Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Navimodellismo > Navimodellismo a Vela


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 09 febbraio 10, 08:17   #1 (permalink)  Top
Moderatore
 
L'avatar di claudio v
 
Data registr.: 18-05-2006
Residenza: Torino
Messaggi: 4.598
AC/10 al MODEL EXPO ITALY a VERONA il 6 e 7 Marzo

Come da titolo anche quest'anno con Progetto-Urca saremo ospiti al Model expo Italy di Verona dove avremo uno stand vicino alle vasche dei modelli navali.

Forse quest'anno alcuni che hanno la barca in costruzione o in "messa a punto" saranno pronti e cosi` vorremmo provare a organizzare un raduno tra luglio e settembre di Maxi a Vela RC.

Essendo Verona in posizione baricentrica e l'expo frequentato, potrebbe essere un'occasione per trovarsi e parlare direttamente dei prossimi programmi e delle possibili localita` utilizzabili.
L'invito e` rivolto in particolare ai toscani e ai veneti che in questo periodo stanno lavorando a realizzare un po' di maxi a vela, a quelli che hanno delle 2 m del Garda e vorrebbero farle di nuovo girare un po' e a tutti gli appassionati del genere.

Se avete idee o proposte si puo`iniziare a parlarne qui.
ciao ciao
Icone allegate
AC/10 al MODEL EXPO ITALY a VERONA il 6 e 7 Marzo-easysail-mascalzone.jpg   AC/10 al MODEL EXPO ITALY a VERONA il 6 e 7 Marzo-verona-model-expo-2009-progetto-urca.jpg  
claudio v non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 febbraio 10, 09:25   #2 (permalink)  Top
albertoemme
Guest
 
Messaggi: n/a
Citazione:
Originalmente inviato da claudio v Visualizza messaggio
Come da titolo anche quest'anno con Progetto-Urca saremo ospiti al Model expo Italy di Verona dove avremo uno stand vicino alle vasche dei modelli navali.

Forse quest'anno alcuni che hanno la barca in costruzione o in "messa a punto" saranno pronti e cosi` vorremmo provare a organizzare un raduno tra luglio e settembre di Maxi a Vela RC.

Essendo Verona in posizione baricentrica e l'expo frequentato, potrebbe essere un'occasione per trovarsi e parlare direttamente dei prossimi programmi e delle possibili localita` utilizzabili.
L'invito e` rivolto in particolare ai toscani e ai veneti che in questo periodo stanno lavorando a realizzare un po' di maxi a vela, a quelli che hanno delle 2 m del Garda e vorrebbero farle di nuovo girare un po' e a tutti gli appassionati del genere.

Se avete idee o proposte si puo`iniziare a parlarne qui.
ciao ciao
Ciao Claudio, hai evocato il Veneto... toglimi una curiosità, è risaputo che il mio masochismo mi spinge a sfidare la solitudine dei nostri specchi d'acqua per far navigare i miei modelli: già con gli AAC120 la mia auto SW mi permette di utilizzare solo i sedili anteriori. Con i maxi come ci si organizza? La tentazione di allungare il passo ci sarebbe, ma credo che serva anche allungare l'auto. Sbaglio?
Alberto
  Rispondi citando
Vecchio 09 febbraio 10, 09:46   #3 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di pinolo1983
 
Data registr.: 25-09-2007
Residenza: Firenze Valdarno
Messaggi: 265
Ciao Claudio, direi bella iniziativa questa, se avrò tempo verrò a trovarti alla fiera a Verona, avrei piacere di conoscerti di persona.
L'idea di un raduno con maxi modelli mi attira parecchio, c'è solo da decidere il luogo dove svolgere il tutto, magari anche un bel torneino di Match Race non mi dispiacerebbe, dato che è la mia specialità!!!
Claudio, io intanto spargo la voce tra i miei amici modellisti toscanacci e dato che venerdì faccio la riunione del circolo sarà un argomento che tratterò

