Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Volo Vincolato, Volo Libero ed OldTimer


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 10 aprile 11, 18:58   #271 (permalink)  Top
User super Plus
 
L'avatar di fai4602
 
Data registr.: 22-07-2003
Residenza: La Piccola Patria del Friuli
Messaggi: 20.726
Citazione:
Originalmente inviato da Ehstìkatzi Visualizza messaggio
Senza nulla togliere alle capacità di pilota di Compostella ................

cut............

A me piacciono i modelli americani.......più colorati sono e meglio è.........me ne riuscisse uno così.
Considerate che devono essere rifiniti così senza aggiungere peso e non è cosa da poco.
Pure io sui miei modelli ci metto il tricolore............che sia una mera questione di una certa sensibilità verso cose che sanno di Patria ?

Ci passa una bella differenza fra i super rifiniti modelli tutte stelle e strisce di qualche americano, questo è lampante, ma ho sempre apprezzato il pragmatismo dei modelli di Compostella, semplici e funzionali, senza fronzoli e riproducibili pure da un principiante alle prime armi e questo mi dice molto sul suo modo di concepire l'aeromodellismo, confortato in ciò anche da quanto pubblicato da Privitera.

Si, i modelli super rifiniti sono belli, ma fanno tanta voglia di caramella
__________________
Mi son responsabile de quel che scrivo no de quel che ti te lesi.

L'aeromodellismo insegna la pazienza perché nell' aeromodellismo la fretta è portatrice di guai.

Al'è inutil insegnà al mus.....si piard timp e in plui si infastidis la bestie !

fai4602 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 10 aprile 11, 19:13   #272 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 10-03-2009
Messaggi: 1.980
Aldo, è probabile e voglio sperare davvero che ci sia una nuova generazione di giudici in grado di vedere quello che va visto secondo regolamento.
Quello che io raccontavo era una storia di una ventina di anni fa dove il Nostro fu minacciato di restare a casa se avesse partecipato ai mondiali con i biplani, "perchè all'estero non piacciono". E il Nostro era già al tempo 5 o forse già sei volte campione europeo.Fine dell' inciso, ne è passata di acqua...
La mia esperienza di giudice, anche internazionale, mi fa dire che ben pochi dei colleghi che ho affiancato avevano il riguardo di osservare il volo senza condizionamenti.
In una gara di wordl cup a Poitiers ( FR ) all'inizio del secondo lancio,chiesi al capo giudice Louis Van den Hout che punteggio avrebbe dato ad uno che eseguiva gli 8 quadri coi rovesci più alti, mancando un incrocio, e pure un poco rettangolari.Mi rispose "non più di 5". OK dissi io anche meno , ma perchè gli altri 3 gli han dato 7 ,7 e 8 ? forse perchè era XXX ? e lui fece
E purtroppo queste cose le ho viste anche ai mondiali, dove ci si aspetterebbe rigore massimo.Ma questa è l'acrobazia e quindi fa parte del gioco.Cresceremo prima o poi
__________________
FAI 7635
Renato Privitera non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 10 aprile 11, 19:23   #273 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 24-02-2007
Residenza: Bergamo
Messaggi: 3.293
Citazione:
Originalmente inviato da FAI 964 Visualizza messaggio
.................................
Come già ho scritto i modelli degli Yatsenko hanno il merito di magnificare il capace e di annullare il mediocre.
............................
aldo cantelli
Dato per scontato che, in tanti anni, lo stile dell'acrobazia abbia avuto una sua ovvia evoluzione ... mi rimane una curiosita'...
Quali sono gli elementi differenziali di quei modelli rispetto agli altri per renderli cosi' selettivi ?
Forse uno lo hai gia' detto.. il baricentro (La manopola la vedo piu' come elemento riguardante la sensibilita' di comando e quindi un po' legata al pilota.)
Rapporto peso/potenza ?
Regolarita' del motore ? ( l'ho avuto in mano ed e' notevole )
Escursioni delle parti mobili ?
Altro ?

Grazie per le risposte che vorrai darmi.

Sergio
__________________
Air reading is "everything" .... especially when the conditions are very challenging.(J.Wurts)
Sergio_Pers non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 10 aprile 11, 19:27   #274 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 10-03-2009
Messaggi: 1.980
Citazione:
Originalmente inviato da fai4602 Visualizza messaggio
Pure io sui miei modelli ci metto il tricolore............che sia una mera questione di una certa sensibilità verso cose che sanno di Patria ?

