Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Volo 3D


Discussione chiusa
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 27 luglio 09, 09:30   #61 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di ask21
 
Data registr.: 16-03-2007
Residenza: Castelli Romani (RM)
Messaggi: 3.253
Citazione:
Originalmente inviato da Ehstìkatzi Visualizza messaggio
Ho seguito conj una certa attenzione tutta la discussione.
Come avrete capito mettersi a discutere col tipo non ha alcun senso,la sua intenzione non è quella di arrivare ad una conclusione condivisa ,ma solo quella di provocare reazioni infilandosi in tutti i pertugi possibili che le vs.risposte gli hanno offerto o creandone di nuovi in maniera tale da poter sfogare e soddisfare i suoi impulsi da cura psichiatrica.
Detto questo e rigettata ovviamente in toto la sua teoria che non può avere alcun riscontro energetico che la possa giustificare e che è respinta dall'evidenza dei filmati,anche nel primo si vede come ad un certo punto il getto sollevi un pò di polvere che si allarga sul terreno senza alcun accenno a risalire,detto anche che "stallo" viene solitamente riferito ad un'ala che si muove in un fluido e che la condizione si ha quando l'incidenza alare è tale da provocare distacco della vena fluida dal dorso del profilo con conseguente aumento di resistenza e diminuzione di portanza e che questa definizione non si può attribuire al comportamento di un'ala ferma nel fluido,come è il ns.caso,mi chiedo perchè nessuno abbia pensato alla possibilità che il modello abbia un sistema costituito da 2 tubi e due valvole comandate da un servo che consente di spillare aria dal compressore ed inviarla ad ugelli posti all'estremità alare.
Ne basta pochissima.
Io ci ho pensato,pensando(scusate il gioco di parole) agli ipersostentatori dell'F104.Sono scettico però perchè non ne ho mai sentito parlare...
__________________
Il Castellano says: Keep calm and make it spin-up
ask21 non è collegato  
Vecchio 27 luglio 09, 10:52   #62 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di videowilly24
 
Data registr.: 27-07-2007
Residenza: milano
Messaggi: 2.456
Citazione:
Originalmente inviato da videowilly24 Visualizza messaggio
sbaglio o rispondi solo a chi vuoi tu....????
ti ho chiesto come spieghi i video che ho inserito, ma come puo' reggere la tua teoria ?
Insisto perche' secondo me, devi ancora scoprirlo pure tu !!!!!!!!
guarda i video che ho messo a pag.5 , aspettiamo una risposta seria !!!!
non far finta di niente ,Rispondi a tutti....Visto che hai detto e vantato di conoscere la soluzione al torque roll .....
videowilly24 non è collegato  
Vecchio 27 luglio 09, 12:18   #63 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Vituperio
 
Data registr.: 19-06-2008
Residenza: Pisa
Messaggi: 835
Citazione:
Originalmente inviato da Ehstìkatzi Visualizza messaggio
Ho seguito conj una certa attenzione tutta la discussione.
Come avrete capito mettersi a discutere col tipo non ha alcun senso,la sua intenzione non è quella di arrivare ad una conclusione condivisa ,ma solo quella di provocare reazioni infilandosi in tutti i pertugi possibili che le vs.risposte gli hanno offerto o creandone di nuovi in maniera tale da poter sfogare e soddisfare i suoi impulsi da cura psichiatrica.
Detto questo e rigettata ovviamente in toto la sua teoria che non può avere alcun riscontro energetico che la possa giustificare e che è respinta dall'evidenza dei filmati,anche nel primo si vede come ad un certo punto il getto sollevi un pò di polvere che si allarga sul terreno senza alcun accenno a risalire,detto anche che "stallo" viene solitamente riferito ad un'ala che si muove in un fluido e che la condizione si ha quando l'incidenza alare è tale da provocare distacco della vena fluida dal dorso del profilo con conseguente aumento di resistenza e diminuzione di portanza e che questa definizione non si può attribuire al comportamento di un'ala ferma nel fluido,come è il ns.caso,mi chiedo perchè nessuno abbia pensato alla possibilità che il modello abbia un sistema costituito da 2 tubi e due valvole comandate da un servo che consente di spillare aria dal compressore ed inviarla ad ugelli posti all'estremità alare.
Ne basta pochissima.
Praticamente lo stesso sistema usato dal AV8 Harrier, quando manovra in Hovering sostenuto dalla spinta del suo motore, con dei tubi che sfogano arai sotto pressione dalle ali, e dalla coda il pilota mantiene il pieno controllo su tutti gli assi, pur avendo l'aereo fermo in aria.
__________________
Se c'è un posto al mondo dove da un nome si può leggere la storia, è questo, Pisa. Incompresa, anzi odiata, senza cercare comprensione, senza averne bisogno ne desiderio, poggiata su millenni di arcaica grandezza.... R. Borchardt
Vituperio non è collegato  
Vecchio 27 luglio 09, 13:04   #64 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di tennean1
 
Data registr.: 20-03-2009
Residenza: Dopo molto pellegrinare, ora solo dintorni di Milano
Messaggi: 1.247
Citazione:
Originalmente inviato da Depron.Bis Visualizza messaggio
Ma guarda che la spiegazione del femonemo non emerge da nessun particolare studio di ricerca.