Ricca
__________________
Responsabile RG65/DF - MODELVELA ITALIA
http://www.modelvela.com
http://www.velamodelfirenze.jimdo.com/
pinolo1983 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 febbraio 10, 13:35   #4 (permalink)  Top
Moderatore
 
L'avatar di claudio v
 
Data registr.: 18-05-2006
Residenza: Torino
Messaggi: 4.598
Citazione:
Originalmente inviato da albertoemme Visualizza messaggio
Ciao Claudio, hai evocato il Veneto... toglimi una curiosità, è risaputo che il mio masochismo mi spinge a sfidare la solitudine dei nostri specchi d'acqua per far navigare i miei modelli: già con gli AAC120 la mia auto SW mi permette di utilizzare solo i sedili anteriori. Con i maxi come ci si organizza? La tentazione di allungare il passo ci sarebbe, ma credo che serva anche allungare l'auto. Sbaglio?
Alberto
Ciao Alberto
Il problema dello spazio in macchina e` l'ultimo che preoccupa incominciando a giocare con i maxi

Con un maxi come le AC/10, di 2,5 metri, a me basta reclinare il sedile anteriore della Cmax o del Berlingo e mi avanzano ancora 2 posti dentro.
dentro il berlingo, viaggiando in 2 o 3 riesco a mettere 2 maxi e un po' di materiali a corredo e avanzo ancora un po' di spazio.
Se l'albero e` smontabile sta dentro anche lui, altrimenti lo si lega fuori alle barre (i miei sono tutti smontabili perche` mi piace tenermi tutto dentro la macchina).
Il resto degli ingombri e` pressoche` equivalente a roba piu` piccola e sta comodamente nel bagagliaio
Altrimenti con 2 barre portapacchi e una semplice custodia da surf si mette scafo + invaso+ albero sopra la macchina e lo spazio dentro e` maggiore che con barche piu` piccole.
Certo, se hai uan smart la cosa si complica un po', ma una normale vettura media di solito non da` problemi.

Probabilmente verro` Verona proprio con il berlingo e oltre a Urca For record (2m del garda) e alla AC/10 dentro la macchina entreranno la IOM con relativo portavele, 2 micro rg65, la easysail , il proto del cat di alinghi (se lo finisco), 4 alianti della Autonomy, il materiale dello stand e altro ancora
L'hanno scorso avevo gia` fatto cosi` perche` avevamo poi trasferito tutto nella Voyager di Luigi assieme e alle sue cose (Prada AC/10, una IOM etc etc)

Quindi nella Voyager c'erano 3 maxi + 2 IOM + 2 rg 65 + 4 alianti... e tutto il resto
Volere e` potere

Il problema e` semmai il tempo di montaggio, specie la mia AC/10 che ha un po' di cose da collegare all'albero e al boma, le varie funzioni RC correlate, le vele inferite etc etc che richiedono almeno un 30-40 minuti per essere fatte bene e con calma.
Idem per lo smontaggio che richiede anche un lavaggio accuarato, specie se si e` navigato in acqua salmastra.
Li` il confronto con un barchino tipo IOM o AC120 e` sconcertante.
In pratica avere a che fare con un maxi e` un po come usare una piccola deriva, ma che va maneggiata con "i guanti"

Ciao, spero di vederti quest'anno in fiera

Saluti
claudio v non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 febbraio 10, 13:49   #5 (permalink)  Top
Moderatore
 
L'avatar di claudio v
 
Data registr.: 18-05-2006
Residenza: Torino
Messaggi: 4.598
Citazione:
Originalmente inviato da pinolo1983 Visualizza messaggio
Ciao Claudio, direi bella iniziativa questa, se avrò tempo verrò a trovarti alla fiera a Verona, avrei piacere di conoscerti di persona.
L'idea di un raduno con maxi modelli mi attira parecchio, c'è solo da decidere il luogo dove svolgere il tutto, magari anche un bel torneino di Match Race non mi dispiacerebbe, dato che è la mia specialità!!!
Claudio, io intanto spargo la voce tra i miei amici modellisti toscanacci e dato che venerdì faccio la riunione del circolo sarà un argomento che tratterò

Ricca
Infatti l'invito era rivolto in particolare a voi.

