Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Alianti


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 08 febbraio 19, 14:31   #1 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 18-09-2004
Messaggi: 9
Aliante coda a v o classica

Ciao a tutti, domanda... la coda a v è sicuramente più leggera e questo per un veleggiatore è molto , quali sono invece, se ci sono, gli svantaggi rispetto ad una coda tradizionale con deriva? Grazie
eternauta non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 08 febbraio 19, 21:33   #2 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di ik2nbu
 
Data registr.: 13-08-2007
Residenza: Seriate BG
Messaggi: 1.001
Citazione:
Originalmente inviato da eternauta Visualizza messaggio
Ciao a tutti, domanda... la coda a v è sicuramente più leggera e questo per un veleggiatore è molto , quali sono invece, se ci sono, gli svantaggi rispetto ad una coda tradizionale con deriva? Grazie
Se cerchi nelle discussioni del forum troverai la risposta,
voli in pendio o pianura ?

Arnaldo
ik2nbu non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 febbraio 19, 06:32   #3 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Clabe
 
Data registr.: 16-08-2007
Residenza: Perugia
Messaggi: 1.808
Citazione:
Originalmente inviato da eternauta Visualizza messaggio
Ciao a tutti, domanda... la coda a v è sicuramente più leggera e questo per un veleggiatore è molto , quali sono invece, se ci sono, gli svantaggi rispetto ad una coda tradizionale con deriva? Grazie
La coda a V è più leggera, offre meno resistenza rispetto ad una coda a croce diciamo la stessa di una coda a T. Non solo la coda a V risulta più efficace nel volo in termica perchè la modalità con cui agisce il comando del direzionale influenza anche l'assetto longitudinale positivamente. La coda tradizionale è assolutamente superiore in acrobazia suprattutto nelle figure dove il comando del direzionale deve essere pulito e neutro ad esempio volo a coltello e scivolata d'ala. Quest'ultima genericamente è più resistente.
Per il modellista medio è solo una scelta estetica.
Claudio
__________________
"Il tempo non conta... conta quello che fai,
se lo fai bene!"
Clabe è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 febbraio 19, 18:08   #4 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Personal Jesus
 
Data registr.: 21-05-2009
Messaggi: 2.131
Citazione:
Originalmente inviato da Clabe Visualizza messaggio
...la coda a V risulta più efficace nel volo in termica perchè la modalità con cui agisce il comando del direzionale influenza anche l'assetto longitudinale positivamente...
Sicuro?
Personal Jesus non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 febbraio 19, 18:24   #5 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Edima
 
Data registr.: 19-12-2009
Residenza: Turriaco (GO)
Messaggi: 1.032
Citazione:
Originalmente inviato da Personal Jesus Visualizza messaggio
Sicuro?
Ho molti dubbi anch'io.
Edi
Edima non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 febbraio 19, 20:03   #6 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di pikemax
 
Data registr.: 31-08-2004
Residenza: In termica....coi baffi.
Messaggi: 5.441
Citazione:
Originalmente inviato da Edima Visualizza messaggio
Ho molti dubbi anch'io.
Edi
Io no, non ho alcun dubbio, sono certo sia meglio che i comandi agiscano solo sul loro asse di competenza senza interazioni, interazioni che poi sono di certo correlate alla velocità di volo e quindi poco gradevoli e prevedibili.
Purtroppo molti modellisti si sono abituati a difetti nel i comportamento dinamico e se ne sono fatti una ragione, un classico esempio è che molti quando applicano un comando di rollio cabrano, in modo da contrastare il momento picchiante dato da un differenziale sbagliato e da un mix alettoni direzionale eccessivo.
pikemax non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 febbraio 19, 20:22   #7 (permalink)  Top
Gran Decapo
 
L'avatar di Ehstìkatzi
 
Data registr.: 18-03-2007
Messaggi: 12.190
Citazione:
Originalmente inviato da pikemax Visualizza messaggio
Io no, non ho alcun dubbio, sono certo sia meglio che i comandi agiscano solo sul loro asse di competenza senza interazioni, interazioni che poi sono di certo correlate alla velocità di volo e quindi poco gradevoli e prevedibili.
Purtroppo molti modellisti si sono abituati a difetti nel i comportamento dinamico e se ne sono fatti una ragione, un classico esempio è che molti quando applicano un comando di rollio cabrano, in modo da contrastare il momento picchiante dato da un differenziale sbagliato e da un mix alettoni direzionale eccessivo.
Non è che si cabra perchè il comando di rollio aumenta la resistenza dell'ala con conseguente diminuzione di velocità e riduzione di portanza che necessita quindi di un aumento di incidenza ?
Ehstìkatzi è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 febbraio 19, 21:13   #8 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di pikemax
 
