Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Navimodellismo > Navimodellismo Riproduzioni


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 29 giugno 15, 20:57   #1 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Macchi 205
 
Data registr.: 11-12-2007
Residenza: Verona
Messaggi: 7
Realizzazione Pattugliatore GdF Bigliani III Serie su disegni ANB

Salve a tutti sono Davide neofita del navimodellismo già aeromodellista e fermodellista.
Come avete potuto leggere dal titolo vorrei realizzare il Bigliani, per fortuna non sono solo mi dovrebbe aiutare un caro amico modellista di lungo corso cl.1927.
Il nostro problema è la motorizzazione che vorremmo elettrica per motivi di semplicità di realizzazione ed utilizzo, avevo pensato a dei brushless (due contro-rotanti)ma non ci capisco un'H....
Vorrei che il modello rispecchiasse le prestazioni del reale(o un pò più veloce), logicamente ridotte anch'esse "in scala". (42 nodi)
Mi potreste indicare che motori istallare che ESC possibilmente con la retro e che batterie? Mi confermate che i motori vanno raffreddati a liquido?
Correi fare pure le luci di via a led, il faro di ricerca con un led da 1W(se è abbastanza piccolo), i flap mobili ed istallare una piccola camera Wireless all'interno della plancia che possa trasmettere al pc.
Queste è l'idea se mi sovviene altro vi disturberò ancora
Sono aperto a qualsiasi consiglio
Vi ringrazio ed un saluto a tutti
Icone allegate
Realizzazione Pattugliatore GdF Bigliani III Serie su disegni ANB-bigliani-iii.jpg  
Macchi 205 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 01 luglio 15, 10:00   #2 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di CarloRoma63
 
Data registr.: 08-08-2011
Residenza: Roma
Messaggi: 5.442
Citazione:
Originalmente inviato da Macchi 205 Visualizza messaggio
Salve a tutti sono Davide neofita del navimodellismo già aeromodellista e fermodellista.
Come avete potuto leggere dal titolo vorrei realizzare il Bigliani, per fortuna non sono solo mi dovrebbe aiutare un caro amico modellista di lungo corso cl.1927.
Il nostro problema è la motorizzazione che vorremmo elettrica per motivi di semplicità di realizzazione ed utilizzo, avevo pensato a dei brushless (due contro-rotanti)ma non ci capisco un'H....
Vorrei che il modello rispecchiasse le prestazioni del reale(o un pò più veloce), logicamente ridotte anch'esse "in scala". (42 nodi)
Mi potreste indicare che motori istallare che ESC possibilmente con la retro e che batterie? Mi confermate che i motori vanno raffreddati a liquido?
Correi fare pure le luci di via a led, il faro di ricerca con un led da 1W(se è abbastanza piccolo), i flap mobili ed istallare una piccola camera Wireless all'interno della plancia che possa trasmettere al pc.
Queste è l'idea se mi sovviene altro vi disturberò ancora
Sono aperto a qualsiasi consiglio
Vi ringrazio ed un saluto a tutti
Ciao,
per la motorizzazione occorrerebbe conoscere peso e dimensioni dello scafo finito, comunque il raffreddamento ad acqua è fortemente consigliato anche quando le potenze e le prestazioni non sono molto elevate, diciamo dai 100W a motore in su. E' opportuno raffreddare anche gli ESC.
Per l'elettronica non hai che da dare libero sfogo alla tua fantasia, a patto di avere una radio che sia abbastanza flessibile come programmazione e che abbia canali a sufficienza. Per accendere i led (ed altri dispositivi on/off) puoi usare gli switch elettronici collegabili direttamente alla ricevente (uno per canale), oppure (soluzione più economica se devi comandare un buon numero di dispositivi) utilizzare un Arduino Nano che pilota tanti stadi di potenza a mosfet quanti sono i carichi da alimentare. Questa soluzione ti permette anche di superare eventuali limiti di programmazione della radio o di disponibilità di canali (ci sono tecniche per multiplare 6 o più comandi on/off su due soli canali) e di applicare tutte le tue fantasie in termini di comandi.

Carlo
__________________
Dai un pesce ad un uomo e lo avrai sfamato per un giorno, insegnagli a pescare e lo avrai sfamato per sempre. (Confucio)
I miei modelli: http://www.youtube.com/results?search_query=carloroma63
CarloRoma63 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 01 luglio 15, 20:12   #3 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Macchi 205
 
Data registr.: 11-12-2007
Residenza: Verona
Messaggi: 7
Grazie Carlo, ho letto la tua guida e mi sono fatto un idea riguardo la motorizzazione cmq la LFT dovrebbe essere 1.056 mt.
Inizio i lavori e magari posto qualche foto.
Per il raffreddamento avevo pensato ad in sistema a circuito chiuso, perché useremo il modello in mare non ci sono laghi nelle vicinanze, con scambio di calore come sul Macchi castoldi MC72. Pensate possa andare?
Macchi 205 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 luglio 15, 08:51   #4 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di CarloRoma63
 
