Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Idrovolanti


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 19 aprile 11, 18:57   #21 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Hell 13
 
Data registr.: 09-01-2009
Residenza: Bologna
Messaggi: 1.567
Citazione:
Originalmente inviato da mackom Visualizza messaggio
Ciao,
Non sono cilindri ma radiatori.
Bel lavoro, per completare l' opera potresti utilizzare la colorazione usata in gara.
fusoliera e tronco centrale dell' ala sono azzurri, resto dell' ala bianco.

PS. L'S21 e' esistito veramente, non solo nella fantasia

Buon collaudo
Bè se è esistito non era quello del film "Porco rosso"..

Per quanto riguarda il parabrezza..per ora è solo appoggiato perchè devo ancora finire di aggiungere alcuni dettagli nell'abitacolo, un minimo di cockpit e un imbottitura.. comunque avevo intenzione di incollarlo solamente, il mio sarà in versione elettrica e non credo avrò problemi di vibrazioni..per sicurezza un pò di frena filetti e viaaa..

per i colori mi interessa molto il discorso visto che vorrei cercare di renderlo il più fedele possibile all'originale..solo che cosi dovrò rismontare la cabana del motore..vorrei anche disegnare le pannellature.. che colori devo usare esattamente? ma non avete detto che era un celeste molto tenue? disegni? schemi?
__________________
"Un giorno l’uomo volerà ti dico! Io ci sono stato.. l’ho visto!" cit. M.M.
Hell 13 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 21 aprile 11, 16:29   #22 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 09-12-2007
Residenza: VARESE
Messaggi: 145
Citazione:
Originalmente inviato da Hell 13 Visualizza messaggio
Bè se è esistito non era quello del film "Porco rosso"..
NO, non era quello del film.
Il Savoia era un biplano a scafo centrale con l' ala superiore sensibilmente piu piccola di quella inferiore e motore spingente in gondola. L' aereo vero era stato preparato per la coppa schneider ma non vi partecipò per indisposizione del pilota.
Nella coppa schneider "piccola", svolta sul lago di Varese, due furono le riproduzione del S21. Entrambe costruite da Ettore Bizzozero con il supporto del compianto Silvio Taberna.
Citazione:
Originalmente inviato da Hell 13 Visualizza messaggio
Per quanto riguarda il parabrezza..per ora è solo appoggiato perchè devo ancora finire di aggiungere alcuni dettagli nell'abitacolo, un minimo di cockpit e un imbottitura.. comunque avevo intenzione di incollarlo solamente, il mio sarà in versione elettrica e non credo avrò problemi di vibrazioni..per sicurezza un pò di frena filetti e viaaa..

per i colori mi interessa molto il discorso visto che vorrei cercare di renderlo il più fedele possibile all'originale..solo che cosi dovrò rismontare la cabana del motore..vorrei anche disegnare le pannellature.. che colori devo usare esattamente? ma non avete detto che era un celeste molto tenue? disegni? schemi?
Ci sono poche pannellature, lo scafo era in legno. qualcuna di piu sulla gondola motore.
Ho diverse foto ma sono molto pesanti. se mi contatti in MP possiamo trovare il sistema per fartele avere
mackom non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 21 aprile 11, 16:44   #23 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Hell 13
 
Data registr.: 09-01-2009
Residenza: Bologna
Messaggi: 1.567
Citazione:
Originalmente inviato da mackom Visualizza messaggio
NO, non era quello del film.
Il Savoia era un biplano a scafo centrale con l' ala superiore sensibilmente piu piccola di quella inferiore e motore spingente in gondola. L' aereo vero era stato preparato per la coppa schneider ma non vi partecipò per indisposizione del pilota.
Nella coppa schneider "piccola", svolta sul lago di Varese, due furono le riproduzione del S21. Entrambe costruite da Ettore Bizzozero con il supporto del compianto Silvio Taberna.

Ci sono poche pannellature, lo scafo era in legno. qualcuna di piu sulla gondola motore.
Ho diverse foto ma sono molto pesanti. se mi contatti in MP possiamo trovare il sistema per fartele avere
C'è posta per te nei tuoi messaggi privati!

Grazie mille della disponibilità!!
__________________
"Un giorno l’uomo volerà ti dico! Io ci sono stato.. l’ho visto!" cit. M.M.
Hell 13 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 22 aprile 11, 09:50   #24 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Hell 13
 
Data registr.: 09-01-2009
Residenza: Bologna
Messaggi: 1.567
Grazie a Mackom ora ho delle immagini attendibili per riuscire a farmi un idea dei dettagli e dei colori che dovrò uilizzare..(intanto dovrebbero arrivarmene altre anche da un altro utente)

le immagini sono le seguenti..





guardandole ho un idea chiara dei tiranti che dovrò aggiungere alle gondole alari, noto che anch'esse hanno lo scafo nero..sono abbastanza chiare le pannellature sia sulla fuso che nella cabana motore..

