Visualizza messaggio singolo
Vecchio 13 agosto 19, 16:28   #6 (permalink)  Top
handsomeaion
User
 
Data registr.: 23-01-2018
Residenza: roma
Messaggi: 6
Citazione:
Originalmente inviato da quenda Visualizza messaggio
Un paio di consigli validi per chi vuole utilizzare i giroscopi......anche se nel tuo caso il primo credo non ti sia utile.

1) Testare il giroscopio su un modello di prova meno costoso e magari in scala ridotta.

2) Aumentare per gradi la percentuale di intervento UN SOLO ASSE PER VOLTA e al presentarsi di una sorta di oscillazione della/e superficie/i mobile/i, ridurre l'intervento di qualche punto percentuale.

In pratica:
- alzare il valore di intervento sul direzionale (YAW) ed eseguire il controllo del punto 2. Atterrare e riportare l'intervento sul direzionale a un valore quasi nullo.


- alzare il valore di intervento sull'elevatore/elevoni (PITCH) ed eseguire il controllo del punto 2. Atterrare e riportare l'intervento sull'elevatore/elevoni a un valore quasi nullo.


- alzare il valore di intervento sugli alettoni/elevoni (ROLL) ed eseguire il controllo del punto 2. Atterrare e riportare l'intervento sugli alettoni/elevoni a un valore quasi nullo.

Durante i test segnare con precisione su un foglio tutte le percentuali inserite.

Alla fine applicare le corrette percentuali ai 3 assi.

Lo svolgimento dei test è enormemente agevolato avendo a disposizione un sistema che consente la modifica IN VOLO della percentuale d'intervento del giroscopio tramite la trasmittente (un asse per volta). Mi sembra che questo sia possibile solo con i sistemi Powerbox più costosi.

Ettore
Grazie per il tuo contributo, sul cortex puoi modificare il guadagno in volo solamente sul generale quindi di tutti e 3 gli assi insieme mentre per farlo singolarmente va collegato al software sul pc
handsomeaion non è collegato   Rispondi citando