Il posto potrebbe essere scelto tra "casa vostra" in estate o Aosta in autunno (d'estate c'e` troppa brezza).

Per quel che riguarda invece il matc race, per farlo e divertirsi occorre soprattutto avere barche analoghe con prestazioni simili, altrimenti ci si vede alla partenza e poi finisce li`.
Uno dei motivi per cui vi spingevo a fare delle 1:10 era proprio quello, visto che in italia ce n'erano gia` 3 naviganti e una in costruzione proprio in toscana.
Per ora mi pare che la disuniformita` della flotta sia notevole, ma si potrebbe anche provare, in via molto soft ed amichevole, anche perche` e` un giochino basato non solo sulla capacita` di manovra ma anche su una approfondita conoscenza delle regole e, per potersi divertire, non deve diventare una rissa... anche perche` con i maxi farsi dei danni reciproci e` molto facile.
I francesi erano abbastanza bravi e molto attenti e infatti, in 3 campagne di coppa america 1:10 e piu` di un centinaio tra match race e regate, ho rimediato solo un paio di piccoli graffi sulla vernice. i contatti possono esserci, ma devono essere "finti" (evitando al collisione), altrimenti si prende entrambi la penalita` e soprattutto si scassa tutto

Speriamo che si possa combinare qualcosa assieme e di vederci a Verona con un po' di calma.
saluti
claudio v non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 febbraio 10, 14:42   #6 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di pinolo1983
 
Data registr.: 25-09-2007
Residenza: Firenze Valdarno
Messaggi: 265
Citazione:
Originalmente inviato da claudio v Visualizza messaggio
Infatti l'invito era rivolto in particolare a voi.

Il posto potrebbe essere scelto tra "casa vostra" in estate o Aosta in autunno (d'estate c'e` troppa brezza).

Per quel che riguarda invece il matc race, per farlo e divertirsi occorre soprattutto avere barche analoghe con prestazioni simili, altrimenti ci si vede alla partenza e poi finisce li`.
Uno dei motivi per cui vi spingevo a fare delle 1:10 era proprio quello, visto che in italia ce n'erano gia` 3 naviganti e una in costruzione proprio in toscana.
Per ora mi pare che la disuniformita` della flotta sia notevole, ma si potrebbe anche provare, in via molto soft ed amichevole, anche perche` e` un giochino basato non solo sulla capacita` di manovra ma anche su una approfondita conoscenza delle regole e, per potersi divertire, non deve diventare una rissa... anche perche` con i maxi farsi dei danni reciproci e` molto facile.
I francesi erano abbastanza bravi e molto attenti e infatti, in 3 campagne di coppa america 1:10 e piu` di un centinaio tra match race e regate, ho rimediato solo un paio di piccoli graffi sulla vernice. i contatti possono esserci, ma devono essere "finti" (evitando al collisione), altrimenti si prende entrambi la penalita` e soprattutto si scassa tutto

Speriamo che si possa combinare qualcosa assieme e di vederci a Verona con un po' di calma.
saluti

Esatto Claudio, infatti ho chiesto proprio di provare qualche Matchrace, magari proprio con te, dato che non ho mai trovato nessuno che conoscesse le ISAF come me e difatti la collisione non ci deve assolutamente essere in quanto anche nell'appendice E si applica la regola 14. Potrebbe essere molto bello anche provare qualche prestart a livello dimostrativo

P.S. Hai il gioco Virtual Skipper 5?

Se vai a questo sito VSK Match Race Center c'è la classifica mondiale di tutti gli skipper che praticano Match Race, il mio nick è Team Elunda!

