Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Categorie


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 29 aprile 06, 15:52   #21 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di merengue
 
Data registr.: 27-05-2004
Messaggi: 6.352
ehehe...ironia del discorso... ho visto un documentario su luna rossa.. è fatta nello stesso identico modo in cui sono fatti i nuovi aerei tutto fibra... stampo femmina scavato a cnc, con superficie in gelcoat, poi una stampata unica dello scafo in carbonio prepreg, non verniciato all'interno
merengue non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29 aprile 06, 23:59   #22 (permalink)  Top
Odi
UserPlus
 
L'avatar di Odi
 
Data registr.: 10-01-2005
Residenza: Lugano - Svizzera
Messaggi: 6.061
Che discussione imbarazzante..

Prima di tutto, chi non ha mai partecipato a gare F3A (con allenamenti annessi) e non ha mai assemblato un Pluri non dovrebbe permettersi di sputarci sopra.
Perosnalmente non mi permetterei mai di denigrare una categoria che non conosco.

Tutte le categorie richiedono il loro impegno ed allenamento, sta di fatto che come tecnica di costruzione e settaggi la F3A rimane la più complessa.
Gareggiare lo si può fare tranquillamente con modelli del tutto discreti, ho già visto gente con trainer acrobatici dare randellate sonore ad altri con pluri.
Carbonio, Kevlar e chi più ne ha più ne metta sono gadgets, un po come l'auto tuning. Apportano miglioramenti strutturali e alleggerimenti "non indispesabili" date le motorizzazioni e le superfici alari, ma c'è a chi piace e se ha le sostanze per permettersele, beh tanto meglio per lui.


p.s. dimenticavo, l'ultimo pluri che ho assemblato, un sobrero di 2 metri, ha richiesto quasi 200 ore di lavoro...strano..c'è chi dice che sti modelli sono ready to fly..
__________________
Save the Swiss Milk, drink Beer!

www.facebook.com/Photomodellismo
www.woodplanekit.com
Odi non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 30 aprile 06, 00:45   #23 (permalink)  Top
User super Plus
 
L'avatar di fai4602
 
Data registr.: 22-07-2003
Residenza: La Piccola Patria del Friuli
Messaggi: 20.726
Citazione:
Originalmente inviato da Odi
Che discussione imbarazzante..

Prima di tutto, chi non ha mai partecipato a gare F3A (con allenamenti annessi) e non ha mai assemblato un Pluri non dovrebbe permettersi di sputarci sopra.
Perosnalmente non mi permetterei mai di denigrare una categoria che non conosco.
Pertanto io potrei permettermelo, ma non mi sono mai sognato di sputarci sopra, ho solo fatto una constatazione, ed ho espresso quella che è la mia impressione.
Tutte le categorie richiedono il loro impegno ed allenamento, sta di fatto che come tecnica di costruzione e settaggi la F3A rimane la più complessa.
Sono d'accordo.
Gareggiare lo si può fare tranquillamente con modelli del tutto discreti, ho già visto gente con trainer acrobatici dare randellate sonore ad altri con pluri.
Carbonio, Kevlar e chi più ne ha più ne metta sono gadgets, un po come l'auto tuning. Apportano miglioramenti strutturali e alleggerimenti "non indispesabili" date le motorizzazioni e le superfici alari, ma c'è a chi piace e se ha le sostanze per permettersele, beh tanto meglio per lui.
Perciò concordi con quello che ho espresso io.

p.s. dimenticavo, l'ultimo pluri che ho assemblato, un sobrero di 2 metri, ha richiesto quasi 200 ore di lavoro...strano..c'è chi dice che sti modelli sono ready to fly..
Ma guarda, me ne hanno portato uno dal Messico di sombrero e fa appena 80 cm di diametro. Certo che il tuo deve fare una bella ombra
__________________
Mi son responsabile de quel che scrivo no de quel che ti te lesi.

L'aeromodellismo insegna la pazienza perché nell' aeromodellismo la fretta è portatrice di guai.

Al'è inutil insegnà al mus.....si piard timp e in plui si infastidis la bestie !

fai4602 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 30 aprile 06, 00:52   #24 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di artu
 
Data registr.: 30-05-2004
Residenza: Lucera (FG)
Messaggi: 4.561
Immagini: 1
noi ci divertiamo cosi......