I fatti citati fanno parte della normale teoria riguardante la fenomenologia "termodinamica".
Devi sapere che la spinta di reazione che imprime un pulsojet o un turbojet è il risultato di due componenti.
Una è la nota reazione che si ottiene quando si proietta ad alta velocità una corrente di fluido in una massa fluida in quiete (3° principio della dinamica) e l'altra, la più importante per un jet, è di tipo termodinamico, cioè il gas espluso, essendo al alta temperatura, riesce a spostare una notevole massa di aria esterna.
Questo avviene perchè il gas ad alta temperatura e a parità di quantità occupa un volume molto maggiore rispetto a se fosse freddo (fatto noto).
Per dirla in breve, all'atto pratico è come se sull'ugello di scarico si gonfiasse costantemente e velocissimamente un pallone, il quale altro non è che una bolla di aria calda in espasione.
Questa bolla avendo necessità termodinamiche di espandersi, lo fa spostando la massa d'aria fredda (aria esterna) in cui è penetrata.
Quindi la spinta che riceve l' aereo è proprio l'azione/reazione della bolla ipertemica in espansione...........da cui, appunto, "motori a reazione".

Spero di essere stato alquanto chiaro nella spiegazione.
Ciao
Mi intrometto solo per smentire questo, tra gli altri post per lo meno discutibili, e lo faccio per evitare che qualcuno alla fine ci creda.

I motori a reazione (intesi a turbina) funzionano in accordo al ciclo Brayton, che per definizione ha un rendimento schifoso perchè il motore scarica e butta via una frazione rilevante di entalpia in gas caldi che non servono a nessuno, a differenza al ciclo Rankine (vapore) e Carnot (ideale con rendimento 100%)
Non a caso nelle turbine a gas per usi di generazione di potenza questa entalpia viene in parte recuperata dagli HRSG e poi vengono accoppiati ad una turbina a vapore a dare il cosddetto Ciclo Combinato (ovviamente l'ultimo stadio della turbina è diverso -sono diversi i triangoli di velocità- perchè nei motori aeronautici si vuole massimizzare la spinta, cioè la quantità di moto assiale, mentre nei turbogas serve la coppia all'alternatore).

Nei motori aeronautici moderni si tende invece a diluire il flusso assiale compressore-turbina disegnando opportuni bypass e all'utilizzo di una parte della potenza del motore -altrimenti convertita in spinta- per tirare una ventola posta a monte del compressore. La ventola funziona sempre in regime subsonico anche quando l'aereo viaggia a velocità supersoniche.

Se interessati posso fornire info più dettagliate riguardo ai bypass e rapporti di diluizione.

Saluti
Andrea
tennean1 non è collegato  
Vecchio 27 luglio 09, 15:02   #65 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di videowilly24
 
Data registr.: 27-07-2007
Residenza: milano
Messaggi: 2.456
Citazione:
Originalmente inviato da tennean1 Visualizza messaggio
Mi intrometto solo per smentire questo, tra gli altri post per lo meno discutibili, e lo faccio per evitare che qualcuno alla fine ci creda.

I motori a reazione (intesi a turbina) funzionano in accordo al ciclo Brayton, che per definizione ha un rendimento schifoso perchè il motore scarica e butta via una frazione rilevante di entalpia in gas caldi che non servono a nessuno, a differenza al ciclo Rankine (vapore) e Carnot (ideale con rendimento 100%)
Non a caso nelle turbine a gas per usi di generazione di potenza questa entalpia viene in parte recuperata dagli HRSG e poi vengono accoppiati ad una turbina a vapore a dare il cosddetto Ciclo Combinato (ovviamente l'ultimo stadio della turbina è diverso -sono diversi i triangoli di velocità- perchè nei motori aeronautici si vuole massimizzare la spinta, cioè la quantità di moto assiale, mentre nei turbogas serve la coppia all'alternatore).

Nei motori aeronautici moderni si tende invece a diluire il flusso assiale compressore-turbina disegnando opportuni bypass e all'utilizzo di una parte della potenza del motore -altrimenti convertita in spinta- per tirare una ventola posta a monte del compressore. La ventola funziona sempre in regime subsonico anche quando l'aereo viaggia a velocità supersoniche.

Se interessati posso fornire info più dettagliate riguardo ai bypass e rapporti di diluizione.

