Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Elimodellismo > Elimodellismo Motore Elettrico


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 06 settembre 13, 16:19   #801 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 11-11-2010
Messaggi: 258
Bene, bene,
le G-batterie risultano consegnate a casa .................
in attesa del motorello specifico per il NEXE8 bipala, le proveremo nel fine settimana sul tripala, già motorizzato Scorpion HK4035*5+6YY*1,4 by Gmauro ......... credo uno dei Gmotori più noto ....
Se ce ne sarà modo, faranno un giro anche sull'elicottero "standard" (bipale e motore di serie) in attesa dell'apposito
Ciao
flyman1 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04 ottobre 13, 16:45   #802 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 18-02-2007
Messaggi: 5
Discussione veramente molto interessante!
Avrei intenzione anche io di realizzare dei motori brushless come quelli fatti da GMauro, ma più grandi (non sono per uso modellistico, voglio realizzare una piccola auto da corsa elettrica).
Diciamo con uno statore di 150 mm di diametro...

Potete indicarmi dove trovare i necessari lamierini? Ho trovato diversi fornitori che fanno lamierini per motori tranciati, ma ovviamente va realizzato il necessario attrezzaggio, e per pochi pezzi non conviene...

GMauro: tu dove li hai acquistati?
Bit79 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 22 ottobre 13, 07:30   #803 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 11-11-2010
Messaggi: 258
3DX Italy

E' stato un piacere averti rivisto e conosciuto anche 7,62x51 !

Ho ricontrollato tutto il "tripalide" , scaricato i LOG, ricaricato le Gbatterie ;)
e ti posso confermare che abbiamo consumi elettrici, consumi di main gear e temperature complessive decisamente migliori di un anno fa.
Decisamente vantaggioso l'uso dei Gmotori in ottica di efficienza
Ottime e stabili anche le batterie che, come hai visto, non hanno vita facile !
Ora le aspetta una lunga tortura , e torniamo a testare l'altro motore, (6+5 YY 1,32, per chi legge) anche se l'esperienza sul tripala mi ha permesso di ottenere subito risultati eccellenti.

A presto,

Ciauz
flyman1 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 23 ottobre 13, 13:06   #804 (permalink)  Top
Rivenditore - GMauroBrushless
 
L'avatar di GMAURO
 
Data registr.: 22-07-2005
Residenza: Piacenza
Messaggi: 1.399
Citazione:
Originalmente inviato da Bit79 Visualizza messaggio
Discussione veramente molto interessante!
Avrei intenzione anche io di realizzare dei motori brushless come quelli fatti da GMauro, ma più grandi (non sono per uso modellistico, voglio realizzare una piccola auto da corsa elettrica).
Diciamo con uno statore di 150 mm di diametro...

Potete indicarmi dove trovare i necessari lamierini? Ho trovato diversi fornitori che fanno lamierini per motori tranciati, ma ovviamente va realizzato il necessario attrezzaggio, e per pochi pezzi non conviene...

GMauro: tu dove li hai acquistati?
Alla faccia della prontezza di risposta. ..... sorry. Io ho trovato il mio fornitore all'estero. In Italia ho fatto fatica a trovare chi potesse soddisfarmi, anche in virtù dello spessore 0.1 che cercavo. Ti consiglio di provare una googolata, e trovare un'azienda in grado di eseguire campionature a taglio laser ( deve essere specifico ed a elevata precisione) oppure per elettroerosione. Per pochi pezzi, come nel mio caso, è la scelta piu conveniente.
__________________
ROCK 'N ROLL!
www.gmaurobrushless.it
GMAURO non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 23 ottobre 13, 13:08   #805 (permalink)  Top
Rivenditore - GMauroBrushless
 
L'avatar di GMAURO
 
Data registr.: 22-07-2005
Residenza: Piacenza
Messaggi: 1.399
Citazione:
Originalmente inviato da flyman1 Visualizza messaggio
E' stato un piacere averti rivisto e conosciuto anche 7,62x51 !

