Visualizza messaggio singolo
Vecchio 01 agosto 23, 19:39   #22 (permalink)  Top
giocavik
User
 
L'avatar di giocavik
 
Data registr.: 14-02-2006
Residenza: provincia VT
Messaggi: 3.498
Per le navi di cemento, il racconto, narrato ridacchiando, era che in mezzo ai convogli provenienti da U.S. ci erano mescolate navi fasulle con verniciatura un po' tarocca per ingannare sulla tipologia di nave, e che ci mettevano anche navi facete, senza motore, realizzate con materiali poveri tipo legnami di scarto e/o cartapesta, che venivano trainate da quelle vere, e anche navi realizzate di cemento, che in pratica servivano come falsi bersagli per gli u boat in agguato...
Pensavo che fosse una mezza balla, e che le uniche navi simil tarocche realizzate fossero le liberty ships...e invece, stamattina, cercando concrete ships, sembra che le facessero per davvero...sebbene sembra che ne abbiano assemblate solo 20... di cui sette ancora funzionali...
Tempi di realizzazione un mese...ma poco pratiche, perché molto più pesanti del naviglio tradizionale, quindi con ridotta capacità di carico, ed elevati consumi propulsivi...ma poi in guerra vaiacchiappare dove comincia e dove finisce il vero...
Se poi ci si mette che a tutt'oggi l'argomento navale e sottomarino e' motivo di segreto militare e importanza strategica sempre attuale, ecco che probabilmente non e' facile che la contino tutta neanche per roba di settanta e più anni fa....
Riguardo i sottomarini oceanici italiani, quel che raccontava era che ne avevano realizzati una ventina, ma i primi cinque, sono andati perduti in modo assurdo nel passaggio dello stretto di Gibilterra...perché sembra che il Mediterraneo sia molto più salato dell'Oceano...e quindi fornisce una spinta di galleggiamento maggiore...che relazionata alla mole di un sommergibile oceanico (ben maggiore di quelli 'standard') in pratica, causava il repentino inabissamento, quasi in verticale, se l'equipaggio non era preparato al momento del passaggio...
Ancora più assurdo, che gli italiani, a nessun livello di comando si fossero relazionati al riguardo con i tedeschi, che invece avevano ben nota la delicata/importante questione...fatto sta che sembra che si siano perduti e morti in questo modo inconcepibile diversi mezzi ed equipaggi...
Resta che i sottomarini erano mezzi tremendi anche per chi ci stava dentro...un po' come tutte le guerre in generale.

Ultima modifica di giocavik : 01 agosto 23 alle ore 19:47
giocavik non è collegato   Rispondi citando