Visualizza messaggio singolo
Vecchio 22 settembre 22, 02:17   #2 (permalink)  Top
sub53
User
 
L'avatar di sub53
 
Data registr.: 05-02-2005
Residenza: Milano
Messaggi: 1.258
Citazione:
Originalmente inviato da alessiofbt Visualizza messaggio
Tempo fa per ridurre la tensione di un termosifone elettrico mi è stato consigliato di usare dei diodi in serie o semplicemente un regolatore di tensione con pot da modulare
Funzionava alla grande riducendo di 1000 watt la potenza e aumentando però sensibilmente il tempo di riscaldamento....normale ovviamente

La mia domanda ora va su altri elettrodomestici posso farlo su una piastra a induzione? E su una semplice in ghisa?
Su una macchina del caffè individuando il filo della serpentina che scalda l'acqua?
Se il termosifone funziona a 220 V. ovviamente alternata, il diodo è una bufala totale....
Quello che può avere senso fare è livellare la tensione a 210V. quando, in alcuni casi, arriva a 235/240 ( la tensione nominale della rete è 230V +/- 10% ). In effetti vendono apparecchi che funzionano limitando la tensione per un risparmio, ma ho dei grossi dubbi sul reale beneficio... se l'apparato è resistivo puro assorbe meno, ma ci metterà più tempo, ad esempio, a scaldare una stanza, se invece è switching non cambia nulla

In ogni caso prova e raccontaci... magari la cantonata l'ho scritta io !
__________________
Se è vero che il denaro parla, l'unica cosa che gli ho sentito dire è «addio»
(dal film Analisi di un delitto)
sub53 non è collegato   Rispondi citando