Discussione: pulizia binari
Visualizza messaggio singolo
Vecchio 09 novembre 23, 20:00   #2 (permalink)  Top
Bayard
User
 
Data registr.: 22-11-2014
Residenza: Catania
Messaggi: 711
Il metodo che utilizzo io è spartano e criticatissimo, ma a me ha sempre funzionato, perfino con l'ossido più ostinato delle zone umide. Non è una mia trovata, ma è stato consigliato molti anni fa (30 anni) da ETR sulla rivista iTreni.
Gli ingredienti sono:
una locomotiva o locomotore pesante con tutte le ruote di metallo metallo (niente ruote gommate)
olio SINGER o similare
un po' di carta igienica molto assorbente
Modalità di esecuzione:
posizionare la locomotiva pesante sui binari
bagnare abbondantemente (ma senza colature) di olio i polpastrelli delle dita indice e medio della mano
passare i polpastrelli bagnati d'olio su una parte delle sulle rotaie (a vista, facilmente da raggiungere)
asciugarsi le dita con la carta igienica
avviare a tutta velocità la locomotiva facendola passare immediatamente sulla parte del tracciato bagnata d'olio
fare girare la locomotiva per alcuni minuti fino a quando non si noterà la stabilità di andatura
Avvertenza: è stato provato solo su percorsi analogici.
I locomotori leggeri in genere, ne soffriranno un po', perché le ruote pattineranno: per un po' di tempo potranno trainare pochi vagoni.
Col tempo ci penserà madre natura a ridare quella leggerissima patina di ossido sui binari, che non danneggerà la captazione di corrente, ma darà il grip giusto anche ai locomotori più leggeri.
Adesso i professori fermodellisti me ne manderanno una carrettata e una sporta! Sono pronto!!!
Buona serata!!!
Bayard non è collegato   Rispondi citando