BaroneRosso.it - Forum Modellismo

BaroneRosso.it - Forum Modellismo (https://www.baronerosso.it/forum/)
-   Mezzi Corazzati (https://www.baronerosso.it/forum/mezzi-corazzati/)
-   -   Nuovo tipo di trasmissione per carri armati (https://www.baronerosso.it/forum/mezzi-corazzati/144782-nuovo-tipo-di-trasmissione-per-carri-armati.html)

ragazzopazzo 31 agosto 09 15:59

Nuovo tipo di trasmissione per carri armati
 
Salve a tutti.

Questo mi sembra un forum piuttosto affidabile e so che tra voi ci sarà sicuramente chi ne sa di meccanica.


So che in un'automobile il differenziale ha lo scopo di garantire la tenuta di strada a qualsiasi veicolo, ma la mia idea è quella di farne differente uso e cioè per la trazione di un carro armato rc.

Stavo pensando che, anzichè utilizzare due motori elettrici (uno per il cingolo), come visto fin ora sui carri armati, si potrebbe utilizzare un solo motore elettrico (pensavo ad un brushless che si utilizzano per gli elicotteri RC che mi sembrano piuttosto potenti) asservito da un dispositivo che gestisca sia marcia indietro che anvanti (nel campo in cui lavoro questi dispositivi si chiamano inverter o driver, ma nell' RC non so come si chiamino).
Il motore in questione, tramite una cinghia di trasmissione, è collegato ad un differenziale (di quelli utilizzati sulle macchine RC) che porta poi il movimento alle ruote motrici. Con un servo, poi, gestire due freni, uno per la ruota sinistra e uno per la ruota destra, magari montati coassiali all'albero che dal differenziale va alla ruota. Quando il servo aziona il freno destro, la corrispondente ruota dovrebbe frenare (e conseguentemente il cingolo) e così il carro dovrebbe sterzare da quel lato avendo ancora il cingolo sinistro in movimento grazie al differenziale.
Il servo del freno, e tutto il sistema di leveraggio, non azionerà il freno direttamente (ho paura di avere l'effetto on off sul cingolo, cioè o in movimento o completamente fermo) ma ci sarà un sistema, ancora da studiare, che mi consentirebbe di dosare la frenata in modo da poter sterzare il carro anche con curve di raggio differente. E' chiaro che con questo sistema no potrò far giare il carro su se stesso, non evendo la possibilità di far muovere i cingoli in direzioni opposte come invece accade sui carri RC in commercio.
Un altro aspetto che mi lascia dubbioso e che sui terreni accidentati uno dei due cingoli potrebbe trovare resistenza e quindi far intervenire il differenziale che mi farebbe poi sterzare il carro anche quando non lo voglio.
Non sono un meccanico, quindi per me il progetto è comunque fattibile, ma volevo consigli da esperti.

Grazie

Davierosoft 31 agosto 09 16:54

La tua idea ha già una applicazione sul kyosho nitro blizzer cioè uno spazzaneve cingolato a benzina kyosho 1:10.
Una radio a 2 canali, un servo per 2 freni e un freno per acceleratore/cambio.
Funziona in modo morbido (quindi non solo ON OFF) ma richiede la regolazione dei freni, specie dopo un po'.
Se lo smonto ti faccio le foto e le posto. La difficoltà di costruzione è minima e il risultato ottimo. L'unica cosa che questo sistema non permette è il pivottamento (cioè i cingoli che girano uno al contrario dell'altro) ma è la soluzione più semplice ed economica per farlo a scoppio.:wink:
Per la trazione elettrica, il secondo motore è spesso preferibile per raddoppio delle prestazioni e forza di trazione.

Davierosoft 31 agosto 09 17:23

http://img26.imageshack.us/img26/5074/dscn5380g.jpg
http://img26.imageshack.us/img26/233/dscn5382l.jpg

Sir Percy 31 agosto 09 20:28

Non c'è anche una versione elettrica di quel modello?

Davierosoft 31 agosto 09 20:59

Si, ma non so se usa 2 motori o uno + il sistema con differenziale, io propendo per il secondo, risparmi un regolatore di velocità e un radiocomando a stick o con mix dei canali.:wink:

Sir Percy 01 settembre 09 00:44

Un motore con differenziale:

RCWORLD.ch - The Swiss RC Web - Kyosho 1:12 EP Blizzard DF-300 EP

daniele tn 05 settembre 09 10:51

Come ho risposto di là a ragazzopazzo, c'è questo sistema che ho già utilizzato su dei lego.
Vi dò un link (in inglese ma con foto e video): TechnicBRICKs: TBs TechTips 17 - Adder-subtractor module with the new 3L differential, by Philo
Come potete vedere usa due differenziali e qualche ingranaggio.
Permette di avere un motore per la guida e un altro per lo sterzo e consente al mezzo di fare tutti i movimenti che farebbe con due motori separati.
La mia domanda è: questo sistema è già stato usato su modelli telecomandati?
Se si in quali?
http://www.brickshelf.com/gallery/Sa...ubtractor1.jpg