Penso che colorerò la fuso e i tronchi alari con blu savoia, mentre il resto delle ali e la cabana motore possono restare del colore attuale (non erano proprio bianche, ma più un color alluminio)

Per le pannellature pensavo di sperimentare questa tecnica..disegnarle sulla fuso a matita e poi coprirle con il colore scelto steso a spray..dovrebbero vedersi quel poco che basta come nell'originale..
il mio dubbio più grande è se una volta colorato otterrò una superficie lucida come quella che ha ora e che aveva l'originale..(e che mi piace molto)

Che ne pensate? qualcuno vuole consigliarmi che colori usare?

Ciao a tutti e grazie!
__________________
"Un giorno l’uomo volerà ti dico! Io ci sono stato.. l’ho visto!" cit. M.M.
Hell 13 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 22 aprile 11, 11:59   #25 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di msette
 
Data registr.: 18-11-2003
Residenza: Verona
Messaggi: 612
Ciao, alcune veloci considerazioni: l'idro tendeva al colore azzurro su alluminio, il blù Savoia è troppo scuro (non ti fare ingannare dalla raffigurazione pittorica); inoltre i colori usati erano satinati e non lucidi (pittura applicata su legno e su alluminio). Se proprio vuoi riverniciare, ma ti imbarchi in un lavoraccio per via dello scarso spessore della vetroresina:
1) irruvidire tutto con carta abrasiva di grana fine, senza calcare molto altrimenti crepi la superficie;
2) mano di fondo, altrimenti il colore non aggrappa bene e ti si sfoglia.
3) mano di vernice epossidica bicomponente del colore prescelto (è l'unica che ti garantisce un buon risultato su quel materiale)
4) disegni le varie pannellature, applichi eventuali decals, ad es fregio policromo che manca
5) mano finale di epossidica bicomponente trasparente satinata che fissa il tutto proteggendo il tuo lavoro di dettaglio.

Detto questo, ne vale la pena su un modello di questa fattura, nato come semiriproduzione da divertimento?
Consiglio spassionato: poichè volare con gli idro non è proprio così immediato (te ne accorgerai sia in decollo che in atterraggio quanto è facile impuntarsi e quanto è dura l'acqua), non ti conviene finirlo il prima possibile per andarci in volo, farti un po' di esperienza e pensare eventualmente dopo a queste cose?
msette non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 22 aprile 11, 14:55   #26 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Hell 13
 
Data registr.: 09-01-2009
Residenza: Bologna
Messaggi: 1.567
Citazione:
Originalmente inviato da msette Visualizza messaggio
Ciao, alcune veloci considerazioni: l'idro tendeva al colore azzurro su alluminio, il blù Savoia è troppo scuro (non ti fare ingannare dalla raffigurazione pittorica); inoltre i colori usati erano satinati e non lucidi (pittura applicata su legno e su alluminio). Se proprio vuoi riverniciare, ma ti imbarchi in un lavoraccio per via dello scarso spessore della vetroresina:
1) irruvidire tutto con carta abrasiva di grana fine, senza calcare molto altrimenti crepi la superficie;
2) mano di fondo, altrimenti il colore non aggrappa bene e ti si sfoglia.
3) mano di vernice epossidica bicomponente del colore prescelto (è l'unica che ti garantisce un buon risultato su quel materiale)
4) disegni le varie pannellature, applichi eventuali decals, ad es fregio policromo che manca
5) mano finale di epossidica bicomponente trasparente satinata che fissa il tutto proteggendo il tuo lavoro di dettaglio.

Detto questo, ne vale la pena su un modello di questa fattura, nato come semiriproduzione da divertimento?
Consiglio spassionato: poichè volare con gli idro non è proprio così immediato (te ne accorgerai sia in decollo che in atterraggio quanto è facile impuntarsi e quanto è dura l'acqua), non ti conviene finirlo il prima possibile per andarci in volo, farti un po' di esperienza e pensare eventualmente dopo a queste cose?
grazie msette, volevo proprio sapere se ne valeva la pena..e se questo è l'unico procedimento per ottenere un buon risultato mi vengono dei dubbi..ci penserò ancora un pò su ma credo che lascerò perdere..purtroppo non ho il materiale adatto e soprattutto non ho molto tempo a disposizione..altrimenti magari ci avrei provato..

per quanto riguarda il modello in questione sò che è nato come semplice modello da divertimento ma a me piace molto metterci del mio e cercare di migliorarlo il più possibile..il modello di base è buono ma per i miei gusti cosi com'è manca di dettagli che a me piacciono molto e che lo renderebbero molto più gustoso ..

vedi ad esempio i tiranti..non ci vuole tanto ad aggiungerli ma gli conferiscono un tocco in più a mio avviso..e in più mi da molta più soddisfazione piuttosto che lasciarlo cosi..

