Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria altre specialità modellistiche. > Modellismo Statico
Registrazione Gallery FAQ Lista utenti Calendario Cerca I messaggi di oggi Segna forums come letti

Rispondi
 
Strumenti discussione Cerca nella discussione Visualizzazione
Vecchio 21 luglio 17, 15:02   #1 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di Mariodoxe
 
Data registr.: 07-10-2007
Residenza: VENEZIA
Messaggi: 2.265
Opel Blitz Tamiya

Io nel 1946 sono salito molte volte sul cassone di un camion molto simile a questo



per alimentare con ciocchi di legna il gasometro. Non credo fosse un Opel. Ma non ha importanza perché nel ricordo di quel tempo mi sarebbe piaciuto realizzarne il modellino.
Per la barba di Nettuno! E' fuori produzione e non si riesce a trovarne uno in vendita.
E porc#####ac****** e vuoi che rimanga con la voglia? E no ciò! Me lo faccio copiando da foto del modellino, magari spostando il gasometro sul cassone come in quello sul quale salii a suo tempo. Quindi ho ordinato il Tamiya



Bel colpo!

Va a finire che con tutto questo ambaradan vado in manicomio

!

Ciao
Mariodoxe
Mariodoxe is offline   Rispondi citando
Vecchio 21 luglio 17, 20:19   #2 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di Mariodoxe
 
Data registr.: 07-10-2007
Residenza: VENEZIA
Messaggi: 2.265
Questo è il gasogeno *del modellino



non ho alcuna difficoltà a realizzarlo in autocostruzione
Mariodoxe
Mariodoxe is offline   Rispondi citando
Vecchio 21 luglio 17, 21:52   #3 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di Mariodoxe
 
Data registr.: 07-10-2007
Residenza: VENEZIA
Messaggi: 2.265
Ad ogni modo sono piuttosto confuso.
Io mi ricordo un camion come questo



con il gasogeno dal lato opposto fatto grossomodo come questo



dove la legna non si caricava dall'alto ma dal basso come un normale scaldaacqua.
Ho sempre pensato che andasse a carburo (acetilene)
Mi ricordo d'aver alimentato il gasogeno con ciocchi di legna dal basso.
Sono io che dopo più di settant'anni ricordo male oppure è la verità.
Chi mi può erudire?
Ciao
Mariodoxe
Mariodoxe is offline   Rispondi citando
Vecchio 22 luglio 17, 08:13   #4 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di Mariodoxe
 
