Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Progettazione e Costruzione


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 10 ottobre 21, 18:07   #101 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di giocavik
 
Data registr.: 14-02-2006
Residenza: provincia VT
Messaggi: 3.658
Citazione:
Originalmente inviato da Ehstìkatzi Visualizza messaggio
...mi sa che fai prima a progettare e costruire la versione tuttolegno dello Stingray...
giocavik non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 11 ottobre 21, 00:51   #102 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di double68
 
Data registr.: 27-05-2009
Residenza: Piacenza
Messaggi: 462
Citazione:
Originalmente inviato da quenda Visualizza messaggio
Per una serie di coincidenze positive ieri sono riuscito ad avere una giornata libera e sono andato al campo.



Ho chiesto a Lorenzo (pilota ufficiale del Tritol…) di fare un altro volo con il modello ora dotato di derive fisse alle estremità alari.



Il miglioramento è evidente: il modello non si è mai messo “a coltello” ed è più stabile di prima con e senza motori accesi.

Dovrò bilanciare le eliche dato che il rumore in volo è piuttosto fastidioso.

In ogni modo rimango stupito di cosa possano fare due banalissimi pezzettini di balsa e oracover……



La prossima volta voglio pilotare io e se il modello rimarrà integro prenderò in considerazione le modifiche per consentire il decollo e l’atterraggio in verticale.



ettore


Ho avuto modo di assistere ad entrambi i voli di prova del Tritol sia nella versione con e senza winglet. Mai avrei immaginato l'effetto che potessero avere sul volo quei due pezzettini messi alle estremità del modello.
Quasi incredibile.
double68 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 16 ottobre 21, 10:56   #103 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di quenda
 
Data registr.: 22-05-2006
Residenza: Piacenza
Messaggi: 1.539
Dato che ho intenzione di proseguire gli esperimenti con il TRITOL, ho aperto una nuova discussione per non continuare a scrivere in questa che come sappiamo è dedicata al famigerato SCARPONE VOLANTE:

https://www.baronerosso.it/forum/aer...ml#post5233039

ettore
quenda non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 23 dicembre 21, 15:20   #104 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di quenda
 
Data registr.: 22-05-2006
Residenza: Piacenza
Messaggi: 1.539
Aggiorno la discussione anzitutto per augurare a tutti buon Natale e felicissimo 2022.

Comunico poi che ho iniziato la costruzione del “Flying Boot” (Scarpone volante).







Le sei parti che formano l’ala sono opera di Adelio che ha fatto un lavoro veramente ottimo.
Inoltre l’amico Giorgio è riuscito a trovare del compensato di pioppo da 3 mm. quasi perfettamente piano e con la sua CNC ha realizzato le flange dei galleggianti e la fusoliera centrale “a scatola” (in compensato da 4 mm.).
Quindi un enorme ringraziamento a Giorgio e Adelio.

La mia idea è quella di collaudare il modello prima su terra e poi, se non succedono disastri, provare a metterlo in acqua.

Come faccio sempre ho sommato TUTTE le parti del modello per individuare il peso finale e purtroppo il risultato non è incoraggiante.
Infatti è quasi certo che saremo oltre i 3 chili e mezzo che non sono tanti per un modello di questo tipo ma per decollare dall’acqua è molto probabile che si renderanno necessari due galleggianti di maggior volume e/o una ventola più potente della 74 mm. che ho acquistato.
In ogni modo sono determinato a portare avanti la costruzione……e se il modello sarà troppo pesante….potrebbe diventare una sorta di “idroscivolante” da usare al lago nel periodo estivo oppure sulla neve.

AUGURI A TUTTI!!!!

ettore
quenda non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 28 dicembre 21, 14:49   #105 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Personal Jesus
 
Data registr.: 21-05-2009
Messaggi: 2.771
Bello.
Ma il profilo è poi sempre l'MHMI?
Personal Jesus non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29 dicembre 21, 15:21   #106 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di quenda
 
Data registr.: 22-05-2006
Residenza: Piacenza
Messaggi: 1.539
Citazione:
Originalmente inviato da Personal Jesus Visualizza messaggio
Bello.
Ma il profilo è poi sempre l'MHMI?
Il profilo è MH60. E' stato scelto lanciando in aria una moneta.......

Di conseguenza la possibilità che il modello voli è principalmente affidata.....alla fortuna.

In ogni modo l'oggetto non mi dispiace.

---------------------------------------------------

Nonostante si tratti di un modello di dimensioni medio-piccole in polistirolo, i lavori da fare sono tanti: finire galleggianti, finire flange, taglio 4 elevoni, taglio direzionale, installazione 5 servi, realizzazione supporto ventola, incollaggio parti fusoliera, fibratura ala e un sacco di altre piccole cose.

Riguardo ai galleggianti è ovvio che la loro tenuta stagna è di importanza assoluta.
Il sistema di fissaggio dei perni passanti in acciaio armonico permette di smontare i galleggianti e mettere 2 coppie di ruote con grande diametro. Nella foto si vedono le due rondelle laterali (stampate in 3D dall’amico Corrado) il tubetto in carbonio, un’altro tubetto di alluminio che permette di usare un perno di acciaio armonico da 3 mm (invece di quello da 4) e i collarini di tenuta.



Tutto quanto è incollato con silicone bianco che per fortuna non intacca il Depron.





Prima di incollare, sempre con silicone, la parte superiore dei galleggianti, voglio fare un esperimento abbastanza semplice per avere la certezza che non entri acqua.

