Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Progettazione e Costruzione


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 15 gennaio 11, 13:59   #171 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Temporizzatore
 
Data registr.: 11-11-2010
Residenza: Milano
Messaggi: 483
Il vero problema semmai é oggi...la verniciatura finale delle parti ricoperte e trattate con turapori e tendicarta.....e qui si apre un vero mondo di possibilità e di esperienze visto quello che sta succedendo che con la messa al bando di vernici più o meno tossiche e la scomparsa dal mercato delle bombolette tipo Molak o Simprop contenenti vernice poliuretanica di ottima aderenza e resistenza alla miscela seppure di tipo "monocomponente"......oggi abbiamo qualche problema in più da affrontare per rifinire allo stato dell'arte i nostri modelli..... ma le soluzioni al momento esistono ancora (sin quando ci saranno consentite) utilizzando bicomponenti poliuretaniche ed acriliche a solventi (e non all'acqua).... peccato che la lavorazione finale non possa prescindere dall'utilizzo del solito compressore ed aerografo...con tutto ciò che questo significa nel bene (ottimo risultato finale) come nel male (disagi, tempi lunghi, e rumorosità del compressore...oltre ai solilti problemi "condominiali" da considerare quando si lavora nel proprio box)....
Temporizzatore non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 05 febbraio 11, 16:48   #172 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 25-01-2011
Residenza: milano
Messaggi: 65
Io usavo per le grandi Nache ( per es un Geebee di 1,60 di spam) una vecchia calza di Nylon senza riga! Si infila la calza sulla naca in balsa, si tira dall'interno la punta del piede, si tende il tutto, si fissa con spilli e poi via con mani di colla nitro diluita. Poi si ritaglia l'eccedenza.
marcovinicio non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 25 aprile 11, 11:10   #173 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di re UoA
 
Data registr.: 24-04-2011
Residenza: guidonia
Messaggi: 10
Smile copertura con tela

Ciao dam,sono nuovo sul forum,inscritto appena ieri !Ho deciso di inscrivermi per passatempo,e sopratutto per dare dei consigli nel caso fossi in grado..stavo leggendo io tuo messaggio e devo dire che sono della tua stessa idea:mi sono stufato dei termoretraibili è un continuo di fare bolle staccarsi col tempo etc. si è vero sono meno impegnativi per applicarli,non richiedono verniciatura (non tutti) e soprattutto rimangono "superleggeri" confronto all'applicazione di tessuto.Vorrei iniziare col dire che:non sono 60g al mq o almeno non a lavoro finito!Ti dò una drittati spiego la mia procedura che è un pochino diversa dalla tua allora innanzi tutto io uso due differenti materiali (seta)per quanto riguarda alianti,rimane molto leggera ma allo stesso tempo è delicatissima per quanto riguarda piccoli incidenti di atterraggio e velo sconsiglio se volate su un campo di volo privo di asfalto e pieno di zeppetti vari in quanto si danneggia con una certa facilità...l'altro materiale è la (piumina)che si trova,come la seta in qualsiasi comunissima merceria,il modo di applicazione rimane identico ma:a risultato finito rimane resistentissima ma un pochino più pesante .Il modo di applicazione che io uso è il seguente:per iniziare la parte da ricoprire deve essere trattata (1) si carteggia per togliere i vari pelucchi della balsa (2)si prende un barattolo di tura pori anche da bricofer e ci si butta all'interno un pò di borotalco "per facilitare la carteggiatura" (3) si diluisce con diluente fino a ottenere il tutto abbastanza stendibile con pennello quindi bisognerà mescolare molto accuratamente (4) stendere bene con un pennello su tutta la superficie soprattutto sugli angoli (5) accertatevi che asciughi in modo completo ondevitare impastamenti della carta brasiva (6) carteggiare quindi spianare bene tuta la superficie su qui abbiamo applicato il turapori (7)finito di carteggiare passare con un panno umido di (acqua) per togliere la polvere creata (ps:non usare tovaglioli o carta igienica perchè contengono silicone e non và per niente bene) (8) poggiare la piumina o la seta sul sulla superficie che si intende ricoprire,quindi tagliare il pezzo necessario ma attenzione evitate di tagliarlo in modo preciso,io di solito lo faccio 5-7 cm più lungo per permettermi di tirarlo bene (9)prendete il pezzo di piumina in questione e immergete in acqua calda impregliarlo bene (10)una volta fatto ciò tiratelo fuori e strizzarlo per bene ricordiamoci che va applicato su legno che è permeabile (11) una volta strizzato stendere bene (12) dovrete perderci un pò di tempo per ottenere un buon risiltato omogeneo (13) prendere il pennello e con un pò di turapori passarlo sugli angoli della struttura come se si stasse tirando del termoretraibile e attendere circa 30 min (14) fatto ciò procurarsi del (tendicarta) perchè il turapori ora non è tanto indicato in quanto una volta asciutto non ha lo stesso potere restringente (15) attenzione se si opera su un aliantino puntellare con spilli o meglio con dei pesi la struttura come diceva il mio amico damper evitare cedimenti della struttura (16) passare quindi il pennello con tendicarta sulla piumina appena applicata e stendere per bene sta volta su tutta la superficie (17) tenere sotto controllo la questa e fare in modo che non faccia grinze,una volta asciutto tagliare la piumina in eccesso e il gioco è fatto (18) rimane ora di tagliare in modo preciso la piumina in eccesso che vi era servita per stenderla e tirarla all'inizio del processo!!

