Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Navimodellismo > Navimodellismo Riproduzioni


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 05 maggio 13, 22:13   #1 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 20-03-2013
Residenza: ROMA
Messaggi: 70
progetto e realizzazione ex novo

Buonasera a tutti, in particolare a:Manuelmodelli, Franave, Marco Iannarelli che mi hanno dato utili consigli.
Propongo una lunga serie di domande che, dopo una cospicua premessa riassumo alla fine di questo post.

Sul programma Rhino sto disegnando uno piroscafo liberamente ispirato ad alcuni modelli del 1800. Delle specifiche ho già parlato quindi non mi dilungo ancora.
Lo scopo è quello di ricavare i disegni per: ordinate, ponti e chiglia da riportare su legno multistrato in modo da poter realizzare il modello scala 1/60 come se fosse una scatola di montaggio.

Per il momento ho tralasciato di perfezionare lo scafo, anche perché si tratta di questioni di fino. Infatti, le ordinate potrebbero già essere definite per quanto riguarda il profilo esterno, cioè quello che permette di incollare il fasciame.
Ho pensato di tagliare le ordinate su multistrato da 4 mm, ognuna di esse avrà in realtà due profili esterni: uno con linea continua e un altro, interno, con linea tratteggiata in modo che quella continua sia quella da seguire per il taglio e quella tratteggiata serva per la rastremazione considerando appunto lo spessore di 4 mm.
Adesso devo stabilire quale sarà il profilo interno in modo che siano organizzati gli spazi. In particolare le ordinate potranno creare il vano già prefissato per batterie (che dovranno essere facilmente rimosse), il motore elettrico, il regolatore di tensione, il ricevitore del telecomando, il servomeccanismo del timone e almeno un verricello per le vele, oltre alle canaline per predisporre i cablaggi.
Per il profilo interno delle ordinate ho quindi bisogno di disegnare questi spazi, ma per disegnare questi ultimi devo sapere che cosa mettere, altrimenti le incognite in quest’equazione diventano troppe e non si conclude nulla. Cioè devo sapere le dimensioni di tutti gli oggetti.

Per far si che in fase di realizzazione non mi trovi di fronte a imprevisti insormontabili, devo conciliare le seguenti necessità: l’imbarcazione deve essere stabile anche con il vento di traverso e quindi, per avere una forte coppia raddrizzante, devo cercare di portare più in basso possibile tutti i pesi, oltre ad appesantire la chiglia; deve avere buona autonomia; deve poter manovrare le vele quindi va lasciato dello spazio per le manovre correnti che passano sotto lo scafo.


Ecco i componenti che avevo scelto io per l’allestimento interno.

Avevo pensato di mettere un motore a spazzole indeciso fra questi modelli: Speed 600, speed 480, speed 400, speed 320 0 300 della Graupner.

Speed 600
Operating voltage range 3,6...8,4 V
85 A
Diameter 35,8 mm
Free shaft length 8,7 mm
Case length 57 mm
All-up weight, approx. 235 g
Maximum efficiency 69 %
No-load current drain (A) 2 A
Charging rate at max. efficiency 12 A
Permissible motor direction R und L
No-load speed 18200 U/min
Nominal voltage 7,2 V
Shaft diameter 3,17 mm

Speed 400
Operating voltage range 3,6...8,4 V
21 A
Diameter 27,7 mm
Free shaft length 13,8 mm
Case length 37,8 mm
All-up weight, approx. 73 g
Maximum efficiency 72 %
No-load current drain (A) 0,5 A
Charging rate at max. efficiency 3,3 A
Permissible motor direction R und L
No-load speed 16400 U/min
Nominal voltage 7,2 V
Shaft diameter 2,3 mm

Speed 480
Operating voltage range 7,4...9,6 V
31 A
Diameter 29,3 mm
Free shaft length 14 mm
Case length 47,3 mm
All-up weight, approx. 105 g
Maximum efficiency 82 %
No-load current drain (A) 1,1 A
Charging rate at max. efficiency 5 A
Permissible motor direction R
No-load speed 17000 U/min
Nominal voltage 7,2 V
Shaft diameter 3,17 mm


Speed 320
Operating voltage range 6...8,4 V
12 A
Diameter 15,5/20,5 mm
Free shaft length 8 mm
Case length 32 mm
All-up weight, approx. 32 g
Maximum efficiency 57 %
No-load current drain (A) 0,3 A
Charging rate at max. efficiency 2 A
Permissible motor direction R und L
No-load speed 21000 U/min
Nominal voltage 7,2 V
Shaft diameter 2 mm

