Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Progettazione e Costruzione


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 17 agosto 22, 15:18   #11 (permalink)  Top
Gran Decapo
 
L'avatar di Ehstìkatzi
 
Data registr.: 18-03-2007
Messaggi: 14.505
Citazione:
Originalmente inviato da quenda Visualizza messaggio
THANK-YOU....so che ami l'inglese
Preciso che l'idea potrebbe essere quella di installare due piccole ventole intubate a circa metà del raggio del Disco Volante. La spinta differenziale servirà per dirigere il modello come se fosse presente un direzionale. La variazione di quota, mancando l'elevatore, verrebbe effettuata dalle 8 eliche, le quali in ogni modo non si fermeranno mai in quanto è impensabile che si generi portanza con tutti quei buchi.

Infatti il disco NON è "liscio" e "pulito" ma con i suoi otto fori per le eliche è una specie di generatore di turbolenza e attrito.

La faccenda diventerebbe interessante se si riuscisse a chiudere tutte le 16 aperture delle eliche in volo orizzontale ....ma in questo modo sarebbe impossibile gestire rollio e beccheggio (ROLL e PITCH) a meno di non mettere in qualche modo un elevatore e gli alettoni.

Tutti questi problemi non li hanno i veri Dischi Volanti perché come sappiamo usano l'ANTIGRAVITA'.....

q
Anche la propulsione a curvatura, a questo punto varrebbe la pena di pensare a qualche modifica al progetto.

Ehstìkatzi non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 17 agosto 22, 15:45   #12 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di MAXZANI
 
Data registr.: 18-12-2009
Residenza: biella
Messaggi: 5.703
Intendevo una configurazione simile......
Credo che tenendo le eliche affioranti al dorso del disco se ne possano inclinare in avanti 4.......
Chiaro che in hoverig sta leggermente inclinato indietro ma quando avanza accelera e l'ala è in linea di volo......
__________________
Non e' mai troppo tardi per avere un'infanzia felice

www.aeroclubbiella.com

Ultima modifica di MAXZANI : 25 ottobre 22 alle ore 14:12
MAXZANI non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 17 agosto 22, 21:19   #13 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di giocavik
 
Data registr.: 14-02-2006
Residenza: provincia VT
Messaggi: 3.649
Citazione:
Originalmente inviato da quenda Visualizza messaggio
THANK-YOU....so che ami l'inglese
Preciso che l'idea potrebbe essere quella di installare due piccole ventole intubate a circa metà del raggio del Disco Volante. La spinta differenziale servirà per dirigere il modello come se fosse presente un direzionale. La variazione di quota, mancando l'elevatore, verrebbe effettuata dalle 8 eliche, le quali in ogni modo non si fermeranno mai in quanto è impensabile che si generi portanza con tutti quei buchi.

Infatti il disco NON è "liscio" e "pulito" ma con i suoi otto fori per le eliche è una specie di generatore di turbolenza e attrito.

La faccenda diventerebbe interessante se si riuscisse a chiudere tutte le 16 aperture delle eliche in volo orizzontale ....ma in questo modo sarebbe impossibile gestire rollio e beccheggio (ROLL e PITCH) a meno di non mettere in qualche modo un elevatore e gli alettoni.

Tutti questi problemi non li hanno i veri Dischi Volanti perché come sappiamo usano l'ANTIGRAVITA'.....

q
Calma...che se si continuano a mescolare concetti e tecnologie, si fa confusione e minestroni inestricabili...I dischi volanti non sono tutti uguali..e ognuno ci ha i suoi. L'apparecchio antigravitazionale (..probabilmente di tipo meccanico/termodinamico) la usa la tecnologia di StarWars, ma non quelli di StarTrek...mentre i veri dischi volanti usano sistemi di concentrazione e accumulo di enormi quantità di campo magnetico, che gli consente di manovrare, muovere e dirigere grazie ai campi magnetici naturali di stelle e pianeti...Quelli della WWII usavano l'evoluzione tecnologica del sistema a compressore centrifugo, in ambito atmosferico, mentre in relazione all'esterno dell'atmosfera, chissà...
giocavik non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 18 agosto 22, 00:15   #14 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 05-01-2017
Residenza: Fossano
Messaggi: 112
Citazione:
Originalmente inviato da quenda Visualizza messaggio
Centralina KK 2.0 con firmware originale per gestire 8 motori.

q
Il FC in questione non lo conosco…. Io sono sempre andato su pixhawk.
Di multirotore ne ho costruiti un po’, è da quello che vedo andrebbe almeno incrementato il guadagno del P nella regolazione dei pid. È un’operazione che va fatta con attenzione, perché parametri sbagliati fanno diventare il modello veramente instabile. Sulle istruzioni della kk sicuramente è indicato come fare un tuning adeguato.

