Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Volo a Scoppio


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 01 luglio 16, 18:37   #11 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-04-2001
Residenza: SASSARI
Messaggi: 571
Mi dispiace, continui ad esibire la tua saccenza ma non prendi in considerazione I MANUALI YAMADA dei motori che ho enumerato e le perplessità che hanno destato in me.
Io personalmente non possiedo tutti quei motori YS né faccio volo 3D, però almeno 6 complessivamente li ho avuti e li ho sempre alimentati con olio al 20%; tuttavia, una volta che ho visto quei MANUALI YAMADA, come appassionato di motori, qualche domanda (a cui non ho ancora ricevuto risposte) me la sono posta. Tutto qua. Se poi ho toccato qualche nervo scoperto me ne scuso tanto.
__________________
-nati non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza-
miklarocca non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 01 luglio 16, 20:27   #12 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 16-12-2006
Messaggi: 6.384
che nervo scoperto, ci mancherebbe.
Ho solo scritto e ribadisco che quei motori vanno utilizzati tenendo conto delle loro finalità: motori da gara, utilizzati quasi esclusivamente nelle competizioni, quindi tenuti a dare il massimo in chiave di potenza e risposta.
In questo senso i motori strettamente glow in questione ESIGONO alte percentuali di nitrometano e, parallelamente, una "buona dose di olio".

In situazioni "diverse" (ma allora la scelta dello yamada è semplicemente sbagliata) si può risparmiare sui componenti in questione (olio compreso)
toio!! non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 luglio 16, 12:29   #13 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-04-2001
Residenza: SASSARI
Messaggi: 571
Sommessamente....quindi Yamada produttrice di motori da gara, di alte prestazioni, che secondo te induce a sbagliare, è autolesionista? O ci sono altre spiegazioni? (ed è quello che cercavo di sapere, naturalmente se me lo consenti).
__________________
-nati non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza-
miklarocca non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 luglio 16, 13:09   #14 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 16-12-2006
Messaggi: 6.384
sono stato chiaro ognuno si tenga le proprie opinioni
toio!! non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 luglio 16, 22:12   #15 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di italo.driussi
 
Data registr.: 02-07-2004
Residenza: Ronchi dei Legionari (GO)
Messaggi: 5.665
Nei vecchi yamada senza centralina la percentuale minima d' olio e' del 20%, aumentabile al 22% se fa molto caldo, anche se possono funzionare con percentuali inferiori di nitro, l' ottimale e' il 30%.

Fonte: Un certo sig. Yamada che ho avuto il piacere di conoscere agli europei di F3A a Calcinatello.

Sui modelli recenti con centralina non mi pronuncio, per sentito dire da conoscenti si usa molto meno olio e nitro, non sono solo i vecchi motori con l' aggiunta della centralina ma sono cambiate anche fasature e rapporti di compressione.
__________________
Solo Aeromodelli -
Autogiro Elicotteri Multirotori No grazie
italo.driussi è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 luglio 16, 16:19   #16 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-04-2001
Residenza: SASSARI
Messaggi: 571
Grazie! Finalmente una risposta non completamente soddisfacente ma che, almeno recepisce i miei dubbi. Certo, con buona pace di qualcuno, sarebbe interessante ed istruttivo, sapere esattamente come stanno le cose.
__________________
-nati non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza-
miklarocca non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 luglio 16, 17:28   #17 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 16-12-2006
Messaggi: 6.384
Citazione:
Originalmente inviato da italo.driussi Visualizza messaggio
Nei vecchi yamada senza centralina la percentuale minima d' olio e' del 20%, aumentabile al 22% se fa molto caldo, anche se possono funzionare con percentuali inferiori di nitro, l' ottimale e' il 30%.

Fonte: Un certo sig. Yamada che ho avuto il piacere di conoscere agli europei di F3A a Calcinatello.

Sui modelli recenti con centralina non mi pronuncio, per sentito dire da conoscenti si usa molto meno olio e nitro, non sono solo i vecchi motori con l' aggiunta della centralina ma sono cambiate anche fasature e rapporti di compressione.


