Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Volo a Scoppio


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 25 giugno 11, 23:44   #801 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 17-03-2010
Residenza: Verbania
Messaggi: 330
Vi porto la mia esperienza per la saldatura delle termocoppie , uso semplicemente un condensatore caricato a circa 40/60 v e lo scarico unendo i 2 materiali che compongono la termocoppia , in pratica si puntano elettricamente , la capacita è funzione della sezione dei fili che si usano , da quello che mi hanno insegnato non si può aggiungere una lega saldante , si inquina la termocoppia che porta ad un errore di misura.


CiaO IMEr
imer.VB non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 26 giugno 11, 11:05   #802 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di andykaw1
 
Data registr.: 29-07-2005
Residenza: In cima alle Alpi
Messaggi: 1.205
Schema , per favore!

Citazione:
Originalmente inviato da imer.VB Visualizza messaggio
Vi porto la mia esperienza per la saldatura delle termocoppie , uso semplicemente un condensatore caricato a circa 40/60 v e lo scarico unendo i 2 materiali che compongono la termocoppia , in pratica si puntano elettricamente , la capacita è funzione della sezione dei fili che si usano , da quello che mi hanno insegnato non si può aggiungere una lega saldante , si inquina la termocoppia che porta ad un errore di misura.


CiaO IMEr
Sono incuriosito dal sistema di puntatura..... puoi inserire uno schemino?
I cavi che uso io sono sottili davvero, siamo in ingombri tra cavi e isolante al 1,5 mm di larghezza per 1mm di spessore (OMRON).
Sono senza calza isolante in fibra di vetro e non hanno armatura antitaglio.

Per l'apporto di lega: per le mie misure e valenza delle stesse che sono relative e non cerco il dato assoluto, il problema non si pone; ho fatto prove in merito e l'errore se c'è con strumenti normali (multimetro Fluke con 4 decimali) non lo si quantifica con certezza e ripetibilità.
La comparazione l'ho fatta tra termocoppia tipo K commerciale e strumento RS per lettura termocoppie, e a pari strumento con quelle fatte in casa.

Per le misure che faccio io se leggo 80° e sono 78° o 82°non cambia niente..... magari per chi stampa materie plastiche, o strumenti elettromedicali......le mie se metto la termocoppia in bocca leggo 35°, quindi mi accontento della precisione.

Comunque se mi spieghi come si puntano i cavi con il condensatore te ne sarei grato!!
saluti,
Andrea
__________________
Jamara LX One S.E. powered SH Engine, ported by MaGu LRP S8BX Team Edition, powered by MaGu Engine E gli altri stanno a guardare....
andykaw1 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 26 giugno 11, 12:25   #803 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 11-04-2009
Residenza: Gallarate
Messaggi: 1.157
Mi sembra ottima l' idea di caricare dei condensatoridi alta capacita' a basso voltaggio, collegarli ai due cavi che devi saldare, mettere un paio di occhiali protettivi e fare corto alle estremita' opposte. Sicuramente un bel scintillone e le estremita' si salderanno. Andicav, se hai probleni con gli operazionali, mandami un M.P. con le tue necessita' e provo a sentire in loco. Ciao da Alvise.
IK2DUR non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 26 giugno 11, 13:16   #804 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 17-03-2010
Residenza: Verbania
Messaggi: 330
Citazione:
Originalmente inviato da IK2DUR Visualizza messaggio
Mi sembra ottima l' idea di caricare dei condensatoridi alta capacita' a basso voltaggio, collegarli ai due cavi che devi saldare, mettere un paio di occhiali protettivi e fare corto alle estremita' opposte. Sicuramente un bel scintillone e le estremita' si salderanno. Andicav, se hai probleni con gli operazionali, mandami un M.P. con le tue necessita' e provo a sentire in loco. Ciao da Alvise.
Si il sistema è quello , se vuoi è come mettere in corto una batteria e parte la scintilla , il problema è che con la batteria la scintilla continua e diventa pericolosa , con i condensatori si scaricano e fai tutto in sicurezza , si tratta solo di trovare la capacita e la tensione giusta , non ti consiglio di superare i 60 V perchè comincia a pizzicare la tensione.

I condensatori vanno caricati , SPENTO L'ALIMENTATORE e poi usati nel breve , non fare mai questa operazione con l'alimentatore collegato.

Comunque per temperature attorno ai 100° le termocoppie non sono l'ideale da quello che dice mio padre (ci ha giocato per tutto il suo periodo lavorativo) , è meglio usare le PT100 , le termocoppie devono essere compensate altrimenti a quelle temperature l'errore commesso è alto , ovviamente se si fanno per paragone vanno benissimo ma non sono valori assoluti.