Speed 300
Operating voltage range 6...8,4 V
8,3 A
Diameter 24,4 mm
Free shaft length 12 mm
Case length 30,8 mm
All-up weight, approx. 50 g
Maximum efficiency 67 %
No-load current drain (A) 0,36 A
Charging rate at max. efficiency 1,41 A
Permissible motor direction R und L
No-load speed 12400 U/min
Nominal voltage 7,2 V
Shaft diameter 2 mm

Gli ultimi quattro mi sembrano ottimali dal punto di vista delle dimensioni (ma anche al 600 gli trovo una buona collocazione) e di assorbimento. A proposito! Una domanda, qual è fra i parametri sopraindicati l’assorbimento elettrico a vuoto, io ho preso in considerazione il “No-load current drain (A)” ma forse mi sbaglio. In tal caso effettivamente lo speed 600 con i suo 2 A, mi fa durare molto meno le batterie.

Con il modello speed 600 che è il più grande posso comunque collocare il motore in asse con l’elica da 40 mm, senza necessità di inclinarla verso il basso e senza necessità di giunti cardanici. Il motore in basso va bene per la stabilità ma presenta due problemi, indebolisce l’ordinata se capita in corrispondenza di essa e va messo distante dall’elica perché nella parte finale non ha spazio disponibile.
Volevo sapere se questi modelli sono validi in termini d giri e di potenza per la grandezza dell’imbarcazione.

Per l’albero di trasmissione penso di realizzarlo da solo come ho già fatto per la prima nave, in modo da non essere vincolato alle dimensioni commerciali. L’unica incognita di questo aspetto è sul giunto, non so se esistano giunti che possono unire alberi di diametro diverso.

Per le batterie ho optato per due batterie al piombo (precisamente sarebbe meglio dire AGM) da 6 volt, capaci di 4 Ah ognuna, dalle seguenti dimensioni: 70 mm x 50mm x 110 mm. Le posso collegare in parallelo oppure separare l’alimentazione per il comando delle vele da quella per il comando motore e timone.
Alimentandolo a 6 volt il motore andrebbe più lento rispetto ai giri nominali.
Queste batterie sono facilmente reperibili, per me è più facile ricaricarle, sono economiche.
Nel disegno sono rappresentati tre parallelepipedi: quello di colore ciano rappresenta lo spazio disponibile se messe sul lato corto ad una data altezza che non può essere ulteriormente abbassata, quelli di colore verde rappresentano gli spazi disponibili per le batterie posizionate sul lato medio a due differenti altezze, logicamente quella più in basso è più limitata.
In alternativa posso scegliere di posizionarne una sola.

qui vorrei inserire delle immagini ma non so come fare, le metto come allegati a questo post, spero di fare bene.

Il variatore che ho scelto è questo: GRA2880, della Graupner, variatore navale V30R 30 Ah con retromarcia e ha le seguenti dimensioni e caratteristiche:
Voltaggio operativo 6 ... 12 V
Celle NiCd, NiMH: 5 – 10
Celle Pb: 3 – 6
Massima corrente : 30 Ah
Max corrente reverse: 20 Ah
Temperature cut-off: -
EMF brake
Reverse mode : Si
Power-on signal suppression: yes
Pulse frequency approx. 800 Hz
BEC: 5 V / peak 5 A
Dimensioni 69x31x11mm
Peso 65 g
Tipo di connettore JST

A questo punto vorrei sapere se il variatore è compatibile in termini di amperaggio con tutti i motori sopraelencati.

Il servomeccanismo del timone potrebbe essere fra questi, ma non penso che ci sia bisogno di nulla di particolare.
SERVO HS430BH 7,4v 5Kg 0,14s
Caratteristiche :
Tipo Servo Standard
Alimentazione 6,0V - 7,4V (2S LiPo)
Applicazione Aereo Generale
Coppia a 6,0V 4.1 Kg/cm
Coppia a 7,4V 5 Kg/cm
Velocità a 6,0V 0.16 Sec/60 grd
Velocità a 7,4V 0.15 Sec/60 grd
Ingranaggi Nylon
Numero Cuscinetti 1
Programmabile No
Tipo Motore Cored
Dimensioni 40,6x19,8x36,6 mm
Peso 45 Grammi

Oppure qualche altro prodotto molto simile. Logicamente dove non c’è particolare necessità opto sempre per i prodotti più economici.