Ricca
__________________
Responsabile RG65/DF - MODELVELA ITALIA
http://www.modelvela.com
http://www.velamodelfirenze.jimdo.com/
pinolo1983 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 febbraio 10, 17:30   #7 (permalink)  Top
Moderatore
 
L'avatar di claudio v
 
Data registr.: 18-05-2006
Residenza: Torino
Messaggi: 4.598
Citazione:
Originalmente inviato da pinolo1983 Visualizza messaggio
Esatto Claudio, infatti ho chiesto proprio di provare qualche Matchrace, magari proprio con te, dato che non ho mai trovato nessuno che conoscesse le ISAF come me e difatti la collisione non ci deve assolutamente essere in quanto anche nell'appendice E si applica la regola 14. Potrebbe essere molto bello anche provare qualche prestart a livello dimostrativo

P.S. Hai il gioco Virtual Skipper 5?

Se vai a questo sito VSK Match Race Center c'è la classifica mondiale di tutti gli skipper che praticano Match Race, il mio nick è Team Elunda!

Ricca
Ormai è più di un anno che non mi alleno e sono un po' arrugginito.
No, non sono un amante di virtual skipper e non ce l'ho nemmeno sul pc. Ci ho giocato qualche volta con il mio amico Thomas di Bordeaux nel 2008 quando era a casa sua per la coppa 2008 e lui l'usava per allenarsi.
Abbiamo passati alcune ore in singolar tenzone al pc e dopo i primi tentativi me la cavavo discretamente... ora non ricordo nemmeno più come si avvia e quali siano i comandi

A Bordeaux nel 2008 la disputa della coppa è stata veramente bella perchè avevamo sempre 2 giudici di match race ISAF disponibili, uno per ogni concorrente: quindi la garanzia di un gioco corretto e regolare era una grande tranquillità.
In più i giudici erano molto gentili e disponibili e, dopo la regata, in caso di dubbi ci spiegavano i motivi e le regole delle penalità: non c'è mai stata uan discussione.
E' stata una grande scuola, ne siamo usciti tutti "cresciuti" e sarebbe bello si potesse ripetere: purtroppo ora le condizioni al contorno non ci sono, ma chissà che prima o poi non si ricreino.

Per fare match race con i modelli, il problema è sempre quello di avere barche simili con possibilità di manovra simili e un minimo di inerzie.
Altrimenti non c'è gioco.
Il "metrino" è talmente agile e veloce in manovra che simulare il match race è un po' un'illusione, così come pensare di tenere l'avversario in copertura.

Vedendo la vostra AC di 1,8 metri con fiocco bomato penso che un buon sparring partner potrebbe essere Urca for record; stazze, superfici veliche e manovre sarano molto simili. La AC/10 con i suoi oltre 24 kg ha invece inerzie e velocità di manovra diverse, ma soprattutto ha il genoa che in alcuni casi aiuta e in altri complica un po' il giochino.

Certo, per simulare il match race degli AC della 32esima coppa, la AC/10 con il suo genoa è il massimo perchè il comportamento è veramente simile... ma bisogna averla ben "in mano" per farlo bene: si lavora su almeno 4 comandi contemporaneamente ed è meglio non sbagliare la manovra delle vele perchè è un po' "delicata": un genoa cazzato a collo malamente o un aggancio con la barca vicina spesso si trasforma in qualche rottura di scotte (che fanno da fusibile).
E tutte le volte che salta una scottina ci vuole un buon quarto d'ora per rimetterla in marcia.
Non è certo come fare un restart con virtual skipper

Se vieni a Verona avrai modo di guardare bene come è fatta e chissà che non vi venga voglia di provarci

Guarda un po' di queste foto
En attendant 2010 - Galerie Photos
En attendant 2010 - Galerie Photos
En attendant 2010 - Galerie Photos