Comunque anche io sto facendo un banco di prova ma per motori elettrici usando un arduino , ma mi sono incagliato con il freno a correnti disperse , per il momento ho fatto delle prove usando il rotore di un motore elettrico da circa 2 Kw il problema è che mi obbliga a fare tutto il banco in materiale isolante , altrimenti anche a vuoto si beve circa 200 W e mi riscalda tutto il metallo che ci sta attorno.


Se vuoi ci si sente per in etere ! appena il vecchio ripristina la nuova cubical !!

Ciao IMer
imer.VB non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 26 giugno 11, 13:28   #805 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di nikarlo
 
Data registr.: 26-07-2006
Residenza: Lanciano (ch)
Messaggi: 352
Si potrebbe anche puntare con un secondario a 20-40v di un grosso, ma grosso alimentatore... e magari con due elettrodi in grafite e un pizzico di borace.

Oppure utilizzare il sistema di carica e il condensatore di un vecchio flash.

DISCLAIMER: occhio alle "briscole"! Ci si può fare davvero male!
nikarlo non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 26 giugno 11, 18:13   #806 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di andykaw1
 
Data registr.: 29-07-2005
Residenza: In cima alle Alpi
Messaggi: 1.205
Capacità??

Citazione:
Originalmente inviato da IK2DUR Visualizza messaggio
Mi sembra ottima l' idea di caricare dei condensatoridi alta capacita' a basso voltaggio, collegarli ai due cavi che devi saldare, mettere un paio di occhiali protettivi e fare corto alle estremita' opposte. Sicuramente un bel scintillone e le estremita' si salderanno. Andicav, se hai probleni con gli operazionali, mandami un M.P. con le tue necessita' e provo a sentire in loco. Ciao da Alvise.
OK, io ho capito il sistema, ma che capacità dovrebbero avere in Farad i condensatori?

Per Imer VB:
So bene che le tipo K non sono indicate per basse temperature ci sono le PT100 e le J ma la mia scelta è per economia..... in barba magari ad un'errore che sicuramente a livello assoluto è superiore al 2-3%.
Lavoro in proprio, non per scelta ma per necessità e attualmente non è che posso dire che le cose mi vadano un granché bene, sono nelle spese e dato che ho da tempo terminato anche la costruzione del flussometro che mi ha portato via tempo (e un paio di mila euro) e mi servono ancora 3 termometri con almeno un decimale (meglio 2), per poter verificare il salto di temperatura dell'aria:
1) ambiente;
2) prima dell'orifizio calibrato;
3) dopo l'orifizio calibrato;

Se per caso avete info su sensori adatti, economici e piccoli avvisatemi.....
saluti,
Andrea
__________________
Jamara LX One S.E. powered SH Engine, ported by MaGu LRP S8BX Team Edition, powered by MaGu Engine E gli altri stanno a guardare....
andykaw1 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 26 giugno 11, 18:32   #807 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 17-03-2010
Residenza: Verbania
Messaggi: 330
Citazione:
Originalmente inviato da andykaw1 Visualizza messaggio
OK, io ho capito il sistema, ma che capacità dovrebbero avere in Farad i condensatori?

Per Imer VB:
So bene che le tipo K non sono indicate per basse temperature ci sono le PT100 e le J ma la mia scelta è per economia..... in barba magari ad un'errore che sicuramente a livello assoluto è superiore al 2-3%.
Lavoro in proprio, non per scelta ma per necessità e attualmente non è che posso dire che le cose mi vadano un granché bene, sono nelle spese e dato che ho da tempo terminato anche la costruzione del flussometro che mi ha portato via tempo (e un paio di mila euro) e mi servono ancora 3 termometri con almeno un decimale (meglio 2), per poter verificare il salto di temperatura dell'aria:
1) ambiente;
2) prima dell'orifizio calibrato;
3) dopo l'orifizio calibrato;

Se per caso avete info su sensori adatti, economici e piccoli avvisatemi.....
saluti,
Andrea
Io avevo fatto un banco di circa 100.000 microfarad , ma le variabili in gioco sono 2 tensione e capacita , quindi devi fare qualche tentativo per trovare la tensione e la capacita corretta.
Quando usavo questo banco , potevo inserire a piacimento le capacita come potevo variare la tensione di carica , ora sarà 4/5 anni che non lo uso e non ricordo più il valore corretto.

Di sicuro se becchi i parametri corretti la fusione è tale che si forma una pallina , se la temperatura è bassa come tiri si staccano , quindi è abbastanza facile capire se il lavoro è corretto.