Citazione:
Originalmente inviato da staudacher300
André perdona, ma lo hai detto tu, non io che nel 95 bastava un os ed una prism, oggi? se parliamo di f3as non mi sembra circolino modelli tanto diversi dai vostri.
Personalmente gare ne ho fatte, ma di moto, ed anche li lo stesso problema, magari cominci con una schifezza per prender pratica, ma poi se vuoi andare più avanti i soldini per una moto potanzialmente competitiva servono, sennò che partecipi a fare? comunque non é solo l'F3A a soffrire dei costi, anche altre discipline stanno imboccando la stessa strada, il pylon allora? anche li coi motori......
Secondo me servirebbe una formula tipo auto di serie, motore 7,5 cc o 10 4 t, profili imposti e compositi vietati, i modelli dovrebbero essere omologati dalle case etc etc. 500 euro e partecipi.
Scusate l'intrusione io sono il presidente del club di San Severo e volevo dirvi che noi abbiamo organizzato insieme ad altri club ( Bari ,Lavello e Taranto ) il mini campionato di ACROLIMBO .... praticamente con modellini di apertura alare di 150 cm. e con motori 7,50 10 cc. facciamo alcune acrobazie imposte ( looping, quattro tempi, cappello a cilindro ecc. ecc. ) e poi chi vuole accumulare altri punti deve alla fine del lancio passare sotto un filo di lana posto il primo lancio a tre metri, il secondo lancio a due e poi all'ultimo lancio ad un metro ( con questi passaggi sotto il filo e sicuro che nessuno si presenta con aerei tutto fibra da 2500 euro...... ) alla fine e anche un po più spettacolare ....... o, noi ci divertiamo cosi... chiunque puo partecipare con qualsiasi aereo purchè munito di regolare assicurazione che copra eventuali danni a terzi. la prima gara si terrà a Bari il 07/05; poi la seconda prova a Gaudiano di Lavello (PZ) il 21/05 ,poi il 25/06 presso il nostro campo di volo a San Severo (fg) poi a settembre a Taranto. chiunque fosse interessato può tranquillamente contattarmi ( chissa che da questo forum non nasca il primo campionato di ACROLIMBO NAZIONALE ITALIANO............ sognare non costa nulla e anche divertirsi... a presto Arturo.

Ultima modifica di artu : 30 aprile 06 alle ore 00:56
artu non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 30 aprile 06, 03:06   #25 (permalink)  Top
Andrea vola anche per noi
 
L'avatar di Maxir
 
Data registr.: 29-09-2005
Messaggi: 519
Immagini: 1
Citazione:
Originalmente inviato da Peppe46
In questo caso: AUGURI CAMPIONE!!!

Rifatti vivo quando hai vinto il tuo campionato mondiale!
(Magari con un pò di boria in meno...)

PS: Una dote IMPORTANTISSIMA per diventare campioni, è l'umiltà.
Hai sicuramente ragione te ........... scusa !!! tu sei il n° 1
Maxir non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 30 aprile 06, 03:09   #26 (permalink)  Top
Andrea vola anche per noi
 
L'avatar di Maxir
 
Data registr.: 29-09-2005
Messaggi: 519
Immagini: 1
Citazione:
Originalmente inviato da artu
Scusate l'intrusione io sono il presidente del club di San Severo e volevo dirvi che noi abbiamo organizzato insieme ad altri club ( Bari ,Lavello e Taranto ) il mini campionato di ACROLIMBO .... praticamente con modellini di apertura alare di 150 cm. e con motori 7,50 10 cc. facciamo alcune acrobazie imposte ( looping, quattro tempi, cappello a cilindro ecc. ecc. ) e poi chi vuole accumulare altri punti deve alla fine del lancio passare sotto un filo di lana posto il primo lancio a tre metri, il secondo lancio a due e poi all'ultimo lancio ad un metro ( con questi passaggi sotto il filo e sicuro che nessuno si presenta con aerei tutto fibra da 2500 euro...... ) alla fine e anche un po più spettacolare ....... o, noi ci divertiamo cosi... chiunque puo partecipare con qualsiasi aereo purchè munito di regolare assicurazione che copra eventuali danni a terzi. la prima gara si terrà a Bari il 07/05; poi la seconda prova a Gaudiano di Lavello (PZ) il 21/05 ,poi il 25/06 presso il nostro campo di volo a San Severo (fg) poi a settembre a Taranto. chiunque fosse interessato può tranquillamente contattarmi ( chissa che da questo forum non nasca il primo campionato di ACROLIMBO NAZIONALE ITALIANO............ sognare non costa nulla e anche divertirsi... a presto Arturo.
Bella iniziativa !!
Anche io ho organizzato un torneo di limbo su 5 Piste del Lazio un paio di anni fa che ha riscosso molto successo.

