smile

Belli entrambi, complimenti!!!!
Ottimo impianto Dj con ampio uso di elettronica, parli la stessa lingua di Tiziano.....bando alle battute, c'è molta innovazione nel tuo impianto, magari se posti qualche tua realizzazione elettronica, tipo il PL, potrebbe interessare a parecchie persone me compreso come il display a led per i cartelloni pubblicitari......interesante, nè ho visto solamente uno costruito da Roco......bellissimo......
Buona lavoro e buona domenica!
Ciao, Carlo
__________________
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)
marshall61 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 05 giugno 11, 10:53   #8 (permalink)  Top
Rivenditore - Capotrenomodels
 
L'avatar di capotrenogio'
 
Data registr.: 28-04-2008
Residenza: biella
Messaggi: 762
Immagini: 16
Citazione:
Originalmente inviato da marshall61 Visualizza messaggio
Belli entrambi, complimenti!!!!
Ottimo impianto Dj con ampio uso di elettronica, parli la stessa lingua di Tiziano.....bando alle battute, c'è molta innovazione nel tuo impianto, magari se posti qualche tua realizzazione elettronica, tipo il PL, potrebbe interessare a parecchie persone me compreso come il display a led per i cartelloni pubblicitari......interesante, nè ho visto solamente uno costruito da Roco......bellissimo......
Buona lavoro e buona domenica!
Ciao, Carlo

Belli entrambi!

Giovanni
__________________
CAPOTRENOGIO'- www.capotrenogio.it
capotrenogio' non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 05 giugno 11, 11:47   #9 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di scalatt
 
Data registr.: 15-04-2009
Residenza: segrate
Messaggi: 2.135
Citazione:
Originalmente inviato da djflix Visualizza messaggio
Del resto il mio plastico è stato concepito senza diorami (solo la colorazione del fondo e la realizzazione delle strade e strisce di mezzeria) e totalmente orientato all' elettronica.....
E' un plastico davvero ben congegnato, sarebbe un peccato "sacrificare" lo scenery.
Forse anche la cosa più semplice...

Dato che dalle mie parti continua a piovere... sono iniziati i lavori per la realizzazione del laghetto.
bottega dei plastici_plastico Eugendorf - Fleischmann N - 140x185
Il materiale utilizzato è plexiglass 3mm (nella foto con la pellicola protettiva) tagliato con un seghetto alternativo.
Viene provato l'ingombro.

Colorazione del letto del lago con colori acrilici e successivamente verrà posato il plaxiglass.
Vengono miscelate tre tonalità differenti: bianco - blu - verde (quest'ultimo in quantità minima).
Si tratta forse dell'operazione più importante in quanto il realismo dell'acqua dipenderà in buona parte da ciò. La parte centrale risulta più scura per dare un senso di profondità.

Per il prossimo lago proverò la resina dell'amico Giò, ho visto che ha tra l'altro ha un prezzo competitivo

Per Giò: anni fa ne avevo provata una Bicomponte ma ho visto che quella che avete è una miscela unica, l'avete testata?
__________________
Andrea – una passione per i treni – www.scalatt.it
“i fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”
scalatt non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 06 giugno 11, 02:23   #10 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-03-2010
Residenza: prov. (TV)
Messaggi: 183
Citazione:
Originalmente inviato da marshall61 Visualizza messaggio
<cut> se posti qualche tua realizzazione elettronica, tipo il PL, potrebbe interessare a parecchie persone me compreso come il display a led per i cartelloni pubblicitari..
Ho realizzato diversi progetti ma sono tutti o su piastra millefori o su montaggio volante all' interno di contenitori/schermi metallici per RF. Quelli più interessanti, che sono una decina in tutto, li pubblicherò sul mio sito web (insieme alle informazioni relativamente al firmware) quando avrò fatto il porting su PCB (processo molto costoso .. per un hobbyist).

Se invece ti serve una dritta questa te la posso dare subito .. e veniamo subito al dunque.

