Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Volo Elett. - Realizzazione Motori


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 01 novembre 06, 13:34   #1 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di celle
 
Data registr.: 01-08-2006
Messaggi: 102
Immagini: 33
motori W O RPM O KV

Salve leggendo le catatteristice di alcuni motori brushless noto che in alcuni per indicare la potenza parlano di W altri di RPM e altri ancora di Kv sapete dirmi il perche' e indicarmi una formula per trovare i W ringrazio chiunque potra aiutarmi a capire con parole semplici.
celle non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 01 novembre 06, 14:41   #2 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 24-02-2006
Residenza: Milano
Messaggi: 297
Ciao !

Gli RPM sono comunemente i giri
I Kv sono i Giri per volt riferiti a quello specifico motore
I W li calcoli in base alla formula P=VxI (V=volt cioè la batteria , I= corrente che assorbe in quel medesimo istante ) .

Quest' ultimo argomento è un pò più complicato perchè come vedi dipende dalla tensione delle batterie a dall' elica installata sul motore che in teoria e molto semplicemente , influisce sull' assorbimento del motore quindi I=Ampere (corrente) .

bye
Alessio68 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 01 dicembre 06, 11:37   #3 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di flyer
 
Data registr.: 18-09-2002
Residenza: Roma
Messaggi: 545
Immagini: 1
Wink

Citazione:
Originalmente inviato da celle
Salve leggendo le catatteristice di alcuni motori brushless noto che in alcuni per indicare la potenza parlano di W altri di RPM e altri ancora di Kv sapete dirmi il perche' e indicarmi una formula per trovare i W ringrazio chiunque potra aiutarmi a capire con parole semplici.
Ciao, cerco di farti capire con parole semplici l'argomento.

Un motore in realtà e' semplicemente un trasduttore che trasforma la potenza elettrica in potenza meccanica. Per il secondo principio della termodinamica questa trasformazione non e' mai integrale quindi la potenza meccanica e' sempre una quota parte di quella immessa. Il rapporto tra la potenza in uscita e quella in ingresso e' detta efficienza.

Quindi, supponendo di "dare" al motore 100 Watt elettrici (e' un termine improprio ma per chiarezza espositiva lasciamelo passare) e supponendo che l'efficienza del motore (che e' un parametro costruttivo) sia dell 80% di queste 100 Watt, 80 Watt si tradurranno in potenza meccanica ed i restanti 20 Watt verranno dissipati dal motore principalmente in calore (effetto joule degli avvolgimenti e attriti vari meccanici)

Ovviamente 80 Watt meccanici significa che l'elica dovrà compiere un lavoro nell'unità di tempo spostando una colonna d'aria di una certa lunghezza. Questo ovviamente si traduce in un certo numero di rotazioni al secondo e quindi al minuto (che sono in pratica gli RPM)
RPM = Rotazioni Per Minuto

Come esempio pratico possiamo utilizzare il programma propeller selector per vedere che un elica 10x6 che gira a 7000 RPM e viaggia a 8 m/sec assorbe circa 80 Watt

L'altro parametro che ti interessava il Kv rappresenta i giri del motore per volt ma nn puoi calcolarlo prendendo i 7000 RPM di prima e dividendoli per la tensione di alimentazione perche' questo parametro e' specificato "a vuoto".

Se hai un Kv pari a 1400 vuol dire che per ogni volt di alimentazione il motore farà 1400 giri al minuto a vuoto quindi se lo alimenti con 3 lipo cariche (12.6 Volt) il motore farà 17640 RPM. Questo parametro da solo non puo' dirti a che velocità girerà un elica reale in quanto questa farà da carico per il motore causando un abbassamento del numero di giri .. un calo di tensione della batteria ed un riscaldamento del motore stesso. Ci vorrebbe un altro parametro che e' la Kc cioe' la costante che ti indica la coppia in Newton per centimetro.
Possono infatti esistere due motori con la medesima Kv di 1400 ma uno e' in grado di portare un elica 12x6 a 17000 giri mentre un altro solo una 6x3.
Quindi per la scelta del motore devi considerare sia la Kv che ti dirà indicativamente a quanto girerà la tua elica ma anche la potenza meccanica che il motore e' in grado di erogare o che e' la stessa cosa considerate le inefficienze termodinamiche la potenza elettrica che il motore e' in grado di assorbire in sicurezza dalla sorgente di alimentazione.
Spero di averti chiarito maggiormente l'argomento.
Ciao, Flyer
flyer non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 01 dicembre 06, 17:24   #4 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di MikyFly
 
