Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aeromodellismo Categorie


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 28 novembre 06, 11:32   #1 (permalink)  Top
Andrea vola anche per noi
 
L'avatar di Maxir
 
Data registr.: 29-09-2005
Messaggi: 519
Immagini: 1
Centraggio e preparazione di un acrobatico

Non voglio essere troppo invadente con gli altri, ma visto che la discussione sul looping non parte e il cerchio di Odi si è fermato, riparto alla carica con il prossimo argomento.

Questa volta introduco il sistema di centraggio di un aereo acrobatico con caratteristiche di volo medio buone (es. un carico alare non troppo alto, la posizione dell'ala al centro o sotto, un motore con esuberanza di potenza e con un rapporto di (tiro/peso del modello) vicino a 1:1)

Le prove a terra :

Il baricentro

Come tutti ben sanno il baricentro di un aereo cade ad un terzo dal bordo d'entrata della corda media alare !!! in pratica ad un terzo a partire da avanti
Per il collaudo e anche per le varie acrobazie ( di precisione) è preferibile avere un baricentro avanzato ( picchiato ) in modo da penetrare meglio in caso di vento e quindi avere maggiore stabilità.
Possibilmente il serbatoio montatelo il più vicino al baricentro o ancora meglio proprio al centro del centro di gravità, in modo da non avere spostamenti di peso durante il volo man mano che diminuisce la miscela.

Le incidenze

possibilmente deve essere totto a 0 gradi tranne il motore che deve avere un paio di gradi a destra e un paio a picchiare, dipentde da quanta coppia ha.

Le escurzioni

Per fare acrobazia di precisionele escurzioni sono minimeinquanto per avere un comando morbido e dolce non servono escurzioni elevate.
Per quando riguarda invece le escurzioni dei servi ( end point, ATV, AFR, ecc.) mettere tutto a 100 % e lavorare meccanicamente sulle squadrette.

le squadrette dei comandi

La distanza del punto di dove è attaccato il comando rispetto alla cerniera della parte mobile deve essere il più possibile uguale alla distanza tra il centro di rotazione del servo e il punto di attacco del rinvio.
Comunque è sempre meglio ai fini della precisione del comando avere più distanza tra cenro del servo e attacco rinvio piuttosto che una squadretta sulla parte mobile molto lunga.
P.S.
se avete un po di gioco tra il pernetto della forcellina e la squadretta del comando potete aprire la forcellina infilare un quadratino di plastica/nilon, quello delle bustine graupner per intenderci e richiudere la forcellina.
Il nilon si infilerà come un preservativo! intorno al pernetto e con quello spessore eliminerete ogni gioco, mantenendo sempre la scorrevolezza per merito del nilon.

Ops Dimenticavo

Il muso della fusoliera

L'acrobatico serio non deve avere il muso troppo lungo altrimenti fa difficoltà a snappare.

Per ora accontentatevi di un po di teoria che questa sera o domani la integro con la pratica in volo.

Saluti acrobatici

Andrea
Maxir non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 28 novembre 06, 18:26   #2 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di italo.driussi
 
Data registr.: 02-07-2004
Residenza: Ronchi dei Legionari (GO)
Messaggi: 5.664
Il discorso si fa parecchio interessante, e penso che la tabellina di pag.41,42,43 di questo manuale
http://safalero.go2000.it/admin/images/1-58.pdf
sia un ottima base di partenza.
italo.driussi non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 28 novembre 06, 22:53   #3 (permalink)  Top
UserPlus
 
L'avatar di merengue
 
Data registr.: 27-05-2004
Messaggi: 6.352
merengue non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29 novembre 06, 14:19   #4 (permalink)  Top
GGHISLERI
Guest
 
Messaggi: n/a
Il baricentro

Come tutti ben sanno il baricentro di un aereo cade ad un terzo dal bordo d'entrata della corda media alare !!! in pratica ad un terzo a partire da avanti

su questa perentoria osservazione potremmo discutere per anni.


le squadrette dei comandi

La distanza del punto di dove è attaccato il comando rispetto alla cerniera della parte mobile deve essere il più possibile uguale alla distanza tra il centro di rotazione del servo e il punto di attacco del rinvio.
Comunque è sempre meglio ai fini della precisione del comando avere più distanza tra cenro del servo e attacco rinvio piuttosto che una squadretta sulla parte mobile molto lunga.

c'è qualche spiegazione in merito ?
La cosa mi risulta poco chiara.

P.S.
se avete un po di gioco tra il pernetto della forcellina e la squadretta del comando potete aprire la forcellina infilare un quadratino di plastica/nilon, quello delle bustine graupner per intenderci e richiudere la forcellina.
Il nilon si infilerà come un preservativo! intorno al pernetto e con quello spessore eliminerete ogni gioco, mantenendo sempre la scorrevolezza per merito del nilon.

con gli alianti si usa mettere una goccia di cyano sul perno.
Non capisco cosa sia il quadratino.

Grazie per le risposte.
Beppe
  Rispondi citando
Vecchio 29 novembre 06, 15:16   #5 (permalink)  Top
simone76
Guest
 
Messaggi: n/a
Citazione:
Originalmente inviato da GGHISLERI
le squadrette dei comandi

La distanza del punto di dove è attaccato il comando rispetto alla cerniera della parte mobile deve essere il più possibile uguale alla distanza tra il centro di rotazione del servo e il punto di attacco del rinvio.
Comunque è sempre meglio ai fini della precisione del comando avere più distanza tra cenro del servo e attacco rinvio piuttosto che una squadretta sulla parte mobile molto lunga.

c'è qualche spiegazione in merito ?
La cosa mi risulta poco chiara.


