Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aerodinamica e meccanica del volo


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 14 novembre 20, 13:05   #71 (permalink)  Top
Gran Decapo
 
L'avatar di Ehstìkatzi
 
Data registr.: 18-03-2007
Messaggi: 13.692
Citazione:
Originalmente inviato da Ehstìkatzi Visualizza messaggio
L'hai provato ?
In attesa di una risposta allego un paio di pagine prese dal volume il cui frontespizio si trova nella nuova discussione di Mattafla.



Ehstìkatzi non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 14 novembre 20, 13:16   #72 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Edima
 
Data registr.: 19-12-2009
Residenza: Turriaco (GO)
Messaggi: 1.191
Mi permetto di suggerire questo libro. Si trova da "La bancarella aeronautica".
Edi
Files allegati
Tipo file: pdf img-201114120606.pdf‎ (305,6 KB, 34 visite)
Edima non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 14 novembre 20, 18:00   #73 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di mattafla
 
Data registr.: 19-07-2016
Messaggi: 157
Grazie per avermeli ricordati, a volte i libri si comprano ma non si leggono.
Non posseggo il libro "Tuttala Horten" di Galè e nemmeno "Tailles Aircraft in Theory and Practice" di Nickel-Wohlfahrt.
Però posseggo il libro "Configurazione tuttala" di Galè; l'avevo sepolto in una scatola, lo rileggerò per quanto mi interessa ("coda appuntita") e vi relazionerò, se possibile, nel messaggio Scelta profilo root.
Da un primo sguardo veloce al mio libro (210 pag.), purtroppo non mi sembra che Galè vi tratti specificatamente delle "code appuntite", simili a quella dell'Horten Ho 229, mentre tratta magistralmente di una enorme moltitudine di tuttala quasi tutti senza tali code.
mattafla non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 14 novembre 20, 18:15   #74 (permalink)  Top
Gran Decapo
 
L'avatar di Ehstìkatzi
 
Data registr.: 18-03-2007
Messaggi: 13.692
Citazione:
Originalmente inviato da mattafla Visualizza messaggio
Grazie per avermeli ricordati, a volte i libri si comprano ma non si leggono.
Non posseggo il libro "Tuttala Horten" di Galè e nemmeno "Tailles Aircraft in Theory and Practice" di Nickel-Wohlfahrt.
Però posseggo il libro "Configurazione tuttala" di Galè; l'avevo sepolto in una scatola, lo rileggerò per quanto mi interessa ("coda appuntita") e vi relazionerò, se possibile, nel messaggio Scelta profilo root.
Da un primo sguardo veloce al mio libro (210 pag.), purtroppo non mi sembra che Galè vi tratti specificatamente delle "code appuntite", simili a quella dell'Horten Ho 229, mentre tratta magistralmente di una enorme moltitudine di tuttala quasi tutti senza tali code.
La coda appuntita serve a risolvere quella riduzione del Cp che si genera al centro nei tuttala a freccia, nel libro mi sembra che lo chiami Middle Effect, ma non ne sono sicuro.
Ehstìkatzi non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 14 novembre 20, 19:06   #75 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di mattafla
 
Data registr.: 19-07-2016
Messaggi: 157
Citazione:
Originalmente inviato da Ehstìkatzi Visualizza messaggio
La coda appuntita serve a risolvere quella riduzione del Cp che si genera al centro nei tuttala a freccia, nel libro mi sembra che lo chiami Middle Effect, ma non ne sono sicuro.
Grande Capo,
hai ragione riguardo alla coda appuntita che Galè chiama cuspide.
Nell'articolo Per chi suona la campana c'è una spiegazione:
http://www.fiamaero.it/regolamenti/s...no/08-gale.pdf
mattafla non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 15 novembre 20, 08:54   #76 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 14-02-2006
Residenza: provincia VT
Messaggi: 2.568
Citazione:
Originalmente inviato da fabionet31 Visualizza messaggio
quindi biconvesso simmetrico all'estremità da -3 a -5 di svergolamento negativo.. offerte per il profilo portante alla radice???

dai raga che fine mese vorrei collaudare
Suggerirei clarky per la sezione centrale e clarky capovolto all'estremità,tenendo la 'pancia' piatta a zero per entrambe...
giocavik non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 15 novembre 20, 15:49   #77 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Manubrio
 