Data registr.: 04-03-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 1.467
Citazione:
Originalmente inviato da flyer
Ciao, cerco di farti capire con parole semplici l'argomento.....
.....
.....
Ciao, Flyer
Spiegazione chiara e tecnica q.b..... COMPLIMENTI!!
MikyFly non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 02 dicembre 06, 19:02   #5 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di celle
 
Data registr.: 01-08-2006
Messaggi: 102
Immagini: 33
Ringrazio moltissimo come sempre posso contare su di voi ,se non ci foste ?
ancora grazie ciao.
celle non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19 dicembre 06, 23:31   #6 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di wwww3
 
Data registr.: 04-09-2005
Residenza: Lago d'Iseo
Messaggi: 364
Flyer, come sempre: puntuale preciso e di facile comprensione.

Sei un mito!!!

Ciao.
wwww3 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 18 gennaio 07, 19:30   #7 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di stefymtb
 
Data registr.: 04-09-2006
Messaggi: 100
Citazione:
Originalmente inviato da flyer
Ciao, cerco di farti capire con parole semplici l'argomento.

Un motore in realtà e' semplicemente un trasduttore che trasforma la potenza elettrica in potenza meccanica. Per il secondo principio della termodinamica questa trasformazione non e' mai integrale quindi la potenza meccanica e' sempre una quota parte di quella immessa. Il rapporto tra la potenza in uscita e quella in ingresso e' detta efficienza.

Quindi, supponendo di "dare" al motore 100 Watt elettrici (e' un termine improprio ma per chiarezza espositiva lasciamelo passare) e supponendo che l'efficienza del motore (che e' un parametro costruttivo) sia dell 80% di queste 100 Watt, 80 Watt si tradurranno in potenza meccanica ed i restanti 20 Watt verranno dissipati dal motore principalmente in calore (effetto joule degli avvolgimenti e attriti vari meccanici)

Ovviamente 80 Watt meccanici significa che l'elica dovrà compiere un lavoro nell'unità di tempo spostando una colonna d'aria di una certa lunghezza. Questo ovviamente si traduce in un certo numero di rotazioni al secondo e quindi al minuto (che sono in pratica gli RPM)
RPM = Rotazioni Per Minuto

Come esempio pratico possiamo utilizzare il programma propeller selector per vedere che un elica 10x6 che gira a 7000 RPM e viaggia a 8 m/sec assorbe circa 80 Watt

L'altro parametro che ti interessava il Kv rappresenta i giri del motore per volt ma nn puoi calcolarlo prendendo i 7000 RPM di prima e dividendoli per la tensione di alimentazione perche' questo parametro e' specificato "a vuoto".

Se hai un Kv pari a 1400 vuol dire che per ogni volt di alimentazione il motore farà 1400 giri al minuto a vuoto quindi se lo alimenti con 3 lipo cariche (12.6 Volt) il motore farà 17640 RPM. Questo parametro da solo non puo' dirti a che velocità girerà un elica reale in quanto questa farà da carico per il motore causando un abbassamento del numero di giri .. un calo di tensione della batteria ed un riscaldamento del motore stesso. Ci vorrebbe un altro parametro che e' la Kc cioe' la costante che ti indica la coppia in Newton per centimetro.
Possono infatti esistere due motori con la medesima Kv di 1400 ma uno e' in grado di portare un elica 12x6 a 17000 giri mentre un altro solo una 6x3.
Quindi per la scelta del motore devi considerare sia la Kv che ti dirà indicativamente a quanto girerà la tua elica ma anche la potenza meccanica che il motore e' in grado di erogare o che e' la stessa cosa considerate le inefficienze termodinamiche la potenza elettrica che il motore e' in grado di assorbire in sicurezza dalla sorgente di alimentazione.
Spero di averti chiarito maggiormente l'argomento.
Ciao, Flyer
Scusate se disseppellisco il frum,ma quando si parla di Kv e Kc,intendete dire che posso comprare due motori con lo stesso Kv e poi uno gira un sacco e l'altro no???Quale gira di più???
La grandezza dell'elica che posso attaccarci da cosa dipende???
Basta ho finito!