Ho ricontrollato tutto il "tripalide" , scaricato i LOG, ricaricato le Gbatterie ;)
e ti posso confermare che abbiamo consumi elettrici, consumi di main gear e temperature complessive decisamente migliori di un anno fa.
Decisamente vantaggioso l'uso dei Gmotori in ottica di efficienza
Ottime e stabili anche le batterie che, come hai visto, non hanno vita facile !
Ora le aspetta una lunga tortura , e torniamo a testare l'altro motore, (6+5 YY 1,32, per chi legge) anche se l'esperienza sul tripala mi ha permesso di ottenere subito risultati eccellenti.

A presto,

Ciauz
Piacere mio manuele, e piacere anche per aver conosciuto un po meglio il bravo Matteo. I miei complimenti.
Sono felice che l'equipaggiamento vi soddisfi, buona continuazione con i vostri test. Alla prossima.
__________________
ROCK 'N ROLL!
www.gmaurobrushless.it
GMAURO non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 23 ottobre 13, 16:59   #806 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di 7.62x51
 
Data registr.: 09-07-2011
Residenza: Mongardino d'Asti
Messaggi: 1.878
Citazione:
Originalmente inviato da flyman1 Visualizza messaggio
E' stato un piacere averti rivisto e conosciuto anche 7,62x51 !
Piacere assolutamente reciproco.

Complimenti per l'ottimo lavoro.
__________________
Fabio
Henseleit TDR; Synergy E7; Hirobo EMBLA.
7.62x51 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 30 ottobre 13, 22:08   #807 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 18-02-2007
Messaggi: 5
Ciao,
ho provato a fare alcune ricerche... si trovano aziende che fanno taglio laser di lamierini magnetici, ma il costo è decisamente elevato...
Bit79 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 31 ottobre 13, 07:50   #808 (permalink)  Top
Rivenditore - GMauroBrushless
 
L'avatar di GMAURO
 
Data registr.: 22-07-2005
Residenza: Piacenza
Messaggi: 1.399
Citazione:
Originalmente inviato da Bit79 Visualizza messaggio
Ciao,
ho provato a fare alcune ricerche... si trovano aziende che fanno taglio laser di lamierini magnetici, ma il costo è decisamente elevato...
Purtroppo si. Questo lo è anche all'estero. Personalmente mi rivolgo ad un'azienda estera che me li produce per elettroerosione. Ma il costo è decisamente "europeo". Anche in questo caso vale la regola che il lavoro/prodotto di qualità costa. Provato sulla pelle.
__________________
ROCK 'N ROLL!
www.gmaurobrushless.it
GMAURO non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 22 novembre 13, 23:30   #809 (permalink)  Top
Rivenditore - GMauroBrushless
 
L'avatar di GMAURO
 
Data registr.: 22-07-2005
Residenza: Piacenza
Messaggi: 1.399
Buonasera a tutti.
Dopo un certo periodo di silenzio in questo thread, torno a dare una spolveratina, con qualcosa di “nuovo” ed un po’ diverso dalle modifiche ai motori, ma sempre strettamente correlato. Le curve di efficienza e le caratteristiche dei motori brushless, passando attraverso i metodi di misura, le attrezzature utilizzate e le considerazioni personali e l’interpretazione dei risultati.

PREMESSA: tutto quello che vi sto scrivendo oggi è estratto dalle mie prime esperienze in merito, che sono ancora limitate ed “in via di sviluppo”. Il continuare con questa sperimentazione potrebbe portarmi a considerazioni differenti da quelle che ho a disposizione ora, per cui non prendete quello che leggerete come completamente rigido e vincolante.