La scelta del verricello mi risulta molto più difficile, potrebbe essere questo
Hobbyking S4016D Coreless Digital Titanium Gear Servo, high voltage 6v~7.2v with alloy heatsink casing.
Specifications:
Weight: 56g
Direction: Clockwise/pulse travelling 1000~2000us
Dimensions: 40.2 x 20.1 x 38.8mm
Operating Voltage: 6v~7.2v
Torque: 18.5kg/cm @ 6v, 21.8kg/cm @ 7.2v
Speed (sec/60 deg): 0.15 @ 6v, 0.13 @ 7.2v
Motor Type: Coreless
Middle Case: Aluminium Heat Sink
Lead/Plug: JR Type
Dual Ball Bearing
Titanium Alloy Gear

Prodotto ID: S4020DX
ma non so se posizionarne uno solo o magari due. Per ora mi basta che mi diciate quale sia quello idoneo ad una velatura di (randa dell’albero della mezzana: 51867 mm2, controranda della mezzana 16950 mm2; randa della maestra: 35982 mm2, controranda della maestra: 12778 mm2 ; controfiocco: 23982 mm2; fiocco: 19370 mm2, per un totale di 160929 mm2 ,che posso eventualmente ridurre ma non aumentare), poi dovrò studiare dove metterlo e dove far passare i tiranti.
Devo sapere in quale punto collegarlo al boma e in che punto far entrare il cavo nel ponte, perché in quel punto il ponte non sarà amovibile, devo scegliere le dimensioni e le posizioni dei coperchi da aprire sul ponte (camuffati da ponte stesso) per accedere allo scafo e alle batterie.

Per il telecomando che ne pensate di questo:
Turnigy 9x 9Ch Transmitter
Number of Channnel: 8ch ppm/9ch pcm
Display: 128*64LCD
Support Type: Heli/Acro/Glid
Support user: 8
Stick model: 4
Encoder type: ppm/pcm
Subtrim: Yes
Simulator Interface: Yes
Buzzer: Yes
Low Voltage Show: Yes
Included: Turnigy 9x 9Ch Transmitter
Turnigy RF9X-V2 module
Turnigy 9X8C-V2 8-channel receiver
Prodotto ID: TX-9X-M1

Ricapitolando le domande sono:

L’allestimento con i seguenti prodotti è compatibile:
motore (uno fra questi: Speed 600, speed 480, speed 400, speed 320 0 300 della Graupner)
servocomando (modello SERVO HS430BH 7,4v 5Kg 0,14s, o similari abbastanza economici)
variatore di tensione (regolatore o ESC), modello GRA2880, della Graupner
verricello per le vele, modello Hobbyking S4016D Coreless Digital Titanium Gear Servo,
radiocomando: Turnigy 9x 9Ch Transmitter

Quale di questi motori è meglio per il tipo di modellino in questione: Speed 600, speed 480, speed 400, speed 320 0 300 della Graupner ?

Per vedere l’assorbimento a vuoto quale delle specifiche va presa in considerazione ? E’ la “No-load current drain (A)”, o mi sbaglio?

Per capire qual è il motore più potente è indicativo l’amperaggio espresso sulla seconda linea delle specifiche oppure c’è qualche altro parametro da verificare ?

I giunti possono congiungere alberi di diverso diametro ? Se si, sono giunti particolari molto costosi ?

Quale verricello mi consigliereste per una superfice velica totale di 160929 mm2 cioè 0,16 m2.

Su un modello tra gli 80 e i 100 cm quante ordinate ci sono nelle scatole di montaggio?

Grazie in anticipo per le risposte
Immagini allegate
Tipo file: jpg ingombri alto.jpg‎ (63,0 KB, 326 visite)
Tipo file: jpg ingombri laterale.jpg‎ (76,4 KB, 280 visite)
Tipo file: jpg prospettiva.jpg‎ (68,0 KB, 278 visite)
Tipo file: jpg prospingombri.jpg‎ (73,3 KB, 297 visite)
Tipo file: jpg prsp scafing.jpg‎ (71,2 KB, 372 visite)
alessandroROMA non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 05 maggio 13, 22:26   #2 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 20-03-2013
Residenza: ROMA
Messaggi: 70
altri allegati

