Visualizza messaggio singolo
Vecchio 05 ottobre 22, 15:27   #2 (permalink)  Top
Ehstìkatzi
Gran Decapo
 
L'avatar di Ehstìkatzi
 
Data registr.: 18-03-2007
Messaggi: 14.505
Citazione:
Originalmente inviato da quenda Visualizza messaggio
Credo che la seguente osservazione richieda la competenza di un pilota di aerei veri……oppure di qualche aeromodellista esperto (non di quelli che dicono: “….se vola va bene così…).

Caso 1, aereo con carrello triciclo.
In fase di decollo l’aereo rulla sulla pista con lo stesso assetto dell’aereo fermo, cioè l’ala ha la stessa incidenza fino a pochi attimi prima del decollo. Al decollo avviene la “rotazione” e l’ala (assieme a tutto l’aereo) aumenta la propria incidenza e di conseguenza la portanza.

Caso 2, aereo con carrello biciclo e ruotino posteriore. In fase di rullaggio l’aereo ha sempre lo stesso assetto dell’aereo fermo.
Ma diversamente dal Caso 1 all’avvicinarsi della velocità di decollo, a un certo punto la coda si alza e l’INCIDENZA DELL’ALA DIMINUISCE e così pure la portanza. Questa diminuzione di portanza (credo…) deve essere compensata da un ulteriore aumento di velocità fino al punto di distacco dell’aereo dalla pista.

Premesso che un aereo con carrello biciclo può decollare ANCHE mantenendo il ruotino appoggiato alla pista (3-points Take-Off), è giusta la mia osservazione sulla diminuzione di portanza dell’ala che si verifica al sollevarsi del ruotino di coda?

ettore
Non credo ci sia bisogno di un pilota per rispondere, se camboia l'incidenza cambia la portanza. Bisogna tenere presente che la portanza varia anche col quadrato della velocità, questo può indurre a considerazioni virtuose.
Ehstìkatzi non è collegato   Rispondi citando