Visualizza messaggio singolo
Vecchio 23 settembre 16, 01:46   #3 (permalink)  Top
RenatoC
User
 
L'avatar di RenatoC
 
Data registr.: 01-04-2010
Residenza: Latina
Messaggi: 332


Il 17-18 Settembre è stata disputata l'Italian Cup presso l'oramai famoso campo di regata di Standiana, Ravenna. L'Italian Cup è l'evento più atteso del calendario e possiede un fascino tutto suo... veramente difficile da descrivere.
Undici gli scafi che si sono presentati al Via, di cui 4 provenienti dalla Germania (più nel dettaglio: BlackMagic NZL-32, China Team CHN-, Jaguar Team GBR-75 e Team New Zealand NZL-92).



Il Sabato, come da programma, si sono svolte regate di flotta ad oltranza, ed in totale il traguardo è stato tagliato per una decina di volte. Dopo un Settembre caratterizzato da intere giornate di sole e vento, la sorte ha voluto assegnarci un week-end dal meteo piuttosto incerto e variabile, con un vento spesso assente e quasi mai sopra i 4-5 nodi.
Tuttavia, le numerose boe presenti sul campo di regata hanno permesso di scegliere percorsi sempre ben allineati con il vento e con tratti veramente lunghi.



Domenica mattina sono riprese le regate di flotta, ma con un meteo ancora più incerto ed un vento ancora più assenteista, tanto è vero che è stato possibile disputare solo altre tre regate di flotta. Tra tutti i sindacati scesi in acqua, a farla da padrone sono state la velocissima e plurivincitrice Areva FRA-93 e la nuova e fiammante LunaRossa ITA-86. I due sindacati si sono aggiuticati il maggior numeri di vittorie, con una +39 ed una Azzurra che, loro malgrado, hanno portato a casa una timida vittoria a testa.
Anche Jaguar GBR-75 si è dimostrata veramente molto veloce in condizioni di pochissimo vento (merito anche dello skipper che è sempre riuscito a trovare il vento là dove gli altri lo stavano ancora cecando...) ma una serie di piccoli errori hanno sempre compromesso il piazzamento finale, un vero peccato. Edizione sfortunata per Desafio ESP-97, partita con tutti i migliori propositi, ma rimasta a terra causa inaspettati problemi di ricezione alla ricevente.



Al termine delle regate di flotta la classifica è stata la seguente:

1° Areva FRA-93 con 13 punti
2° LunaRossa ITA-86 con 23 punti
3° Azzurra ITA-73 con 35 punti
4° +39 ITA-85 con 35 punti
5° Alinghi SUI-100 con 53 punti
6° New Zealand NZL-92 con 72 punti
7° MAscalzone LAtino ITA-17 con 84 punti
8° Jaguar GBR-75 con 85 punti
9° Desafio ESP-97 fuori classifica
10° China Team Fuori classifica
11° Black Magic NZL-32 fuori classifica

Il programma prevedeva lo svolgimento dei quarti di finale, semifinale e finalissima a match race dopo la pausa pranzo ma..... niente vento... calma piatta... bonaccia totale!!!
Solitamente, dopo le 14:00 il vento inizia a svegliarsi, ma alle 15:00 ancora nulla, e nemmeno le nuvole in cielo sembravano volersi muovere tanta estesa era la cappa che si era creata sopra al lago di Standiana. E' stato veramente difficile contenere lo sconforto, un evento simile sperava in un meteo decisamente diverso, ma si sà... nel mondo della vela è così, ed anche nel nostro micro-cosmo in scala 1:20 ci siamo dovuti accontentare di quel che Eolo ha voluto donare.
Colpo di scena: attorno alle 15:30 ha fatto capolino sul campo di regata un timidissimo scirocco. Non essendoci le condi-meteo per disputare tutti i match-race in programma, si è deciso all'unanimità di disputare solo la finalissima tra i due sindacati che meglio si sono piazzati al termine delle regate di flotta, ovvero:

AREVA FRA-93 vs. LunaRossa ITA-86.



Campo di regata rigorosamente a bastone, ma i lato non lunghissimi hanno imposto tre giri di campo a regata. Gli scafi scendono in acqua in condizioni di vento praticamente assente (la brezzolina era presente solo da metà campo di regata in poi). LunaRossa riesce ad aggiudicarsi la partenza e a distaccate Areva di diverse lunghezze. Areva non è riuscita a recuperare e LunaRossa si porta subito sul 1-0.

Situazione analoga per la seconda regata: LunaRossa parte in vantaggio e alla prima boa di bolina Areva resta vittima di un buco di vento che la ferma prua a vento, facendole perdere molto terreno. Niente da fare: LunaRossa non perde tempo e si porta sul 2-0.

Areva non si lascia scoraggiare, mette mano al set-up e scende nuovamente in acqua, più competitiva che mai. Ciò nonostante... Areva si prende subito una penalità nella prepartenza, la esegue subito, ma logicamente parte in svantaggio, con LunaRossa sempre in testa che punta già dritta la prima boa di bolina. Ma il vento è pochissimo e questa volta è LunaRossa a rimanere intrappolata in un buco di vento. Areva riesce a sfruttare meglio la leggerissima brezza presente sul campo e a portarsi in vantaggio fin dal primo lato di bolina. Mantiene il vantaggio per tutta la regata, e pur avento preso una seconta penalità alla terza boa di bolina, la esegue e taglia per prima il traguardo. Siamo sul 2-1 per Luna Rossa.

Parte la quarta regata: Areva prende nuovamente una penalità nella prepartenza, dando così una grandissima possibilità a LunaRossa di chiudere la partita. Areva esegue subito la penalità e parte per l'ennesima volta in ritardo, ma sembra reggere benissimo il passo di LunaRossa e i due scafi navigano appaiati per parecchio tempo, quando alla seconda boa di bolina avviene l'evento che ha segnato le sorti dell'incontro: Areva liscia la boa.... e LunaRossa non si lascia scappare la ghiottissima occasione di portarsi sul 3-1 e... di aggiudicarli l'ITALIAN CUP 2016!!!!!



I complimenti vanno non solo a Lorenzo, skipper di LunaRossa e Nuovo Campione Italiano Classe IACC120, ma a tutti i partecipanti che, con la loro passione, hanno animato questa ennesima edizione dell'Italian Cup.

E come non ringraziare Mauro, Skipper di Areva, nonchè organizzatore dell'Evento, che ha nuovamente permesso a tutti noi di vivere una nuova ed indimenticabile edizione dell ITALIAN CUP!!!!!

Per i VIDEO dell'evento, clicca QUA
__________________
"Non puoi cambiare la direzione del vento... ma puoi sempre regolare le tue vele... "
http://www.iacc120.it/
RenatoC non è collegato   Rispondi citando