Finalmente, dopo mesi di grattacapi ed avventure varie, sono riuscito a completare la mia postazione test (banco prova frenato) con un alimentatore switching per il pilotaggio dei motori (Un grazie infinito a Steve che si è prodigato per la realizzazione, e a tutti coloro che in questi mesi mi hanno aiutato a vario titolo in merito all’alimentazione).
L’alimentatore in questione è in grado di fornire una tensione di 25V e 200A costanti, realizzato utilizzando 4 singoli alimentatori da server HP. La necessità di utilizzare un’alimentazione del genere, deriva dal fatto che, per il calcolo delle curve di efficienza, è necessaria una fonte a tensione costante (teoricamente) indipendentemente dal carico applicato. E’ facile capire, come l’utilizzo di un pacco LiPo non sarebbe adatto allo scopo, dato che il mio target di misura (logicamente non per qualsiasi motore) si attesta, a massimo carico, tra i 160A ed i 190A, valori che vengono mantenuti per almeno 5-8 secondi, così come per i carichi inferiori. Nel mio caso specifico, l’alimentatore mi permette di contenere la caduta di tensione attorno agli 0.8V ad un carico di circa 180A.





Il freno per caricare il motore da testare è una realizzazione artigianale, che ho fatto fare da mio disegno e sfrutta il principio delle correnti parassite (Eddy current, esattamente ciò che si cerca di scongiurare quanto più possibile nei nostri motori). Il Principio è che un campo magnetico rotante, che viene immerso (o circondato) da un materiale, che sia ottimo conduttore di elettricità, ma non magnetico (rame ed alluminio in primis), cortocircuita le linee di flusso del campo stesso, creando così la forza frenante. La variazione del freno, è data da quanto il campo magnetico viene immerso nel materiale in questione.

All’interno del blocco di alluminio che utilizzo sul freno, ho adottato il rotore di un motore inrunner Lehner 3080, composto da una serie di magneti circolari, impilati uno sull’altro. Con questo “setup”, immergendo 1/3 della lunghezza del rotore, arrivo a caricare 110A. Con questa tensione di alimentazione e conseguenti RPM, credo potrei arrivare con facilità a 300A o più….

Tutto questo genera una grande quantità di calore, tanto da rendere necessario un raffreddamento a liquido per poter eseguire test consecutivi di 3 o più motori. Nel mio caso farò questo utilizzando un watercooler di recupero da un PC, con radiatore e ventola di raffreddamento. Poco più che un giocattolo, ma aiuta notevolmente ad allungare il tempo di lavoro del freno magnetico.

Nel mezzo di questi 2 elementi, troviamo regolatore ESC (per ora YEP 120HV, e a breve YGE 320HV) ed il sistema di misura UNILOG2 della SMmodellbau. Per quanto riguarda il regolatore, al fine di poter ottenere dati validi da inserire nel computer, è importante che questo sia a timing fisso, e selezionabile a piacimento. Regolatori con software che implementano timing dinamici ed automatici non vanno bene, in quanto varierebbero i valori misurati in modo “non naturale”, rendendoli così inutilizzabili per il SW di calcolo.
Il sistema UNILOG2 è un sistema telemetrico generico, pensato per essere montato a bordo dei modelli (come il jlog per chi lo conosce, specifico per i Jive) e permette tutta una serie di misurazioni molto accurate, di tutti i dati necessari allo scopo, ovvero tensione, corrente, giri del motore. Implementabili con semplicità una miriade di sensori aggiuntivi per temperature, velocità, altezze, posizione GPS….. etc etc.

Questo sistema, corredato da un semplice SW (praticamente il Drive Calc nella sua versione excel) permette di arrivare ad un risultato come quello seguente:



Il programmino in questione, è qualcosa di estremamente interessante. Parlandone al riguardo con altri appassionati del genere, ho trovato conferma del fatto che i risultati restituiti sono molto attendibili, cosa confermata anche dalla sua sensibilità verso i numeri inseriti, inoltre, chi si è preso la briga di confrontare i risultati, con quelli avuti da banchi differenti e più professionali / industriali, con sistemi di misura proprietari, ha notato un’elevata corrispondenza, a parità di condizioni di misura.
Personalmente ho già eseguito un certo numero di test, provando a modificare piccoli dettagli su uno dei miei GM e differenti configurazioni di uno stesso motore, notando le variazioni di curve e valori, corrispondenti all’ andamento teorico che mi aspettavo. Figata!