Ultima modifica di federiconavarra87 : 18 agosto 22 alle ore 00:19
federiconavarra87 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19 agosto 22, 15:21   #15 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Personal Jesus
 
Data registr.: 21-05-2009
Messaggi: 2.771
Io avrei una domanda semiseria da un lato e da scemo del villaggio da un altro: perchè 8 motori (4+4)?
Quale sarebbe il vantaggio e il proposito di tale scelta?

Rileggendo la discussione dall'inizio, i miei 5 centesimi sui profili lenticolari: si usano/usavano sulle ali supersoniche tendenzialmente per "gestire" le onde d'urto che inevitabilmente si creano a quei regimi di volo.

In campo sostanzialmente incompressibile io direi di ricordarsi sempre un concetto base che era venuto fuori nelle discussioni con il compianto Manubrio: un generico profilo (leggasi semplicemente una qualsiasi sezione trasversale di un'ala) per generare portanza deve avere un bordo aguzzo e non arrotondato (tipicamente sul bordo d'uscita ma qui la cosa non è strettamente applicabile parlando di un disco che è quindi simmetrico rispetto a due direzioni). Quindi il bordo del disco o lo si fa affilato, o comunque invece di finire a zero, deve finire almeno "verticale" per qualche millimetro (o forse anche per un buon centimetro). Tutto ciò se si vuole provare forse a generare portanza. Se si arrotonda il bordo "eppeggio" mentre se invece si crea una zona di "discontinuità" è "Zappalà...emmeglio".

Comunque profili lenticolari penso che siano stati usati da tempi immemori in nautica per timoni e pinne stabilizzatrici.

Ultima modifica di Personal Jesus : 19 agosto 22 alle ore 15:30
Personal Jesus non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19 agosto 22, 17:11   #16 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di MAXZANI
 
Data registr.: 18-12-2009
Residenza: biella
Messaggi: 5.703
Citazione:
Originalmente inviato da Personal Jesus Visualizza messaggio
Io avrei una domanda semiseria da un lato e da scemo del villaggio da un altro: perchè 8 motori (4+4)?
Quale sarebbe il vantaggio e il proposito di tale scelta?

Rileggendo la discussione dall'inizio, i miei 5 centesimi sui profili lenticolari: si usano/usavano sulle ali supersoniche tendenzialmente per "gestire" le onde d'urto che inevitabilmente si creano a quei regimi di volo.

In campo sostanzialmente incompressibile io direi di ricordarsi sempre un concetto base che era venuto fuori nelle discussioni con il compianto Manubrio: un generico profilo (leggasi semplicemente una qualsiasi sezione trasversale di un'ala) per generare portanza deve avere un bordo aguzzo e non arrotondato (tipicamente sul bordo d'uscita ma qui la cosa non è strettamente applicabile parlando di un disco che è quindi simmetrico rispetto a due direzioni). Quindi il bordo del disco o lo si fa affilato, o comunque invece di finire a zero, deve finire almeno "verticale" per qualche millimetro (o forse anche per un buon centimetro). Tutto ciò se si vuole provare forse a generare portanza. Se si arrotonda il bordo "eppeggio" mentre se invece si crea una zona di "discontinuità" è "Zappalà...emmeglio".

Comunque profili lenticolari penso che siano stati usati da tempi immemori in nautica per timoni e pinne stabilizzatrici.
Tutto vero e tutto bello ma qui essendo settato come un drone se lo fai avanzare lui avanza inclinato verso il basso e il profilo non conta più niente.....!
__________________
Non e' mai troppo tardi per avere un'infanzia felice

www.aeroclubbiella.com
MAXZANI non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19 agosto 22, 20:14   #17 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Personal Jesus
 
Data registr.: 21-05-2009
Messaggi: 2.771
Eh però "l'apritore" della discussione voleva sapere se ci fosse il modo di generare portanza...