Saluti
Andrea
affascinante teoria.....Ma che lingua è????? Non c'ho capito niente....
videowilly24 non è collegato  
Vecchio 27 luglio 09, 16:37   #66 (permalink)  Top
Sospeso
 
Data registr.: 07-07-2009
Residenza: Napoli
Messaggi: 146
Per gli scettici

Vi posto il link di un video dove si vede un F22-Raptor (vero, no modello) il quale compie un hovering.
Grazie al zoom di ripresa si vede chiaramente che il pilota per ritornare in normale assetto orizzontale, mentre è in posizione verticale in hovering, aziona a picchiare gli alettoni/alevoni.

L'uso degli alevoni da parte del pilota ci da prova concreta che l'aereo è attraversato da un flusso di sufficiente capacità aerodinamica.

Link: YouTube - F-22 Raptor hovering / control stall
Depron.Bis non è collegato  
Vecchio 27 luglio 09, 16:43   #67 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di riktor
 
Data registr.: 05-06-2008
Residenza: Roma
Messaggi: 4.060
Invia un messaggio via MSN a riktor
Citazione:
Originalmente inviato da Depron.Bis Visualizza messaggio
Per gli scettici

Vi posto il link di un video dove si vede un F22-Raptor (vero, no modello) il quale compie un hovering.
Grazie al zoom di ripresa si vede chiaramente che il pilota per ritornare in normale assetto orizzontale, mentre è in posizione verticale in hovering, aziona a picchiare gli alettoni/alevoni.

L'uso degli alevoni da parte del pilota ci da prova concreta che l'aereo è attraversato da un flusso di sufficiente capacità aerodinamica.

Link: YouTube - F-22 Raptor hovering / control stall
daiii depron questa la so pure io.. l'f-22 ha gli scarichi vettoriali....
__________________
Perché i sogni... è bello costruirseli con le proprie mani... non ARF!

In Cina, il problema è sempre in Cina
riktor non è collegato  
Vecchio 27 luglio 09, 16:54   #68 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di icsunonove
 
Data registr.: 23-04-2005
Residenza: Roma
Messaggi: 1.750
Citazione:
Originalmente inviato da riktor Visualizza messaggio
daiii depron questa la so pure io.. l'f-22 ha gli scarichi vettoriali....

.... accoppiati agli elevoni, direi :



Torque Troll!



__________________
Icsunonove, a.k.a. Franchino
http://digilander.libero.it/polveredibalsa

Imparare senza pensare è fatica perduta.
Pensare senza imparare è pericoloso.
(Confucio)
icsunonove non è collegato  
Vecchio 27 luglio 09, 17:12   #69 (permalink)  Top
Sospeso
 
Data registr.: 07-07-2009
Residenza: Napoli
Messaggi: 146
Citazione:
Originalmente inviato da icsunonove Visualizza messaggio
.... accoppiati agli elevoni, direi :
E' no........ l'accoppiata alevoni-vettoriali è una sincronizzazione di rito e avrebbe credibilità nell'overing se l'aereo stesse perfettamente in verticale.
Ma come puoi vedere dal video e da tanti altri, l'aereo è capace di stare in hovering anche se inclinato di alcuni gradi rispetto alla verticale.
Questo spiega che la fusoliera e parte della superice alare poggia su un campo aerodinamico.
Depron.Bis non è collegato  
Vecchio 27 luglio 09, 17:20   #70 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di videowilly24
 
Data registr.: 27-07-2007
Residenza: milano
Messaggi: 2.456
mmmmmmmh

:
Citazione:
Originalmente inviato da Depron.Bis Visualizza messaggio
Per gli scettici

Vi posto il link di un video dove si vede un F22-Raptor (vero, no modello) il quale compie un hovering.
Grazie al zoom di ripresa si vede chiaramente che il pilota per ritornare in normale assetto orizzontale, mentre è in posizione verticale in hovering, aziona a picchiare gli alettoni/alevoni.

L'uso degli alevoni da parte del pilota ci da prova concreta che l'aereo è attraversato da un flusso di sufficiente capacità aerodinamica.

Link: YouTube - F-22 Raptor hovering / control stall
Qui la tua teuria ''Sferica'' non centra nulla.....!!!
l'aereo sale fin che ha spinta e poi butta giu' il muso.....
non è mai fermo in hovering !!!
ti bastano sti specchi....???

poi si parlava di Modelli RC e torque roll ...
l'hovering col vettoriale lo si fa'.....è il torque che un se spiega !!!!
alttri specchi te li meriti...
videowilly24 non è collegato  
Discussione chiusa

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Torque Roll su Realflight G4 Paolo90 Simulatori 0 06 febbraio 09 18:20
TORQUE ROLL FINALMENTE! bribs Aeromodellismo Volo Elettrico 5 28 aprile 05 08:31
torque roll e "ultimate" mau Aeromodellismo Volo Elettrico 3 11 marzo 04 15:40
torque-roll spinner Aeromodellismo 0 24 dicembre 03 21:10



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 09:03.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002