Davierosoft 05 settembre 09 12:04

Scusa, a parte la bellezza di una cosa così ingegnosa, mi spieghi perchè creare questo popò di roba che richiede 2 motori quando comunque useresti 2 motori anche usandoli diretti? A me sembra solo la complicazione di qualcosa di semplice, ovviamente aumentandone nel contempo la fragilità meccanica (più componenti, più possibilità di rotture)
Per i carri RC elettrici si usa QUASI nel 100% dei casi la soluzione a 2 motori, l'atra soluzione (forse usato anche da tamiya nel passato) è quella del differenziale, mentre nello scoppio la scatola del cambio usa dei servo per "cambiare" le marce e inserire la retro dei cingoli interessati. Sono scatole che richiedono il singolo motore e uno o 2 servo collegati ad uno o più canali.
Su youtube ci sono degli esempi, appena li trovo li posto.:wink:

Davierosoft 05 settembre 09 15:56


Davierosoft 05 settembre 09 16:07

Qui trovi come costruirti il tutto:
Tank RC gearboxes RC transmissions by Iliya Cerjak

daniele tn 05 settembre 09 23:02

Bè, hai certamente ragione sul fatto che più parti ci sono e più la probabilità di guasti e rotture sia alta.
Resta il fatto che se non si hanno due motori uguali o due uguali ma termici (per grossi carri) non si possa usare il metodo di un motore per cingolo.
Il metodo del singolo differenziale e dei freni è comodo, ma (secondo me) un carro che non gira su se stesso non è un carro.
Sui lego non viene usato perchè freni non ne esistono se non molti più complicati del metodo sopra.
La scatola cambio mi piace molto, ma anche quella ha molte parti in movimento se non più.
Inoltre non permette delle curve dell'ampiezza desiderata (da quel che ho capito), se non abusando delle frizioni (correggetemi se sbaglio).
Anche questo metodo sui lego è difficilmente fattibile, le scatole cambi sono molto difficili da costruire.
Rimane l'ultimo metodo, quello da me proposto, che pur essendo un pò complicato permette curve su se stesso e di ampiezza completamente proporzionale sia con motori elettrici, sia a gas (con abbinato cambio avanti e indietro per i due motori)
Se qualcuno qua è esperto anche di carri 1:1 potrebbe spiegare il meccanismo di questi.
Grazie a tutti.

PS: Penso comunque che usando parti metalliche sia difficile rompere qualcosa, in tutti i metodi

Davierosoft 06 settembre 09 08:52

E' da precisare che non tutti i carri permettono il pivottamento (inversione dei cingoli), hanno tutti dei freni e usano frizioni e freni, uniti a cambi per girare.
Secondo me se si deve fare a scoppio, la scatola del cambio proposta a singolo motore è il metodo migliore e che si avvicina al reale. Poi, ci sono cingolati (alcuni mezzi da lavoro) che hanno motori idraulici, anche questa sarebbe una possibile soluzione, ma dispendiosa e a rischio perdite nel nostro impiego.
Ripeto, secondo me l'impiego di 2 motori è buono con l'elettrico a mo di 2 motori singoli separati e diretti. Se devo fare un popò di cambio, per neanche avere il vantaggio della riduzione del numero dei motori lo vedo un po come complicarsi la vita.
Se invece abbiamo un singolo motore o un motore a scoppio, la scelta dell'altra scatola, oltre che essere quella che più si avvvicina alla reale è anche quella che funziona di più... Certo gli ingranaggi, frizioni e freni magari lo rendono soggetto a consumi, ma in un meccanismo complesso la manutenzione e i consumi sono da calcolare!:wink:
Poi oh! ognuno fa come vuole! Se avessi 2 motorini diversi avanzati, e i componenti per costruirmi un carro di sana pianta, potrei scegliere anche io di farlo in que modo.:lol:

ragazzopazzo 21 settembre 09 15:18

Vi spiego perchè me ne sono uscito con questa proposta. Io vivo in Cina e qui i carri armati non tamiya, e quindi a basso costo, ce ne sono a valanghe. Ho trovato una ditta che mi ha assicurato che se gli porto il modello di quello che voglio costruire, a parte i cingoli, mi farebbe la lavorazione di tutto lo scafo, ruote e torretta compresi, a un costo abbastanza ragionevole (considerate che le ruote me le realizzarebbe una ad una tutte tornio e fresa) e in alluminio. Io nel mio magazzino abbandonato in soffitta, ho una serie di differenziali, servo e motori a scoppio e siccome anche qui tamiya non è proprio alla mia portata, volevo ritornare a riutilizzarli. Però prima di affrontare la cosa, volevo sapere se era fattibile con una idea semplce come la mia. La scatola del cambio l'ho vista gia tanto tempo fa e, pur essendo fatta da ingranaggi commerciali, è al di fuori delle mie capacità in meccanica.

Davierosoft 23 settembre 09 12:04

Ti servirà comunque della manualità, ma, come dimostrano i lego è fattibile senza problemi ;)


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 10:02.

Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002