Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Elimodellismo > Elimodellismo Riproduzioni


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 01 febbraio 13, 14:53   #1 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di mark.me
 
Data registr.: 12-04-2009
Residenza: Friuli V.G.
Messaggi: 997
Come si pitturano le fusoliere?

Da un pò sto meditando di "vestire" il mio Trex700E ed ho trovato molte fusoliere in vendita ancora da pitturare ("bianche" o meglio "gelcottate").
Chi sarebbe così gentile da darmi qualche info per orientarmi nel mondo della pitturazione? le info principali che cerco sono:

[1] Che tecnica va utilizzata (bombolette spray, spruzzo a compressore, aerografo)?
[2] Che tipi di pitture vanno utilizzate?
[3] Come si fa a dare il lucido finale? Esiste una vernice apposita?
[4] Infine, sarebbero graditissimi alcuni link per orientarmi (guide, post analoghi, link a Youtube, link a negozi ove vendono le pitture adatte, ecc)

Grazie a chi mi aiuta!
__________________
attività temporaneamente sospesa
mark.me non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 febbraio 13, 18:59   #2 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di CescoP
 
Data registr.: 25-02-2011
Residenza: Quingentole (MN)
Messaggi: 1.010
Ciao Mark, anche io mi sto per cimentare, sto facendo le prime prove su capottine bianche per trex 700N e 450, poi quando sarà passerò ad una classe 600-700 da fare ex novo.

Le info che ho trovato fino ad ora sono:
- Bombolette se la superficie è gelcottata e sempre consigliato un primer bianco (bianco perchè andrai a fare colori brillanti, grigio se punti sugli opachi)
- Pistola a spruzzo con serbatoio superiore di almeno 250cc, per le grandi campiture come il fondo o i grandi colori di riempimento.
- Nastri da mascheratura di diverse larghezze, io in casa ora ho il 3mm-6mm, scotch di carta da carroziere, poi le parti più grandi usi un giornale, attaccandolo alle linee di mascheratura.
- I colori acrilici, se ne trovano nei negozi di modellismo ed il fissante cioè la passata lucida sopra almeno due mani secondo me, anche lì si trovano in bomboletta oppure in barattolo da dare con la pistola.

Per le minuterie io sto guardando se lavorare ad aerografo oppure creare adesivi, da mettere prima del trasparente finale così da sigillarli da umidità etc.

Io ho letto qualcosa su helifreak, e sto facendo prove su prove per prendere manualità con l'aerografo, la soddisfazione è parecchia fidati.

Attendo anche io consigli dai più esperti.
CescoP.
__________________
Francesco "CescoP" Pradella ~ Quingentole MN
Models: Raptor50 Titan ~ T-Rex 700N LE ~ MPX Solius. Hitec Aurora9 # PhoenixRC
Visita su Facebook il Gruppo Aeromodellistico "La Gròla"
CescoP non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 febbraio 13, 01:26   #3 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di mark.me
 
Data registr.: 12-04-2009
Residenza: Friuli V.G.
Messaggi: 997
Citazione:
Originalmente inviato da CescoP Visualizza messaggio
Ciao Mark, anche io mi sto per cimentare, sto facendo le prime prove su capottine bianche per trex 700N e 450, poi quando sarà passerò ad una classe 600-700 da fare ex novo.

Le info che ho trovato fino ad ora sono:
- Bombolette se la superficie è gelcottata e sempre consigliato un primer bianco (bianco perchè andrai a fare colori brillanti, grigio se punti sugli opachi)
- Pistola a spruzzo con serbatoio superiore di almeno 250cc, per le grandi campiture come il fondo o i grandi colori di riempimento.
- Nastri da mascheratura di diverse larghezze, io in casa ora ho il 3mm-6mm, scotch di carta da carroziere, poi le parti più grandi usi un giornale, attaccandolo alle linee di mascheratura.
- I colori acrilici, se ne trovano nei negozi di modellismo ed il fissante cioè la passata lucida sopra almeno due mani secondo me, anche lì si trovano in bomboletta oppure in barattolo da dare con la pistola.

Per le minuterie io sto guardando se lavorare ad aerografo oppure creare adesivi, da mettere prima del trasparente finale così da sigillarli da umidità etc.

Io ho letto qualcosa su helifreak, e sto facendo prove su prove per prendere manualità con l'aerografo, la soddisfazione è parecchia fidati.