Data registr.: 07-10-2007
Residenza: VENEZIA
Messaggi: 2.265
Il gasogeno, brevetto Imbert tra i più conosciuti, è stato più prerogativa degli anni pre bellici che di quelli post bellici, e non solo in tutta Italia, ma anche in Germania e Francia. Nel dopoguerra venne quasi subito abbandonato e solo gli automezzi ex alleati a benzina venivano alimentati a metano con le bombole tipo acetilene posizionate sotto il cassone.
Dagli anni 30 in avanti invece ( a parte che oltre i camion anche i trattori, automobili e motori fissi venivano alimentati con il gasogeno) uscivano addirittura dalle fabbriche autotelai/autocarri, vedi Fiat 634G, con questo congegno specificatamente installato. Altra spinta in Italia per lo sviluppo di questo tipo di trazione furono le sanzioni (embargo di vari prodotti bellici tra cui i carburanti) decretate dalla società delle Nazioni nel novembre1935 contro l'Italia a seguito del conflitto Italo/Etiopico. Il motore principe e compatibile comunque per funzionare a gasogeno era il benzina; per il diesel bisognava, per le ovvie caratteristiche (alta compressione, installazione candele etc. etc.) lavorarci e modificare troppe cose.
Già le nostre case automobilistiche Alfa,Fiat,Isotta,Lancia,OM, si erano specializzate in trasformazioni a gasogeno. L'alfa Romeo produceva e istallava anche su altre marche tali impianti ed oltre al 634 G esistevano i 635-633 G, gli autotelai Alfa 110 Ag e 800,Lancia 3ro,Isotta Fraschini D 65. Pure le autovetture come la Balilla, Artena, 1100.
Questi difatti uscivano, autocarro/autotelaio, dalla fabbrica madre. I modelli di gasogeni brevettati e costruiti in Italia ed addottati dalle varie fabbriche di autoveicoli, Nostrum, Imperio, Dux etc. etc. si andavano ad aggiungere a quelli costruiti su licenza estera (phanard, Imbert etc) o direttamente importati.
Il principio era sempre quello di aspirare il "carburante" durante la combustione però c'erano tipi a bruciatore/forno rovescio, verticale, semi orrizzontale, esclusivi per legno, lignite, antracite o polivalenti,raffreddati ad acqua od aria, grate di combustione e filtraggi diversi ed altre tantissime variazioni.
In vigore c'era pure un Regio Decreto del 1934 il quale stabiliva per un quinquennio la non imponibilità fiscale a tutti gli automezzi con il gasogeno installato oltre alla possibilità di un sussidio statale a fondo perduto sul nuovo a seconda della portata dei mezzi.
Ad esempio, sopra le 6 ton di portata esso era di 6mila lire, quindi il 634G che all'incirca costava attorno alle 100mila lire poteva usufruire di un bonus del 6%.
Certo in un momento storico dove il combustibile scarseggiava non c'erano alternative, o si viaggiava con le caldaie, oppure i bomboloni di metano,ma quest'ultimo non abbondava,perche l'estrazione in Padania doveva ancora svilupparsi. L'altra alternativa era l'elettricità ne parleremo in seguito.Il gas prodotto per combustione delle lignite o altri vegetali era povero di calorie,per cui le prestazioni dei veicoli già scarse venivano fortemente penalizzate. Un 634g poteva trainare un rimorchio a pieno carico di 5/6 t ptt giusto in pianura o deboli salite, altrimenti non poteva farcela. Gli Alfa Romeo 110 ag (autobus gasogeno a 3 assi) presenti nelle grandi città,venivano allestiti fin dalla origine della doppia riduzione in modo da ottenere rapporti più corti,alcuni racconti di un parente che a Genova li guidava diceva che quando erano stracarichi di persone 110/120 negli spunti in salita a volte il motore invece di salire di giri tendeva a spegnersi. Le noie meccaniche poi erano un altro problema ricorrente,insieme al calore delle caldaie e dei motori i quali andando così piano i radiatori non riuscivano a raffreddare l'acqua e le guarnizioni delle teste bruciavano facilmente...col ritorno della pace quasi tutti i veicoli circolanti salvati dalle bombe vennero convertiti a metano o con il diesel
Come ho molte volte scritto, io ho soggiornato a Vigo di Cadore (paese d'origine della mia famiglia) per tutta la seconda guerra mondiale. Durante questo periodo e nell'immediato dopo non essendoci combustibili reperibili molti avevano installato delle specie di "caldaie" sul retro delle corriere e dei camion e li dentro facevano bruciare legna "verde" ovvero ricca di umidità e non secca che,nella combustione, produceva un gas e questo faceva andare i motori, la legna doveva essere tagliata in pezzi molto piccoli per garantire una migliore combustione, con questo metodo andavano sia i motori diesel che i benzina.
Pensate che addirittura c'erano certi camionisti che facevano andare i loro mezzi con le bombole di acetilene per saldare......mamma che tempi......e che sicurezza....... Questo forse era un caso isolato del bellunese, ma credo che si usasse anche in altre zone del Paese
Ciao
mariodoxe
Mariodoxe is offline   Rispondi citando
Vecchio 22 luglio 17, 08:48   #5 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di Mariodoxe
 
Data registr.: 07-10-2007
Residenza: VENEZIA
Messaggi: 2.265
Schema del gasogeno



foto storica


[url=https://servimg.com/view/18742849/3402][/url


Ciao
mariodoxe
Mariodoxe is offline   Rispondi citando
Vecchio 24 luglio 17, 15:11   #6 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di Mariodoxe
 