I PL, costituiti praticamente dai "riallineatori" e basati su servocomandi e photoswitch per quanto riguarda la gestione delle sbarre mobili e dei semafori ferroviari (con conseguente ricaduta su quelli stradali), saranno implementati fisicamente solo nella seconda versione del plastico sebbene possano essere gestiti insieme ai led ed ai cartelloni pubblicitari già dal circuito della prima versione, che ora ti descrivo.

Il circuito, che funge da interfaccia tra lo smart-LCD ed i led e/o i servocomandi, è di facile realizzazione, tant'è che si può montare su una millefori o anche su una breadboard; tutti i componenti sono attualmente disponibili in commercio a basso costo e gli IC (o CI, circuiti integrati), che non sono altro che i driver per i led/relè/servo ecc, sono tutti reperibili in formato standard DIP con pitch di 2,54mm per PTH, quindi non microscopici.

PRATICAMENTE, SE NON SI è ANCORA CAPITO, BASTA UNO SMART-LCD DA POCHE DECINE DI EURO (per es. come questo TIGAL - 4D Systems - uLCD-32PT (3,2 LCD TFT display module with touch screen, 240x320 resolution, 65K colors (SGC default interface)) 63€+IVA con schermo tattile e disponibile da subito) ED UNA SEMPLICE MILLEFORI FAI DA TE DOVE STAGNARE UNA MANCIATA DI ECONOMICI IC-DRIVER PER COMANDARE TUTTO MA PROPRIO TUTTO QUELLO CHE SERVE AD UN PLASTICO FERROVIARIO!!

Naturalmente bisogna imparare il linguaggio di programmazione 4DGL che però è davvero molto semplice (essendo limitato alle risorse hardware cui deve gestire) anche per chi non ha alcuna dimestichezza col "C". Scaricatevi questi pdf e ve ne renderete subito conto:
1) http://www.4dsystems.com.au/download...anual-rev2.pdf
2) http://www.4dsystems.com.au/download...tions-rev2.pdf

Il circuito che ospita il radrizzatore, livellatore, regolatore di tensione e tutti i driver può essere realizzato su di un' unica piastra oppure distribuito su più piastre collegate alla seriale dello smart-LCD allo scopo di limitare la lunghezza dei collegamenti con i led ecc. Io ho preferito fare tutto in una piastra, ponendola al CENTRO sotto il tavolo in modo da minimizzare la lunghezza dei collegamenti con i led e quindi le EMI (interferenze causate da emissioni elettromagnetiche), e avere un unico collegamento con la seriale. Per il momento la seriale dei smart-LCD di 4D-System è implementata in hardware solo con il protocollo I2C, ma non SPI la quale richiede invece una funzione di tipo software applicata ai GPIO (lo SPI hardware viene usato solo per la gestione della SD-Card) sebbene sia gestibile dal 4DGLI. In commercio si trovano comunque sia driver con interfaccia SPI che I2C che convertitori di protocollo per i quali esistono però dei limiti che volendo si possono aggirare. Il collegamento tra seriale e circuito dei driver deve essere fatto con del cavetto schermato oppure va tenuto il più corto possibile (anche se dalle prove che ho effettuato non è risultato per niente critico).

