Visualizza messaggio singolo
Vecchio 22 settembre 23, 13:51   #8 (permalink)  Top
Clabe
User
 
L'avatar di Clabe
 
Data registr.: 16-08-2007
Residenza: Perugia
Messaggi: 3.309
Citazione:
Originalmente inviato da Andyflyer Visualizza messaggio
Concordo pienamente: un bailamme senza pari.

- Riferimenti impropri al peso di 25 kg per i vincolati a motore (confusione col limite per i free-flight senza propulsione)

- L'affermazione errata che i modelli motorizzati a volo vincolato non siano mai considerati UAS (vedasi i già citati EASA Basic Regulation, Annex I, pag.132, comma 2, nonché FAQ EASA n.132034)

- Altre affermazioni azzardate, come: un aereo nato per il vincolato non é nemmeno in grado di volare dritto, se gli si dovessero rompere entrambi i cavi non percorre piú di 10m, che rivelano una totale (e beata...) ignoranza sull'argomento e su fatti realmente accaduti.

- L'ammissione che la conoscenza del vincolato si ferma a quella di ragazzino. Anch'io ero ragazzino 46 anni fa, ma probabilmente sono stato più fortunato: in pista (non "in gabbia", mica siamo animali...) potevo incontrare Campioni Europei ed Italiani, due dei quali rivisti con piacere ad una manifestazione VVC proprio domenica scorsa.

Tutto ciò considerato, preferisco desistere da ulteriori repliche.

Andrea - FAI 9031
Beata ignoranza? Vedremo...
Intanto l'affermazione che un modello di oltre 25kg non é un giocattolo l'hai fatta tu parlando del volo vincolato. A te risultano modelli in volo vincolato di oltre 25kg?
Per UAS si intende un velivolo senza pilota per cui a pilotaggio remoto https://www.google.com/search?q=Uas+...=gws-wiz-serp;
ma nel vostro caso il pilote c'é ed aziona i comandi con cavi e leveraggi al pari di qualunque pilota di aereo normale. L'unica differenza é che in un aeromobile convenzionale i cavi ed il pilota stanno dentro mentre nel volo vincolato stanno fuori ma ci sono e garantiscono un collegamento diretto tra le mani del pilota ed i comandi dell'aereo.
Pertanto i vostri modelli non sono UAS e chiunque sostiene il contrario é una capra ignorante anche se rappresentante delle istituzioni!
Inoltre mi risulta che nel volo vincolato si giri in tondo e per garantire sempre la tensione dei cavi si utilizzano diversi espedienti come:
motore esageratamente disassato a dx;
direzionale disassato a destra a volte anche con profilo portante a destra (vedi i modelli pubblicati nel sito del G.A.B. al quale in passato sono anche stato iscritto);
ali asimmetriche fino addirittura ai mono ala da velocitá per motori pulso.
Inoltre nelle limitazioni della normativa UAS a parte le "no fly zone", dove ovviamente é riportata una quota di volo pari a zero, la quota minima nelle zone ove é permesso volare é di 25 metri.
Voi li superate? Io non ricordo di cavi cosí lunghi ma potrei sbagliarmi.
Nel caso si verifichi questa remota possibilitá avviene solo per un breve tratto circolare alla sommitá della semisfera di volo.
Rimane il fatto che i modelli in volo vincolato circolare nel caso della rottura di un solo cavo innescano looping dritti e rovesci fino ad atterrare. In qualche modo; mentre nel remotissimo caso che i cavi saltino entrambi all'attaccatura dell'ala la loro configurazione con disassamenti, svergolature ed asimmetrie varie, non gli permette certamente di percorrere lunghi tratti a volo libero. Qualora i cavi si rompano all'attaccatura della manetta bastano loro a tirare giú il modello.
Claudio
__________________
"Il tempo non conta... conta quello che fai,
se lo fai bene!"
Clabe non è collegato   Rispondi citando