Data registr.: 08-08-2011
Residenza: Roma
Messaggi: 5.442
Citazione:
Originalmente inviato da Macchi 205 Visualizza messaggio
Grazie Carlo, ho letto la tua guida e mi sono fatto un idea riguardo la motorizzazione cmq la LFT dovrebbe essere 1.056 mt.
Inizio i lavori e magari posto qualche foto.
Per il raffreddamento avevo pensato ad in sistema a circuito chiuso, perché useremo il modello in mare non ci sono laghi nelle vicinanze, con scambio di calore come sul Macchi castoldi MC72. Pensate possa andare?
Oltre 1 mt di lunghezza... credo che tu vada ben oltre i 100 W a motore..

Per il raffreddamento a circuito chiusa non saprei, non ho nessuna esperienza in merito. A prima vista mi viene da pensare che ti occorre una pompa di ricircolo ed un piccolo vaso di espansione del liquido. Com'è lo scambio di calore sul MC72? Sono curioso...

Carlo
__________________
Dai un pesce ad un uomo e lo avrai sfamato per un giorno, insegnagli a pescare e lo avrai sfamato per sempre. (Confucio)
I miei modelli: http://www.youtube.com/results?search_query=carloroma63
CarloRoma63 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 luglio 15, 10:17   #5 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di dooling
 
Data registr.: 22-08-2007
Residenza: Portofino - Rapallo
Messaggi: 4.351
Quello che conta sono, il dislocamento, lunghezza e larghezza al galleggiamento*, immersione.
Per il raffreddamento non è necessario ispirarsi al MC 72, anzi, sarebbe una enorme sega mentale.
Il Macchi aveva una grande superficie radiante costituita da una miriade di tubetti appiattiti e collocati sulla superficie alare, fusoliera, montanti dei galleggianti e sugli stessi galleggianti, per raffreddare i motori e l'olio.
Nel tuo caso basta il circuito di raffreddamento con la presa a mare posizionata in "dinamica"- investita dal flusso dell'elica.
Lo scarico lateralmente e ben visibile, a scanso di inconvenienti.
Puoi anche fare due circuiti, uno per i motori e l'altro per i regolatori.
Sconsiglio lo scambiatore di calore come sui motori marini, troppo complicati e con almeno una pompa di circolazione.
* ripeto. al galleggiamento, non fuori tutto.

leggi:
Propellers Radice: www.propellersradice.com - Eliche Radice: www.elicheradice.com

Propellers Radice: www.propellersradice.com - Eliche Radice: www.elicheradice.com


__________________
Never forget it.
dooling è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 luglio 15, 11:20   #6 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Macchi 205
 
Data registr.: 11-12-2007
Residenza: Verona
Messaggi: 7
Grazie Dooling in effetti sono sempre un pò cervellotico avevo pensato a questa soluzione perché ho letto in altre discussioni che l'acqua di mare potrebbe dare problemi...
La mia sega mentale differiva un pò dal reale sistema MC72(IDRO CORSA che ADORO!!!) avevo pensato di realizzare alcune parti sommerse dello scafo in lastre di rame dietro le quali sarebbero ci sarebbe stata una serpentina di tubicini di rame saldati alla lastra e per migliorare il tutto avrei usato della pasta termica. (mi rendo conto che forse sono il re della sega mentale). però il sistema dovrebbe funzionare... come vasca di espansione un vecchio barattolo per rullini modificato ed un piccola pompa per muovere il liquido.
Ma se mi dite che non serve allora bene, meno problemi da risolvere .
Oggi vedo il dislocamento e vi faccio sapere

Ultima modifica di Macchi 205 : 02 luglio 15 alle ore 11:23
Macchi 205 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 luglio 15, 12:04   #7 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di CarloRoma63
 
Data registr.: 08-08-2011
Residenza: Roma
Messaggi: 5.442
Citazione:
Originalmente inviato da Macchi 205 Visualizza messaggio
Grazie Dooling in effetti sono sempre un pò cervellotico avevo pensato a questa soluzione perché ho letto in altre discussioni che l'acqua di mare potrebbe dare problemi...
La mia sega mentale differiva un pò dal reale sistema MC72(IDRO CORSA che ADORO!!!) avevo pensato di realizzare alcune parti sommerse dello scafo in lastre di rame dietro le quali sarebbero ci sarebbe stata una serpentina di tubicini di rame saldati alla lastra e per migliorare il tutto avrei usato della pasta termica. (mi rendo conto che forse sono il re della sega mentale). però il sistema dovrebbe funzionare... come vasca di espansione un vecchio barattolo per rullini modificato ed un piccola pompa per muovere il liquido.
Ma se mi dite che non serve allora bene, meno problemi da risolvere .
Oggi vedo il dislocamento e vi faccio sapere
L'accortezza in mare è di dover sciacquare bene ed abbondantemente il circuito di raffreddamento con acqua dolce subito dopo l'uso (meglio se direttamente in spiaggia). Il sistema a circuito chiuso come lo hai pensato tu dovrebbe funzionare ed evitarti l'obbligo del risciaquo, decidi tu cosa è meglio per te. Nel tuo sistema vedo solo una piccola difficoltà: integrare le piastre di rame con lo scafo in modo che non ci siano vie d'acqua. Inoltre il rame è sensibile all'acqua marina, cosa che invece potresti evitare usando l'alluminio anodizzato. Se riesci a saldare l'alluminio, sarebbe la soluzione più affidabile.
Come vaso di espansione potresti usare un piccolo palloncino di gomma, sicuramente più stagno del contenitore delle pellicole.