E certo: io ho avuto il 170 CDI e usavo una miscela al 15% di olio e 15% nitro con bassi consumi di miscela.
D'altronde il problema degli yamada per gli utenti non interessati alle gare è sempre stato l'alto consumo di nitro e olio (e quindi miscele molto care), criticità in buona parte risolta con la commercializzazione dei motori(glow) con centralina.
L'FZ80S che ha sostituito il 70 e prima ancora il 63 esige dal 20 al 24% di olio mentre l'ultima versione del 115 si accontenta di una % di olio nella norma di un 4t (dal 15 al 20%):
Per il 185 FZ (e qui miklarocca ha ragione di stupirsi) viene suggerita una miscela con olio dal 5% (incredibile...) al 25%: evidentemente il motore, se usato in maniera prudenziale senza chiederne elevate prestazioni può accettare miscele povere di olio e nitro
toio!! non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 luglio 16, 22:37   #18 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 23-04-2001
Residenza: SASSARI
Messaggi: 571
Allora...non per polemizzare (figuriamoci se voglio far polemiche con un persona alla quale mi unisce l'hobby più bello del mondo, che pratico da circa 60 anni), ma ti invito ancora una volta a controllare le istruzioni ufficiali dei motori Yamada (ys_home), scoprirai che per tutta la serie DZ, che siano Cdi o meno, sono previste percentuali di olio molto basse (da 5-10 al 20%).
Questo fatto ha solleticato la mia curiosità: è legato all'uso di nuove leghe? Hanno modificato fasature e rapporti di compressione come suppone Italo Drussi? Oppure molto più semplicemente il sig. Yamada si è accorto che la miscela fresca che circola nel carter rende l'olio più fluido e fa sì che la lubrificazione sia più efficace?
Quest'ultima supposizione non è peregrina: se confrontiamo i motori stellari Seidel ed Evolution con i molto più blasonati SAITO e OS, ci rendiamo conto che, mentre i primi prevedono una percentuale di olio che va dal 5 al 7% i secondi richiedono percentuali più elevate forse proprio perché, mentre nel primo caso la miscela transita nel carter prima di essere aspirata, nel secondo viene aspirata direttamente dal carburatore e la lubrificazione avviene, come in genere (tranne che per i motori Yamada), per trafilamento dell'olio attraverso la fascia. Naturalmente in questo caso l'olio è più denso e meno penetrante. Se così fosse, sempre per analogia, in tutti i motori Ys si potrebbero ridurre le percentuali anche se, forse, nei miei attuali 3 continuerò ad utilizzare il 20%.
__________________
-nati non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza-
miklarocca non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04 luglio 16, 15:26   #19 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 16-12-2006
Messaggi: 6.384
Citazione:
Originalmente inviato da miklarocca Visualizza messaggio
Allora...non per polemizzare (figuriamoci se voglio far polemiche con un persona alla quale mi unisce l'hobby più bello del mondo, che pratico da circa 60 anni), ma ti invito ancora una volta a controllare le istruzioni ufficiali dei motori Yamada (ys_home), scoprirai che per tutta la serie DZ, che siano Cdi o meno, sono previste percentuali di olio molto basse (da 5-10 al 20%).
Questo fatto ha solleticato la mia curiosità: è legato all'uso di nuove leghe? Hanno modificato fasature e rapporti di compressione come suppone Italo Drussi? Oppure molto più semplicemente il sig. Yamada si è accorto che la miscela fresca che circola nel carter rende l'olio più fluido e fa sì che la lubrificazione sia più efficace?
Quest'ultima supposizione non è peregrina: se confrontiamo i motori stellari Seidel ed Evolution con i molto più blasonati SAITO e OS, ci rendiamo conto che, mentre i primi prevedono una percentuale di olio che va dal 5 al 7% i secondi richiedono percentuali più elevate forse proprio perché, mentre nel primo caso la miscela transita nel carter prima di essere aspirata, nel secondo viene aspirata direttamente dal carburatore e la lubrificazione avviene, come in genere (tranne che per i motori Yamada), per trafilamento dell'olio attraverso la fascia. Naturalmente in questo caso l'olio è più denso e meno penetrante. Se così fosse, sempre per analogia, in tutti i motori Ys si potrebbero ridurre le percentuali anche se, forse, nei miei attuali 3 continuerò ad utilizzare il 20%.
In effetti la cosa che sorprende è il trattamento identico delle due versioni.

Allora mi e ti domando: che vantaggi avrebbe la versione cdi nata appunto per consentire un bel risparmio sul costo miscela?
Vero è che la versione cdi consuma meno della versione senza centralina ma il vantaggio più sensibile derivava da un taglio netto nelle dosi di olio e nitro necessarie.
toio!! non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04 luglio 16, 16:23   #20 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di eriskio
 
Data registr.: 18-03-2010
Residenza: Genova
Messaggi: 1.114
Immagini: 4
Citazione:
Originalmente inviato da toio!! Visualizza messaggio
E certo: io ho avuto il 170 CDI e usavo una miscela al 15% di olio e 15% nitro con bassi consumi di miscela.
D'altronde il problema degli yamada per gli utenti non interessati alle gare è sempre stato l'alto consumo di nitro e olio (e quindi miscele molto care), criticità in buona parte risolta con la commercializzazione dei motori(glow) con centralina.
L'FZ80S che ha sostituito il 70 e prima ancora il 63 esige dal 20 al 24% di olio mentre l'ultima versione del 115 si accontenta di una % di olio nella norma di un 4t (dal 15 al 20%):
Per il 185 FZ (e qui miklarocca ha ragione di stupirsi) viene suggerita una miscela con olio dal 5% (incredibile...) al 25%: evidentemente il motore, se usato in maniera prudenziale senza chiederne elevate prestazioni può accettare miscele povere di olio e nitro
Non so, ma se io dovessi fare competizioni per vincere "ad ogni costo", userei miscela al 5% Olio, per avere prestazioni assolute.
Ecchisenefrega se dopo 2 ore (o solo una gara) il motore é da buttare.

In un contesto competitivo d'altronde il costo della miscela o la durata del motore sono esattament egli ultimi dei problemi da considerare...
Un po' come fanno in F1 dopotutto...
__________________
AGEM Genovamodel.it
eriskio non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
MOTORI GLOW: 2 tempi. VS. 4 tempi stasy Aeromodellismo Volo a Scoppio 120 05 gennaio 15 09:51
glow 4 tempi tratto2005 Compro 0 14 aprile 14 07:07
Motore 4 tempi Glow ClaBos Compro 5 13 agosto 13 16:43
motore 4 tempi glow pil44 Compro 3 28 febbraio 12 01:14
help, carburazione 2 e 4 tempi glow ik2obm Aeromodellismo Volo a Scoppio 10 05 ottobre 07 15:13



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 08:23.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002