stefymtb non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 21 gennaio 07, 22:29   #8 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di flyer
 
Data registr.: 18-09-2002
Residenza: Roma
Messaggi: 545
Immagini: 1
Citazione:
Originalmente inviato da stefymtb
Scusate se disseppellisco il frum,ma quando si parla di Kv e Kc,intendete dire che posso comprare due motori con lo stesso Kv e poi uno gira un sacco e l'altro no???Quale gira di più???
La grandezza dell'elica che posso attaccarci da cosa dipende???
Basta ho finito!

Ciao, cerco di chiarire ulteriormente la questione.
La Kv e' un parametro che ti da i giri per volt di alimentazione. Questo parametro dipende in buona sostanza dall'induttanza degli avvolgimenti dello statore (e quindi dal numero di spire) perche' determina l'intensità del campo magnetico generato dagli avvolgimenti. Ora per realizzare un certo numero di spire si possono usare fili di diverso diametro .. maggiore e' il diametro maggiore sarà la corrente massima che questo sarà in grado di far scorrere senza scaldarsi per effetto Joule.
Nel costruire un motore la prima domanda che dobbiamo porci e' .. di quanto spazio fisico disponiamo ? .. in base a questo e volendo un motore che giri ad una certa velocità saremo costretti ad usare un filo di un certo diametro massimo. Otterremo quindi un vincolo per la massima corrente che potrà transitare nell'avvolgimento. Oltre questo massimo il filo inizierà a dissipare calore per effetto Joule e la temperatura salirà fino a quando lo smalto isolante fonderà mettendo in corto le spire e distruggendo per fuga termica il motore.

Chiarito questo punto .. dobbiamo capire il parametro Kc... la coppia e' in realtà la forza che il motore e' in grado di esercitare su un carico.. in pratica nel cercare di spostare un carico (elica) il motore compie un lavoro. Questa coppia nasce dal campo magnetico generato dagli avvolgimenti che e' direttamente proporzionale alla corrente che scorre negli avvolgimenti stessi.

Se quindi noi aumentiamo il carico sul motore (elica piu' grande) il controller cercherà di mantenere lo stesso numero di giri "pompando" piu' corrente negli avvolgimenti e quindi generando un campo magnetico piu' intenso. All'aumentare della corrente pero' abbiamo visto che gli avvolgimenti iniziano a riscaldare e quindi oltre un certo carico la temperatura del motore salirà fino a distruggerlo.

Il funzionamento del motore e' quindi regolato da un parametro fondamentale e cioeè la massima temperatura oltre la quale il motore si rompe. Da questa deriva la massima corrente che puo' attraversarlo e quindi il massimo carico che puo' sopportare.

Quindi per rispondere alla tua domanda, se compri due motori con la stessa Kv questi per eliche piccole che non rappresentano un carico significativo per il motore gireranno esattamente alla stessa velocità.

All'aumentare del carico in entrambi sarà necessaria una maggiore corrente ma in quello che ha il diametro del filo piu' piccolo oltre una certa corrente inizierà un fenomeno di fuga termica che lo porterà alla distruzione.