Vi auguro una buona riuscita all'insegna del divertimento

Saluti acrobatici

Andrea
Maxir non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 30 aprile 06, 13:39   #27 (permalink)  Top
Coordinatore dello staff
 
L'avatar di staudacher300
 
Data registr.: 16-02-2004
Residenza: Roma Snakes Hill
Messaggi: 28.729
Ma possibile che se certe cose riscuotono successo restino destinate alle pur lodevoli iniziative del singolo ?
Ma chi vieta di fare una F3A "sport production" ? basterebbe l'obbligo di rispettare alcune norme, magari ispirate ai kit più diffusi, che premino chi fà delle semiriproduzioni tipo giles o extra, questo secondo me é uno dei "segreti" del combat", i modelli "sanno" di qualcosa, dare una colindrata max intorno ai 6,5 cc vietando le risonanze e che ne so i servi digitali per mantenere i costi bassi.
Mi direte, "non é F3A",Lo so, sono d'accordo, ma io insisto, gli somiglierebbe.
Ah dimenticavo, ammetterei gli elettrici limitando le lipo a max 4 o 5 e 4 amp massimo e così via (faccio solo esempi).

Sono d'accordo con odi che si può partecipare anche con modelli economici e fare buoni risultati, ma perché chi é costretto dalla pecunia a farlo deve pensare di partire con l'handicap ?

Guardate una gara di moto di serie e ditemi se non son belle gare, si devono divertire da matti a farle.
__________________
Sandrone: un uomo di un certo peso.
staudacher300 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 30 aprile 06, 16:12   #28 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di Peppe46
 
Data registr.: 03-10-2004
Residenza: Pesaro (PU)
Messaggi: 6.417
Invia un messaggio via Yahoo a Peppe46
Citazione:
Originalmente inviato da Maxir
Hai sicuramente ragione te ........... scusa !!! tu sei il n° 1
Mai detto di esserlo.
Infatti non ho mai vinto un campionato mondiale ne penso di riuscire mai a vincerlo.
Sono ben conscio dei miei limiti.
In fondo, 'so solo un "vekkietto" di 48 anni (quasi) che gioca ancora con gli aeroplanini....


Sciao bbbello!!!
Peppe46 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 30 aprile 06, 16:31   #29 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di Peppe46
 
Data registr.: 03-10-2004
Residenza: Pesaro (PU)
Messaggi: 6.417
Invia un messaggio via Yahoo a Peppe46
Citazione:
Originalmente inviato da staudacher300
Ma possibile che se certe cose riscuotono successo restino destinate alle pur lodevoli iniziative del singolo ?
Ma chi vieta di fare una F3A "sport production" ? basterebbe l'obbligo di rispettare alcune norme, magari ispirate ai kit più diffusi, che premino chi fà delle semiriproduzioni tipo giles o extra, questo secondo me é uno dei "segreti" del combat", i modelli "sanno" di qualcosa, dare una colindrata max intorno ai 6,5 cc vietando le risonanze e che ne so i servi digitali per mantenere i costi bassi.
Mi direte, "non é F3A",Lo so, sono d'accordo, ma io insisto, gli somiglierebbe.
Ah dimenticavo, ammetterei gli elettrici limitando le lipo a max 4 o 5 e 4 amp massimo e così via (faccio solo esempi).

Sono d'accordo con odi che si può partecipare anche con modelli economici e fare buoni risultati, ma perché chi é costretto dalla pecunia a farlo deve pensare di partire con l'handicap ?

Guardate una gara di moto di serie e ditemi se non son belle gare, si devono divertire da matti a farle.
Credo che il discorso della riproduzione, sia da prendere in seria considerazione.
In effetti, anche gli F3D dovrebbero essere delle semiriproduzioni ma guardali e dimmi se somigliano anche solo lontanamente all'aereo che dicono di riprodurre.
Introdurre in F3A il concetto di "riproduzione" o "semiriproduzione", aggiungerebbe senz'altro fascino alla categoria. Adesso sono modelli praticamente tutti uguali, se si tolgono alcuni esperimenti saltuari, come x es. i biplani che ultimamente si sono visti.

