Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Progettazione e Costruzione


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 14 gennaio 16, 08:08   #191 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di damgiu
 
Data registr.: 27-08-2003
Residenza: Torino
Messaggi: 4.770
Immagini: 14
Citazione:
Originalmente inviato da Trinacria Visualizza messaggio
Ciao, una curiosità tu hai messo 2 mani di fondo griggio perche mentre verniciavi si intravedevano dei puntini non verniciati?
Il fondo grigio lo applico per rendere uniforme la superficie e cercare dei punti non stuccati o lisciati, e coprire eventuali linee a pennarello o matita che ho lasciato, o se sono presenti materiali di diverso tipo e colore. Altrimenti quando passi il colore, se non è coprente si vedranno le differenze.
__________________
Giuseppe D'AMICO

Gruppo VST- Volare su Tetti
damgiu non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 14 gennaio 16, 15:03   #192 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di damgiu
 
Data registr.: 27-08-2003
Residenza: Torino
Messaggi: 4.770
Immagini: 14
Citazione:
Originalmente inviato da Trinacria Visualizza messaggio
ma modelli senza fondo ne hai mai fatti? io non ne sto usando faccio bene o male
Solo per i modelli che rivesto con il termoretraibile, non uso il fondo, per quelli verniciati sempre, anche perchè il fondo serve per verificare se sulla superficie ci sono imperfezioni che in questa fase è semplice eliminare.
__________________
Giuseppe D'AMICO

Gruppo VST- Volare su Tetti
damgiu non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 14 gennaio 16, 15:38   #193 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di damgiu
 
Data registr.: 27-08-2003
Residenza: Torino
Messaggi: 4.770
Immagini: 14
Citazione:
Originalmente inviato da Trinacria Visualizza messaggio
Io ho seguito quello che dicevi a pag 1 che dopo 3 mani di tendicarta era pronto per la verniciatura. Comunque ha pennello non sto avendo grossi problemi, tranne il rilascio di alcune zone con dei puntini non ricoperti dalla vernice ; ma mi basta ripassare la zona con una leccata di vernice. Secondo me una quarta o più mani di tendicarta non gli farebbe male.
Per me la verniciatura parte applicando il fondo grigio, l'applicazione del tendicarta non la considero verniciatura.
__________________
Giuseppe D'AMICO

Gruppo VST- Volare su Tetti
damgiu non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 05 ottobre 16, 22:32   #194 (permalink)  Top
Adv Moderator
 
L'avatar di cecco
 
Data registr.: 11-04-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 7.501
Citazione:
Originalmente inviato da cecco Visualizza messaggio
Manco per niente!!! stai impestando di ovvietà e ripetizioni un thread tecnico.
Se non la fai finita mi costringerai a prendere provvedimenti.
Tanto tuonò che piovve!
__________________
.


Non si è mai troppo vecchi per imparare, non si è mai troppo giovani per insegnare.....
cecco non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 07 maggio 17, 10:31   #195 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 31-01-2013
Residenza: brindisi
Messaggi: 597
Aggiungo la mia personale esperienza con questo materiale. L’ho utilizzato su qualcuno dei miei aeromodelli più grandi (a.a. 250 cm).Nel mio caso si trattava della PIUMA ANTARES composizione acetato 60& viscosa 40% peso 60 gr/mq.
L’ho applicata bagnata (la pezza immersa in acqua e poi lasciata sgocciolare) incollandola alla struttura con Vinavil pochissimo diluito. Anche in questo caso come faccio sempre la colla la metto col pennellino anche su tutte le centine sia da sopra che soprattutto da sotto (infradosso concavo) così la copertura si lega al meglio con la struttura. Per evitare di macchiare la ricopertura metto la colla su quattro cinque centine per volta la applico e proseguo con le baie successive. Questo prodotto asciugandosi si ritira veramente parecchio, quindi se non si sta molto attenti le svergolature sono assicurate. Per questo uso il Vinavil, perché quella colla soprattutto se un poco diluita asciugandosi contemporaneamente al tessuto ne permette un po’ lo scivolamento e l’assestamento nelle zone di sovratensione.
Ovviamente l’intera fase di asciugatura va fatta sotto peso (io tengo sempre pronti una nutrita serie di barattoli di vetro riempiti con la sabbia). Quando il tutto si sarà asciugato vi assicuro che il Vinavil da sotto non si vede più.
La impermeabilizzazione va fatta col solito tendicarta o turapori, secondo la propria preferenza, ma il punto dolente rispetto agli altri materiali, è che la fodera per impermeabilizzarsi ne vorrebbe veramente parecchio. E anche della eventuale vernice ne vorrebbe assorbire parecchia.
Ovviamente queste operazioni (e vale per qualunque tipo di ricopertura !!!) devono essere sempre fatte in una giornata fresca asciutta con umidità bassa.
Il risultato finale è ottimo, e col passare degli anni migliora ancora, nel senso che la fodera tende ad ingiallire e a mostrare delle macchie, che fanno tanto aspetto old timer.
Nel tempo però ho sperimentato altri prodotti di ricopertura, più specifici, che si sono dimostrati infinitamente superiori, sotto tutti i punti di vista.
Escludendo la seta, che è sicuramente la regina delle coperture, ma che non posso permettermela perché è molto costosa e io ne consumerei tantissima perché sono un modellista molto prolifico.
Per le riproduzioni più imponenti, che devono essere solitamente verniciate, suggerisco il SIG KOVER ALL da Modelberg, lo si applica tranquillamente con qualsiasi colla, lo si tende alla bisogna successivamente col ferretto o con il phon, si accontenta di poca vernice per la impermeabilizzazione e per la finitura.
Per i modelli più piccoli, per gli alianti e per gli old timer invece la SAM SPAN è insuperabile. Superato l’imbarazzo del primo ordine ai siti stranieri, una volta utilizzata non la si lascia più. La si applica tranquillamente con qualsiasi colla, anche con la colla stick, la si tende alla bisogna successivamente col ferretto , anche delicatamente sulle strutture più esili, si accontenta di pochissima vernice per la impermeabilizzazione e per la finitura, grazie al basso peso di partenza la si può ricoprire con la carta giapponese leggera per realizzare le colorazioni.
Il nylon puro, sempre per uso modellistico, non mi è piaciuto tanto perché si ritrae poco, quindi va applicato già in partenza tesato con molta cura.

In conclusione io sconsiglio l’utilizzo della fodera da marceria per ricoprire gli aeromodelli, perché a parità di costo ci sono dei prodotti molto più indicati ed efficaci, che si applicano con più facilità, e risultano infinitamente più leggeri.
Un abbraccio.
luigi.carlucci non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
rivestimento ala verniciabile toti Aeromodellismo Progettazione e Costruzione 2 10 maggio 09 08:47
rivestimento scafo help.revolver Motoscafi con Motore Elettrico 11 03 dicembre 05 17:53
rivestimento modello help.revolver Aeromodellismo Alianti 2 10 ottobre 05 22:14
Rivestimento Covertex Igor Aeromodellismo Progettazione e Costruzione 5 05 settembre 05 15:05
EPP : come si fodera uno TZAGI in EPP ? angelo55 Aeromodellismo Volo Elettrico 6 18 ottobre 04 13:20



Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 09:23.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002