Ciao

Ultima modifica di claudio v : 09 febbraio 10 alle ore 17:34
claudio v non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 febbraio 10, 18:30   #8 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di pinolo1983
 
Data registr.: 25-09-2007
Residenza: Firenze Valdarno
Messaggi: 265
Bellissime queste foto, ho visto l'elettronica dentro lo scafo ed è qualcosa di impressionante, cioè non c'ho capito una mazza
Se vengo su a Verona mi spiegherai come funziona tutto questo marchingegno

Ricca
__________________
Responsabile RG65/DF - MODELVELA ITALIA
http://www.modelvela.com
http://www.velamodelfirenze.jimdo.com/
pinolo1983 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 10 febbraio 10, 10:58   #9 (permalink)  Top
Moderatore
 
L'avatar di claudio v
 
Data registr.: 18-05-2006
Residenza: Torino
Messaggi: 4.598
Citazione:
Originalmente inviato da pinolo1983 Visualizza messaggio
Bellissime queste foto, ho visto l'elettronica dentro lo scafo ed è qualcosa di impressionante, cioè non c'ho capito una mazza
Se vengo su a Verona mi spiegherai come funziona tutto questo marchingegno

Ricca
Vedremo... se stai bravo

Comunque ti posso spiegare il funzionamento che e` piu` semplice di quel che appare dalle prima impressioni e, dopo che hai capito il meccanismo ti potreio passare una serie di foto di Luna Rossa AC/10 nei suoi vari dettagli se hai dei dubbi (Urca AC/10 per certi dettagli e tuttora "riservata" per evitare possibili copiature dai francesi se si ricominciasse con la coppa).

Intanto ti puoi guardare bene questi link per meccaniche interne genoa AC/10 che sono molto interessanti e chiari

Foto meccaniche interne AC/10 francesi
En attendant 2010 - Galerie Photos
En attendant 2010 - Galerie Photos
En attendant 2010 - Galerie Photos

pagina rivista francese con schemi elettrici di Philippe Debord (gia` postata sul BR)
http://www.baronerosso.it/forum/atta...AArQAAAEDdBgA=

Schema vari circuiti scotte interni genoa (gia` postato sul BR )
http://www.baronerosso.it/forum/atta...otte-genoa.jpg

Normalmente i prototipi delle meccaniche li realizzo e li faccio funzionare a banco fuori dalla barca, poi realizzo i disegni dedicati di tutto l'allestimento interno e dei passaggi scotte: in pratica l'interno della barca deve nascere in funzione delle meccaniche, altrimenti dopo sono "dolori".
Soprattutto tutti i punti di forza devono essere identificati e solidarizzati allo scafo per evitare che al primo inceppamento si smonti tutto.
Buono studio
ciao
claudio v non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 10 febbraio 10, 17:30   #10 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di pinolo1983
 
Data registr.: 25-09-2007
Residenza: Firenze Valdarno
Messaggi: 265
Va bene via, farò il bravo bimbo
Così poi mi spieghi a modino tutto questo macello.....sono davvero dei meccanismi belli complessi ma sicuramente affidabili e ben funzionanti!!!

Ricca
__________________
Responsabile RG65/DF - MODELVELA ITALIA
http://www.modelvela.com
http://www.velamodelfirenze.jimdo.com/
pinolo1983 non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Al Model Expo Italy di Verona del 6/7 marzo gare con elicotteri indoor Indoor Elimodellismo Motore Elettrico 6 28 gennaio 10 15:10
Model expo italy VR 7/8 marzo alegerry Motoscafi con Motore Elettrico 3 23 febbraio 09 19:12
Lukas al Model Expo Italy di Verona del 7/8 marzo Indoor Elimodellismo Motore Elettrico 2 15 febbraio 09 16:10
Model Expo Italy... Verona Stick Automodellismo Mot. Scoppio On-Road 34 18 aprile 08 21:00



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 20:43.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002