Per contro sono d'accordo anche io che usando la meccanica di un multicottero l'unico modo per avanzare sia quello che porta per forza di cose a incidere l'aria con il disco ad angolo negativo, perciò alla peggio deporterà invece che portare.

Però ci potrebbero essere due però: anche nell'elicottero di fatto il disco viene investito da aria che da sopra e davanti ad esso viene accelerata in basso e dietro ad esso, però la portanza di traslazione viene generata ugualmente. Secondo, che più volte ho proposto su questi schermi, è se anche sui dischi dei rotori dei multicotteri, in traslazione, viene generata portanza appunto di traslazione. Nessuno ha mai saputo rispondermi.
Personal Jesus non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19 agosto 22, 20:30   #18 (permalink)  Top
Gran Decapo
 
L'avatar di Ehstìkatzi
 
Data registr.: 18-03-2007
Messaggi: 14.505
Citazione:
Originalmente inviato da Personal Jesus Visualizza messaggio
Eh però "l'apritore" della discussione voleva sapere se ci fosse il modo di generare portanza...

Per contro sono d'accordo anche io che usando la meccanica di un multicottero l'unico modo per avanzare sia quello che porta per forza di cose a incidere l'aria con il disco ad angolo negativo, perciò alla peggio deporterà invece che portare.

Però ci potrebbero essere due però: anche nell'elicottero di fatto il disco viene investito da aria che da sopra e davanti ad esso viene accelerata in basso e dietro ad esso, però la portanza di traslazione viene generata ugualmente. Secondo, che più volte ho proposto su questi schermi, è se anche sui dischi dei rotori dei multicotteri, in traslazione, viene generata portanza appunto di traslazione. Nessuno ha mai saputo rispondermi.
Si genera portanza in funzione della forma e del relativo angolo di incidenza rispetto al flusso. E' conveniente pensare separatamente ai due effetti in modo da rendere più facilmente comprensibile quello che succede
Ehstìkatzi non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19 agosto 22, 21:36   #19 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Personal Jesus
 
Data registr.: 21-05-2009
Messaggi: 2.771
Da questi due manualetti, secondo me, non ne ho la certezza, si intuisce che la portanza di traslazione di un elicottero è permessa dal flappeggio delle pale.

Quindi temo anche d'intuire perchè in un multicottero sia difficile, sempre a mio giudizio e senza certezze, che si generi: le pale dei rotori non possono flappeggiare se non impercettibilmente.

https://www.faa.gov/regulations_poli...a/hfh_ch02.pdf

https://irp.fas.org/doddir/army/fm3-04-203.pdf
Personal Jesus non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19 agosto 22, 23:07   #20 (permalink)  Top
Gran Decapo
 
L'avatar di Ehstìkatzi
 
Data registr.: 18-03-2007
Messaggi: 14.505
Il flappeggio delle pale è un sistema necessario per ottimizzare i flussi su rotori di notevole diametro. In un quadricottero, come ben sappiamo, le pale sono fisse eppure si ottengono portanza e avanzamento senza il minimo problema. Volendo affrontare il problema in modo semplice, come più volte ho cercato di fare e di spiegare, basta considerare che sostentamento ed avanzamento sono fornite dall'inclinazione del flusso, considerato con buona approssimazione perpendicolare all'asse di rotazione dei vari rotori, che viene scomposto nella componente verticale che deve uguagliare il peso ed eventuali effetti di portanza e deportanza e nella componente orizzontale che deve uguagliare la resistenza. Tutto il resto sono considerazioni UCAS.
Ehstìkatzi non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Disco Volante o Buco Volante gquattro Aeromodellismo Progettazione e Costruzione 65 29 agosto 12 23:45
Un DISCO VOLANTE... VOLA? VIPER71 Aeromodellismo Progettazione e Costruzione 9 10 luglio 08 19:18
cerco disegno di un disco volante aereomodellistadario Aeromodellismo Progettazione e Costruzione 8 11 febbraio 08 11:10
Freni A Disco giuseppeda90 Automodellismo Mot. Scoppio On-Road 8 22 maggio 07 23:00



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 13:34.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002