Visualizza messaggio singolo
Vecchio 25 dicembre 20, 16:22   #32 (permalink)  Top
Ehstìkatzi
Gran Decapo
 
L'avatar di Ehstìkatzi
 
Data registr.: 18-03-2007
Messaggi: 14.574
Citazione:
Originalmente inviato da Personal Jesus Visualizza messaggio
Deduzione: Xfoil del guru Drela sbaglia i calcoli.

Non ho mai detto che Panknin sia sbagliata.
A parte che se vogliamo farne addirittura una questione semantica dovremmo chiamarla formula Schenk.

Detto ciò, per quel si sa ed è possibile reperire anche in rete l'obiettivo principale della formula, se non addirittura l'unico, è quello di ottenere una configurazione certamente stabile, senza alcun riguardo per tutto il resto delle prestazioni (efficienza, imbardata e chi più ne ha più ne metta).

Lo stesso Panknin nel progettare il suo Rainbow in teoria usò un margine statico di 0,075 (?!) considerando un coefficiente di portanza di progetto di circa 0,14 e stava dimensionando un'aliante...

Se mettiamo margine statico 0,075 nella configurazione di Ettore, che svergolamento ci viene fuori? 10-12°?

Non mi sembra proprio di essere un accanito avversario dello svergolamento anzi, direi piuttosto il contrario.
Che svergolamento iniziale avevo proposto per poi essere bacchettato?

Gli svergolamenti più marcati si ottengono proprio impostando distribuzioni a campana di portanza e probabilmente non considerando quelle "simil-ellittiche".

Mi fermo qui.
Forse non mi sono spiegato bene: Marzocchi era per lo svergolamento nullo o quasi, io mi fidavo di Panknin, tu proponi valori esagerati. Questa è la scala. I valori del margine sono divisi per 100, non saprei per quale motivo, per cui 0,01 corrisponde a 1% e 0,075 corrisponde a 7,5% Valori vicini ai limiti, ma sempre adottabili. Drela è sicuramente un guru, ma Eppler non lo è sicuramente di meno, la sola differenza, che poi porta a risultati diversi, sta nelle possibilità di software e di calcolo disponibili ai due. Che sia Panknin o Schenk non ha importanza. Le specifiche a cui il modello deve rispondere sono nella testa del progettista e questo non è certo risolvibile con una formula utile a garantire la stbilità longitudinale. Come ho già detto bisogna confrontare i risultati ottenuti con diversi programmi, Nurflugel, e molti altri programmi,non ti dice quanti gradi usare, ma fornisce ,molti dati che devono essere interpretati per ottenere il risultato prefisso
Da ultimo e per l'ultima volta : la distribuzione a campana serve solo per evitare l'imbardata inversa quando l'ala non ha dispositivi e superfici utili a garantire la stabilità sull'asse di imbardata.



Ehstìkatzi non è collegato   Rispondi citando