Spero di averti chiarito almeno in parte i tuoi dubbi. Un salutone e buoni voli. Ciao, Flyer
flyer non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 17 agosto 08, 22:52   #9 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di FIO6954
 
Data registr.: 12-02-2006
Messaggi: 7
vorrei fosse aggiunto qualche cosa

sono anche interessato alla discussione ed ho capito molto bene la spiegazione dei watt rpm e kv
però al di la degli sforzi del motore dei suoi giri, delle varie componenti ecc.
io mi domando se una ditta mi dice che vende un motore brushless da 14oo kv come faccio io a capire a quanti watt corrispondono
mentre un'altra ditta vende un motore a 110 w come faccio a capire quanti kv sono
se c'è qualche anima buona in grado di rispondermi sarei molto grato
FIO6954 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 20 agosto 08, 23:55   #10 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Creative
 
Data registr.: 18-12-2005
Messaggi: 3.059
Citazione:
Originalmente inviato da FIO6954 Visualizza messaggio
sono anche interessato alla discussione ed ho capito molto bene la spiegazione dei watt rpm e kv
però al di la degli sforzi del motore dei suoi giri, delle varie componenti ecc.
io mi domando se una ditta mi dice che vende un motore brushless da 14oo kv come faccio io a capire a quanti watt corrispondono
mentre un'altra ditta vende un motore a 110 w come faccio a capire quanti kv sono
se c'è qualche anima buona in grado di rispondermi sarei molto grato
Ciao, essendo tali parametri tipici di ogni motore (come appunto spiegato prima, legati a vari fattori come numero di poli, numero di spire ed altro ancora) non esistono calcoli matematici che mettano in relazione la potenza erogata dal motore con il numero di giri in senso assoluto (cioè non esiste una formula che mi permetta di ricavare tali dati per ciascun motore conoscendo solo la potenza erogata), tali caratteristiche possono essere fornite solo dal costruttore stesso.
Insomma, se come unico dato di un motore conosco unicamente la potenza erogata, non posso neanche lontanemte stimare il kV di tale motore.
Ciò a cui bisogna attenersi sono i dati di targa del motore forniti dalla ditta che lo produce.
Inoltre, bisogna non fare assolutamente confusione con tali parametri:
Il kV del motore è una caratterstica elettrica del motore che in nessun modo ci da un'idea della potenza del motore stesso (inteso come dato singolo).
Tale valore ci dice semplicemente quanti giri compierà il rotore a vuoto per ogni volt che applicheremo ai suoi avvolgimenti. Come ha spiegato giustamente ed esaustivamente Flyer la potenza erogata da un motore è la differenza fra quella "elettrica" immessa meno le perdite che il motore genera durante il suo funzionamento (come perdite di energia termica sugli avvoglimenti, meccanica legata agli attriti ed altre ancora trascurabili).Considerate che la potenza dichiarata dai costruttori molto probabilmente è quella elettrica assorbita dal motore.

Insomma, nel valutare un motore, il dato fondamentale è sicuramente la potenza, ma da sola non basta nella scelta. Facciamo un esempio stupido, una ferrari ed un camion possono generare la stessa potenza ma in modi molto diversi, cosi due motori da 100W ma il primo con un kV da 1300 ed il secondo da 3700 erogheranno la stessa potenza a regime di 100W ma i giri massimi a cui si avrà tale potenza (alimentati dalla stessa tensione) saranno ben diversi. Probabilmente si avrà scelto il primo per eliche grandi e con poco passo mentre il secondo per eliche piccole e maggior passo.
Si potrà montare la stessa elica del primo sul secondo motore solo usando un riduttore di giri e solo in questo caso si avranno medesimi valori di rotazione delle eliche (non degli alberi motore però...).

Sperò di non averti fatto più confusione che chiarezza.
Ciao.
Creative non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
motori 3W marcolo Aeromodellismo 22 04 settembre 07 18:16
motori!? monster Aeromodellismo Volo Elett. - Realizzazione Motori 8 08 dicembre 05 00:37
motori xXx Circuiti Elettronici 1 24 novembre 04 22:33
Motori OS NFJ Aeromodellismo 1 12 maggio 04 17:32
Led motori On Franz79 CNC e Stampanti 3D 1 06 maggio 04 00:41



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 15:29.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002