Data registr.: 07-10-2007
Residenza: VENEZIA
Messaggi: 2.265

Mio figlio ha trovato il Truck Taleri in America e me l'ha ordinato.
Arriverà verso la metà di Agosto.
Così ho il modello per realizzare il gasogeno pure sul Opel Blitz cosa che mi affascina.
Ciao
Mariodoxe
Mariodoxe is offline   Rispondi citando
Vecchio 03 agosto 17, 13:03   #7 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di Mariodoxe
 
Data registr.: 07-10-2007
Residenza: VENEZIA
Messaggi: 2.265

Appena arrivato dall'America



l'ho aperto subito per verificare se tutto fosse a posto.
Tutto bene
è pure arrivato il German 3ton 4x2 Cargo Truck



Così farò due gasogeni.
Ciao
Mariodoxe
Mariodoxe is offline   Rispondi citando
Vecchio 04 agosto 17, 07:24   #8 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Fabio983
 
Data registr.: 14-10-2012
Messaggi: 623
Bella l'idea del gasogeno, seguo con interesse!
__________________
Improvvisare, adattarsi, raggiungere lo scopo.
Fabio983 is offline   Rispondi citando
Vecchio 10 agosto 17, 22:06   #9 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di Mariodoxe
 
Data registr.: 07-10-2007
Residenza: VENEZIA
Messaggi: 2.265
Ho iniziato l'assemblaggio. Allora questo telaio con il differenziale, le balestre e l'asse dello sterzo di che colore si fa?



io capisco che la cabina ed il cassone vanno dipinti col colore coloniale o lasciati così come sono (hanno lo stesso tono di colore) e poi mimetizzati o meno, ma qui si dipingono solo alcune parti.



Secondo me il telaio e il differenziale non hanno il colore della carrozzeria, ma dovrebbero essere dipinti in nero metallizzato e le balestre in grigio metallizzato, altre parti come il giunto di trasmissione ecc. di colore nero metallizzato. Mi sembra strana la colorazione del motore indicata in bronzo.
Ciao
Mariodoxe
Mariodoxe is offline   Rispondi citando
Vecchio 11 agosto 17, 07:15   #10 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di Mariodoxe
 
Data registr.: 07-10-2007
Residenza: VENEZIA
Messaggi: 2.265
Ho impostato a secco una parte delle apparecchiature sul telaio per capire come procedere



Ho quindi provveduto sia a dipingere alcune parti in nero metallzzato e poi incollato alcuni pezzi



inoltre realizzo il cofano motore aperto e quindi con molta cautela ho staccato le parti necessarie







il cofano superiore l'ho inciso al disotto e l'ho piegato.
Ciao
Mariodoxe
Mariodoxe is offline   Rispondi citando
Rispondi



Strumenti discussione Cerca nella discussione
Cerca nella discussione:

Ricerca avanzata
Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Disattivato
Pingbacks are Disattivato
Refbacks are Disattivato

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Messaggio
AIUTOO!Rc opel v8 coupè -TL01 tamiya AIUTOOO ENTRATEE cicciorc Automodellismo Mot. Elettrico On-Road 9 23 gennaio 14 15:40
Nuova Blitz Flux... TXX-SLASH Automodellismo Mot. Elettrico Off-Road 12 22 aprile 13 21:08
Carozzerie 1/10.. quale preferite? Conoscete Blitz? Anatoliy Automodellismo Mot. Scoppio On-Road 5 20 agosto 08 16:12
Blitz Avro kapitan_jeck Elimodellismo Acrobazia 4 06 agosto 07 07:51
Blitz 3D andrea-83 Aeromodellismo Volo Elettrico 8 10 maggio 05 17:30



Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 14:31.

Basato su: vBulletin versione 3.6.12
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
SEO by vBSEO
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2017 - K-Bits P.I. 09395831002