Io la interpreto così: quando si trasforma un movimento circolare in uno lineare (servo->astina), si ottiene un movimento sinusoidale (il che è vero solo supponendo che l'astina non "pieghi" a destra e sinistra... ma comunque il senso è quello). OK?
Analogamente se si trasforma un moto lineare in uno rotatorio. Ne consegue che per avere linearita', nel giusto senso del termine (x gradi dello stick=>ax gradi del servo=>bx gradi della parte mobile), nel comando dovrebbero essere rispettati i leverismi uguali. In caso contrario, agli estremi della corsa del servo la parte mobile potrebbe si muoverebbe di piu' o di meno rispetto che nell'intorno del centro. Una sorta di esponenziale (ma che di esponenziale nel senso matematico non ha nulla, casomai sono tratti di sinusoide).
  Rispondi citando
Vecchio 29 novembre 06, 15:21   #6 (permalink)  Top
DoC
UserPlus
 
L'avatar di DoC
 
Data registr.: 05-09-2003
Residenza: Genova
Messaggi: 9.124
Immagini: 7
Mi permetto di riaprire una questione: se il modello ha TUTTE le incidenze a zero, profilo simmetrico e trim a zero... come si genera la portanza in volo livellato?
__________________
Saluti,
Giorgio.

"E' preferibile che gli altri si chiedano perché non hai parlato piuttosto che chiederti come mai non sei stato zitto....."

Genoa Slope Soaring
Team


Bearish moderator! Handle with extreme care....
DoC non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29 novembre 06, 15:49   #7 (permalink)  Top
GGHISLERI
Guest
 
Messaggi: n/a
Citazione:
Originalmente inviato da simone76
Io la interpreto così: quando si trasforma un movimento circolare in uno lineare (servo->astina), si ottiene un movimento sinusoidale (il che è vero solo supponendo che l'astina non "pieghi" a destra e sinistra... ma comunque il senso è quello). OK?
Analogamente se si trasforma un moto lineare in uno rotatorio. Ne consegue che per avere linearita', nel giusto senso del termine (x gradi dello stick=>ax gradi del servo=>bx gradi della parte mobile), nel comando dovrebbero essere rispettati i leverismi uguali. In caso contrario, agli estremi della corsa del servo la parte mobile potrebbe si muoverebbe di piu' o di meno rispetto che nell'intorno del centro. Una sorta di esponenziale (ma che di esponenziale nel senso matematico non ha nulla, casomai sono tratti di sinusoide).
la mia domanda non voleva sollevare la questione del movimento differenziale quanto quello della precisione ottenibile ..........
Comunque è sempre meglio ai fini della precisione del comando avere più distanza tra cenro del servo e attacco rinvio piuttosto che una squadretta sulla parte mobile molto lunga.
a meno che il discorso precisione si riferisca anche in questo caso alla linearità.

Beppe
  Rispondi citando
Vecchio 29 novembre 06, 15:52   #8 (permalink)  Top
GGHISLERI
Guest
 
Messaggi: n/a
Citazione:
Originalmente inviato da DoC
Mi permetto di riaprire una questione: se il modello ha TUTTE le incidenze a zero, profilo simmetrico e trim a zero... come si genera la portanza in volo livellato?
se non è quello che dicevo io bisognerebbe ammettere un intervento soprannaturale.
A quanto pare non ho convinto nessuno.....bè Doc no di sicuro.

Beppe
  Rispondi citando
Vecchio 29 novembre 06, 16:21   #9 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di lospietato
 
Data registr.: 22-10-2001
Residenza: (SS)
Messaggi: 1.067
Citazione:
Originalmente inviato da Maxir

Il baricentro

...Come tutti ben sanno il baricentro di un aereo cade ad un terzo dal bordo d'entrata della corda media alare !!! in pratica ad un terzo a partire da avanti ...


ciao ...
...non sempre però ...



ajò
__________________
lospietato non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29 novembre 06, 16:21   #10 (permalink)  Top
simone76
Guest
 
Messaggi: n/a
Citazione:
Originalmente inviato da GGHISLERI
Comunque è sempre meglio ai fini della precisione del comando avere più distanza tra cenro del servo e attacco rinvio piuttosto che una squadretta sulla parte mobile molto lunga.
a meno che il discorso precisione si riferisca anche in questo caso alla linearità.
Condivido l'osservazione, attendiamo la voce del pilota professionista.

  Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Preparazione miscela driver Automodellismo Mot. Scoppio On-Road 35 07 agosto 08 21:31
Preparazione su asfalto: FW-05 R Evo mAcr0n_zero Automodellismo Mot. Scoppio On-Road 5 01 dicembre 07 00:00
Preparazione miscela Antonio71 Elimodellismo in Generale 5 02 aprile 07 14:30
Preparazione Ready a Modena mcrayan Aeromodellismo Principianti 21 29 giugno 06 08:36
preparazione miscela vincenzo978 Elimodellismo in Generale 3 21 marzo 04 21:22



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 18:01.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002