ps:io preferisco attendere periodi più caldi per fare tutto cio,in quanto si ottengono risultati ottimi in quanto la temperatura esterna aiuta a tendere meglio il materiale una volta applicato,non simulare con phon o roba simile otterrete solo bolle del tendicarta difficili da nascondere al momento della verniciatura...spero il mio consiglio vi sia stato utile per qualsiasi chearimento io sono qui ciao a tutti e ricordate sempre : UUUOOOAAA
re UoA non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 18 gennaio 13, 22:54   #174 (permalink)  Top
Sospeso
 
L'avatar di nuvolari
 
Data registr.: 05-03-2005
Messaggi: 2.691
Immagini: 2
scusate ma non c'è nessuno che mi può consigliare di li, alla voce rivestire un camel?
nuvolari non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29 gennaio 13, 10:09   #175 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di zazan8
 
Data registr.: 05-01-2009
Residenza: vicenza
Messaggi: 1.483
Visto che si parla di fodera da vestiti, volevo chiedere se nessuno la utilizza al posto del peel ply nelle cerniere delle parti mobili su ali in polistirolo rivestito in fibra?
Io ho fatto qualche provino su spezzoni di poli e sembrano tenere da dio.
zazan8 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04 febbraio 13, 10:37   #176 (permalink)  Top
Sospeso
 
L'avatar di Mauro53
 
Data registr.: 22-06-2007
Messaggi: 1.002
Interessante, tutti materiali a buon mercato. Una sola cosa mi icuriosisce: sintetico, acrilico nylon....sono resistenti a nitro e acetone?

Per rimanere in tema il tendicarta usa come diluente nitro o acetone?
Mauro53 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04 febbraio 13, 11:09   #177 (permalink)  Top
Sospeso
 
L'avatar di Mauro53
 
Data registr.: 22-06-2007
Messaggi: 1.002
Citazione:
Originalmente inviato da Mauro53 Visualizza messaggio
Interessante, tutti materiali a buon mercato. Una sola cosa mi icuriosisce: sintetico, acrilico nylon....sono resistenti a nitro e acetone?

Per rimanere in tema il tendicarta usa come diluente nitro o acetone?
chiedo scusa ma rileggendo alcuni dei post precedenti ho trovato risposte più che esaurienti
Mauro53 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 25 maggio 13, 06:16   #178 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di aviator64
 
Data registr.: 24-05-2013
Residenza: Bergamo
Messaggi: 9
Grazie a tutti, per la cura con cui avete descritto i passaggi, in particolare a Re Uoa.
aviator64 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 09 settembre 13, 19:04   #179 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Trinacria
 
Data registr.: 06-02-2013
Messaggi: 2.843
Citazione:
Originalmente inviato da damgiu Visualizza messaggio
Ciao a tutti

dopo essermi stufato dei termoretraibili, con tutti i loro difetti, ho deciso di riprovare il rivestimento con un materiale che una volta si chiamava seta giapponese. Adesso è possibile sostituirla con la fodera dei vestiti, in particolare un tipo chiamato BEMBERG o misto BEMBERG. Le pezze sono alte 140 cm per lunghezza a piacere, l'ho pagata 3 € al metro quadro e pesa poco meno di 60g mq.

La tecnica di stesura è semplice, si stende il pezzo di fodera su un giornale
e si bagna con un spruzzetto, senza inzupparla troppo. Si posa bagnata sulla struttura da rivestire e si stende, in modo da eliminare le grinze. Quando è bella stesa e ancora bagnata si passa il turapori lungo i contorni, senza toccare la parte senza struttura e si attende che si asciughi. Controllare sempre che sia stesa sulle parti aperte. Quando è asciutta si bagna di nuovo con lo spruzzetto la zona non a contatto con le strutture, si lascia asciugare e si danno 2-3 mani di turapori su tutto. Alla fine rimarrà tesa come un tamburo dando anche un bell'effetto tela e pronta per la verniciatura.

Bagnare il tessuto e stenderlo sulla struttura, probabilmente farà storcere il naso a qualcuno, ,ma per adesso svergolature non ne ho viste. Se non volete rischiare potete mettere la struttura sottopeso durante l'asciugatura, o non bagnare affatto il tessuto, fate le prove e vedete cosa succede.

In allegato le foto delle varie fasi dell'applicazione. Il turapori lo uso molto diluito.
Ho lasciato un pezzo d'ala un intero pomeriggio al sole cocente e non ha mostrato segni di cendimento.
ciao, nell'ultima foto le eccedenze della seta, le tagli quando si è asciugato il tutto? o si possono tagliare mentre stendi il turapori.
Trinacria non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 05 ottobre 13, 19:15   #180 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di mauro67
 
Data registr.: 09-04-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 2.431
Invia un messaggio via MSN a mauro67
Dopo diversi anni , finalmente torno alla vecchia e validissima tecnica della ricopertura in tela.
Inizio da alettoni deriva e elevatore dello stits playboy dell'Olimpic
Icone allegate
Utilizzo fodera dei vestiti come rivestimento-pianetti.jpg  
__________________
Vi sono dei limiti oltre i quali l'idiozia dovrebbe essere controllata ,anche con l'assunzione di psicofarmaci
mauro67 non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
rivestimento ala verniciabile toti Aeromodellismo Progettazione e Costruzione 2 10 maggio 09 07:47
rivestimento scafo help.revolver Motoscafi con Motore Elettrico 11 03 dicembre 05 16:53
rivestimento modello help.revolver Aeromodellismo Alianti 2 10 ottobre 05 21:14
Rivestimento Covertex Igor Aeromodellismo Progettazione e Costruzione 5 05 settembre 05 14:05
EPP : come si fodera uno TZAGI in EPP ? angelo55 Aeromodellismo Volo Elettrico 6 18 ottobre 04 12:20



Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 01:11.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002