Come criterio di scelta per i driver potete usare il seguente:
_per il pilotaggio dei led (ad es. quelli dei semafori) bastano dei comuni I/O (I significa che sono utilizzabili anche come Input, ad esempio per acquisire lo stato dei photoswitch dei PL) expander (come quelli di Microchip disponibili sia con IF I2C che SPI), ma io vi consiglio vivamente di optare per componenti specializzati quali i led driver con uscita a corrente costante (impostabile via sw o con un resistore esterno di opportuno valore) i quali presentano il vantaggio, rispetto alle normali GPO che sono a tensione costante, di non richiedere il resistore di limitazione/protezione di corrente per ciascun led, inoltre i finali possono essere alimentati con tensioni superiori (anche 40V) a quella usata per la logica di controllo permettendo di mettere in serie più led da accendere contemporaneamente (ad es. 4 led con 12V) oltre che avere nativamente l' uscita protetta da cortocircuito (essendo limitata in corrente) Nota: Anche se avete pochi led da pilotare è sempre raccomandabile non usare direttamente i GPIO dello smart-LCD;
_ per il pilotaggio dei relè (vedi relè-driver) consiglio di usare IC con i clamp-diode incorporati, altrimenti li divrete aggiungere voi esternamente;
_ per pilotare singolarmente molti led, i led RGB, le matrici 8x8 (ne esistono di led rgb come questa da 22€ FUTURA ELETTRONICA SCHEDA TECNICA - 7300-MATRICE8X8RGB - DISPLAY A MATRICE 8X8 LED RGB), i cartelloni pubblicitari ed in genere tutto quello che richiede un gran numero di connessioni (o quando queste sono davvero tante) vi consiglio l' uso di un driver dotato di multiplexer, ad es. potrete controllare singolarmente 64 led usando solo 16 pin usando una matrice 8x8 o anche molti meno sfruttando le caratteristiche di unidirezionalità dei led e/o altri accorgimenti;
_ per dimmerare i led, ossia controllarne la luminosità, esistono integrati con generatore PWM all' uscita (potete caricare il valore di luminosità che desiderate per ogni uscita sui registri interni attraverso l' interfaccia seriale oppure la durata dell' impulso per il posizionamento dei servocomandi), a 16 e più uscite, anche multiplexate e in alta tensione per il collegamento dei led in serie;
_ per il controllo di posizionamento dei servocomandi dei PL potete usare i drivers di cui sopra se vi permettono di impostare i giusti parametri oppure sceglierne uno cloccabile dell' esterno oppure usare un GPO dello smart-LCD; se avete la pazienza di studiarvi il protocollo DCC NMRA potete utilizzare una di queste uscite, amplificandola in corrente ad es. con questo finale da 3A http://www.futurashop.it/pdf_eng/1350-LMD18201T.pdf (come la corrente erogabile dalla centralina Roco che ho io) con possibilità di essere parallelizzato in modo da ottenere correnti maggiori, anche per il controllo dei treni attraverso la seriale dello smart-display.

Se interessa a qualcuno la prossima volta posto l' elenco degli IC, con i link ai datasheet, acquistati presso Elco-Elettronica, disponibili anche su Mouser.it, che sto usando io.

A proposito di smart-LCD, la 4DSystem li fornisce anche con touch-screen di serie, generalmente con una maggiorazione di soli 10€, utilizzabile come dispositivo di input in alternativa al tastierino o per chi desidera un look più cool.

Ritornando a parlare di PL e photo-switch attivi posso solo anticiparvi che devo ancora sperimentare se utilizzare il tipo trasmissivo (TX da una parte, RX dall' altra), riflettivo (con TX ed RX in un' unica sede) con catadiottrico, o se sia sufficiente un TRX analogico come sensore di prossimità del segnale riflesso dal treno stesso da posizionare sotto i binari togliendo una o due traverse.

La spettacolarità dovuta ai led colorati ed RGB è davvero notevole. Vi assicuro anche che, grazie ai led bianchi high-bright usati per l' illuminazione di strade, ponti, vicoli, spazi aperti ecc, potrete divertirvi con il vostro plastico stando al buio più totale! Ho un filmatino della prima versione del mio plastico con tutti i led ed i treni in funzione, che è archiviato da qualche parte tra le centinaia di DVD di dati che scarico annualmente dal web, appena lo trovo apro un canale sul Tubo dove caricarlo e vi posto il link.

Ciao!
djflix non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Piccolo plastico in scala N marshall61 Ferromodellismo 14 21 dicembre 10 10:25
un plastico da esposizione in scala N scalatt Ferromodellismo 17 14 aprile 10 20:09
Scala TT 1:120 - Il plastico di Kirchbach scalatt Ferromodellismo 131 04 aprile 10 06:50
plastico scala N pinobeato Ferromodellismo 15 21 marzo 10 11:37



Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 01:33.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002