Data registr.: 23-06-2012
Residenza: folgaria
Messaggi: 1.846
Citazione:
Originalmente inviato da giocavik Visualizza messaggio
Il volo di un modello, anche per le competizioni, non e' solo efficienza o velocità di caduta...ma dipende da cosa chiede il regolamento...
Per il profilo di estremità...quando nella prima pagina di questo thread, suggerivo un simmetrico all'estremità...intendevo, ovviamente, che era da trimmare a cabrare, non tutto il profilo (..cosa che sarebbe insulsa..), ma l'elevone di estremità. Quindi con incidenza-torsione-svergolamento nullo, che sarebbe stato compensato dal 'cabra' che avrebbe fornito il momento stabilizzante.
Credo tutt'ora che sia la ricetta migliore tra prestazioni, facilità di costruzione, lavoro di progettazione, e garanzia di funzionamento per tutt'ala a freccia tipo tzagi...
Scegliere un profilo non neutro all'estremità, che debba stabilizzare in virtù delle sue proprietà aerodinamiche..o per qche immaginato svergolamento..e' solo tirare a indovinare...
Oppure, invece di tirare a indovinare come si è sempre fatto, leggere le documentazioni della nasa (non solo il pdf che ho segnalato) per comprendere il concetto dl proverse yaw della cui esistenza sei dubbioso a priori, leggere il brevetto che riporta stazione per stazione, facendo anche riferimento alla prior art, e voilà, si impara a fare un'ala volante con distribuzione a campana, carico zero ai tip e proverse yaw in favore di stabilità e manovrabilità. A meno che non pensi che gli uccelli volino male, quanto offerto dagli studi di Bowers sarebbe già avvicinarsi un pò di più alla meraviglia della Natura.

Quanta manovrabilità? Non saprei, non costruisco tuttala perchè non li vedo, troppo sottili. So che un condor o un albatross pesano tantissimo e volano da dio. Certo, gli uccelli sono capaci mi svergolare tutta l'ala adattandosi alle condizioni e alla manovra, noi uomini nel costruire ali siamo ancora abbastanza lontani dal morphing ma ci stiamo provando.

Come giustamente hai sottolineato a proposito dll'intervento di Verardi, per far gare devi costruire aerei che ti permettano di centrar quanto richiesto dal regolamento.

Come dice Edima, tuttala come gran planatori non ne ha mai trovati, in realtà non conosciamo le qualità planatorie di un condor o di un'aquila o di una rondine, ma è possibile che non si siano evoluti per eccellere primariamente in questa specialità. Nella quale invece funzionano benissimo i nostri alianti a forte allungamento, i cui tip comunque, caratterizzati da corde miserrime, non portano quasi un *****.

Ehstì ci ha segnalato una digressione che compara distribuzione ellittica e a campana, si trovano interessanti spunti anche nei lavori di Bowers, che aiutano nel comprendere l'evoluzione della tecnica dei tuttala, tra l'atro si trovano anche in quei lavori riferimenti ai freni di estremità del B2 (tu però dici che non si può sapere perchè sono proprio là e a cosa servono). Forse sono fatti a libro per invitare alla lettura e allo studio?

In ogni caso, il tuo atteggiamento negazionista ed il rifiuto nell'accettare il nuovo, pur scritto come dici tu da quei cretini incapaci passacarte della nasa, mi provoca un'ombra di disappunto. Capisco che abbandonare la propria "confort zone" e l'impressione di sapere già tutto sia un ostacolo, ma cazzarola.

Ultima modifica di Manubrio : 15 novembre 20 alle ore 15:52
Manubrio non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 15 novembre 20, 19:22   #78 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di mattafla
 
Data registr.: 19-07-2016
Messaggi: 157
Citazione:
Originalmente inviato da giocavik Visualizza messaggio
Il volo di un modello, anche per le competizioni, non e' solo efficienza o velocità di caduta...ma dipende da cosa chiede il regolamento...
Per il profilo di estremità...quando nella prima pagina di questo thread, suggerivo un simmetrico all'estremità...intendevo, ovviamente, che era da trimmare a cabrare, non tutto il profilo (..cosa che sarebbe insulsa..), ma l'elevone di estremità. Quindi con incidenza-torsione-svergolamento nullo, che sarebbe stato compensato dal 'cabra' che avrebbe fornito il momento stabilizzante.
Credo tutt'ora che sia la ricetta migliore tra prestazioni, facilità di costruzione, lavoro di progettazione, e garanzia di funzionamento per tutt'ala a freccia tipo tzagi...
Scegliere un profilo non neutro all'estremità, che debba stabilizzare in virtù delle sue proprietà aerodinamiche..o per qche immaginato svergolamento..e' solo tirare a indovinare...
Io non capisco perché la ..cosa sarebbe insulsa..
Forse una tip con biconvesso simmetrico a zero e poi trimmato alla giusta incidenza per la stabilità potrebbe essere facile da costruire, ma io vedo meglio la tip tutta "svergolata" all'angolo giusto per planare diritto, riservando la funzione "elevon" per effettuare le manovre di volo, intendendo che l'elevon potrebbe divenire fors'anche un alettone per virare, risparmiando servocomandi.
Non saprei quale sia la miglior regolazione RC e la distribuzione più indicata per gli elevons/ailerons, ma Personal Jesus ha suggerito una posizione al 70% della semiapertura.
Lascio ad aeromodellisti più esperti di me studiare tutti i comandi differenziali che servono per beccheggiare o virare decentemente con soli 2 elevons.
Certo un atterraggio di precisione sarebbe problematico, ma aggiungendo 2 diruttori forse si potrebbe risolvere, per rispettare il regolamento.