Il programmino in questione, per calcolare le curve di efficienza ed i valori del motore sotto analisi, necessita di 1 o 2 misurazioni a vuoto, ed almeno 2 (meglio se 3) sotto carico, a diversi carichi. I dati necessari sono quelli di Tensione, Corrente e RPM del motore. Le misurazioni a vuoto, se fatte entrambe, meglio se a tensione differente di circa il 20%. Questo aiuta ad aumentare l’accuratezza dei risultati. Per le misure sotto carico, personalmente eseguo più di tre rilevamenti. Questo mi permette di avere un numero maggiore di punti da poter inserire nella tabella corrispondente, in base ai valori di “attendibilità” che il programmino restituisce, nello screenshot nel riquadro nero.
I valori percentuali nel riquadro nero, mostrano quanto si può ritenere plausibile il risultato ottenuto. Finchè rimangono bassi e di colore grigio, i valori inseriti danno un ottimo riscontro del motore. Quando uno o più di questi supera una certa soglia, diventa di colore rosso, e la misura necessita di essere rifatta ad un valore di carico differente da quello attuale. Nella realtà dei fatti ho notato che valori “rossi”, ma contenuti portano a variazioni minime nei risultati, in molti casi trascurabili. Inoltre, il numero che vedete nella casellina verde, è la tensione “reale” a cui il motore andrà a lavorare. Inserire questo valore, permette al programma di calcolare la curva più realistica, virtualmente rapportata alla tensione di lavoro reale.

Le misurazioni le effettuo caricando a step il motore, attualmente mi sono limitato ai 120A nominali del regolatore (Gli A a cui fermarmi ad ogni step li leggo in diretta dal Live Panel, interfaccia grafica dell’unilog che mostra in tempo reale tensione, corrente, RPM, giri ed altri parametri se attivati.), i valori li estraggo dal grafico creato dall’Unilog sulla microSD, visualizzato con il LogView, per intenderci una cosa del genere:



Un’altra funzionalità interessante, è la possibilità di comparare su un unico grafico fino a 3 curve differenti, in modo da poter avere un riscontro immediato delle differenze tra diversi motori, oppure prima e dopo modifica.



Prossimamente, scriverò alcune considerazioni sui risultati che si ottengono con questo metodo, la loro interpretazione e "collocazione".
Per questa sera può bastare..... oltre potrei addormentarmi sulla tastieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee.... ........
Icone allegate
Modifica - Riavvolgimento Dei Motori Brushless-psu-24v-200a-15-.jpg   Modifica - Riavvolgimento Dei Motori Brushless-gmauro-testbench1-9-.jpg  
Immagini allegate
Tipo file: jpg Screenshot.jpg‎ (55,3 KB, 718 visite)
Tipo file: jpg screenshot-3.jpg‎ (81,7 KB, 796 visite)
Tipo file: jpg screenshot-2.jpg‎ (45,2 KB, 789 visite)
__________________
ROCK 'N ROLL!
www.gmaurobrushless.it
GMAURO non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 23 novembre 13, 00:07   #810 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di rosnik
 
Data registr.: 30-04-2012
Residenza: Brescia
Messaggi: 649
Mamma mia!
Interessantissimo!
Grazie per avercelo reso disponibile.
rosnik non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Modifica motori Easy copter Snail Elimodellismo Principianti 7 05 giugno 07 23:20
Modifica regolatore motori a spazzole. luca24372 Circuiti Elettronici 5 05 febbraio 07 08:39
Modifica MM2001 per Motori Bipolari saviothecnic CNC e Stampanti 3D 6 26 maggio 04 16:15



Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 08:56.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002