Vabbè la "standardizzazione" ma a parte il nome stampigliato sulla fuso e i colori diversi (anche sui colori c'è una bella piattezza di idee), uno che non è "dentro" la acrobazia, difficilmente distingue l'uno dall'altro.
Anche questa è una conseguenza del fatto che nessuno si progetta il proprio modello e tantomeno se lo costruisce.

Tempo fà, all'epoca dei vari Bertolani, Bertolozzi e altri che hanno fatto la storia della F3A italiana, ogni pilota aveva le sue idee e filosofie e si costruiva il modello di conseguenza. Quindi si vedevano modelli diversi e diversi modi di interpretare l'acrobazia, a tutto vantaggio della varietà e di coseguenza dell'interesse verso la categoria.
Ricordo che passavo giorni a guardarmi i vari progetti o semplici trittici pubblicati nelle riviste e ho tratto una bella base di idee e concetti interessanti che tutt'oggi mi sono molto utili per altri tipi di progetti.

Oggi, un modello F3A è solo un puzzle di "griffe" più o meno alla moda, che lascia ben poco spazio a idee personali.

Non me ne voglia Andrea che involontariamente è diventato il "capro espiatorio" della situazione su questo forum ma secondo me lui stesso rappresenta il classico esponente di una moderna F3A che esce dai canoni entro i quali ho sempre considerato l'aeromodellismo.

Poi, naturalmente, uno fa quello che gli pare ed è libero di farsi le gare che più gli piacciono con i modelli che più gli aggradano.

Buon primo maggio,

Ultima modifica di Peppe46 : 30 aprile 06 alle ore 16:35
Peppe46 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 30 aprile 06, 17:09   #30 (permalink)  Top
Odi
UserPlus
 
L'avatar di Odi
 
Data registr.: 10-01-2005
Residenza: Lugano - Svizzera
Messaggi: 6.061
Gli F3A odierni sono il risultato di anni di ricerche più avanzate di quanto un modellista medio possa pensare, basti pensare che molte azziende costruttrici di aerei per allenamento militare copiano le tecnologie della F3A e non viceversa (vedi PC-21, miglior caccia turboelica sul mercato).

Se si è arrivati ad una standardizzazione è perchè con i materiali e le tecnologie attuali non si può ottenere di meglio, addirittura, per migliorare le prestazioni si parla di rivestire le ali di fibra con carta da pacchi per aumentare la resistenza ed avere una velocità più costante in discesa.

Imporre di costruire i modelli da se, o con semiriproduzioni non si farebbe altro che dare alla F3A un calcio indietro nel passato. Ed in ogni caso, trovato la riproduzione più efficace con settaggi ottimale si standardizzerebbe nuovamente tutto su quel modello.
Forse non comprendete appieno che, ai buoni livelli dettagli minimi possono avvantaggiare come svantaggiare i concorrenti.

La F3A non deve essere "bella" da vedere (come statico intendo), ma efficace e l'efficienza di un pluri la si ottiene dopo anni di esperienza (efficienza costruttiva!) tant'è che sfido molti di voi a montare un pluri da 2 metri sotto i 4,3kg con un 24ccm perfettamente in asse e comandi precisi, nota bene questo è lo standard! ai livelli maggiori si costruisce in maniera tanto pignola che l'errore di volo è attribuibile solo ad un errore umano dato che i modelli sono perfetti.

Per chi ha mensionato regole riguardo alle caratteristiche dei modelli, vorrei far notare che i modelli sono soggetti a severe regole di dimensione, peso e rumore. La non osservanza ad una di queste porta alla squalifica.

Et in fine, se i colori sono tutti uguali o simili, ancora una volta mi ripeto, è perchè quei colori hanno dato prova di massima efficienza, ovvero maggiore visibilità con diversi spettri luminosi.

Ricapitolando, nella F3A non importa a nessuno la riproduzione, per questo esiste già la F3A/X, conta l'efficienza massima dei modelli e dei pollici del pilota, il resto è del tutto superfluo al fine della categoria.

Saluti!
__________________
Save the Swiss Milk, drink Beer!

www.facebook.com/Photomodellismo
www.woodplanekit.com
Odi non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Chieti E Provincia alessio667 Elimodellismo Principianti 1 22 agosto 07 15:58
Ho bisogno di un Istruttore...Pescara arpescara Aeromodellismo 15 12 gennaio 07 20:21
Qualcuno di Pescara-Chieti? DavideDR Elimodellismo in Generale 0 27 giugno 06 11:14
Qualcuno di Pescara-Chieti? DavideDR Elimodellismo Principianti 0 03 aprile 06 17:54



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 16:51.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002