Ci passa una bella differenza fra i super rifiniti modelli tutte stelle e strisce di qualche americano, questo è lampante, ma ho sempre apprezzato il pragmatismo dei modelli di Compostella, semplici e funzionali, senza fronzoli e riproducibili pure da un principiante alle prime armi e questo mi dice molto sul suo modo di concepire l'aeromodellismo, confortato in ciò anche da quanto pubblicato da Privitera.

Si, i modelli super rifiniti sono belli, ma fanno tanta voglia di caramella
Una volta chiesi a Luciano se gli piacevano le riproduzioni : "tantissimo" disse, ma poi mimando un 8 con il dito "però poi non puoi fare acrobazia...", storcendo il muso ..
Bisogna anche dire che, per sua affermazione, per lui fare un modello era sempre un impegno non da poco, anche solo due mesi ma "battendo il chiodo" tutti i giorni.
E a quanto ne so io li costruiva nel retro del negozio, durante la giornata ( una volta entrai e lo sorpresi mentre costruiva il semiscala acro del FW190 ) : questo limitava molto le possibilità di finitura e ricordo molti suoi modelli verniciati con "sintetica a pennello".Proprio così, quella dei cancelli ! ( lo Slalom per esempio, rosso con filetti neri e...si si due o tre coccarde tricolori ! )
__________________
FAI 7635
Renato Privitera non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 10 aprile 11, 19:53   #275 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 10-03-2009
Messaggi: 1.980
Citazione:
Originalmente inviato da Sergio_Pers Visualizza messaggio
Dato per scontato che, in tanti anni, lo stile dell'acrobazia abbia avuto una sua ovvia evoluzione ... mi rimane una curiosita'...
Quali sono gli elementi differenziali di quei modelli rispetto agli altri per renderli cosi' selettivi ?
Forse uno lo hai gia' detto.. il baricentro (La manopola la vedo piu' come elemento riguardante la sensibilita' di comando e quindi un po' legata al pilota.)
Rapporto peso/potenza ?
Regolarita' del motore ? ( l'ho avuto in mano ed e' notevole )
Escursioni delle parti mobili ?
Altro ?

Grazie per le risposte che vorrai darmi.

Sergio
Penso siano dei modelli che, se adoperati come sono consegnati e messi a punto ( almeno come li ho visti consegnare personalmente da yuriy, in tre occasioni distinte : non so se tutti ora siano/possano godere di quel trattamento)
In pratica ci volava finche' tutto non era completamente a posto, secondo lui : centraggio manopola, escursione comandi, baricentro, messa a punto motore e serbatoio ( in almeno due casi ha smontato ed in uno sostituito sul campo il serbatoio.)
Il terzo modello che ho visto consegnare ha avuto una messa a punto significativa : ci ha fatto tutta la competizione a Landres 2000, il campionato del mondo, piazzandosi nei primi .Poi lo ha dato al cliente )
Comunque molto si può capire dalle sue parole sullo sviluppo del classic, che coincidono in molti punti con mie altre esperienze dirette, e fanno capire il lavoro che c'è stato per ottenere un modello estremamente "fermo", stabile ma "leggero" e reattivo ai comandi.

DISCOVERY AEROMODELS - Yuriy Yatsenko "Classic" Model
__________________
FAI 7635
Renato Privitera non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 10 aprile 11, 20:51   #276 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 24-02-2007
Residenza: Bergamo
Messaggi: 3.293
Citazione:
Originalmente inviato da Renato Privitera Visualizza messaggio
Penso siano dei modelli che, se adoperati come sono consegnati e messi a punto ( almeno come li ho visti consegnare personalmente da yuriy, in tre occasioni distinte : non so se tutti ora siano/possano godere di quel trattamento)
In pratica ci volava finche' tutto non era completamente a posto, secondo lui : centraggio manopola, escursione comandi, baricentro, messa a punto motore e serbatoio ( in almeno due casi ha smontato ed in uno sostituito sul campo il serbatoio.)
Il terzo modello che ho visto consegnare ha avuto una messa a punto significativa : ci ha fatto tutta la competizione a Landres 2000, il campionato del mondo, piazzandosi nei primi .Poi lo ha dato al cliente )
Comunque molto si può capire dalle sue parole sullo sviluppo del classic, che coincidono in molti punti con mie altre esperienze dirette, e fanno capire il lavoro che c'è stato per ottenere un modello estremamente "fermo", stabile ma "leggero" e reattivo ai comandi.