Per misure di temperature ambiente io uso LM35 costa veramente poco puoi leggere la temperatura direttamente con un millivotmetro , se hai un FLuke sei a posto , sono 10 mV/grado.
L'unico problema se allunghi troppo i cavi di connessione perchè oscilla ma con un condensatore risolvi il problema.
Qui forse è dove li paghi più cari:
| Semiconduttori | Sensori e trasduttori | Sensori di temperatura | Sensori di temperatura |LM35DZ/NOPB

Se cerchi il datasheet vedrai che è specificato il valore del condensatore da usare e come collegarlo.

Ciao IMer

Ultima modifica di imer.VB : 26 giugno 11 alle ore 18:38
imer.VB non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 26 giugno 11, 20:14   #808 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di andykaw1
 
Data registr.: 29-07-2005
Residenza: In cima alle Alpi
Messaggi: 1.205
Ok!!!!!

Citazione:
Originalmente inviato da imer.VB Visualizza messaggio
Io avevo fatto un banco di circa 100.000 microfarad , ma le variabili in gioco sono 2 tensione e capacita , quindi devi fare qualche tentativo per trovare la tensione e la capacita corretta.
Quando usavo questo banco , potevo inserire a piacimento le capacita come potevo variare la tensione di carica , ora sarà 4/5 anni che non lo uso e non ricordo più il valore corretto.

Di sicuro se becchi i parametri corretti la fusione è tale che si forma una pallina , se la temperatura è bassa come tiri si staccano , quindi è abbastanza facile capire se il lavoro è corretto.



Per misure di temperature ambiente io uso LM35 costa veramente poco puoi leggere la temperatura direttamente con un millivotmetro , se hai un FLuke sei a posto , sono 10 mV/grado.
L'unico problema se allunghi troppo i cavi di connessione perchè oscilla ma con un condensatore risolvi il problema.
Qui forse è dove li paghi più cari:
| Semiconduttori | Sensori e trasduttori | Sensori di temperatura | Sensori di temperatura |LM35DZ/NOPB

Se cerchi il datasheet vedrai che è specificato il valore del condensatore da usare e come collegarlo.

Ciao IMer
Grande info che mi hai dato........... per la visualizzazione hai anche una dritta per i display?? Devo avere 3 letture contemporaneamente per monitorare l'aumento di temperatura.
Grazie 1000 per ora!!
Andrea
__________________
Jamara LX One S.E. powered SH Engine, ported by MaGu LRP S8BX Team Edition, powered by MaGu Engine E gli altri stanno a guardare....
andykaw1 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 26 giugno 11, 21:26   #809 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 17-03-2010
Residenza: Verbania
Messaggi: 330
Io direi arduino e un bel display , se vuoi si può montare un connettore per delle memorie SD cosi ti rimangono memorizzate le misure.

Con arduino si può comunicare anche via USB ma preferisco usare una semplice SD e salvarci i dati , conoscendomi scaricati nel PC per mè è molto semplice perderli.




Questo è quello che ho fatto fino ad ora , praticamente legge la posizione del gas in % , giri , tensione e corrente , poi ho già guardato per la cella di carico , ma per il momento sono decisamente arenato.

Adesso non conosco le dimensioni del tuo banco , ma se ti serve un freno ad acqua ho un amico che ne fabbrica di piccoli , li usa per verificare le marmitte che costruisce per i motori zenoha 25 c.c.

Mi permetto di farti una domanda , La flangia per la misura della portata come hai fatto per la taratura ?


CIao IMer
imer.VB non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 26 giugno 11, 21:49   #810 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di FAI6710
 
Data registr.: 26-05-2011
Residenza: milano
Messaggi: 876
Per la lettura delle temperature vi consiglio questo "attrezzo".....

TC-08 Thermocouple Data Logger - the inexpensive way to measure temperature

si collega ad un computer e vi da 8 canali con grafici ed altro...........
Io, per lavoro, lo uso con le K .......le PT100 sono troppo lente.
I terminali delle K è sufficiente attorcigliarli alle estremità senza necessità di saldature...........
Il controllo delle letture si può farlo immergendo le etremità in acqua in continua ebollizione ed inserire i correttivi per leggere i 100°C

Buon lavoro............
FAI6710 non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
motori scoppio zianicasia Modellismo 2 06 febbraio 08 23:18
motori a scoppio moffetta Aeromodellismo Volo a Scoppio 3 18 luglio 07 19:14
motori a scoppio ratto Aeromodellismo 6 25 gennaio 07 22:24
ELABORIAMO l easy glider I parte nathan Aeromodellismo Volo Elettrico 0 07 luglio 06 22:24
Motori a scoppio vmax Aeromodellismo Progettazione e Costruzione 4 30 marzo 05 21:58



Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 14:53.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002