Spero che la lunghezza del post non abbia scoraggiato la lettura. Ve si seccate, leggete solo le domande finali, allego altre immagini.
Immagini allegate
Tipo file: jpg supvelmax.jpg‎ (79,0 KB, 284 visite)
Tipo file: jpg scafo e vele.jpg‎ (78,5 KB, 295 visite)
alessandroROMA non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 08 settembre 13, 20:17   #3 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 20-03-2013
Residenza: ROMA
Messaggi: 70
ulteriori sviluppi e domanda

Buonasera a tutti.
Aggiungo alcune foto sulle fasi di sviluppo.
Sono in attesa per il taglio laser di nove tavole 350x460 x 4mm, dove sono riportate: la chiglia, le ordinate, il ponte e i profili del timone.
Avrei dovuto aspettare per completare il sistema di paranchi per manovrare le vele con uno o due verricelli, per completare le strutture sopra il ponte, il ponte superiore, chiglia e ordinate delle scialuppe, però sto già perdendo troppo tempo perciò mordevo il freno.

Spero che fra una settimana possa iniziare con il fasciame. Avevo pensato di usare un impregnante per il legno e poi una vernice adatta, vorrei consigli in merito anche con l’indicazione specifica di prodotti. Qualcuno sa che cosa è meglio usare per un modello in legno navigante?
Immagini allegate
Tipo file: jpg nove tavole.jpg‎ (81,2 KB, 322 visite)
Tipo file: jpg render_prosp.jpg‎ (26,7 KB, 219 visite)
Tipo file: jpg prosp_multilivelli_parap.jpg‎ (88,1 KB, 194 visite)
Tipo file: jpg prosp_fum.jpg‎ (72,8 KB, 226 visite)
Tipo file: jpg timone posp.jpg‎ (65,0 KB, 202 visite)
alessandroROMA non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 08 settembre 13, 20:20   #4 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 20-03-2013
Residenza: ROMA
Messaggi: 70
allegati

altre cinque immagini...
Immagini allegate
Tipo file: jpg renderPfum_scia.jpg‎ (36,5 KB, 206 visite)
Tipo file: jpg scialuppa 2.jpg‎ (33,0 KB, 180 visite)
Tipo file: jpg scialuppa 3.jpg‎ (25,7 KB, 190 visite)
Tipo file: jpg render_prospquasifront.jpg‎ (30,5 KB, 202 visite)
Tipo file: jpg render_vistacarena.jpg‎ (31,8 KB, 213 visite)
alessandroROMA non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 08 settembre 13, 20:32   #5 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 20-03-2013
Residenza: ROMA
Messaggi: 70
allegati

...ultimi cinque
Immagini allegate
Tipo file: jpg render_sugall.jpg‎ (32,2 KB, 210 visite)
Tipo file: jpg prosp_albsciagrifum_scafsugall.jpg‎ (62,9 KB, 210 visite)
Tipo file: jpg primaordinata prospettiva.jpg‎ (88,4 KB, 193 visite)
Tipo file: jpg laterale_fumsciaalb_scaf.jpg‎ (51,3 KB, 296 visite)
Tipo file: jpg scialuppa 1.jpg‎ (35,3 KB, 267 visite)
alessandroROMA non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 settembre 13, 14:55   #6 (permalink)  Top
Moderatore
 
L'avatar di claudio v
 
Data registr.: 18-05-2006
Residenza: Torino
Messaggi: 4.459
Ciao,
credo che per la tipologia di domande dei tuoi post, in navimodellismo a vela troverai poche risposte utili. Ti sposto in navimodellismo riproduzioni.
Se poi, a barca iniziata e definita, vuoi fare domande inerenti la sola parte vela con domande specifiche qui probabilmente troverai una aiuto.
Per i verricelli delle vele, fino a circa 50 dm2 di superficie, un verricelo Hitec tipo HS 785 da circa 13 kg/cm di trazione e` sufficiente senza problemi se non si hanno velleita` corsaiole (quindi perfetto nel tuo caso).
Avendo piu` vele da muovere, ne userei almeno uno per le rande e un altro per i fiocchi.
ciao
claudio v non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 settembre 13, 16:57   #7 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 20-03-2006
Messaggi: 6.006
Infatti mi sfugge il concetto: se ai un piroscafo non hai bisogno di vele, essendo una barca a motore. (Piroscafo vuol dire nave a motore)
Decidi se sarà una barca a motore o a vela, mi pare basilare come punto di inizio.
Mach .99 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 settembre 13, 18:32   #8 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di dooling
 
