Discussione: Robbe Infinity 3
Visualizza messaggio singolo
Vecchio 05 febbraio 07, 13:33   #121 (permalink)  Top
galaxy
User
 
Data registr.: 19-04-2003
Messaggi: 1.670
Citazione:
Originalmente inviato da logitech76
Per galaxy,
Ho letto la tua interessante recensione di qualche post (pag 9 mi sembra...) fa e devo farti i miei complimenti.
Tu hai evidenziato alcune peculiarità del software e dell’hardware che sono davvero importanti e che la robbe dovrebbe descrivere meglio nel suo manuale. Infatti, per come la penso io, in questo genere di apparecchiature, non conta nulla scrivere che fa questo e quest’altro (alle funzioni ci arriviamo da soli!) se poi non si dice come poter sfruttare nel modo giusto le funzioni o quali siano davvero i limiti dell’apparecchio. Tanto per dirne una: nel manuale dell’infinity 2 vi è una comoda tabella dove viene indicato quanta corrente riesce ad erogare in carica e/o scarica in funzione del voltaggio del pacco collegato.
Quì invece il manuale descrive solo che carica a 10 Amp. Poi uno collega due pacchi da tot numero di celle e si accorge che in auto carica a 3/4/5 Amp max e magari pensa che sono le batterie che non sono buone.
Un’altra cosa che non capisco è:
Mettete la funzione della resistenza interna e non dite come usarla e qual’è il momento giusto per fare la lettura????
Di fatto questa funzione non serve a nulla! Io stesso ho provato a caricare un pacco nuovo e nel primo minuto mi dava 400milliohm, dopo 10 min mi dava 90milliohm, a fine carica mi dava 100milliohm!!!
Poi ho scaricato e nel primo minuto mi dava 60milliohm, a fine scarica me ne dava 70milliohm. Insomma qual’è il valore esatto???????????????????????????
Vorrei tanto una risposta dalla robbe!!!!!!!!!!!
Ciao!
Ascolta logitech76,
Come già ti hanno risposto gli altri utenti, la resistenza interna è un parametro difficile da interpretare e inganna con il variare della temperatura della chimica come giustamente osservato da dragoxx81. Lo è ancor di più per un modellista che magari ha cominciato da poco. Io ti posso rispondere seguendo un ragionamento. Prima però vorrei fare una piccola parentesi. Anche io ho fatto una ricerca e ho letto che il momento giusto per la lettura di questo parametro è in carica o meglio a fine carica. Posso anche citare un manuale dove questo viene detto. Si tratta del manuale del CB ICE dell'intelliPeak, che sembra essere un clone del nostro infinity 3 (potete scaricarvi il pdf cercandolo in google).
Detto ciò e basandomi su molteplici prove fatte, posso dirti, secondo il mio umile ragionamento, che sia più utile e veritiero eseguire la lettura in Scarica . E sai perchè lo penso? Semplice! Scusa, ma sui nostri modelli cosa facciamo quando ci giochiamo??? Scarichiamo il pacco! E quindi a noi cosa interessa? La resistenza in fase di scarica! Non ce ne può fregar de meno se in carica ha una bassa resistenza se poi in scarica ne ha una più alta (anche se ciò non può mai accadere per motivi chimici) e poi che mi frega se in internet si trova qualche rigo dove viene descritto che la lettura la si fa in carica!!!?? Anche se me lo scrive la ditta che produce le celle, Io mi baso su quello che riscontro dalle mie prove e come te mi sono accorto che in carica i valori passano da moltissimi milliohm a pochi milliohm per poi risalire negli ultimi minuti di carica sia con pacchi nuovi che usati. Mentre come hai potuto constatare tu stesso in scarica hai avuto nel tuo caso una differenza di "appena" 10 milliohm (non parli di quante celle è il pacco...). Quindi in scarica il valore è mooolto più stabile e ripeto che in definitiva è questa la condizione che interessa Noi, la scarica!.

P.S.
Se volete poi selezionare le celle, io consiglio di ciclarle tutte 3 volte nello stesso momento e scaricarle dopo singolarmente con la corrente più alta (5Amp) disponibile.
Per essere più precisi faccio un esempio: Premetto che è fasidioso e laborioso da fare e se non avete necessità di gara o altro lasciate stare.

Avete comprato 20 celle nuove nuove e volete fare 2 pacchi da 10 di cui uno ottimo.
Bene saldate con cura ad ogni cella un cavetto per polo di pochi cm e saldategli i classici connettori dorati da 4mm maschio/femmina che usate di solito di modo che alla fine potrete collegarle tutte in serie tra di loro e al CB.
Aspettate un giorno per stabilizzare le celle sottoposte al calore del saldatore.
Bene ora fate i cicli carica/scarica al nostro paccone da 20 celle in serie. Alla fine del 3° ciclo aspettate un ora (questo per rendere ininfluente il tempo che ci occorrerà per testare le celle singolarmente).
Adesso collegate al CB ogni singola cella tramite i comodi connettori realizzati prima ed eseguite la scarica ad ognuna a 5 amp e annotatevi il valore della resistenza dopo il primo minuto e interrompete la scarica per passare velocemente all’altra cella e poi all’altra ancora e così via. In 20/25 minuti avrete finito. Poi ovviamente con calma scaricherete tutte le celle in una sola volta collegandole di nuovo in serie.
Per il resto non vi resta che confrontare i valori e fare la vostra scelta.
Spero di essere stato chiaro e utile a chi come me ha sempre letto opinioni discordanti in merito alla resistenza interna di queste odiose/favolose celle!
galaxy non è collegato   Rispondi citando