Attendo anche io consigli dai più esperti.
CescoP.
Grazie mille Cesco per la segnalazione, su Helifreak mi sembra ci sia molto da leggere sull'argomento.
Però non mi è ancora chiaro che tipo di pittuta va utilizzata, mi daresti qualche link dove iniziare a prendere qualche bomboletta ed un fissante per fare un pò di pratica?
Inoltre vorrei prendermi un aerografo, anche qui se avresti qualche link (sia per l'aerografo che per le vernici da utilizzare) te ne sarei grato.
__________________
attività temporaneamente sospesa
mark.me non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 febbraio 13, 10:21   #4 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di cicciopasticcio74
 
Data registr.: 21-10-2011
Residenza: Senigallia e Rimini
Messaggi: 1.033
Citazione:
Originalmente inviato da mark.me Visualizza messaggio
Grazie mille Cesco per la segnalazione, su Helifreak mi sembra ci sia molto da leggere sull'argomento.
Però non mi è ancora chiaro che tipo di pittuta va utilizzata, mi daresti qualche link dove iniziare a prendere qualche bomboletta ed un fissante per fare un pò di pratica?
Inoltre vorrei prendermi un aerografo, anche qui se avresti qualche link (sia per l'aerografo che per le vernici da utilizzare) te ne sarei grato.
Io credo che siccome è la tua prima fusoliera sarebbe meglio comprarla grezza e poi farla verniciare da un carroziere. Non è semplice, ed è un attimo sbagliare. Va bene se devi fare una canopy, ma su una fusoliera pagata parecchio credo sia meglio, all'inizio, fare così. Poi se capiterà un crash o ti stufi col tempo del colore ti impegni e la fai. Ma per il momento io volerei in tranquillità pensando solo a divertirmi.
PS: so che le mani deve essere fatte con attenzione. Spruzzate da lontano e se usi la pistola la vernice deve essere espulsa nel modo giusto. Poi si deve aspettare molto tra una mano e l'altra ecc ecc. Se leggi qui sul forum ci sono persone che hanno dato consigli ad altri utenti. Io credo sia meglio davvero farla fare da un carroziere di fiducia. La spesa non dovrebbe nemmeno essere tanta!
Il tipo di pittura, per come ho letto, dovrebbe essere nitro perchè gli acrilici possono scolorire col tempo.
cicciopasticcio74 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 febbraio 13, 10:48   #5 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di mark.me
 
Data registr.: 12-04-2009
Residenza: Friuli V.G.
Messaggi: 997
Ciao Ciccio, in effetti condivido le tue osservazioni. Credo opterò per una fuso già pitturata di seconda mano, però vorrei iniziare a far pratica con l'obiettivo di imparare...mi intriga molto questo aspetto del modellismo!
__________________
attività temporaneamente sospesa
mark.me non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 febbraio 13, 13:08   #6 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di CescoP
 
Data registr.: 25-02-2011
Residenza: Quingentole (MN)
Messaggi: 1.010
Eccomi Mark, allora l aerografo l ho preso su - Airbrush and Compressors Iwata, Harder & Steenbeck, Airbrush Colors, Airbrush Stencils e ho preso l iwata neo cn al costo di 65€, poi ho acquistato il tubo telato da 3 metri ed il filtro aria con trappola condensa e regolatore di pressione. X le prove ho acquistato un boccetto di nero opaco iwata-medea x impratichirmi su fogli di carta. Idem x i nastri da mascheratura.

X Il modellismo statico uso i colori tamiya col loro diluente, e li sto sperimentando anche sulle Canopy previo primer tamiya.

Venendo alla fuso, io sono in ballo x una bell 222 della century classe 700 Bianca da dipingere, mai la prenderei colorata, averla giá fatta da altri o farmela fare toglie il gusto del modellista secondo me. Se vuoi imparare ti suggerisco i passaggi cm sto facendo io, nn dico che devi farla dopo domani, ma puoi farcela da solo secondo me. Come fuso ho preso una x 450 già dipinta, ma la curiosità di vedere come risulta il volo con la fuso.

Di seconda mano io nn la prenderei, se la fibra ha crepe o buchi da rifare x la tua meccanica poi devi fibrare di nuovo e via di altro lavoro in aggiunta.

Se vuoi vedere qcsa d Aerografo, in modellismo generico ho aperto una discussione "qualcuno che pitocca con l aerografo", buttaci un occhiata!

CescoP
__________________
Francesco "CescoP" Pradella ~ Quingentole MN
Models: Raptor50 Titan ~ T-Rex 700N LE ~ MPX Solius. Hitec Aurora9 # PhoenixRC
Visita su Facebook il Gruppo Aeromodellistico "La Gròla"
CescoP non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 febbraio 13, 19:08   #7 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di mark.me
 
Data registr.: 12-04-2009
Residenza: Friuli V.G.
Messaggi: 997
Grande Cesco, ti ringrazio per questi input. Dovrò far i conti con un periodo con zero tempo libero (bimba appena arrivata!) ma a piccoli passi spero di arrivare a togliermi qualche sfizio nella pitturazione di canopy e fusoliere.
Ci aggiorniamo!
__________________
attività temporaneamente sospesa
mark.me non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 febbraio 13, 22:39   #8 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di sberla76
 