Data registr.: 22-08-2007
Residenza: Portofino - Rapallo
Messaggi: 4.301
Citazione:
Originalmente inviato da Mach .99 Visualizza messaggio
Infatti mi sfugge il concetto: se ai un piroscafo non hai bisogno di vele, essendo una barca a motore. (Piroscafo vuol dire nave a motore)
Decidi se sarà una barca a motore o a vela, mi pare basilare come punto di inizio.
Ci sono anche i "motovelieri"
__________________
Never forget it.
dooling è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 settembre 13, 20:57   #9 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di franave
 
Data registr.: 19-01-2011
Messaggi: 757
Ciao Ale, se sei bravo nel modellismo cosi' come lo sei nel cad allora non vedo l'ora di vederlo realizzato! Il progetto e' davvero interessante e curioso.
Provo a risponderti qui a qualche tua domanda in modo tale che se scrivo inesattezze di sicuro mi correggeranno:
1)Per il servo sei ok, uno standard qualsiasi come quello che hai scelto da 6kg e' sufficiente. Per il verricello ti ha risposto il piu' che competente Claudio.
2)La radio e' ok, scegli bene se mode 1 o 2 in base alle tue prefrenze.
3)Anche con l'esc sei a posto. L'ho avuto uguale (poi passato a pierpi), devi solo cambiare i connettori che fanno pena. E' anche waterproof!
4)Il motore dovrebbe andare bene, considerando che e' una semiriproduzione e non un missile da corsa. L'assorbimento a vuoto e' quello che hai visto (nel tuo caso 2A). Se le dimensioni (mi pare di aver capito tra gli 80 e i 100 cm) ma sopratutto il peso e' rilevante, puoi prenderne anche qualcuno piu' grande visto il costo basso.
5)Per il giunto la risposta e' si, non sono particolari, neanche tanto costosi. A titolo di esempio puoi dare uno sguardo qui per renderti conto di quanti modelli ce ne sono: Modular Boat propshaft Couplings from Cornwall Model Boats
6)Per il numero di ordinate penso che piu' sia complesso e preciso il modello, piu' ordinate ci sono. Ma attendi altre risposte.
Ciao e buon lavoro.
Francesco
franave non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 settembre 13, 22:06   #10 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 20-03-2013
Residenza: ROMA
Messaggi: 70
Citazione:
Originalmente inviato da Mach .99 Visualizza messaggio
Infatti mi sfugge il concetto: se ai un piroscafo non hai bisogno di vele, essendo una barca a motore. (Piroscafo vuol dire nave a motore)
Decidi se sarà una barca a motore o a vela, mi pare basilare come punto di inizio.
Lungi da me fare il saccente, ma per un certo periodo il vapore, (quindi il termine piroscafo, e non vuol dire nave a motore), e le vele hanno convissuto. Dopo aver abbandonato le ruote ritenute meno prestanti dell’elica, confronto definitamente consacrato dalle prove fra l’Alecto e la Rattler, della marina del Regno Unito, nel 19° secolo era possibile vedere navi mercantili e da guerra con fumaiolo e attrezzatura velica completa di vario tipo: golette, navi, brigantini, brigantini goletta ecc. ecc. Nella seconda metà del 1800 i piroscafi a vapore con attrezzatura velica erano la norma. Ci sarebbe da scrivere molto più e con molti più dettagli ma credo sia inutile. Voglio precisare però che nel 1861 una ventina di cannoniere americane della classe Unadilla, venivano varate dopo una veloce costruzione; erano tutti piroscafi ad elica, con armature veliche a due alberi, perlopiù a goletta ma anche a brigantino goletta. Ecco, io mi sono ispirato liberamente (senza pretesa di volerle copiare anche perché non ho nulla per farlo purtroppo) a quei piroscafi.
alessandroROMA non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Big Brother-motoaliante-progetto da internet-realizzazione manolo Aeromodellismo Progettazione e Costruzione 24 03 aprile 14 09:14
Progetto e realizzazione simil-Baiojet :-) gregnapola Aeromodellismo Progettazione e Costruzione 72 20 dicembre 12 19:08
ali ex novo barrasone Aeromodellismo Principianti 4 04 dicembre 06 19:39
aiuto per il novo modelo Goshe Aeromodellismo Volo Elettrico 1 19 dicembre 05 21:18



Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 14:24.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002