Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Volo a Scoppio


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 05 agosto 23, 21:59   #61 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di giocavik
 
Data registr.: 14-02-2006
Residenza: provincia VT
Messaggi: 3.672
Per la questione dei chiodini, sarà stato in funzione del costruttore e dell'aereo.
Ad es mi pare che l'idrocorsa che sta a Vigna di Valle (NON l'Mc 72, ma ce n'è almeno un altro) i chiodini li aveva...Ricordo male...?..
giocavik non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 05 agosto 23, 23:40   #62 (permalink)  Top
Sospeso
 
Data registr.: 06-02-2013
Messaggi: 3.879
Citazione:
Originalmente inviato da MAXZANI Visualizza messaggio
H
Sono pezzi di un aereo o di un modello.......mai visto tenere insieme i pezzi durante l'incollaggio con i chiodi, sempre visto usare morsetti......e di strutture lignee ne ho viste parecchie....
Aereo vero Fokker DVIII
Trinacria non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 06 agosto 23, 07:05   #63 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Clabe
 
Data registr.: 16-08-2007
Residenza: Perugia
Messaggi: 3.291
Racconto la mia esperienza sulla colla d'ossa che le vecchie feramenta vendono in barattoli contenenti perle. Una barattolo da 1kg ti dura tutta la vita! La colla va preparata in questo modo:
Prendi un barattolo di vetro con tappo tipo marmellata e metti circa 1 cm di perle; aggiungi acqua poco sopra le perle e le lasci rinvenire. Immergi il barattolo in un pentolino con acqua e metti sul fornello; porti a bollore leggero fino a che non si sciolgono le perle e la colla diventa omogenea.
La densitá la regoli aggiungendo acqua o perle.
Questa colla ha una tenuta eccezionale perché essendo a base d'acqua e proteica penetra nel legno e si lega alle fibre mantenendo un'elasticitá paragonabile al legno stesso.
La fragilitá di cui ti parla il liutaio fa ridere perché quelle situazioni estreme di secchezza spesso spaccano il legno prima che la colla molli. Al contrario per staccarla con l'umiditá serva acqua bollente.
Per conservarla senza che si ammuffisca, dopo che l'hai sciolta ed usata metti il tappo al barattolo, lo lasci a bagnomaria e fai ribollire.
Appena bolle spengi il fuoco e lasci raffreddare ed il vuoto che si crea nel barattolo non fa proliferare le muffe.
Anche dopo anni la rimetti a bagnomaria e rinviene.
Se sei curioso provala e non ti pentirai.
Per quello che so io nessuna colla in commercio, anche la piú tecnologicamente avanzata, puó vantare un test di secoli di tenuta su strumenti che vengono maneggiati e suonati diverse ore al giorno.
Ora i liutai non la usano piú perché avere la colla pronta in un barattolo da spremere é piú pratico che non ricorrere sempre al fornello, ma considera che anche la pulizia degli attrezzi delle vernici e di tutto quello che si sporca con questa colla avviene semplicemento con uno straccetto ed acqua calda senza mai danni, inoltre gli strumenti incollati in questo modo suonano meglio!
Claudio
__________________
"Il tempo non conta... conta quello che fai,
se lo fai bene!"
Clabe non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 06 agosto 23, 07:57   #64 (permalink)  Top
Sospeso
 
Data registr.: 06-02-2013
Messaggi: 3.879
Citazione:
Originalmente inviato da Clabe Visualizza messaggio
Racconto la mia esperienza sulla colla d'ossa che le vecchie feramenta vendono in barattoli contenenti perle. Una barattolo da 1kg ti dura tutta la vita! La colla va preparata in questo modo:
Prendi un barattolo di vetro con tappo tipo marmellata e metti circa 1 cm di perle; aggiungi acqua poco sopra le perle e le lasci rinvenire. Immergi il barattolo in un pentolino con acqua e metti sul fornello; porti a bollore leggero fino a che non si sciolgono le perle e la colla diventa omogenea.
La densitá la regoli aggiungendo acqua o perle.
Questa colla ha una tenuta eccezionale perché essendo a base d'acqua e proteica penetra nel legno e si lega alle fibre mantenendo un'elasticitá paragonabile al legno stesso.
La fragilitá di cui ti parla il liutaio fa ridere perché quelle situazioni estreme di secchezza spesso spaccano il legno prima che la colla molli. Al contrario per staccarla con l'umiditá serva acqua bollente.
Per conservarla senza che si ammuffisca, dopo che l'hai sciolta ed usata metti il tappo al barattolo, lo lasci a bagnomaria e fai ribollire.
Appena bolle spengi il fuoco e lasci raffreddare ed il vuoto che si crea nel barattolo non fa proliferare le muffe.
Anche dopo anni la rimetti a bagnomaria e rinviene.
Se sei curioso provala e non ti pentirai.
Per quello che so io nessuna colla in commercio, anche la piú tecnologicamente avanzata, puó vantare un test di secoli di tenuta su strumenti che vengono maneggiati e suonati diverse ore al giorno.
Ora i liutai non la usano piú perché avere la colla pronta in un barattolo da spremere é piú pratico che non ricorrere sempre al fornello, ma considera che anche la pulizia degli attrezzi delle vernici e di tutto quello che si sporca con questa colla avviene semplicemento con uno straccetto ed acqua calda senza mai danni, inoltre gli strumenti incollati in questo modo suonano meglio!
Claudio
Comunque la voglio provare, quando incollai le due fiancate a panino con alifatica, ad asciugatura completa, mi si sono piegate a banana, se questa d'ossa è elastica potrei risolvere il problema in altri modelli.Voglio prendere quella in lastre qualitativamente migliore di quella in perle, e poi ne riparliamo. Comunque abbiamo beccato,come il tipo di vernice,anche la colla usata prima degli anni 1930
Trinacria non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 06 agosto 23, 13:45   #65 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Clabe
 