Data registr.: 18-09-2005
Residenza: Livorno
Messaggi: 653
Invia un messaggio via MSN a sberla76
Ciao,
Se n'è parlato diffusamente in altri thread, prova a fare una ricerca e troverai quello che cerchi senza "emigrare" su helifreak o roba del genere...
Giusto per ribadire qualche concetto base, io abitualmente uso un fondo bicomponente grigio chiaro (il fondo migliore perchè è abbinabile a tutti i colori definitivi compreso quella "carogna" del giallo), per poi dipingere la mia fuso con i colori definitivi.
Tralascio le tecniche di weathering (invecchiamento) che eventualmente potrebbero essere trattate meglio in altre sedi, io consiglio di usare la pistola da carrozzieri per grandi campiture e l'aerografo per le piccole. La differenza la fa l'esperienza e la pratica, chi è bravo è in grado di stendere una mano di vernice uniforme e senza chiazze sia con la pistola che con l'aerografo, chi invece è un po' meno pratico troverà difficoltà ad avere un risultato più uniforme con l'aerografo da modellismo statico che non con la pistola...
La vernice può essere a base nitro o a base d'acqua. Entrambe vanno bene al nostro scopo a patto che a verniciatura finita si stenda una mano di bicomponente trasparente (lucida, satinata o opaca) che manterrà intatta la livrea del nostro modello, sia esso a benzina, glow o elettrico.
Fate attenzione alle indicazioni del produttore della pistola/aerografo circa le pressioni da utilizzare. Usate possibilmente un compressore di capacità NON inferiore ai 25 litri (per lavori medio/grandi), ciò vi permette di avere un flusso d'aria costante ed un tratto più omogeneo.
La vernice non deve essere nè troppo diluita nè troppo densa. Se troppo diluita non avrà un sufficiente potere coprente e tenderà inesorabilmente a colare, se troppo densa creerà il bruttissimo effetto a buccia d'arancia.
Infine per le mascherature, attendete i giusti tempi per una essicazione ottimale della vernice (nelle giornate di pioggia o umide, aspettate almeno un giorno in più...) ed usate nastri a bassa aderenza per le mascherature più piccole (quello della 3M per i lucidi da disegno è perfetto).
Io le fusoliere preferisco verniciarmele da solo. Non importa se si sbaglia, l'importante è iniziare.
Saluti.
A.
__________________
sberla76 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04 febbraio 13, 16:25   #9 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di teamrudy
 
Data registr.: 07-01-2010
Residenza: roma
Messaggi: 2.928
Ciao, per i particolari, ti consiglio un HPBR IWATA. Ne ho usati parecchi e sono ottime macchine. Volendo, puoi attaccarli ad un compressore hobbystico, usando però una trappola per condensa. Per quanto riguarda i colori, se devi fare particolari, puoi usare i Fascolor (Parma, americani, li usa anche Bitty) o i Createx (diciamo che usano le stesse basi dei Parma), in moltissime varianti. Come trasparente, meglio usare prodotti da carrozzeria, bicomponenti. Costano un po ma rendono alla grande.
Per la mascheratura, puoi usare la standard removibile, maschere rigide o la mascheratura liquida (Parma o BobDively).

Come già suggerito dagli altri, un aspetto fondamentale nell'aerografia, è dosare con precisione la quantità di colore applicato, nonchè la diluizione.
Usando i colori che ti ho detto sopra, con le aeropenne indicate, dovresti diluirli al 15% con acqua distillata e qualche goccia di Glassex.

La pressione di esercizio per un'aeropenna va dai 0,3 ai 3,5 Bar massimo (dipende da cosa stai facendo, come lo vuoi fare e dal tipo di colore). In genere i colori che danno fastidio sono i perlati o i cromati per via delle particelle riflettenti che contengono. Per questi occorre fare pulizia nell'aeropenna ad ogni cambio di colore o comunque dopo x tempo di azione. Esempio, se stai facendo una campitura estesa, con un'aeropenna, devi ricordarti di interrompere l'esecuzione e pulire i condotti del corpo dell'aeropenna, duse compresa, affinchè l'aria che passa nell'aeropenna non secchi il colore, nel corpo macchina, che creano un flusso non omogeneo del colore (fino ad otturare i condotti, cosa molto frequente e noiosa...).

