Discussione: Motore Zenoah 260 PUM
Visualizza messaggio singolo
Vecchio 04 gennaio 18, 16:43   #32 (permalink)  Top
style90.me
User
 
L'avatar di style90.me
 
Data registr.: 03-10-2008
Residenza: Messina
Messaggi: 2.824
Immagini: 19
Ci sono alcune cose che non mi convincono. Non ho capito bene come funziona " l'accrocchio ", ma in ogni caso qualcosa va rivista perché quando misurai, a suo tempo, i diagrammi di alcuni miei zenoah, ho rilevato 170° (su un altra serie 178°) allo scarico, e 118° ai lavaggi. Non ho misurato l'aspirazione. Il metodo che ho usato è molto semplice: cilindro albero e pistone montati solo su mezzo carter. Sull'albero ho bloccato un foglio di cartoncino, e sul carter un punto fisso che striscia sul cartoncino. Con una torcia, poi, facendo girare a mano lentamente l'albero, vedevo il momento in cui veniva aperta e chiusa la luce, segnando quei punti sul cartoncino. Segnavo pure i punti morti, sup. ed inferiore. Con il goniometro, quindi mi calcolavo gli angoli rispetto alla linea di congiunzione dei due punti morti. Aperture e chiusure simmetriche, ovviamente, trattandosi di un piston port. E questa è la mia esperienza. Andiamo adesso al potenziamento, senza ovviamente volere insegnare niente a nessuno, ma basandomi sulle mie esperienze e conoscenze. Trattandosi di un uso particolare, quello degli scafi appunto, gli interventi dovrebbero essere mirati all'ottenimento di potenze massime ai massimi regimi, trascurando quello che può essere un utilizzo del motore sin dai bassi. Ora, l'esperienza ed i vari trattati in merito, ci dicono che scarichi bassi e travasi alti, ci danno motori docili, con buona coppia ai bassi regimi ed un maggiore campo di utilizzo, mentre al contrario, cioè scarichi alti e travasi bassi ci danno motori più scorbutici, con minore campo di utilizzo, ma con potenze massime più elevate a regimi più alti. Nel tuo caso è proprio quest'ultima ipotesi che serve, e che giustifica l'adozione della valvola rotante; quest'ultima, infatti, ha la caratteristica di dare al motore la massima potenza sfruttando il fatto di lasciare completamente libero il passaggio della miscela in entrata, ma di non privilegiare l'erogazione sin dai bassi. Buona norma sarebbe quella di lavorare tale valvola in modo che apra il passaggio subito dopo la chiusura dei lavaggi, con una fasatura, non simmetrica ovviamente, dai 160°-165° ai 190°-195°. Nel nostro caso di motore da utilizzare a regimi molto elevati, lo scarico potrebbe salire a 190°, ed anche 200°, con pipa accordata, e quindi anticipare ancora un pò l'apertura della valvola rotante in maniera da sfruttare la depressione nel cilindro per richiamare miscela fresca, lasciando i lavaggi intorno ai 120°-125°. Fondamentale, con tali diagrammi molto aperti, è la giusta conformazione e dimensione dello scarico. Gli Zenoah sono motori molto ben strutturati, e possono reggere molto bene regimi molto elevati. Nelle car, con gli scarichi accordati, raggiungono i 19.500 rpm, ed è su questi regimi che dovrai cercare di sfruttarlo, per ottenere la potenza massima. Non serve coppia ai bassi e medi, ma solo massima potenza entro un arco molto ristretto di giri.
__________________
Extra 300 S con Supertigre G 90 gasser # TRex 600 con OS-ASP 52 gasser # con ASP 91HR gasser # con TT 53 RL gasser # MG53 con DLE 20 # PS14 CON FOX78 http://www.youtube.com/user/Solobenza. Placido.
style90.me non è collegato   Rispondi citando