Visualizza messaggio singolo
Vecchio 01 settembre 19, 17:27   #9 (permalink)  Top
dooling
User
 
L'avatar di dooling
 
Data registr.: 22-08-2007
Residenza: Portofino - Rapallo
Messaggi: 4.302
Citazione:
Originalmente inviato da Hyper8815 Visualizza messaggio
Riguardo al motore, intendo ridurre non il voltaggio ma la frequenza della corrente alternata che arriva a ciascun avvolgimento. In questo modo, la magnetizzazione/smagnetizzazione di ciascun polo avviene meno frequentemente, quindi la rotazione viene limitata. Tuttavia il voltaggio massimo di alimentazione di ciascuna bobina rimane invariato, e quindi nel punto di massimo della sinusoide la forza é identica al massimo della sinusoide di una corrente più veloce (quella per i massimi rpm dovrebbe essere 1000 hz intendo abbassarla un po') e quindi la coppia é uguale. In pratica, la forza massima con cui lo statore attrae il rotore é sempre quella, ma riducendo la frequenza ogni fase avviene meno frequentemente e così mantieni voltaggio, amperaggio e coppia riducendo gli rpm, é fattibile?(so che é un po' incasinato ma non so come spiegarlo meglio)
Ne capisco poco o nulla, quindi mi collego ad un motore termico.

La potenza è data da coppia X giri, quindi se questo vale anche per un motore elettrico; ti ritrovi con una coppia invariata ma con un n° di giri inferiore,
quindi dovrai aumentare il diametro/passo dell'elica per ottenere le stesse prestazioni,
sempre ché la potenza erogata resti invariata trattandosi di un motore elettrico.

__________________
Never forget it.
dooling non è collegato   Rispondi citando