Data registr.: 31-08-2004
Residenza: In termica....coi baffi.
Messaggi: 5.441
Citazione:
Originalmente inviato da Ehstìkatzi Visualizza messaggio
Non è che si cabra perchè il comando di rollio aumenta la resistenza dell'ala con conseguente diminuzione di velocità e riduzione di portanza che necessita quindi di un aumento di incidenza ?
No, se dai rollio destra sinistra di 3040 gradi dolcemente in sequenza vedrai che il modello picchia vistosamente. Che si debba sostenere in virata è palese ma un conto è sostenere un conto è cabrare. Capita che i miei setup da termica siano ben riusciti e il comportamento molto molto neutro, chi li prova dice, hey ma stalla in virata, e io penso, eccolo qua un altro abituato al modello che accelera deciso in rollio.

Aggiungo che per la f3j o f5j la parte importante del volo sono gli ingressi in virata, se il setup è corretto costano poca energia e soprattutto dicono subito se hai avuto la sensazione giusta e sei in termica, basta appoggiare l’ala e capisci col cabra se sei in buona, ma questo è un altro discorso.

Ultima modifica di pikemax : 09 febbraio 19 alle ore 21:20
pikemax non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 febbraio 19, 21:20   #9 (permalink)  Top
Gran Decapo
 
L'avatar di Ehstìkatzi
 
Data registr.: 18-03-2007
Messaggi: 12.190
Citazione:
Originalmente inviato da pikemax Visualizza messaggio
No, se dai rollio destra sinistra di 3040 gradi dolcemente in sequenza vedrai che il modello picchia vistosamente. Che si debba sostenere in virata è palese ma un conto è sostenere un conto è cabrare. Capita che i miei setup da termica siano ben riusciti e il comportamento molto molto neutro, chi li prova dice, hey ma stalla in virata, e io penso, eccolo qua un altro abituato al modello che accelera deciso in rollio.

Aggiungi che per la f3j o f5j la parte importante del volo sono gli ingressi in virata, se il setup è corretto costano poca energia e soprattutto dicono subito se hai avuto la sensazione giusta e sei in termica, basta appoggiare l’ala e capisci col cabra se sei in buona, ma questi è un altro discorso.
Non capisco la differenza tra sostenere e cabrare : tiri lo stick del profondità e cabri oppure ti metti a pregare e lo sostieni con la fede ?
Ehstìkatzi è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 febbraio 19, 21:45   #10 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di pikemax
 
Data registr.: 31-08-2004
Residenza: In termica....coi baffi.
Messaggi: 5.441
Citazione:
Originalmente inviato da Ehstìkatzi Visualizza messaggio
Non capisco la differenza tra sostenere e cabrare : tiri lo stick del profondità e cabri oppure ti metti a pregare e lo sostieni con la fede ?
Allora mi perdonerai alcuni termini sbrigativi, ma efficaci e comprensibili.
Quello che intendevo è che alcuni danno assieme alettoni e cabra, spesso prima il cabra, quando virano dicendo che se non fanno così in virata il modello casca troppo.
Nei veleggiatori da termica quasi sempre la velocità minima di caduta è situata appena oltre lo stallo, poco oltre, ripeto, poco.
Se viri mentre voli alla minima per forza aumenti la velocità di caduta, ma visto che voli a una velocità poco oltre lo stallo non hai energia da spendere, scendi per forza e se cabri stalli. Quindi se devi cabrare è perché il modello ha cercato di accelerare per gli effetti secondari che il comando di rollio si porta dietro, di solito dovuti a errori di programmazione radio e baricentro non corretto per quella fase di volo. Oppure non eri alla minima... abbiamo fatto delle belle discussioni per capir meglio le forze in gioco nel volo in termica con modelli f5j a basso carico alate e le conclusioni sono state piuttosto inaspettate ma anticipate da quello che vedevamo accadere in volo. Facemmo anche un lavoro in cui cercammo di capire come rendere più costante la velocità in spirale rilevando diversi parametri. La sintesi è che con modelli molto leggeri, fini e con fusoliera con sezioni ridottissime la somma della portanza disponibile e maggiore se si vola sopportando una modesta imbardata inversa.
pikemax non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
aliante con coda a V vitaminab12 Aeromodellismo Alianti 30 04 febbraio 14 22:38
ACRO CLASSICA e 3D SANKAKU Aeromodellismo 5 18 maggio 11 03:40
troncone di coda a croce per aliante Nextone Compro 0 06 marzo 11 22:48
La classica domanda.. Poldo111850 Aeromodellismo 50 06 aprile 08 16:26
PIANI DI CODA ALIANTE GLAAA Aeromodellismo 21 03 febbraio 05 00:00



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 14:24.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002