Carlo
__________________
Dai un pesce ad un uomo e lo avrai sfamato per un giorno, insegnagli a pescare e lo avrai sfamato per sempre. (Confucio)
I miei modelli: http://www.youtube.com/results?search_query=carloroma63
CarloRoma63 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 luglio 15, 15:21   #8 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di dooling
 
Data registr.: 22-08-2007
Residenza: Portofino - Rapallo
Messaggi: 4.351
Citazione:
Originalmente inviato da Macchi 205 Visualizza messaggio
Grazie Dooling in effetti sono sempre un pò cervellotico avevo pensato a questa soluzione perché ho letto in altre discussioni che l'acqua di mare potrebbe dare problemi...
La mia sega mentale differiva un pò dal reale sistema MC72(IDRO CORSA che ADORO!!!) avevo pensato di realizzare alcune parti sommerse dello scafo in lastre di rame dietro le quali sarebbero ci sarebbe stata una serpentina di tubicini di rame saldati alla lastra e per migliorare il tutto avrei usato della pasta termica. (mi rendo conto che forse sono il re della sega mentale). però il sistema dovrebbe funzionare... come vasca di espansione un vecchio barattolo per rullini modificato ed un piccola pompa per muovere il liquido.
Ma se mi dite che non serve allora bene, meno problemi da risolvere .
Oggi vedo il dislocamento e vi faccio sapere
Sega mentale stratosferica!
Quel sistema che hai indicato, lo si utilizza per il raffreddamento del gas frigorifero/condizionamento montato a bordo.
Nel tuo caso, aumenti inutilmente la resistenza all'avanzamento, ti occorre una pompa di circolazione ed aumenti il peso.
Usa il raffreddamento a circuito aperto, dopo l'uso, con un piccolo tubo e raccordo ad un rubinetto, fai il lavaggio, a finire, una spruzzata di CRC 6-66 marino.
Fine.
__________________
Never forget it.
dooling è collegato   Rispondi citando
Vecchio 28 aprile 16, 20:46   #9 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Macchi 205
 
Data registr.: 11-12-2007
Residenza: Verona
Messaggi: 7
Eccomi dinuovo dopo una lunga assenza non completamente dipendente dal sottoscritto...
Oggi ho iniziato i disegni costruttivi ahimé da solo L'amico che mi doveva aiutare ha dato forfait per motivi di salute purtroppo.
Io purtroppo non ci capisco nulla di disegni di cantiere da cui devoo ricavare i costruttivi spero che qualcuno voglia aiutarmi...
Icone allegate
Realizzazione Pattugliatore GdF Bigliani III Serie su disegni ANB-wp_20160428_005.jpg  
Macchi 205 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 28 aprile 16, 21:03   #10 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Macchi 205
 
Data registr.: 11-12-2007
Residenza: Verona
Messaggi: 7
Ho allegato una foto del piano di costruzione, spero si veda discretamente...
Vi volevo chiedere ... nel particolare della poppa che ho fotografato:
1) le linee LA1, LA2, .... LA5 a cosa servono hanno un utilitá al fine della costruzione del modello?
2)Nell'angolo inferiore della poppa esattamente tra LB ed LA2 tra l'ordinata 0 e la 1 c'é una linea verticale che non mi spiego lí insiste uno scalin per caso?
3)Ho ricavato la chiglia da questo disegno pensavo di farla in compensto di betulla da 1 cm. ed alta 4cm pensate sia ben dimensionata?
Nel disegno mi sono fermato alla base della doppia linea sotto la linea di coperta (penso che sia la base del ponte)
Faró molte altre domande spero abbiate la pazienza di rispondere.
Mi scuso per la mia ignoranza. e Vi ringrazio
Mi scuso anche per la foto al contrario
Davide
Macchi 205 non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Piani COSTA CONCORDIA ANB dt854 Navimodellismo Riproduzioni 3 05 marzo 11 14:14
Inizio lavori pattugliatore snøgg "bisognoso di consigli" allievo Motoscafi con Motore Elettrico 3 11 dicembre 07 11:29
disegni asso III spruzzolo Aeromodellismo Progettazione e Costruzione 8 23 ottobre 07 15:08



Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 13:23.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002