Visualizza messaggio singolo
Vecchio 20 ottobre 09, 13:51   #8 (permalink)  Top
claudio v
Moderatore
 
L'avatar di claudio v
 
Data registr.: 18-05-2006
Residenza: Torino
Messaggi: 4.598
Per gli amanti del genere ho ritrovato nelle mie polverose riviste un cimelio del 1978: un articolo in cui Varetto raccontava un po' di cose dell'Ago 77 che era stato il progenitore in struttura tradizionale dell AGO 79 completo di disegno costruttivo: il disegno lo trovate in allegato.

L'AGO 79 era, forse, tra i primi in Italia un full plastic o quasi con ala e fuso stampate, di sicuro il primo F3B italiano in compositi.
Il Can Can del 1988 (e` stato il primo F5B tutto plastica tutto italiano) e` il modello che cita Pampa con le celle oblique saldate tra loro oblique senza laminetta di collegamento.
Credo pero`, se non mi tradiusce la memoria, che quella trovata delle batterie fatte cosi` sia stata di Nevio Di Giusto. Era l'unico sistema per fare un pacco di batterie da 1098 grammi (max a regolamento 1100) con 28 celle e ci aveva dato piccolo vantaggio che compensava un po' la mancanza dei motori e celle "ufficiali" che avevano tutte le altre squadre di punta. Infatti Eugenio era arrivato quarto al mondiale e l'Italia quarta a squadre: risultato poi ineguagliato per svariati anni.
La trovata del Can Can, a parte la costruzione composita e l'ala ellittica, era il Power Nose che portava motore e una "slitta" su cui si bloccavano con precisione le batterie e che era intercambiabile da un modello all'altro.
Modelli tutti stampati, motorizzazioni diverse e i pezzi inercambiabili erano i must del Can Can 88. Il power nose e` poi stata una soluzione molto copiata in seguito, anche se spesso malamente, senza ricalcarla come design in tutte le sue prerogative di accessibilita` e praticita` d'uso.

Purtroppo il progredire a basso costo delle realizzazioni stampate e di molte altre cose ora rende "popular" la disponibilita` di mezzi che solo pochi un tempo erano in grado di progettare e realizzare... Quindi farsi il supermodello oggi e` oltremodo antieconomico e passa veramente la voglia).

In compenso ci si puo` dedicare ad altro e, solo per fare un esempio, si puo` vedere che tutte le motorizzazioni di tutti i modelli della Autonomy nelle prime posizioni le ha fatte lui... Va beh, ma questa e` un'altra storia.

Buon AGO 77/79 a tutti i nostalgici e non solo
Files allegati
Tipo file: pdf Disegno AGO 77.PDF‎ (232,2 KB, 346 visite)
claudio v non รจ collegato   Rispondi citando