Visualizza messaggio singolo
Vecchio 13 novembre 15, 10:12   #7 (permalink)  Top
pieri70
User
 
L'avatar di pieri70
 
Data registr.: 04-08-2013
Residenza: Trieste
Messaggi: 2.509
Bene, dopo un po' di letture, scritture con Livio di Theremino e Carcan (che ringrazio infinitamente per la pazienza...) ho deciso la strategia per la regolazione della corrente..
Non me ne vogliano gli autori se cito parte dei discorsi, spero siano utili ad altri che si avvicinano a questa materia per la prima volta..

In sintesi:
Citazione:
La corrente si alza per dare più forza al motore alle basse velocità o la si abbassa per dare più forza alle alte velocità...
Abbassando la corrente il motore acquista maggiore forza alle alte velocità.
E sempre abbassandola il motore può viaggiare a maggiore velocità senza sgranare.

La corrente NON va impostata secondo quello che si legge sul motore.
Quello che si legge sul motore, ad esempio 1 Ampere, NON è la corrente che si deve dargli, ma la corrente massima oltre la quale scalda così tanto da distruggersi in breve tempo.
Se si legge un ampere allora la corrente migliore sarà tra 300 e 500 mA circa.
In questo modo si ottiene la massima velocità e si tengono più freddi sia il motore che il driver.
E infine, per regolare la corrente non si usa il tester ma l’orecchio (con la corrente giusta il motore suona più liscio alle velocità di uso normale)
E si fanno tante prove fino a attenere la massima velocità, la massima accelerazione e la sicurezza che non sgrani mai.
Ed ancora:

Citazione:
Quello descritto nel video sul sito Pololu è un procedimento giusto per regolare la corrente con precisione ad un certo valore.
Ma chi stabilisce quale sia questo valore?

Il valore giusto non te lo dirà nessuna tabella perché dipende da molti fattori, troppi per calcolarli tutti.
- gli attriti meccanici della macchina
- il rapporto tra rotazioni e millimetri (ci sono chiocciole da 1mm/giro 2mm/giro e anche finoa 20mm/giro)
- il numero di microstep impostato
- la massa delle parti mobili
- le risonanze della macchina e se è presente o no un disaccoppiatore elastico che separa il motore dalle risonanze della macchina..
- il carico che si aggiunge nella lavorazione (con polistirolo quasi niente)
- molti altri fattori

Tutto influisce sulla velocità massima raggiungibile e sulla corrente migliore per ottenerla.
Quindi l'approccio andrà per tentativi, ovvero:

I drv8825 li danno a continuous current =1,5A - Max current 2,2A (raffrescati)
I miei motori Nema17 hanno 1,7A rated
Parto con la rotellina a 1/3 della sua escursione, che dovrebbe essere circa 0.7A.
Quindi uno ad uno provo i motori della TGA connessi alle meccaniche e provo ad aumentare gradualmente la velocità max in thereminoCNC.
Provo a vedere se sgrana il motore joggando avanti e indietro.
Quindi giro la rotellina del potenziometro fino a che ottengo la maggior velocità sensa fischi.

Provo prima a regolare la velocità e poi l'accelerazione, in sequenza alternando e joggando avanti e indietro

Sarà da imparare a riconoscere quando iniziano a sgranare... O a cantar male i motori..

Bon, aspetto che mi arrivi la CNCShield e poi mi metto a far prove.
Ciao!
pieri70 non è collegato   Rispondi citando