Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Navimodellismo > Navimodellismo a Motore > Motoscafi con Motore Elettrico


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 14 giugno 22, 16:48   #11 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di giankyfunky
 
Data registr.: 06-08-2015
Residenza: Torino
Messaggi: 1.839
Immagini: 8
Non pensate che ci sia voluto tutto questo tempo a carteggiare e a fare la coperta del primo scarpone, sono stato in altre faccende affacendato.....



qui lo scarpone ancora sullo stampo



qui la coperta appena tolta dallo stampo. Nella parte inferiore, essendo lo stampo negativo, ho utilizzato una striscia di polistirene tagliata a misura e tenuta pressata con dei pesi, per far in modo che la vetroresina aderisse allo stampo: poi una volta incollata la coperta alla struttura dovrà essere carteggiata .....
__________________
I miei modelli
giankyfunky è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27 giugno 22, 19:10   #12 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di giankyfunky
 
Data registr.: 06-08-2015
Residenza: Torino
Messaggi: 1.839
Immagini: 8
Ed è venuto anche pronto il secondo scarpone, qui ancora bloccato in posizione in attesa dell'asciugatura



ed in ultimo le due coperture rifilate posizionate provvisoriamente sulla struttura svuotata dal polistirene/stampo.

__________________
I miei modelli
giankyfunky è collegato   Rispondi citando
Vecchio 28 giugno 22, 13:19   #13 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di giankyfunky
 
Data registr.: 06-08-2015
Residenza: Torino
Messaggi: 1.839
Immagini: 8
Ho deciso di cominciare dal fondo, ritagliando dalla lastra precedentemente preparata, i vari pezzi incollandoli uno per volta e curando al meglio allineamento e complanarità

__________________
I miei modelli
giankyfunky è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29 luglio 22, 17:30   #14 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di giankyfunky
 
Data registr.: 06-08-2015
Residenza: Torino
Messaggi: 1.839
Immagini: 8
Ho piazzato i supporti delle eliche ed inserito le prese d'acqua con il solito sistema che utilizzo piegando un tubetto di rame quasi ad U e fissandolo con un piccolo rinforzo in compensato incollato internamente sul fondo, con bicomponente epossidica mescolata con limatura di carbonio.



l'idea, se viene decentemente, è di lasciare il fondo nero, senza verniciarlo se non con il trasparente........

__________________
I miei modelli
giankyfunky è collegato   Rispondi citando
Vecchio 05 agosto 22, 11:52   #15 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di giankyfunky
 
Data registr.: 06-08-2015
Residenza: Torino
Messaggi: 1.839
Immagini: 8
Dopo le prese d'acqua è venuto il momento degli astucci e del fissaggio dei motori.

Per piegare gli astucci ho utilizzato un filo di acciaio piegato a spirale ed inserito dentro il tubetto, ma ho comunque dovuto scaldarlo con il cannello per curvarlo senza che facesse delle pieghe. Oltre ad incollarlo nel foro di uscita dallo scavo, ho inserito un secondo punto di fissaggio in un'ordinata, con una rondella in ottone saldata all'astuccio per aumentare la superficie di incollaggio: ho modificato il disegno dell'ordinata, così è già predisposta.



In contemporanea ho fatto due supporti per i motori e li ho messi in posizione, fissati sui flessibili della trasmissione per incollare gli astucci in modo che restassero bene allineati, poi ho incollato anche loro.

__________________
I miei modelli
giankyfunky è collegato   Rispondi citando
Vecchio 01 settembre 22, 17:47   #16 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di giankyfunky
 
Data registr.: 06-08-2015
Residenza: Torino
Messaggi: 1.839
Immagini: 8
Il primo avvertimento, per chi volesse imbarcarsi in una simile costruzione e per me che poi la prossima volto mi dimentico, è che sarebbe meglio lasciare il polistirene prima di incollare il fondo dello scafo: aiuterebbe a rifilare il bordo esterno del fondo degli scarponi in modo da combaciare poi perfettamente con la copertura degli scarponi stampata in precedenza.
La copertura degli scarponi, una volta rifilata, calza per fortuna senza problemi sulla struttura, ricopiando perfettamente ordinate e longheroni.
Un'altra cosa da fare è di posizionare lo scafo in piano e tenerlo fermo con dei pesi o altro, perchè l'incollaggio delle coperture degli scarponi potrebbe svergolare la struttura.

Qui l'incollaggio della copertura del primo scarpone



Qui entrambi gli scarponi incollati e liberati da mollette e cagne.....

Il supporto del servo timone è quello che mi convince di meno: l'ho realizzato pensando di installare il servo a testa in giù, in modo di avere lo sforzo più possibile vicino ai punti di fissaggio sullo scafo, vedremo se regge......



Nei punti di giunzione tra pezzi di vetroresina differenti, seppur bene incollati, ho notato che con il passare del tempo tendono a segnare, per cui dopo aver consumato un pò di materiale sulla giunzione, ho fatto un rattoppo con due tessutini da 50 gr......

__________________
I miei modelli
giankyfunky è collegato   Rispondi citando
Vecchio 13 settembre 22, 12:08   #17 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di giankyfunky
 
Data registr.: 06-08-2015
Residenza: Torino
Messaggi: 1.839
Immagini: 8
Ora passo a rivestire con un tessuto da 50 gr/mq tutte le parti in legno rimaste a vista



prossimo passo la capottina......
__________________
I miei modelli
giankyfunky è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27 settembre 22, 14:33   #18 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di giankyfunky
 
Data registr.: 06-08-2015
Residenza: Torino
Messaggi: 1.839
Immagini: 8
Con la stessa tecnica utilizzata per gli scarponi, ho lavorato un pezzo di polistirene e fatto lo stampo maschio per la capottina; ho utilizzato tre fogli di cartoncino giallo come dima per ottenere un minimo di simmetria nella curvatura...



poi con l'interposizione della solita pellicola, ho laminato tre tessuti da 160gr di fibra con un 80 ed un 50 per la finitura



nel frattempo sto facendo qualche prova per le grafiche da adottare

__________________
I miei modelli
giankyfunky è collegato   Rispondi citando
Vecchio 21 ottobre 22, 18:40   #19 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di giankyfunky
 
Data registr.: 06-08-2015
Residenza: Torino
Messaggi: 1.839
Immagini: 8
Dopo alcune prove in acqua per verificare il buon comportamento e la migliore posizione delle batterie, ho definito la posizione dei regolatori, che tra l'altro mi consentono un circuito di raffreddamento particolarmente breve a favore dell'efficienza. Lo scafo era molto piantato in acqua di prua ed ho dovuto arretrare le batterie sino all'altezza dei regolatori. Il consumo in corrente si è ridotto attestandosi sugli 80A per motore con alimentazione a 4S ed eliche 45x1,4 e la velocità sembra leggermente aumentata.





Ultime prove in acqua e poi si smonta tutto per la verniciatura.......
__________________
I miei modelli
giankyfunky è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Mystic c5000 siuuu Motoscafi con Motore Elettrico 2 12 febbraio 22 08:21
Mystic c5000 Simone.ostili Motoscafi con Motore Elettrico 10 02 marzo 19 11:47
Mystic C5000 V2 giankyfunky Motoscafi con Motore Elettrico 42 10 ottobre 16 15:29
Mystic c5000 GIGGI1 Motoscafi con Motore Elettrico 6 29 dicembre 14 15:09
Mystic c5000 Marco Fario Motoscafi con Motore Elettrico 0 11 settembre 14 13:53



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 22:05.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002