Tu hai scritto : "Scegliere un profilo non neutro all'estremità, che debba stabilizzare in virtù delle sue proprietà aerodinamiche..o per qche immaginato svergolamento..e' solo tirare a indovinare..."
Basta indovinare bene, magari dopo aver letto il messaggio n° 77 di Manubrio, sorvolando sui di lui fraterni rimbrotti.

Nel messaggio n°76 penso che tu abbia tirato ad indovinare, scrivendo: "Suggerirei clarky per la sezione centrale e clarky capovolto all'estremità, tenendo la 'pancia' piatta a zero per entrambe..."
Non so con quali efficienze aerodinamiche, tuttavia per la stabilità i 2 Clarc Y accoppiati capovolti potrebbero funzionare, ma dovresti precisarci l'angolo di freccia, la rastremazione o comunque la forma in pianta dell'ala ed il punto della semiala dove avverrebbe il capovolgimento dei profili, presumo meglio con gradualità progressiva.
Cioè occorre definire il rapporto tra la superficie centrale portante dell'ala e le superfici esterne deportanti delle tips, tenendo conto di un'evoluzione graduale.
Presumo anche che occorra precisare se il capovolgimento inizia dal bordo d'entrata, dalla linea focale o dal bordo d'uscita, per finire ai bordi opposti all'inizio, bordi più esterni del punto di inizio, oppure per finire all'infinito nel caso di svergolamento attorno alla linea focale della semiala.
Nella pagina Tuttala a svergolamento anteriore regolabile? ho chiamato i 2 casi in diagonale svergolamento anteriore e svergolamento posteriore, diagonale che comporta una variazione conseguenziale della freccia delle tips, rispetto alla freccia della parte centrale dell'ala.
mattafla non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 15 novembre 20, 21:36   #79 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Manubrio
 
Data registr.: 23-06-2012
Residenza: folgaria
Messaggi: 1.846
e comunque qui c'è tutto, https://youtu.be/QYlucUIpcbQ
minimum induced drag on wings, il fatto che con una distribuzione a campana a parità di struttura l'ala porta il 12% di più con il 22 di apertura in più, il risultato di estrema stabilità dell'architettura proposta per il tuttala, assenza di rollio olandese, fugoidi inesistenti, il fatto che sul B2 si ricoore al drag per la virata mentre sulla nuova ala si ricorre al trust, cioè alla spinta in avanti, del tip.
E molto altro, spiegati in modo facilemente comprensibile.

Dopodichè, se uno non vuole credere al capo scienziato dall'Amstrong Research Center della Nasa, la cui carriera ed esperienza sono impressionanti, non so cosa aggiungere.
Manubrio non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 15 novembre 20, 22:38   #80 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 14-02-2006
Residenza: provincia VT
Messaggi: 2.568
Non e' che non si voglia credere o leggere...
Il dubbio sta nella questione (..fondamentale..) che si e' accuratamente voluto evitare...
Ma e' tutto li...Se c'è modo per fare 'andare di più' la tip...perché farlo solo in virata..?..
..sarebbe da progettisti ebeti..perché se io lo scoprissi, lo adotterei per fare andare di più tutta l'ala (volante)...
Sembra che brevetti di profili ci siano da sempre..(..fin dai fratelli Wright...) ma ciò che più mi ha impressionato sono stati i profili di Liebeck degli anni 70...ma pare che non
ve ne sia traccia in giro...
Ora se ne esce la NASA...(..che lascia campo libero ai privati per la missilistica..ma si mette a brevettare profili alari per fare l'ala volante che deve atterrare su Marte...)
Non capisco come siano riusciti, questi signori a contagiarti di tanto ottimismo...
Ti posso promettere che gli ri-daro' una letta...
Ma se lo hai già fatto tu, quali sono le istanze che tanto convincono (o che farebbero ben sperare..?..)
Sarebbe sufficiente adottare la distribuzione a campana..?
giocavik non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
Scelta Profilo Old-Timer Camaleont Aeromodellismo Progettazione e Costruzione 3 21 ottobre 15 18:37
Scelta profilo alare Icarus82 Aeromodellismo Principianti 19 28 novembre 12 23:55
Scelta profilo truzzo Aeromodellismo Alianti 91 29 luglio 09 01:27
scelta del profilo jagdpanther Aeromodellismo Progettazione e Costruzione 14 15 aprile 07 19:39
Scelta di un Profilo Hannibal Aeromodellismo Progettazione e Costruzione 19 07 giugno 04 18:27



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 18:03.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2019 - K-Bits P.I. 09395831002