comunque credo che finirò di aggiungere i dettagli a cui avevo pensato tralasciando la verniciatura..invito comunque tutti a provare a migliorare i propri modelli, a "metterci le mani" e perchè no conferirgli sempre un minimo di personalizzazione in base ai propri gusti personali..in questo modo ogni modello sarà unico e vi piacerà di più
__________________
"Un giorno l’uomo volerà ti dico! Io ci sono stato.. l’ho visto!" cit. M.M.
Hell 13 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 22 aprile 11, 16:26   #27 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di msette
 
Data registr.: 18-11-2003
Residenza: Verona
Messaggi: 612
La vetroresina purtroppo ha le sue esigenze . Comunque forza con l'assemblaggio, adesso voglio vedere un bel lavoro nel pozzetto: negli idro elettrici una corretta impermeabilizzazione del regolatore è tutto, sennò vedi che scintille!!!
msette non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 22 aprile 11, 16:43   #28 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Hell 13
 
Data registr.: 09-01-2009
Residenza: Bologna
Messaggi: 1.567
Citazione:
Originalmente inviato da msette Visualizza messaggio
La vetroresina purtroppo ha le sue esigenze . Comunque forza con l'assemblaggio, adesso voglio vedere un bel lavoro nel pozzetto: negli idro elettrici una corretta impermeabilizzazione del regolatore è tutto, sennò vedi che scintille!!!
certo! il regolatore però sarà dietro al motore,in alto e lontano dall'acqua, nel pozzetto anteriore ci sarà la ricevente..penso che proverò a realizzare una guarnizione con del silicone! e comunque racchiuderò la rx in un "palloncino".. terrò aggiornata la discussione

..è curioso notare che la kyosho descrive il tappo esistente "a prova d'acqua" quando invece non lo è affatto
__________________
"Un giorno l’uomo volerà ti dico! Io ci sono stato.. l’ho visto!" cit. M.M.
Hell 13 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 22 aprile 11, 17:58   #29 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di msette
 
Data registr.: 18-11-2003
Residenza: Verona
Messaggi: 612
Io ho fatto una guarnizione al silicone in questo modo: sulla battuta del pozzetto stendi un cordolo di sigillante siliconico trasparente, per intenderci quello in tubetto che si usa anche per le docce, avvolgi il coperchio con la pellicola trasparente tipo domopak, ti serve per evitare che il silicone ti incolli lo sportello fino a che non si è asciugato e poi lo appoggi sul pozzetto puntando le viti ma senza stringerle. Così facendo il silicone si spiana leggermente formando una guarnizione regolare che ti assicurerà una discreta tenuta all'acqua. Una volta asciutto togli il domopak e poi puoi pure stringere le viti. Per la ricevente e gli altri componenti elettronici ti consiglio di immergerli in questo prodotto materiali gomma liquida | Jonathan.it vendita modellismo dinamico online - spedizioni in 24 ore , crea una pellicola impermeabile che poi si può facilmente rimuovere.
Ciao e buon fine settimana
msette non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 22 aprile 11, 18:12   #30 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Hell 13
 
Data registr.: 09-01-2009
Residenza: Bologna
Messaggi: 1.567
Citazione:
Originalmente inviato da msette Visualizza messaggio
Io ho fatto una guarnizione al silicone in questo modo: sulla battuta del pozzetto stendi un cordolo di sigillante siliconico trasparente, per intenderci quello in tubetto che si usa anche per le docce, avvolgi il coperchio con la pellicola trasparente tipo domopak, ti serve per evitare che il silicone ti incolli lo sportello fino a che non si è asciugato e poi lo appoggi sul pozzetto puntando le viti ma senza stringerle. Così facendo il silicone si spiana leggermente formando una guarnizione regolare che ti assicurerà una discreta tenuta all'acqua. Una volta asciutto togli il domopak e poi puoi pure stringere le viti. Per la ricevente e gli altri componenti elettronici ti consiglio di immergerli in questo prodotto materiali gomma liquida | Jonathan.it vendita modellismo dinamico online - spedizioni in 24 ore , crea una pellicola impermeabile che poi si può facilmente rimuovere.
Ciao e buon fine settimana
ottimo metodo, silicone e domopak..lo userò sicuramente

la gomma liquida ero indeciso se prenderla oppure no..ma ci posso immergere direttamente anche la rx?

Grazie, buon fine settimana anche a te!
__________________
"Un giorno l’uomo volerà ti dico! Io ci sono stato.. l’ho visto!" cit. M.M.
Hell 13 non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Macchi M.C.205 lollodream Aeromodellismo Riproduzioni e Semiriproduzioni 28 22 giugno 10 16:08
macchi m.67 matteo27 Aeromodellismo Volo Elettrico 0 14 settembre 09 18:16
Macchi M.39 kikki Aeromodellismo Progettazione e Costruzione 7 09 luglio 08 15:06
Macchi 339 Pensio Aeromodellismo 3 11 marzo 06 00:44



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 23:14.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002