Data registr.: 16-08-2007
Residenza: Perugia
Messaggi: 3.291
Citazione:
Originalmente inviato da Trinacria Visualizza messaggio
Comunque la voglio provare, quando incollai le due fiancate a panino con alifatica, ad asciugatura completa, mi si sono piegate a banana, se questa d'ossa è elastica potrei risolvere il problema in altri modelli.Voglio prendere quella in lastre qualitativamente migliore di quella in perle, e poi ne riparliamo. Comunque abbiamo beccato,come il tipo di vernice,anche la colla usata prima degli anni 1930
Adesso spiegami chi ti ha detto che c'é differenza tra quella in lastre e quella in perle, e che differenza ci dovrebbe essere.
Claudio
__________________
"Il tempo non conta... conta quello che fai,
se lo fai bene!"
Clabe non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 06 agosto 23, 14:19   #66 (permalink)  Top
Sospeso
 
Data registr.: 06-02-2013
Messaggi: 3.879
Citazione:
Originalmente inviato da Clabe Visualizza messaggio
Adesso spiegami chi ti ha detto che c'é differenza tra quella in lastre e quella in perle, e che differenza ci dovrebbe essere.
Claudio
Che ne so è scritto sul sito antichità belsito
Trinacria non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 06 agosto 23, 21:19   #67 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Clabe
 
Data registr.: 16-08-2007
Residenza: Perugia
Messaggi: 3.291
Citazione:
Originalmente inviato da Trinacria Visualizza messaggio
Che ne so è scritto sul sito antichità belsito
Ok ma se non chiariscono le differenze come fanno a dire che é meglio!
Claudio
__________________
"Il tempo non conta... conta quello che fai,
se lo fai bene!"
Clabe non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 06 agosto 23, 23:25   #68 (permalink)  Top
Sospeso
 
Data registr.: 06-02-2013
Messaggi: 3.879
Citazione:
Originalmente inviato da Clabe Visualizza messaggio
Ok ma se non chiariscono le differenze come fanno a dire che é meglio!
Claudio
Mi pare una ditta molto fornita è seria, infatti l'hanno solo loro in lastre, cercando su internet.
Scrive, una maggiore qualità della materia prima e maggiore tenacia.
Trinacria non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 07 agosto 23, 08:33   #69 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di giocavik
 
Data registr.: 14-02-2006
Residenza: provincia VT
Messaggi: 3.672
Volendo c'è anche la coccoina...
giocavik non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 07 agosto 23, 09:07   #70 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 27-02-2009
Residenza: napoli
Messaggi: 64
Citazione:
Originalmente inviato da Trinacria Visualizza messaggio
Comunque la voglio provare, quando incollai le due fiancate a panino con alifatica, ad asciugatura completa, mi si sono piegate a banana, se questa d'ossa è elastica potrei risolvere il problema in altri modelli.Voglio prendere quella in lastre qualitativamente migliore di quella in perle, e poi ne riparliamo. Comunque abbiamo beccato,come il tipo di vernice,anche la colla usata prima degli anni 1930
Ciao,anch'io avuto stesso problema,con le viniliche,purtroppo per evitare lo svergolamento,ho usato epoxy o poliuretanica,ma credo,mai provato,che anche uhu potrebbe andar bene.
giamu non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Mi sapete dire che kyosho è e quanto vale? :) darksky Automodellismo Mot. Scoppio On-Road 9 10 dicembre 14 08:55
mi sapete dire come vi pare ???? lupinlll77 Aeromodellismo 5 20 gennaio 11 14:19
Cosa mi sapete dire........ f.alberto Aeromodellismo Volo 3D 9 21 ottobre 10 01:04
Cosa mi sapete dire Alpino Aeromodellismo Volo Elettrico 3 12 dicembre 06 10:27



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 21:07.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002