Gli elementi del test sono:
1) Galleggianti
2) Vasca da bagno riempita d’acqua a metà circa
3) Tubetto di tempera colorata
4) Assenza da casa della mia cara mamma…..

Buon anno a tutti!!!

ettore
quenda non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 31 dicembre 21, 10:12   #107 (permalink)  Top
Gran Decapo
 
L'avatar di Ehstìkatzi
 
Data registr.: 18-03-2007
Messaggi: 14.514
Citazione:
Originalmente inviato da quenda Visualizza messaggio
Il profilo è MH60. E' stato scelto lanciando in aria una moneta.......

Di conseguenza la possibilità che il modello voli è principalmente affidata.....alla fortuna.

In ogni modo l'oggetto non mi dispiace.

-

ettore
Il profilo usato potrà incidere sulle caratteristiche del volo, ma non certo sulla sua possibilità.
Buon anno Ettore
Ehstìkatzi non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 gennaio 22, 10:51   #108 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di quenda
 
Data registr.: 22-05-2006
Residenza: Piacenza
Messaggi: 1.539
Buon 2022 a tutti!

Grazie Beppe per l’incoraggiamento.

L’ala di un aeromodello costruita in legno con il metodo tradizionale, è molto leggera perché quasi completamente vuota all’interno.
La stessa ala, se realizzata interamente in polistirolo o polistirene estruso, risulta avere un peso simile a quella in balsa e compensato.
Quindi, per ridurre un po’ il peso, è possibile realizzare degli alleggerimenti INTERNI all’ala: un’operazione piuttosto delicata e molto snervante.

Anzitutto è indispensabile avere le dime in compensato, posizionarle con nastro biadesivo, fare un foro di passaggio per il filo a caldo, eseguire l’alleggerimento, far raffreddare il filo, smontarlo…..e ripetere tutto per varie volte stando attenti a non far danni al modello….e alle mani.

Le foto mostrano il risultato che ho ottenuto sui pannelli alari in corrispondenza dei galleggianti.
Dopo oltre 4 ore di lavoro ho risparmiato 24 grammi di peso.






Se non altro questi alleggerimenti interni semplificano l’installazione delle prolunghe dei servocomandi.

La prossima sessione di lavoro riguarderà gli alleggerimenti dei pannelli alari interni.

Alla prossima

ettore
quenda non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 03 gennaio 22, 11:46   #109 (permalink)  Top
Gran Decapo
 
L'avatar di Ehstìkatzi
 
Data registr.: 18-03-2007
Messaggi: 14.514
Citazione:
Originalmente inviato da quenda Visualizza messaggio

Le foto mostrano il risultato che ho ottenuto sui pannelli alari in corrispondenza dei galleggianti.
Dopo oltre 4 ore di lavoro ho risparmiato 24 grammi di peso.



Se non altro questi alleggerimenti interni semplificano l’installazione delle prolunghe dei servocomandi.

La prossima sessione di lavoro riguarderà gli alleggerimenti dei pannelli alari interni.

Alla prossima

ettore
Certo 24 grammi per 4 ore mi pare decisamente sottopagato.
Vero è che 20 di qui e 30 di là si arriva a 100 che può essere un risultato interessante se la percentuale sul peso totale è significativa, altrimenti è solo un piacere personale, ma l'aeromodellismo è fatto di queste cose.
Ehstìkatzi non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 08 gennaio 22, 19:50   #110 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di quenda
 
Data registr.: 22-05-2006
Residenza: Piacenza
Messaggi: 1.539
Con l’indispensabile aiuto dell’amico Fausto ho alleggerito i pannelli alari interni.

Per prima cosa Fausto ha realizzato un archetto per taglio polistirolo di dimensioni adatte in quanto il mio era troppo piccolo.



Poi si trattava di fare i fori di piccolo diametro nei quali far passare il filo metallico. Riuscire a fare un foro lungo e dritto nel polistirene estruso IN UN ALA A FRECCIA è molto difficile. In altre parole si inizia a forare in un punto…..e si finisce per uscire in un altro che non è quello giusto.

Il metodo che ho usato non produce sempre risultati perfetti ma funziona spesso. Si tratta di un semplice supporto in legno nel quale far passare un tubo in carbonio (o in ottone) da 5 mm. con una punta da legno incollata all’estremità che entrerà nel pezzo.
Le tre immagini permettono di capire di cosa si tratta:







Appoggiando questa “dima” al profilo alare si inizia a girare il tubo lentamente a mano, cercando di far avanzare la punta poco per volta. Usare un avvitatore provoca sicuramente dei danni. In 5 minuti circa di “giramento” si dovrebbe vedere uscire la punta dalla parte opposta del pannello, se siamo fortunati, nel punto desiderato.

Fatti i fori di passaggio del filo metallico si realizzano le due dime in compensato da fissare con nastro biadesivo alle estremità del pannello e finalmente si procede con il taglio.
In questa fase è indispensabile essere in due dato che i fori di estremità degli alleggerimenti hanno forma e dimensione diversa.





A lavoro finito il risparmio di peso è di 112 grammi totali. Accontentiamoci....

Alla prossima.

ettore
quenda non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Aliante tuttala Zulu con bordo d'entrata variabile quenda Aeromodellismo Alianti 14 04 ottobre 16 16:33
baratto ... con idrovolante contesr Compro 0 18 aprile 11 14:35
Ventola intuba per tuttala... carlino80 Aeromodellismo Ventole Intubate 49 21 novembre 08 22:42
tuttala con ventola fabiopanini Aeromodellismo Volo Elettrico 1 06 gennaio 05 16:31



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 22:18.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002