DISCOVERY AEROMODELS - Yuriy Yatsenko "Classic" Model
Molto esplicativo il link... decisamente sono dei Progettisti ( con P maiscola)

Grazie

Sergio
__________________
Air reading is "everything" .... especially when the conditions are very challenging.(J.Wurts)
Sergio_Pers non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 10 aprile 11, 22:20   #277 (permalink)  Top
User super Plus
 
L'avatar di fai4602
 
Data registr.: 22-07-2003
Residenza: La Piccola Patria del Friuli
Messaggi: 20.726
Citazione:
Originalmente inviato da Renato Privitera Visualizza messaggio
In pratica ci volava finche' tutto non era completamente a posto, secondo lui : centraggio manopola, escursione comandi, baricentro, messa a punto motore e serbatoio ( in almeno due casi ha smontato ed in uno sostituito sul campo il serbatoio.)

DISCOVERY AEROMODELS - Yuriy Yatsenko "Classic" Model
........cioè ?

Per piacere, puoi farmi capire che significa ?
__________________
Mi son responsabile de quel che scrivo no de quel che ti te lesi.

L'aeromodellismo insegna la pazienza perché nell' aeromodellismo la fretta è portatrice di guai.

Al'è inutil insegnà al mus.....si piard timp e in plui si infastidis la bestie !

fai4602 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 10 aprile 11, 22:35   #278 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di fiesta
 
Data registr.: 01-02-2007
Residenza: Torino
Messaggi: 801
non sempre come te li consegnano vanno bene per tutti ,a volte bisogna modificare il centraggio ,l'escursione ,e il motore è tutto da revisionare
Icone allegate
U control ( o volo vincolato)-27022009159.jpg  
__________________
ciao
Luca Valliera
FAI 15599
fiesta non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 11 aprile 11, 09:17   #279 (permalink)  Top
Gran Decapo
 
L'avatar di Ehstìkatzi
 
Data registr.: 18-03-2007
Messaggi: 14.605
Trittici



Ehstìkatzi non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 11 aprile 11, 22:02   #280 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 10-03-2009
Messaggi: 1.980
Citazione:
Originalmente inviato da fai4602 Visualizza messaggio
........cioè ?

Per piacere, puoi farmi capire che significa ?
Allora, ti faccio un esempio di quello che è capitato a me : avevo settato lo "zero" della manopola come si fa di solito per volare, e fin qui tutto bene, il modello andava dritto senza nessuna preoccupazione, dritto e rovescio.
Sistematicamente però, in qualche figura dove necessitava un tratto verticale rettilineo ( doppio rovesciamento, 8 quadri, uscita del quadrifoglio ) per dirne alcune ma specialmente in quell'ultima, avevo tendenza a deviare "verso l'abitacolo" a cabrare per intenderci.Benchè tenessi la mano in quella che era secondo me era a "zero", dovevo sempre fare attenzione a correggere a picchiare in quei casi, fino a quando un collega mi disse "sei troppo a picchiare con lo zero". E infatti, regolata la manopola leggerissimamente a cabrare ( cioè allungando il cavo della cabrata ) come d'incanto tutto si è raddrizzato e anche il volo in piano, decollo e atterraggi non sono variati.
Una tendenza del modello o dell'uomo, ma anche Yuriy lo faceva in volo a modello nuovo...dopo la prima regolazione a terra e a seguito di alcune figure che riprovava....
Questo per la sola regolazione di una manopola classica. Non ti dico per una "expert" con sbalzo, zero, asimmetria in altezza, lunghezza bracci ecc....
D'altra parte anche nella trim chart di Paul Walker, dopo la fase "basic trim" relativa al modello, nelle 3 fasi successive in due appare la dicitura "handle adjustment" e riprovare...
__________________
FAI 7635

Ultima modifica di Renato Privitera : 05 maggio 11 alle ore 22:11
Renato Privitera non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
VVC nascita e volo di un piccolo modello da volo vincolato AntonioF104 Aeromodellismo 25 29 giugno 11 10:18
Micro Volo Vincolato angelo19 Aeromodellismo Micro Modelli 33 23 aprile 10 19:54
Volo vincolato olafds Aeromodellismo Principianti 5 23 agosto 04 08:28
RADUNO VOLO VINCOLATO Pino Segnalazione Bug e consigli 0 10 aprile 01 00:36



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 19:31.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002