Visualizza messaggio singolo
Vecchio 04 ottobre 20, 03:55   #1 (permalink)  Top
LucaMMerc
User
 
L'avatar di LucaMMerc
 
Data registr.: 27-09-2020
Residenza: Torino
Messaggi: 12
Reel 45 Lancia Beta Montecarlo

Buongiorno a tutti,

di recente, un collega ed io stavamo scambiando quattro chiacchiere sul modellismo (i miei tentativi, altrove spiegati, di dare un senso ad un vecchio regalo rimesso in sesto di recente) ed è spuntato fuori che aveva in cantina, abbandonati ma in buono stato, un paio di radiocomandi giocattolo della sua infanzia/adolescenza (ci distanziano 14/15 anni). Ha deciso, pur di non farli stare nella polvere, di donarmeli affinchè provassi a rimetterli in sesto visto che lui ha altri interessi e hobby.

Tutta questa premessa per dire che da qualche giorno mi sono trovato tra le mani una Beta Montecarlo (scala non nota, direi intorno all' 1/24) con radiocomando 2 canali della Reel 45, marca fino ad ora a me sconosciuta (sono cresciuto negli anni '90) ma di cui sto leggendo qua e là sul web. Che ve ne pare? Io sono affascinato dal modo in cui, con mezzi principalmente analogici, si riuscisse a far funzionare anche solo un semplice modellino come questo.





Ad una prima prova scopro che motore e sterzo funzionano, anche se con uno "zero" totalmente sballato oltre le possibilità di regolazione dei due trim: l'auto resta sempre più o meno sterzata da un lato e solo con il trim acceleratore al massimo riesco ad arrivare ad uno "stop" motore, che altrimenti procede all'indietro quale che sia la posizione della levetta;l'auto ha anche due impostazioni di velocità, high & low, la prima non dà segni di vita del motore.
Aprendo il modello trovo un cavo dissaldato dall'interruttore high, che una volta ripristinato fa funzionare correttamente il motore alla velocità più alta. Nella zona anteriore del modello è invece presente una sorta di regolazione dello sterzo, per cui allentando sulla vite di fermo e spostando il supporto si può impostare il punto di partenza del servo dello sterzo, da regolare finemente col trim-potenziometro lineare sulla trasmittente (leva destra).




Causa tempistiche ristrette, non ho finito di smontare il modello: vorrei infatti capire se sotto alla sede dove è nascosto il motore, al posteriore, vi sia qualche regolazione meccanica o potenziometro in grado di settare la risposta del motore più correttamente e permettere al trim-potenziometro circolare una regolazione corrette. Peraltro, a radiocomando aperto e trim al massimo avevo cominciato a notare, con la levetta tutta avanti, qualche segno di vita del motore nel corretto verso di marcia, ma rimontando le plastiche della trasmittente questo miglioramento sembra scomparire, per cui ho nuovamente un motore che sta fermo con la leva in avanti, e va in retro con qualsiasi altra posizione della leva (poco avanti, fermo, tutta indietro).

Se avete consigli per il funzionamento del comando motore, o altre curiosità su marca e modello in questione, e tutto è ben accetto! Nel mentre spero vi piaccia rivedere un modello che, per quanto ludico, penso possa far salire la nostalgia di qualche utente più esperto di me....
LucaMMerc non è collegato   Rispondi citando