Puoi anche acquistare una seconda duse per "effetti particolari". Io facevo così: spanavo la punta della duse, in un modo preciso, la montavo, togliendo il diffusore e poi riempivo il serbatoio del colore. A quel punto abbassavo la pressione a circa 0,3Bar, attendevo che il colore defluisse nella duse per gravità e poi davo una leggera botta sul tasto d'azione (il tasto che premi per azionare l'aeropenna). La duse proiettava una moltitudine di goccioline di colore con le quali potevi simulare, ad esempio, delle stelle su uno sfondo di cielo. Oppure, altra tecnica collaudata era piegare il tubo dell'aria e riaprirlo rapidamente per ottenere sbuffi particolari di colore. Come mascherature per ottenere effetti, puoi usare quasi tutto ciò che ti viene inm ente, purchè sia materiale che non degrada con il bagnato.....stoffe, reti, lana.....i materiali piu strani
Lavorandoci su, potevi tirar fuori bei lavori.

Dai un'occhiata al mio vecchio sito, di quando facevo aerografia per le 1/10, così puoi farti un'idea (anche se mancano le canopy degli hely):

index

Ciao e buon lavoro
__________________
"ce capisco poco, ma me diverto uguale! "
teamrudy non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04 febbraio 13, 17:13   #10 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di CescoP
 
Data registr.: 25-02-2011
Residenza: Quingentole (MN)
Messaggi: 1.010
Citazione:
Originalmente inviato da teamrudy Visualizza messaggio
Ciao, per i particolari, ti consiglio un HPBR IWATA. Ne ho usati parecchi e sono ottime macchine. Volendo, puoi attaccarli ad un compressore hobbystico, usando però una trappola per condensa. Per quanto riguarda i colori, se devi fare particolari, puoi usare i Fascolor (Parma, americani, li usa anche Bitty) o i Createx (diciamo che usano le stesse basi dei Parma), in moltissime varianti. Come trasparente, meglio usare prodotti da carrozzeria, bicomponenti. Costano un po ma rendono alla grande.
Per la mascheratura, puoi usare la standard removibile, maschere rigide o la mascheratura liquida (Parma o BobDively).

Come già suggerito dagli altri, un aspetto fondamentale nell'aerografia, è dosare con precisione la quantità di colore applicato, nonchè la diluizione.
Usando i colori che ti ho detto sopra, con le aeropenne indicate, dovresti diluirli al 15% con acqua distillata e qualche goccia di Glassex.

La pressione di esercizio per un'aeropenna va dai 0,3 ai 3,5 Bar massimo (dipende da cosa stai facendo, come lo vuoi fare e dal tipo di colore). In genere i colori che danno fastidio sono i perlati o i cromati per via delle particelle riflettenti che contengono. Per questi occorre fare pulizia nell'aeropenna ad ogni cambio di colore o comunque dopo x tempo di azione. Esempio, se stai facendo una campitura estesa, con un'aeropenna, devi ricordarti di interrompere l'esecuzione e pulire i condotti del corpo dell'aeropenna, duse compresa, affinchè l'aria che passa nell'aeropenna non secchi il colore, nel corpo macchina, che creano un flusso non omogeneo del colore (fino ad otturare i condotti, cosa molto frequente e noiosa...).

Puoi anche acquistare una seconda duse per "effetti particolari". Io facevo così: spanavo la punta della duse, in un modo preciso, la montavo, togliendo il diffusore e poi riempivo il serbatoio del colore. A quel punto abbassavo la pressione a circa 0,3Bar, attendevo che il colore defluisse nella duse per gravità e poi davo una leggera botta sul tasto d'azione (il tasto che premi per azionare l'aeropenna). La duse proiettava una moltitudine di goccioline di colore con le quali potevi simulare, ad esempio, delle stelle su uno sfondo di cielo. Oppure, altra tecnica collaudata era piegare il tubo dell'aria e riaprirlo rapidamente per ottenere sbuffi particolari di colore. Come mascherature per ottenere effetti, puoi usare quasi tutto ciò che ti viene inm ente, purchè sia materiale che non degrada con il bagnato.....stoffe, reti, lana.....i materiali piu strani
Lavorandoci su, potevi tirar fuori bei lavori.

Dai un'occhiata al mio vecchio sito, di quando facevo aerografia per le 1/10, così puoi farti un'idea (anche se mancano le canopy degli hely):

index

Ciao e buon lavoro
Caspita belle le scocche...peccato che poi in gara finiscano massagrate!

CescoP.
__________________
Francesco "CescoP" Pradella ~ Quingentole MN
Models: Raptor50 Titan ~ T-Rex 700N LE ~ MPX Solius. Hitec Aurora9 # PhoenixRC
Visita su Facebook il Gruppo Aeromodellistico "La Gròla"
CescoP non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
fusoliere marco0880 Elimodellismo in Generale 3 15 dicembre 08 17:49
fusoliere davide69 Elimodellismo Motore Elettrico 1 30 agosto 08 14:16
fusoliere mezzanotte Elimodellismo Motore Elettrico 2 06 gennaio 07 02:21
fusoliere cadal Elimodellismo in Generale 0 18 ottobre 05 17:00



Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 19:04.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002